Front da enduro - Parte settima

gizzo72

Biker tremendus
Feedback: 3 / 0 / 0
27/7/15
1.372
939
Bike
Vitus Sentier , Ragley Piglet 2013
riguardo alle taglie telaio, non guardate i pro.. quelli fanno un altro sport. A noi servono si bici veloci, ma anche capaci a divertirci in una normale escursione all mountain.. il telaio va scelto non solo in base di un innamoramento per una determinata bici.. ma per le sue geometrie. Sono i numeri, per prima cosa a fornirci se quel telaio fa per noi o meno. Sono le sue “quote” che fanno fantasticare, volare il suo acquirente.. non solo il disegno e le sue soluzioni tecniche. Parlando in tema musicale, adesso mi sto comprando una chitarra acustica Martin D-35. L’estetica è l’ultima cosa che guardo.. è il suo timbro a farmela scegliere. Una chitarra si sceglie in base a ciò che si vuole fare.. così un telaio. Inutile innamorarmi del Moxie, se casco in mezzo alle taglie. Io sono un XL piccola essendo 188cm.. ma trovavo tutte XL grandi. Poi POLE e MONDRAKER facevano delle L enormi.. morale: erano proprio le XL piccole che cercavo. Bisogna conoscere quale reach e stack si vuole avere per quel determinato telaio, stile di riding, quando avere lungo il top tube per pedalarla come si vuole.. che tipo di angolazione sella, angoli forca, bb, lunghezza carro ecc ecc.. i telai, vanno prima di tutto capiti. Prima cosa da guardare sono le geometrie.. a priori dirsi “fa per me, o non fa per me”. Non innamorarsi del modello di bici. Certo, serve una bella esperienza per capire a fondo “ciò che realmente si vuole e si necessita”, ma è questo a determinare una scelta telaio, non un catalogo estetico con elencate le varie menate del telaio.. battuta, instradamento cavi , colore ecc.. queste cose, vengono analizzate successivamente. Prima di tutto : altezza tubo sella, reach, stack, lunghezza effettiva top tube.. se questi parametri son perfetti per noi, si passa ad analizzare “il comportamento di quel telaio, il suo DNA”.. e cioè angolo sella, forca, altezza bb e lunghezza carro.. questo sarà “il suo carattere”. Solo dopo analizzo le varie pippe di marketing annesse.. ocio. Il telaio è la cosa più importante. Le geometrie e come state in sella, sono TUTTO.
Appena ho tempo mi piacerebbe fare un paio di domande, l’ argomento se lo si analizza per bene diventa molto interessante

WD-40, amico o nemico della bici?
 

 

gizzo72

Biker tremendus
Feedback: 3 / 0 / 0
27/7/15
1.372
939
Bike
Vitus Sentier , Ragley Piglet 2013
Va bene, inizio con le domande ( premetto, scusate se vi chiedo delle banalità). Prendiamo una qualsiasi front con una geometria diciamo “ classica “. Non vorrei mettere cifre decidete voi se in taglia s m l o xl.
Se decidessimo di tenere costanti tutti i vari parametri ma decidessimo solo di variare il reach di 3 cm ( ovviamente si allungherebbe per forza di cose anche il tubo orizz. e quindi l’ interasse ( giusto? Ah dimenticavo l’ escursione forcella costante anche lei). La domanda è, al lato pratico ( che è quello che più mi interessa)quando salgo/ scendo dai “ miei” sentieri alpini di quali differenze mi accorgo? ( so che si travo anche su questo forum molto ma a San Valentino mi va di rompervi i c.....ni)
Grazie
 

luc74

Biker superioris
Feedback: 0 / 0 / 0
22/6/08
996
192
milano
Parlando di geometrie classiche io che sono 1.76 uso la M su tutte le bici che ho avuto: FRW, CANYON, RAGLEY, NS... pero sono proprio al limite con la L e i vari rivenditori mi hanno sempre detto che se sei al limite tra due taglie devi prendere quella piu piccola se hai le gambe corte e il busto più lungo per non avere la sella tutta dentro al tubo e un minimo di dislivello col manubrio, viceversa se hai il cavallo più alto prendi la taglia più grande.
Poi affini con l'attacco manubrio, spessori sterzo e avanzamento sella.
Questo quello che sapevo fino a qualche anno fa quando ci stavo dietro... ora pesalo piano qualsiasi geometria! :i-want-t:
 

luc74

Biker superioris
Feedback: 0 / 0 / 0
22/6/08
996
192
milano
Va bene, inizio con le domande ( premetto, scusate se vi chiedo delle banalità). Prendiamo una qualsiasi front con una geometria diciamo “ classica “. Non vorrei mettere cifre decidete voi se in taglia s m l o xl.
Se decidessimo di tenere costanti tutti i vari parametri ma decidessimo solo di variare il reach di 3 cm ( ovviamente si allungherebbe per forza di cose anche il tubo orizz. e quindi l’ interasse ( giusto? Ah dimenticavo l’ escursione forcella costante anche lei). La domanda è, al lato pratico ( che è quello che più mi interessa)quando salgo/ scendo dai “ miei” sentieri alpini di quali differenze mi accorgo? ( so che si travo anche su questo forum molto ma a San Valentino mi va di rompervi i c.....ni)
Grazie
Ma dici di aumentare di 3 cm il reach rispetto a al tuo ottimale? Secondo me sei più scomodo sempre... in salita sei più disteso: se confronti con gli stradisti di solito nessuno sale con le mani sui freni. in discesa forse è più stabile sul veloce ma devi saperla guidare bene.
Oh sia chiaro questa è la mia modesta impressione.:-)
 

Akira81

Biker infernalis
Feedback: 1 / 0 / 0
30/10/18
1.962
1.700
Bergamo
Bike
Molte
Certamente come va un pro non è da riferimento per un bikers comune, ma a volte può essere comunque un conforto ... con le dovute proprorzioni ovviamente ... :loll:
Anche io preferisco avere stabilità visto che mi piace scendere senza frenare troppo ... ;-) La stabilità a volte ti può aiutare. Agilità se riesci a tenere una certa velocità in curva viene da se ... salvo ovviamente certi tornantini stretti stretti. Avevo provato taglia M e taglia L di modelli uguali sia front che full e non ho dubbi sullo scegliere la taglia L anche se sono pure io un po' nel mezzo...

Anche con la 29er comunque non scherza ... ;-)

Vedi l'allegato 321501
diciamo che introducendo la variabile "formato ruota", un telaio 29" permette di poter vestire più giusto in chiave race, di un telaio 27,5" che necessita più del 29" di stabilità.. il 29", in più una taglia superiore, rischia di diventare un transatlantico.
 

Akira81

Biker infernalis
Feedback: 1 / 0 / 0
30/10/18
1.962
1.700
Bergamo
Bike
Molte
Parlando di geometrie classiche io che sono 1.76 uso la M su tutte le bici che ho avuto: FRW, CANYON, RAGLEY, NS... pero sono proprio al limite con la L e i vari rivenditori mi hanno sempre detto che se sei al limite tra due taglie devi prendere quella piu piccola se hai le gambe corte e il busto più lungo per non avere la sella tutta dentro al tubo e un minimo di dislivello col manubrio, viceversa se hai il cavallo più alto prendi la taglia più grande.
Poi affini con l'attacco manubrio, spessori sterzo e avanzamento sella.
Questo quello che sapevo fino a qualche anno fa quando ci stavo dietro... ora pesalo piano qualsiasi geometria! :i-want-t:
dovresti prendere una "M" in chiave "Forward", vedi POLE o MONDRAKER per citarne alcune.. tu necessiti di una M grande per la tua conformazione corporea. Anche calcolando le tue gambe corte e il tuo bacino lungo.
Se anche prendessi una L che veste piccolo, difficilmente per come sei fatto, avresti un tubo sella corretto.. non riusciresti a sfruttare un reggisella telescopico con tanta corsa. A te serve una bici bassa, ma lunga.. per l'appunto una M bella "Forward".
 
  • Like
Reactions: luc74

Akira81

Biker infernalis
Feedback: 1 / 0 / 0
30/10/18
1.962
1.700
Bergamo
Bike
Molte
Secondo te quali sono quelli meglio?
l'acciao Moxie è un banale (ma funzionale) crmo 4130.
Il "Reynold" nelle sue variabili le è superiore.. così diversi "columbus".
La mia POLE Taival era anche un crmo 4130 (e andava benissimo).
Detto questo, la Moxie è un ottima bici, ma diciamo la diretta concorrente della mia Taival.
Quelle bici di fascia medio-alta. Ma non "Alta".
Siamo su telai da 700-800euro. A mio avviso il miglior rapporto qualità-prezzo.
Ma i porno materiali e i porno telai sono altri.
Per capirci, queste bici citate sono in paragone automobilistico delle "Audi A4" , dei "BMW serie 3" ecc..
Lontane da Ferrari, Porche o Lamborghini..
Sono telai prodotti in svariate delocalizzazioni Asiatiche, che per carità, ne fanno di molto belli anche da quelle parti.
Praticamente il 70% della produzione mondiale viene da la..

Guardati per dire queste saldature che trovi su una Curtis.. queste te le sogni.. qui si entra in modalità porno "made in U.K"..


Ma te ne posso elencare mille, certo i prezzi cambiano..
Quindi alla domanda: " c'è di meglio di una TAIVAL o di una MOXIE?" La risposta è "certamente si.."..
poi bisogna vedere se il rider che la porta se ne riesca ad accorgere o meno, ma questa è un'altra cosa.
Torno a dire che un telaio, è composto da geometrie.
Sono i numeri a dover far girare la testa, a stuzzicare fantasie erotiche, a generare sogni..
Per questo, prima di fissarsi su una bici piuttosto che l'altra, sono le geometrie a determinare se quella bici fa per noi o meno.
Stare in mezzo alle taglie, o magari pensare di stare in mezzo alle taglie, non è mai buono.
Fortunatamente ci sono svariate interpretazioni di taglie, come già detto, per esempio una Large Stanton, è una POLE Medium..
A me piacciono le Stanton, ma non fanno per me. Non per il progetto, molto valido, ma perché la loro più grande, per me è piccola.
Quindi, la scarto a priori.
Detto questo poi ci sono di mezzo anche i gusti personali, intendo anche come montaggio.
Io pur essendo alto, prediligo pedivelle corte, così lo stem.. per me, più è corto, più mi trovo meglio.
Quindi, in base a queste conclusioni, amo le biciclette "lunghe", "basse", con poco "seat tube" e con uno stem corto, 3 max 4 cm.
Mi piace un carro non troppo corto, prediligo un angolazione sella effettiva superiore ai 75°, se 76° meglio, e un angolazione forca tra i 65° e i 64°.. come top tube, lo preferisco lungo, perché non amo pedalare seduto in sella in posizione raccolta.. mi piace stare aperto, traziono meglio il manubrio in salita e il mio busto è più aperto, arioso, respiro meglio e ho più forza sul manubrio se uso il classico "colpo di reni".
Son gusti, ma prima di comprare un telaio, bisogna sapere bene ciò che si vuole ottenere con esso e soprattutto se fa per noi o meno.
La biomeccanica è fondamentale. Se questa non viene rispettata, le prestazioni tra la simbiosi uomo-bici saranno scarse.. oltre che per certi versi dannose. Al contrario, se riusciamo a divenire tutt'uno con il nostro mezzo, avremmo un incremento prestazionale e di piacere ad ogni uscita.

PS: Per chi è tra le taglie di Moxie, provate a guardate le Stanton.. la loro grande, dovrebbe essere una via di mezzo giusta per voi.
Ma vado a memoria, posso sbagliarmi. e non ditemi che una bella Switch9er è brutta? Provate anche a guardarvi qualche "Cotic".. anche li vedi Solaris Max possono avere delle misure più idonee.
 

Akira81

Biker infernalis
Feedback: 1 / 0 / 0
30/10/18
1.962
1.700
Bergamo
Bike
Molte
Va bene, inizio con le domande ( premetto, scusate se vi chiedo delle banalità). Prendiamo una qualsiasi front con una geometria diciamo “ classica “. Non vorrei mettere cifre decidete voi se in taglia s m l o xl.
Se decidessimo di tenere costanti tutti i vari parametri ma decidessimo solo di variare il reach di 3 cm ( ovviamente si allungherebbe per forza di cose anche il tubo orizz. e quindi l’ interasse ( giusto? Ah dimenticavo l’ escursione forcella costante anche lei). La domanda è, al lato pratico ( che è quello che più mi interessa)quando salgo/ scendo dai “ miei” sentieri alpini di quali differenze mi accorgo? ( so che si travo anche su questo forum molto ma a San Valentino mi va di rompervi i c.....ni)
Grazie
troverai la differenza che in quelli più lunghi, arrampichi meglio, perché hai il manubrio meno in bocca. respiri meglio, ma tieni presente di prendere un modello che abbia una pedalata bella dritta, moderna.. sopra i 75° di angolazione sella.. quello, unito ad un top tube più lungo, ti faranno avere prestazioni migliori in pedalata. Di contro o a favore, dipende dal rider che sei, in discesa, avrai una bici più stabile, più sicura, ma che richiede una guida più dinamica, più "sulle corna". Morale:" se vedi brutto, non andare indietro col peso, o vai dritto come un pero e perdi iol controllo". Se invece hai le palle di vedere brutto ma di caricarla ancora davanti, noterai che la bici "mangia" più le asperità di una bici con geo più classiche, è più cattiva, sicura, schiacciasassi. Stessa cosa per farla girare, esempio un tornantino. Se carichi davanti e la butti dentro, la forward gira bene anche lei, nonostante l'interasse (puoi ovviarlo con un offset più corto di forca esempio un 42mm vs i 51mm standard). Se invece sei un rider più votato all'escursionismo, che gli piace una classica guida "centrale da sopra il mezzo" invece che "dentro la bici col peso in avanti" , potresti trovarti meglio con un impostazione più classica. Io posso solo dire che a parer mio, tutti dovrebbero passare alla forward, ma tanto che piaccia o meno sta già succedendo in quasi tutte le case-marchi di bici. Perché? perchè forward è meglio.. a mio parere su tutto. ma proprio tutto. Se la provi, non torni indietro. Un grave errore che fanno molti, è adattare le precedenti misure alla bici forward replicandole..
male, molto male. Morale: prima sulla bici classica avevo una taglia L, allore prendo una forward M..
QUESTA E' UNA COSA DA NON FARE MAI. Prendetela sempre seguendo le indicazioni della casa. Forward, stem corto da 3cm, max 4 e via..
 

gizzo72

Biker tremendus
Feedback: 3 / 0 / 0
27/7/15
1.372
939
Bike
Vitus Sentier , Ragley Piglet 2013
Grzue
 

gizzo72

Biker tremendus
Feedback: 3 / 0 / 0
27/7/15
1.372
939
Bike
Vitus Sentier , Ragley Piglet 2013
Grazie, se qualcun altro vuol dire la propria
 

superskinny

Biker perfektus
Feedback: 1 / 0 / 0
31/5/12
2.880
992
Bergamo
Bike
Transition Patrol Ponderosa Green
Grazie, se qualcun altro vuol dire la propria
Sono d’accordo con @Akira81 basta ricordarsi che quando sei cotto il “dritto come un però” è molto più facile che accada.
Io me ne sono accorto con l’aggiornamento di telaio da 2015 a 2018 della Patrol.
Sicuramente puoi andare più forte, ma come diceva giustamente lui più lunga e aperta richiede guida più fisica e attiva, visto che all’atto pratico dove giro io i drittoni son l’eccezione
 

gizzo72

Biker tremendus
Feedback: 3 / 0 / 0
27/7/15
1.372
939
Bike
Vitus Sentier , Ragley Piglet 2013
Ma dici di aumentare di 3 cm il reach rispetto a al tuo ottimale? Secondo me sei più scomodo sempre... in salita sei più disteso: se confronti con gli stradisti di solito nessuno sale con le mani sui freni. in discesa forse è più stabile sul veloce ma devi saperla guidare bene.
Oh sia chiaro questa è la mia modesta impressione.:-)
Il problema è capire quale sia il valore ottimale ( chiedo per capirlo)
 

gizzo72

Biker tremendus
Feedback: 3 / 0 / 0
27/7/15
1.372
939
Bike
Vitus Sentier , Ragley Piglet 2013
@Akira81
@superskinny
Va bene, in generale il reach si è allungato ( insieme al tubo orizz, anche se questo con i piantoni sempre più dritti è, in alcuni casi leggermente diminuito) di vari cm ma dobbiamo anche tener conto che si è accorciato anche lo stem. Di fatto, a mio avviso, la distanza tra le nostre mani e il movimento centrale è rimasto abbastanza invariato ( e parliamo di guida in discesa dove gli unici contatti sono mani piedi).Il vero vantaggio è che si è spostato ( rispetto alle nostre mani) il perno ruota/ forcella ( aumentando)evitando maggiormente il ribaltamento. Di conseguenza come dite voi bisogna caricare di più l’ anteriore. Giusto o sto sparando cazzate?
Nel dubbio di spararle tra poco vado a girare qualche ora:freeride::-?:
 

Pietro v. 92

Biker popularis
Feedback: 0 / 0 / 0
25/12/19
53
19
27
Firenze
Bike
Cube race one
l'acciao Moxie è un banale (ma funzionale) crmo 4130.
Il "Reynold" nelle sue variabili le è superiore.. così diversi "columbus".
La mia POLE Taival era anche un crmo 4130 (e andava benissimo).
Detto questo, la Moxie è un ottima bici, ma diciamo la diretta concorrente della mia Taival.
Quelle bici di fascia medio-alta. Ma non "Alta".
Siamo su telai da 700-800euro. A mio avviso il miglior rapporto qualità-prezzo.
Ma i porno materiali e i porno telai sono altri.
Per capirci, queste bici citate sono in paragone automobilistico delle "Audi A4" , dei "BMW serie 3" ecc..
Lontane da Ferrari, Porche o Lamborghini..
Sono telai prodotti in svariate delocalizzazioni Asiatiche, che per carità, ne fanno di molto belli anche da quelle parti.
Praticamente il 70% della produzione mondiale viene da la..

Guardati per dire queste saldature che trovi su una Curtis.. queste te le sogni.. qui si entra in modalità porno "made in U.K"..


Ma te ne posso elencare mille, certo i prezzi cambiano..
Quindi alla domanda: " c'è di meglio di una TAIVAL o di una MOXIE?" La risposta è "certamente si.."..
poi bisogna vedere se il rider che la porta se ne riesca ad accorgere o meno, ma questa è un'altra cosa.
Torno a dire che un telaio, è composto da geometrie.
Sono i numeri a dover far girare la testa, a stuzzicare fantasie erotiche, a generare sogni..
Per questo, prima di fissarsi su una bici piuttosto che l'altra, sono le geometrie a determinare se quella bici fa per noi o meno.
Stare in mezzo alle taglie, o magari pensare di stare in mezzo alle taglie, non è mai buono.
Fortunatamente ci sono svariate interpretazioni di taglie, come già detto, per esempio una Large Stanton, è una POLE Medium..
A me piacciono le Stanton, ma non fanno per me. Non per il progetto, molto valido, ma perché la loro più grande, per me è piccola.
Quindi, la scarto a priori.
Detto questo poi ci sono di mezzo anche i gusti personali, intendo anche come montaggio.
Io pur essendo alto, prediligo pedivelle corte, così lo stem.. per me, più è corto, più mi trovo meglio.
Quindi, in base a queste conclusioni, amo le biciclette "lunghe", "basse", con poco "seat tube" e con uno stem corto, 3 max 4 cm.
Mi piace un carro non troppo corto, prediligo un angolazione sella effettiva superiore ai 75°, se 76° meglio, e un angolazione forca tra i 65° e i 64°.. come top tube, lo preferisco lungo, perché non amo pedalare seduto in sella in posizione raccolta.. mi piace stare aperto, traziono meglio il manubrio in salita e il mio busto è più aperto, arioso, respiro meglio e ho più forza sul manubrio se uso il classico "colpo di reni".
Son gusti, ma prima di comprare un telaio, bisogna sapere bene ciò che si vuole ottenere con esso e soprattutto se fa per noi o meno.
La biomeccanica è fondamentale. Se questa non viene rispettata, le prestazioni tra la simbiosi uomo-bici saranno scarse.. oltre che per certi versi dannose. Al contrario, se riusciamo a divenire tutt'uno con il nostro mezzo, avremmo un incremento prestazionale e di piacere ad ogni uscita.

PS: Per chi è tra le taglie di Moxie, provate a guardate le Stanton.. la loro grande, dovrebbe essere una via di mezzo giusta per voi.
Ma vado a memoria, posso sbagliarmi. e non ditemi che una bella Switch9er è brutta? Provate anche a guardarvi qualche "Cotic".. anche li vedi Solaris Max possono avere delle misure più idonee.
Curtis non le conoscevo....quella sì che è pornografia! E che prezzi...
 
  • Like
Reactions: Akira81

rovert

Biker extra
Feedback: 4 / 0 / 0
13/9/14
735
268
45
Nuoro
Ciao, ho bisogno che mi aiutate a fare i compiti a casa.

Sto cercando di capire se posso osare un telescopico da 170 mm o se sia meglio accontentarmi di un 150mm.
Il telaio scelto,
Screenshot_20200215-100940_Chrome.jpg
in taglia M indica 414mm di tubo sella e avrei scelto il TRANZX, qui https://www.ridewill.it/p/it/tranzx-421750691-reggisella-telescopico-jd-ysp07-316-x-498mm-escursione-170mm/599083/ riportano come lunghezza 498mm.

Mie misure altezza 171cm, cavallo 78cm.

Allora, se mi ricordo la formula... 780x0,883 fanno 688,74 di altezza sella. Giusto?
688,74 meno 498 di altezza reggisella meno i 170 della sua escursione rimangono 20,74mm... 2 cm di avanzo.
Risicato ma dovrebbe andare.
Il reggisella tutto infilato dovrebbe settare 84mm. Ma lo dovrei estrarre di 20 per ottenere l'ottimale distanza in base al mio cavallo. È giusto o sto sbagliando qualcosa, magari non considerando altri fattori?
 

 

Discussioni simili

Risposte
5K
Visite
577K
sembola
S
Risposte
5K
Visite
605K
tostarello
T
Risposte
5K
Visite
352K
maramouse
M