Dolore alla rotula e SPD

AlexV

Biker velocissimus
22/1/16
2.374
1.443
Como (ma mica Comasco!)
Bike
Slide 140
Ciao a tutti!
Sono da sempre utilizzatore di pedali flat, ma ultimamente ho spesso un dolore alla rotula sinistra e facendo attenzione mi sono reso conto che si presenta quando posizioni il piede in maniera scorretta sul pedale.
In pratica spesso mi ritrovo con l'asse del pedale sotto al centro del piede sinistro e in quella situazione dopo poco inizia il dolore, che si riduce riposizionando il piede più indietro.
PER risolvere il problema pensavo di passare a dei pedali clipless in modo da vincolare la posizione del piede.
A parte il tempo per abituarmi ai nuovi pedali, vedete inconvenienti nella mia idea?
Ho il timore che se non azzecco la posizone degli attacchi mi ritrovo col dolore e senza la possibilità di variare la posizione del piede...
Ogni suggerimento è ben accetto!
 

 

silverloren1

Biker tremendus
23/10/14
1.232
129
Moncalvo (Asti)
Allora ...da quando anni fa li ho provati, a parte qualche incertezza iniziale, non ho più potuto farne a meno.
Il posizionamento corretto delle tacchette è uno solo quindi non puoi sbagliare. Il ciclaio che ti fornirà scarpe e pedali ti consiglierà. Diffiderei delle troppo economiche.
Detto questo, registra gli agganci molto molto laschi e prendi confidenza nello sganciare e riagganciare girando in qualche prato.... sono previsti nel tirocinio almeno un paio di capitomboli :-)

Consiglio del fisioterapista x gambe e ginocchia: stirare la muscolatura almeno una volta al giorno, specie i muscoli posteriori ed interno coscia che spesso dimentichiamo ma poi con gli anni che passano creano tensioni anomale e qnd dolori

Inviato dal mio GT-I8200 utilizzando Tapatalk
 

AlexV

Biker velocissimus
22/1/16
2.374
1.443
Como (ma mica Comasco!)
Bike
Slide 140
Grazie @silverloren1

Sì qualche livido (in più) l'ho messo in conto... Anzi può essere una buona scusa con la moglie :-)

Per quanto riguarda gli allungamenti hai ragione e dovrei farli con più regolarità... purtroppo gli anta non fanno sconti
 
  • Like
Reactions: silverloren1

john deere power

Biker ciceronis
19/1/13
1.494
68
varese interland
Bike
cube elite scr 29"
Ciao a tutti!
Sono da sempre utilizzatore di pedali flat, ma ultimamente ho spesso un dolore alla rotula sinistra e facendo attenzione mi sono reso conto che si presenta quando posizioni il piede in maniera scorretta sul pedale.
In pratica spesso mi ritrovo con l'asse del pedale sotto al centro del piede sinistro e in quella situazione dopo poco inizia il dolore, che si riduce riposizionando il piede più indietro.
PER risolvere il problema pensavo di passare a dei pedali clipless in modo da vincolare la posizione del piede.
A parte il tempo per abituarmi ai nuovi pedali, vedete inconvenienti nella mia idea?
Ho il timore che se non azzecco la posizone degli attacchi mi ritrovo col dolore e senza la possibilità di variare la posizione del piede...
Ogni suggerimento è ben accetto!
puoi avere solo benefici, perche' se come dici, l'asse del pedale e' sotto il centro del piede, pedali malissimo, normale avere problemi prima o poi. a patto che ti fai montare le tacchette da uno specialista, se sbagli posizione anche di pochi mm, sono dolori alle articolazioni...specialmente il ginocchio. si puo' anche fare da se', ma ci vuole una grande esperienza ed alcuni attrezzi specifici, come calibro a corsoio e una squadra minimo
 

john deere power

Biker ciceronis
19/1/13
1.494
68
varese interland
Bike
cube elite scr 29"
Allora ...da quando anni fa li ho provati, a parte qualche incertezza iniziale, non ho più potuto farne a meno.
Il posizionamento corretto delle tacchette è uno solo quindi non puoi sbagliare. Il ciclaio che ti fornirà scarpe e pedali ti consiglierà. Diffiderei delle troppo economiche.
Detto questo, registra gli agganci molto molto laschi e prendi confidenza nel
Dolore alla rotula e SPD

lo sganciare e riagganciare girando in qualche prato.... sono previsti nel tirocinio almeno un paio di capitomboli :-)

Consiglio del fisioterapista x gambe e ginocchia: stirare la muscolatura almeno una volta al giorno, specie i muscoli posteriori ed interno coscia che spesso dimentichiamo ma poi con gli anni che passano creano tensioni anomale e qnd dolori

Inviato dal mio GT-I8200 utilizzando Tapatalk
in realta', la % di venditori che sono in grado di montare tacchette a regola d'arte, e' bassissima, dalle mie esperienze direi max 10%. secondo neretto: un fisioterapista guru che c'e' dalle mie parti (mi ha fatto risolvere problemi al nervo di un braccio, con tecniche che nessuno in giro conosce, con solo tre sedute, quando altri fisioterapisti, storcevano il naso dicendomi che dovevo fare esami super scientifici x trovare il problema e la soluzione, mi ha risolto il problema), dice che gli ultimi studi dicono che lo stretching va fatto solo a muscoli caldi, altrimenti provoca piu' danni che benefici, accorciando la vita di tendini e legamenti anche del 30%. ndr: quando si fa stretching alle gambe, non si fa solo sui flessori( muscoli posteriori della coscia, quelli che penso intendi tu), ma su tutti i muscoli, cioe' quadicipite, bicipite femorale, polpaccio, gluteo, adduttori (interno coscia), altrimenti si rischia di creare squilibri di tensione che possono portare a posture errate e quindi dolori.....
 
  • Like
Reactions: silverloren1

Gianz

Biker infernalis
28/6/07
1.998
1.417
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
Concordo sullo stretching: una buona pratica permette, tra l'altro, di recuperare in tempi più brevi. Ormai non riesco a farne a meno: se salto la sessione dopo aver finito il giro mi vengono i sensi di colpa, e sento le gambe tutte appesantite.
In teoria sarebbero da stretchare anche braccia, collo e spalle, ma devo ancora arrivarci a farlo decentemente. Un po' alla volta, con il passare degli anni, la sessione di stretching post giro si allunga sempre di più... tra qualche anno se ne andrà una mezz'ora buona solo per quello, mi sa.