La frenata

Jack Bisi

Redazione
17/2/03
5.144
49
Genova
diciamo che una front da xc non ha geometrie che aiutino su pendenze negative elevate.
Nel caso in cui i tuoi giri fossero prevalentemente con questo tipo di discese, e visto che mi dici che non ti trovi bene col set up attuale ti direi che potrebbe essere una soluzione andare a cambiare il set up della bici (esempio un manubrio + alto o un attacco manubrio leggermente + corto o rialzato... o semplicemente qualche spacer sotto la pipa).

già queste modifiche arretrando leggermente il tuo baricentro dovrebbero darti una mano permettendoti di rimanere leggermente + avanti durante i ripidoni (che mi pare di aver capito siano il tuo problema) senza il rischio di cappottoni.

Per quanto riguarda la forcella come detto è certo che aiuti... ma io sono dell'idea che si scenda ovunque con tutto. Nel senso che non avere una buona forcella non è così limitante come il non avere buone gomme. Quello che voglio dire è che io per andare a pedalare utilizzo una bici front da all mountain con geometrie abbastanza discesistiche e settata per i miei gusti. Non c'è un salto o un passaggio in cui senta il bisogno dell'ammo posteriore. Semplicemente se in un tratto scassato con una full posso entrarci a velocità 10, con la front dovrò entrarci a velocità 7... con una rigida sono convinto che potrei farlo comunque, entrando ad una velocità 3. Quello che ti voglio dire è che spesso è il set up delle bici a non essere adeguato, ma difficilmente una bici è "inutilizzabile" di suo. Se settata bene con quasi qualunque bici si può scendere su (quasi) qualunque discesa (salti a parte^^, ma qui si parla di tecnico.)
 
  • Like
Reactions: SavetheNature86

 

matticino

Biker superis
3/11/11
423
0
torino
Ottimo articolo come sempre! Hai dato un senso a quello che ormai faccio inconsciamente B-)
 

Jibbo

Biker popularis
4/9/11
69
0
N.D.
Scusate avevo detto una cavolata forse perchè quelle volte andavo off con gomme lisce e con una mtb da supermercato, chiedo perdono.
Per il resto concordo ;)
 

eu94

Biker novus
5/9/12
3
0
Busto Arsizio
Mi chiedevo quando il carico sull'anteriore addizzionato a una frenata forte.. fanno perdere aderenza all'anteriore! Questa domanda nasce guardando non so gare di moto come superbike o motogp.. si vede chiaramente che quando forzano troppo in staccata molto spesso l'anteriore si chiude e amen.. anche avendo molta aderenza se si esagera la ruota davanti si chiude! A mio parere la perdita di aderenza è dovuta alla frenata quanto al carico generatosi sul davanti, o sbaglio?
 

Jack Bisi

Redazione
17/2/03
5.144
49
Genova
sulle moto da strada non so che fattori intervengano poiché sono situazioni veramente diverse dall'off road.

Ad ogni modo fisicamente il concetto è lo stesso, più carico su una ruota più grip.

(pensa ad esempio di spingere una gomma per cancellare su un foglio. Se la appoggi e la sposti lo fai facilmente, se la spingi con forza verso il basso questa oppone molta più resistenza.)

Penso, ma è solo una ipotesi, che le cadute in fase di staccate siano date proprio dalla staccata. Nel senso che come abbiamo visto la frenata cerca di bloccare la ruota, quindi aumenta la tendenza a scivolare della ruota. Se infatti ipotizziamo una situazione di entrata in curva (già leggermente piegati) la ruota sta lavorando contro allo scivolamento laterale. Nel momento in cui si frena si va a introdurre una nuova forza, molto forte di scivolamento in avanti.

La risultante di questi due vettori si somma (prodotto vettoriale, regola del parallelogramma) andando a creare una forza "in obliquo" di intensità pari alla radice quadrata della somma dei quadrati delle due forze. In pratica andando a frenare si induce uno scivolamento.
Questo il motivo analizzandolo da un punto di vista fisico.


Nelle moto però non so se si può variare assetto dei pesi come in bici, o meglio non credo che sia così importante farlo, nel senso che la bici pesa 20 kg, la moto 150 e passa, un rider medio sugli 80. Si vede come il peso del rider sia 4 volte la bici mentra sia la metà o meno di una moto. Non credo quindi che il muoversi sopra il mezzo abbia la stessa valenza in moto e in mtb.

ola Jack
 

Jack Bisi

Redazione
17/2/03
5.144
49
Genova
comunque per farti fare un test e capire il concetto prova a fare questa prova.

cerca un posto in piano con aderenza media (tipo strada bianca o brecciolino), a bassa velocità (e senza pedali a sgancio magari così sei pronto a mettere per terra il piede.), prova a frenare rimanendo in posizione come spiegato e caricando bene l'ant.

poi prova la stessa frenata stando completamente indietro come se fossi su un ripido estremo.

vedrai come nel secondo caso la ruota anteriore si bloccherà subito e perderà aderenza.
 

SCUBIKER

Biker poeticus
14/10/08
3.661
7
Sinalunga (SI)
Ciao, ieri durante una gara ho fatto una caduta memorabile mentre percorrevo un tratto in discesa su erba/ghiaia. La bici ha improvvisamante perso aderenza sbacchettando e chiudendo il manubrio. Le conseguenze sono state decisamente dolorose anche se per fortuna niente di rotto. Tra gli imputati della caduta:
- una posizione troppo arretrata che mi ha fatto perdere aderenza all'anteriore;
- una posizione troppo avanzata che mi ha fatto insaccare al ruota nella ghiaia (questo secondo i miei amici ai quali ho raccontato l'accaduto);
- un modo di frenare sbagliato che potrebbe avermi fatto perdere aderenza. Io tendevo a frenare a piccoli colpi con entrambi i freni, senza però arrivare mai al bloccaggio. Potrebbe essere questa la causa?
In tal caso come si frena in discesa veloce su ghiaia piuttosto grossa? Colpetti solo con il posteriore? Colpetti con entrambi i freni? Oppure?
 

prolive

Biker urlandum
7/9/12
548
5
Bologna
Le cadute in staccata in motogp, avvengono perche' si entra in curva ancora frenati e bisogna dosare i freni allentandoli man mano che aumenta l'angolo di piega. I piloti riescono in questo modo (oltre che a ritardare la frenata) a tenere caricata la forcella tenendo basso l'anteriore e facilitando l'inserimento. Ma questo vale per l'asfalto. Anche con la moto da cross, come in mtb, se pieghi pinzato perdi subito l'anteriore! L'ho provato oggi, ho appena iniziato con la bici e ho ancora molti automatismi da moto, infatti son caduto proprio in entrata di una curva piatta.
 

Federico B

Biker extra
24/8/12
736
0
Bologna
Ma anche voi non tenete le leve del freno perfettamente uguali?
Per esempio nella mia quella del freno dietro è un po' più molle rispetto a quella davanti, perchè davanti se devo inchiodare di colpo almeno con un dito freno, invece dietro se è troppo sensibile sgomma...
 

Tc70

Entomobiker
20/4/11
20.165
6.305
50
Provincia di Bs
Bike
Picola ma carattarastica...
Ma anche voi non tenete le leve del freno perfettamente uguali?
Per esempio nella mia quella del freno dietro è un po' più molle rispetto a quella davanti, perchè davanti se devo inchiodare di colpo almeno con un dito freno, invece dietro se è troppo sensibile sgomma...

E' soggettivo...tendenzialmente anche io tengo un pò più tesa la leva dell'anteriore....ma non confido di inchiodare solo con un dito...di solito ne uso 2 l'indice e il medio...mi sento più sicuro....:celopiùg:
 

Jack Bisi

Redazione
17/2/03
5.144
49
Genova
come scritto nell'articolo sull'umpostazione della bike (in particolare del manubrio) consiglio di usare un solo dito. Più che sufficiente con gli odierni sistemi di frenatura.

Per quanto riguarda il settaggio delle leve è soggettivo, normalmente però si tengono uguali e si tende a parzializzare il giusto con le dita che frenano. Se però te preferisci l'impostazione descritta vai così!!

ciao!
 

Federico B

Biker extra
24/8/12
736
0
Bologna
come scritto nell'articolo sull'umpostazione della bike (in particolare del manubrio) consiglio di usare un solo dito. Più che sufficiente con gli odierni sistemi di frenatura.

Per quanto riguarda il settaggio delle leve è soggettivo, normalmente però si tengono uguali e si tende a parzializzare il giusto con le dita che frenano. Se però te preferisci l'impostazione descritta vai così!!

ciao!
Ma quando si frena a lungo le leve diventano più dure... (U po' come la macchina quando si danno due pompante al freno il pedale diventa più duro) detto questo è possibile che la leva del freno posteriore quando usata si indurisca di più di quella anteriore? (Magari perché il cavo del freno posteriore è più lungo)?
 

Tc70

Entomobiker
20/4/11
20.165
6.305
50
Provincia di Bs
Bike
Picola ma carattarastica...
come scritto nell'articolo sull'umpostazione della bike (in particolare del manubrio) consiglio di usare un solo dito. Più che sufficiente con gli odierni sistemi di frenatura.

Per quanto riguarda il settaggio delle leve è soggettivo, normalmente però si tengono uguali e si tende a parzializzare il giusto con le dita che frenano. Se però te preferisci l'impostazione descritta vai così!!

ciao!

Sarà...ma mi sento più sicuro con due....sulle discese lunghe con un dito... se poi ti fa male...meglio 2 va...poi dipende da che sistema frenante si ha ,che tipo di diametro ha il disco....in che posizione si ha la leva...perchè magari con l'ndice non ci si arriva e col medio si sopperisce al problema...ma come in tutte le cose,è soggettivo...:celopiùg:
 

motobimbo

Biker nirvanensus
30/9/08
28.894
1.968
Cimino
Bike
reputazioni ricevute vecchio forum: 11.988
[MENTION=315]Jack Bisi[/MENTION]

tu tieni l'ant a destra o a sinistra?

se l'hai già detto chiedo scusa.
 

Federico B

Biker extra
24/8/12
736
0
Bologna
Ma quindi in tutte le bici le leve dovrebbero essere uguali?

Ma il discorso che ho fatto prima (quello che la leva del freno dietro quando usata si indurisce di piu) è giusto?
 

pennhouse2

Biker ciceronis
6/6/05
1.586
14
41
TORINO
Ma quando si frena a lungo le leve diventano più dure... (U po' come la macchina quando si danno due pompante al freno il pedale diventa più duro) detto questo è possibile che la leva del freno posteriore quando usata si indurisca di più di quella anteriore? (Magari perché il cavo del freno posteriore è più lungo)?
Cambia macchina, hai il servofreno andato, o giri con la macchina spenta...

;-)
 

Jack Bisi

Redazione
17/2/03
5.144
49
Genova
Ma quando si frena a lungo le leve diventano più dure... (U po' come la macchina quando si danno due pompante al freno il pedale diventa più duro) detto questo è possibile che la leva del freno posteriore quando usata si indurisca di più di quella anteriore? (Magari perché il cavo del freno posteriore è più lungo)?
mmmmmm sicuro che il freno sia spurgato in modo corretto??? no dovrebbe avere questo comportamento, un freno che si rispetti rimane con "corsa" invariata anche all'aumentare della temperatura (entro certi limiti in cui però ormai le pastiglie sono andate)

e come ti ha detto qualcuno fai controllare anche la macchina che probabilmente ha bisogno di uno spurgo pure lei....

olaa
 

Jack Bisi

Redazione
17/2/03
5.144
49
Genova
Sarà...ma mi sento più sicuro con due....sulle discese lunghe con un dito... se poi ti fa male...meglio 2 va...poi dipende da che sistema frenante si ha ,che tipo di diametro ha il disco....in che posizione si ha la leva...perchè magari con l'ndice non ci si arriva e col medio si sopperisce al problema...ma come in tutte le cose,è soggettivo...:celopiùg:

le leve possono essere regolate (più vicine al manubrio se non ci arrivi), così come i dischi possono essere cambiati con dischi di diametri maggiori e freni con freni più potenti.

Tutto è soggettivo, questo è chiaro, ma sarai d'accordo con me che la presa che hai sul manubrio con tre dita (medio anulare e mignolo) a contrastare il pollice, sarà certo più salda di quella che avrai con il solo anulare e mignolo (entrambi molto più deboli del medio o dell'indice).

Per questo ti assicuro che sarebbe molto meglio imparare a frenare con un solo dito:celopiùg: