Le Bandite di Scarlino: repertorio dei sentieri

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.491
3.735
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Le Bandite di Scarlino sono un complesso Forestale di 8700 ettari a cavallo dei comuni di Castiglione della Pescaia, Follonica, Gavorrano e Scarlino, di proprietà delle Regione Toscana e gestita dal Comune di Scarlino.
All' interno di quest' area è stata realizzata un'ampia rete sentieristica che viene frequentata dai numerosi biker locali e dai moltissimi turisti che trascorrono le vacanze nella zona. La carta della sentieristica può essere acquistata presso l'Ufficio Turistico del Comune di Scarlino in località Puntone oppure contattando il comune di Scarlino direttamente [email protected]

Alcuni caveat. I percorsi sono stati tracciati su tre diversi tipi di terreno: strade forestali e mulattiere, sentieri e cesse tagliafuoco. Queste ultime sono difficilmente percorribili, mentre i sentieri se non molto praticati tendono ad infrascarsi ed a chiudersi. La segnaletica è buona, ma i cartellini di segnalazione tendono "inspiegabilmente" a sparire rendendo a volte difficile individuare l'imbocco dei sentieri più stretti. Inoltre vi sono alcune piccole discrepanze tra la cartina ed i sentieri, dovute a cambiamenti effettuati sui sentieri negli anni per vari motivi.
La categoria dei sentieri, qualora non specificata diversamente, è da intendersi XC.

Il nome dei sentieri è farina del mio sacco, così come le tracce che provvederò ad aggiornare nel tempo.

Le tracce sono scaricabili qui:

Una cartina interattiva basata sulla cartografia OpenStreetMap la trovate sul mio sito: www.sembola.it/bandite.htm. A seconda dei settaggi di sicurezza, IE e Chrome potrebbero non visualizzare i percorsi sulle mappe: Firefox sembra funzionare correttamente


01 Terrarossa - Cala Violina - Laschetti
Km 8,5 - dislivello 120 m - mediofacile - GPS: sì
Fino a Cala Violina si pedala su strada sterrata chiusa al traffico ma molto frequentata da pedoni e bici durante la stagione balneare; diviene mulattiera prima con qualche passaggio sassoso in discesa e sentiero poi fino al podere Laschetti dove si trova il grande parcheggio (a pagamento da giugno a settembre) per accedere al mare. Questo tratto in single è conosciuto da alcuni locali col nome di "le Api".

02A podere Laschetti - Cala Violina
Km 2,0 - dislivello 50 m - facile - GPS: sì

Su sterrata si raggiunge il parcheggio e si sale verso una sella dove inizia la discesa verso la spiaggia.

02A variante sentiero
Km 1,8 - dislivello 50 m - mediofacile - GPS: sì

Dal parcheggio anzichè seguire la strada sterrata si va verso il bosco seguendo la segnaletica. Il sentiero sbocca alla sella , prosegue sulla destra tra la sterrata ed il sentiero 3, sbocca di nuovo sullo sterro e infine prende a destra all' interno dell' incrocio tra sentiero 2 e 2B. E' un sentiero molto frequentato da pedoni durante la stagione balneare e sconsiglio vivamente di percorrerlo dopo le 9 di mattina.

02B Torre Forestale
Km 2,0 - dislivello 60 m - facile - GPS: sì

Dalla sterrata 1 poco dopo Cala Martina si stacca a sinistra una strada, recentemente risistemata, che sale ad una torre di avvistamento antincendio e riscende alla strada 2A.

03 Poggio Sentinella
Km 6,0 - dislivello 80 m - medio - GPS: sì

Dieci metri prima del culmine della salita del Laschetti si prende a destra salendo abbastanza decisamente per duecento metri, poi ci si infila in un singletrack immerso nella macchia mediterranea. Dopo avere attraversato una cessa (sentiero 7) si ignora sulla destra l'imbocco del 10 (che scende alla statale) e si prosegue fino a sboccare di nuovo sulla cessa n.7: si va a sinistra e dopo trenta metri si prende a destra iniziando il tratto più impegnativo. Si ignorano i bivi del n.11 e n.12 sulla destra e si prosegue fino a ritrovare il 2A a poche decine di metri dal punto di partenza. Conosciuto da alcuni locali col nome di "I cavalli".
N.B. Il tratto di sentiero segnalato sulla cartina che scende al podere Valmartina non esiste più, così come il 4 che dovrebbe scendere e tornare verso nord.

04 sentiero 3 - Valle di Cecco - area di sosta
Km 2,6 - dislivello 30 m - facile - GPS: sì

Si lascia il sentiero 3 si a destra in discesa (parte finale della PS3 della Superenduro 2012). Al primo bivio si tiene la sinistra costeggiando il limite del bosco, si lascia a sinistra la cessa n.7 fino a trovare sulla sinistra il bivio con il n.9: si prosegue a destra fino a sboccare sulla SS322, che va costeggita in leggera salita, ignorando sulla sinistra il sentiero n.10. In cima ad uno strappo secco si arriva alla cessa n.5 sulla sinistra, proseguendo si scende all'area di sosta panoramica sulla statale. Fattibile in entrambi i sensi, ovviamente escluso il tratto ripido dal 3 a valle.

05 Area sosta - Terrarossa
Km 2,0 - dislivello 90 m - medio - GPS: sì

Lungo la SS322 delle Collacchie, che collega Follonica a Castiglione della Pescaia, giusto in cima alla salita del Puntone c'è un'ampia area di sosta panoramica. Un viottolo porta all' imbocco della cessa, che presenta subito alcuni duri saliscendi su fondo incoerente. Si supera l'incrocio con il sentiero 9 e si sale ripidamente al poggio di San Supero, dove si piega a destra ancora su cessa fino ad un orto, dove si piega a sinistra sboccando sul sentiero 1 nei pressi del cancello.


06 Poggio San Supero - Punta Francese
Km 1,5 - dislivello 35 m - difficile - GPS: sì

Cessa percorribile sul crinale, molto ripida verso il mare.

07 Cessa del poggio La Guardia
Km 0,5 - dislivello 70 m - difficile - GPS: no
percorribile in discesa, a spinta in salita

08 Cessa poggio la Guardia - poggio Carpineta
Percorribile tra il Poggio La Guardia ed il Poggio Sentinella, diventa molto ripida sia verso la sterrata n.2 che verso il successivo poggio. Torna pedalabile fino all' innesto sul sentiero 1.

09 Sentiero 4 - Portiglioni
Km 1,7 - dislivello 25 m - medio - GPS: sì
Il percorso risale nel bosco, si immette sul sentiero 10, poi piega a sinistra e dopo poco a destra in salita fino ad intersecare la cessa n.5. Da qui in avanti il sentiero è abbastanza sporco e poco ciclabile, consiglio di imboccare a destra l'evidente traccia del sentiero usato per la SuperEnduro verso Portiglioni.

10 Sentiero 3 - Strada statale
Km 1,5 - dislivello 5 m - facile - GPS: sì

Si scende su un sentiero immerso nel bosco fin al bivio con il 9, si tiene la sinistra ed in fondo alla discesa a destra risalendo leggermente fino a sboccare sul sentiero 4 che corre parallelo alla strada statale.

11 Punta Martina
Km 1,1 - dislivello 10 m - medio - GPS: sì

Si lascia il sentiero 3 scendendo verso la strada 2B; si prende a sinistra per ritrovare l'imbocco del sentiero che raggiunge dei ruderi dove la pendenza diviene elevata fino alla sterrata 1.

12 Sentiero 3 - Cala Violina diretto
Km 0,6 - dislivello 0 m - medio - GPS: sì

Si lascia il sentiero 3 su sentiero abbastanza infrascato, si attraversa la strada 2B e si continua a scendere fino alla sterrata 1.

13 Poggio Moscatello
Km 1,2 - dislivello 30 m - medio - GPS: sì[/B]
Percorribile in discesa, collega la cessa n.8 al sentiero n.1.

14 Val Citerna - Pian d'Alma - Val Gattolina
Km 9,0 - dislivello 200 m - difficoltà media - GPS: sì

Dalla strada poderale (asfaltata) si imbocca uno stradello di campo fino ad un cancello, oltre il quale si segue a diritto il segnavia 14 su una mulattiera di bosco che sale progressivamente fino alla statale 322. Si segue a sinistra lo stradello parallelo alla statale e si inizia a scendere finchè il sentiero svolta bruscamente a sinistra con tratti un po' infrascati. Superato l'imbocco della cessa n.16 si deve costeggiare un campo: attenzione perchè la deviazione a destra non è molto evidente. Superato il podere Bottonaio si affrontano un paio di rampe da fando sassoso che potrebbero costringere a scendere di bici, poi la strada arriva nei pressi di Pian d'Alma dove torna a salire fino ad attraversare la cessa 19B. Inizia ora un tratto in discesa piuttosto infrascato anche perchè pochissimo frequentato. In fondo alla discesa si supera un cancello: il sentiero prevederebbe di aggirare il podere Val di Torre da sinistra, ma lo stradello non esiste più: in alternativa alla fine della vigna si prende a destra scendendo alla strada poderale asfaltata, dove si va a sinistra fino ad un incrocio. Qui si rientra nel sentiero originale oltrepassando un cancello fino ad un bivio sopra a Casa Valdi.

15 Poggio Grosso
cessa non percorribile

16 Il Bersagliere

Km 3,0 - dislivello 120 m - medio - GPS: parziale[/B]
Percorribile in discesa, molta spinta in salita da entrambi i versanti: da fare concatenato al n.17.

17 Poggio Scodella - 16
Km 1,8 - dislivello 10 m - medio - GPS: sì

Cessa fino al bivio col 18, poi sentiero fino all' innesto con il n.16.

18 Poggio Canapule - Val Citerna
Km 3,2 - dislivello 20 m - difficile - GPS: sì

Si lascia il 17 a sinistra e si inizia a scendere dapprima su cessa poi su mulattiera sassosa e ripida fino al fondo valle, dove si piega a sinistra fino alle case di Meleta. Fatta una curva ad angolo retto e lasciato a sinistra l'imbocco del 16 si tiene la sinistra nel bosco attraversando la cessa 15 e giungendo al bivio con il 14 in Val Citerna.


19A Poggio Aquilone - Laschi


19B Poggio Aquilone - Il Fontino


20 Monte Muro - cessa di Poggio Gattolina

21 Val Gattolina
Km 3,4 - dislivello 0 m - medio - GPS: sì[/B]
Dalla cessa di poggio Gattolina si stacca un sentiero che scende nel bosco, mai troppo ripidamente, verso il fondovalle.

22A cessa di Poggio Lungo

22B collegamento 20-22A


23 Monte Muro
Km 5,5 - dislivello 100 m - facile - GPS: sì

Itinerario ad "otto" con partenza dai ruderi del convento Agostiniano di Monte Muro. Ci si dirige a sud su un'ampia strada forestale recentemente restaurata, si lascia sulla destra prima l'imbocco del 24 poi quello del 20 e si sale ripidamente verso uno spiazzo dove parte (a destra) la cessa 22A. Si tiene la sinistra in saliscendi, si ignora sulla destra il bivio del 33 e si prosegue in leggera salita. In cima si piega a sinistra riscendendo ai ruderi dove si gira a destra. Arrivati al bivio con il 25 si gira a destra rimanendo in quota fino ad uno spiazzo dove sulla sinistra c'è l'imbocco del 25B; la strada inizia a salire decisamente, si lascia sulla sinistra l'inizio del 28 e si arriva al bivio già toccato in precedenza, dove girando a destra si riscende ai ruderi.

24 Gli arcieri
Km 3,0 - dislivello 0 m - difficoltà media - GPS: sì

Si parte dai ruderi del convento Agostiniano di Monte Muro verso sud e si imbocca il 24 nei pressi di un'area di sosta. Il sentiero scende abbastanza decisamente su fondo piuttosto sporco ma comunque agevole, fino ad immettersi all'interno del campo di tiro degli arcieri di Scarlino (prestare attenzione) e sboccare all'incroci ocon i sentieri 25 e 18.

25A Croce al Mare
Km 2,6 - dislivello 300 m - difficoltà media - GPS: sì

Dopo una breve rampa su asfalto, si supera una sbarra nei pressi di uan fattoria della Forestale e si sale duramente su fondo fortunatamente risistemato.


25B Poggio Forcola - 25A

Km 1,2 - dislivello 0 m - difficoltà media - GPS: parziale

Dallo spiazzo lungo il sentiero 23 si prende il tratto di sinistra del sentiero (quello di destra scende in una cessa). Il percorso scede su single abbastanza ripido con un paio di tratti sassosi dove è necessario scendere di bici. Da fare in discesa.

26 collegamento 28-25B


27 Poggio Forcola - Citerni
Km 2,7 - dislivello 70 m - difficoltà media - GPS: si

Circa 200 metri dopo l'inizio della salita 25A si gira a sinistra su un lungo sentiero, a tratti leggermente infrascato, fino ai piedi del poggio Forcola, dove la pendenza aumenta e costringe in qualche punto a spingere a mano. Il percorso inizia poi a scendere su un'ampia sterrata che porta all' inizio del 28 e alla strada vicinale asfaltata. Più agevole al contrario.

28 Monte Muro - Scarlino - Citerni
Km 3,0 (2,4)- dislivello 20 m (0) - difficoltà media - GPS: si

Il percorso scende abbastanza ripidamente ma con fondo buono fino ad intercettare una sconnessa strada sterrata che scende fino al fosso Fedeli e di qui, attraverso una zona residenziale, ad una strada asfaltata: a destra si può raggiungere il paese di Scarlino o la Fortezza, a sinistra il fondovalle ed il Puntone o Follonica.
Il ramo di sentiero verso Citerni è molto diverso da come segnalato sulla cartina: l'imbocco infatti non è nei pressi dell'attraversamento del fosso Fedeli ma molto più a monte, esattamente subito dopo il tornante della sterrata che attraversa il fosso dell'Uccelliera. Dopo un tratto ripido ed abbastanza sassoso si sbocca in uno stradello più ampio che continua a scendere fino ad arrivare al bivio col sentiero 27 e la vicinale asfaltata.
Sia la parte alta del sentiero principale che il ramo verso Citerni sono da fare in discesa.

29 Buca della Neve - Scarlino
Km 1,5 - dislivello 0 m - difficoltà media - GPS: sì

Dalla Buca della Neve si scende per pochi metri verso il passo dell' Uccelliera per poi imboccare una stretta mulattiera sulla destra, che scende ripidamente fino a sboccare sul n.28 nei pressi di un tornante.

30A Monte Stella - Val Molina
Km 3,4 - dislivello 20 m - difficile - GPS: sì
Ci si immette su una stretta mulattiera che sale al crinale che viene giù dalla cima del monte Stella. Il percorso inizia a scendere su fondo a tratti sassoso e sporco, attaversa il sentiero 31 e torna a scendere sempre con tratti sassosi e disagevoli: l'ultima parte diventa più impegnativa e ripida e sbocca infine sul 30B. La prosecuzione del sentiero è infrascata, si torna alla civiltà seguendo a sinistra il viottolo che scende costeggiando un fondo chiuso e che sbocca sulla vicinale asfaltata. Senz'altro un percorso AM/FR, coincide in gran parte con il "Rock'oh" (vedi oltre)

30B Porcareccia - Valmolina
Km 0,9 - dislivello 50 m - difficoltà media - GPS: parziale
Si imbocca uno stradello di campo che conduce agli scavi etruschi e sale alla cessa 22A.

31 Monte Stella sud
Km 4,5 - dislivello 200 m - difficile - GPS: sì

Il sentiero, sommariamente ripulito prima dell'estate 2008, è piuttosto faticoso per il fondo a tratti sassoso e presenta alcuni tratti da fare a spinta; in compenso attraversa un'area molto suggestiva immersa nel profondo della macchia. Dopo l'incrocio con il 30A diviene più battuto e facile, così come nel tratto comune al "301" (vedi oltre).

32 La Zinghera - Serra degli Impiccati
Km 6,5 - dislivello 100 m - facile - GPS: sì
Il sentiero percorre un'ampia sterrata che sale dolcemente nella valle dell'Alma, ignorando le deviazioni per il 30A, 33 e 44 sulla sinistra fino ad un bivio. Sulla sinistra inizia il 37, il 32 prosegue a destra in salita fino ad una sella dove si staccano i sentieri 43 a sinistra e 47 a destra. Inizia ora la discesa lungo la valle del Rigo, si incontrano gli i imbocchi dei sentieri 50 (a destra) e, proprio in fondo, del 46 a sinistra.

33 Acquaviva - Monte Muro
Km 5,8 - dislivello 450 m - difficile - GPS: sì
Dopo aver costeggiato la sorgente dell' Acquaviva si raggiunge il bivio col sentiero 38. Qui si gira a sinistra su pendenze proibitive fino a sboccare, oltre una sbarra su una sterrata cha va presa a sinistra ancora in salita (a destra c'è il n.34). Lo scollinamento avviene in località Buca della Neve, dove si staccano anche i sentieri 35/36 e 29. Si aggirando la vetta del monte Stella, poi si comincia a scendere decisamente fino al bivio del 30A ed al Passo dell'Uccelliera dove sbocca anche il sentiero 31. Un'ultimo tratto di salita conduce al 23 nei pressi di Monte Muro.

34-1 Scarlino - Tramezzi - Poggio Rossino
Km 4,5 - dislivello 200 m - difficoltà media - GPS: sì
Dal piazzale della fortezza (parcheggio) si sale su una stretta sterrata che si inerpica in mezzo a castagneti; dopo il biivo del 35 la strada inizia a scendere per raggiungere il piazzale dei Tramezzi, dove si gira a destra su strada di bosco in saliscendi fino al bivio del sentiero 33 che sale dalla valle.

34-2 Scarlino - SP
Km 2,4 - dislivello 10 m - facile - GPS: sì
Si scende la via principale di Scarlino, subito dopo la biblioteca si gira a destra in un vicolo che sbuca sulle mura che danno a est, si gira a destra in discesa e si scende su asfalto. Si ignorano tre deviazioni sulla destra: subito dopo quest'ultima, alla fine del guardrail di protezione di un fosso si gira a destra in un'oliveta, e subito a destra in discesa verso il fosso stesso che va costeggiato finchè non lo si può superare con un evidente guado. Si passa davanti ad una villa, si risale ad una sterrata dove si piega a sinistra iniziando a scendere, al bivio succesivo si va sinistra sboccando sulla strada provinciale di fondovalle.

34-3 collegamento con i sentieri 54 e 39
Km 0,7 - dislivello 20 m - facile - GPS: sì
La sterrata costeggia un'oliveta: quando finisce ci si infila e si scende, si costeggia il fosso a sinistra finchè si trova un evidente guado e si risale ad un incrocio con i sentieri 54 e 39.

35-1 Buca della Neve - Monte d'Alma - Giardino
Km 1,6 - dislivello 40 m - difficoltà media - GPS: sì
Alla Buca della Neve si prende a destra in salita; all'altezza della cima del Monte d'Alma si lascia sulla sinistra l'inizio del 36 e si prosegue tenendo successivamente la sinistra verso il monte d'Almina e scendendo poi ripidamente alla sterrata 34.

35-2 Monte d'Alma - Giardino
Km 0,8 - dislivello 0 m - difficoltà facile - GPS: sì
La mulattiera scende alla strada n.34 a metà strada tra le località Giardino e Tramezzi.

36 Sassarelli
Km 2,4 - dislivello 0 m - difficile - GPS: sì
Si lascia il 35 iniziando a scendere a mezza costa su un single abbastanza ripido e con tratti tecnici, sia con sassi smossi che con gradoni. Attraversata una tagliata il sentiero si allarga leggermente, per poi tornare stretto nel tratto finale che sfocia sull'asfalto nei pressi della Fortezza di Scarlino.

37 La Zinghera - Sughericcio
Km 3,3 - dislivello 220 m - difficoltà media - GPS: sì
Si sale su pendenze dolci lasciando a sinistra il bivio del sentiero 38 e a destra quello del 42, poi la pendenza diviene elevata e ci accompagna fino al piazzale del Sughericcio.

38 Valle S.Lucia - 33
Km 1,7 - dislivello 100 m - difficoltà media - GPS: sì
Si sale su una strada di bosco abbastanza scorrevole ma con pendenze accentuate per poi immettersi sul sentiero 33.

39-1 Filare - Bizzarri - S.Luigi
Km 5,6 - dislivello 150 m - facile - GPS: si
Al primo tornante della strada che sale a Gavorrano si entra in una cava e si segue la strada sterrata che inizia a salire verso le Palaie e la presa dall' acquedotto di casa Villa, che va aggirata sulla destra. Si entra per pochi metri nel bosco, poi gi gira a destra lasciando sulla sinistra l'imbocco del sentiero 40; dopo una breve discesa occorre scavalcare la rete sulla sinistra cercando un evidente traccia, che scende fino al podere Bizzarri (richiudere i cancelli). Qui si scende decisamente su una stradina che porta velocemente alla provinciale di fondo valle.

39-2 collegamento con i sentieri 54 e 34
Km 0,6 - dislivello 25 m - facile - GPS: si
Nei pressi di alcuni pini si gira a sinistra su uno stradello che scende ad un fosso e risale ai margini del bosco fino a sboccare al biivo tra la strada n.54 ed il sentiero 34.

40 Viviano - Biagioni
Km 1,7 - dislivello 40 m - facile - GPS: sì
Facile sterrata che collega il sentiero 39 con il 54.

41 Poggio Paloncino

42 Case Cesi - Sughericcio
Km 4,9 - dislivello 250 m - difficoltà media - GPS: sì
Si sale costantemente su una strada ampia moderatamente sconnessa che attraversa una valletta ed aggira un poggio per poi giungere al bivio con il 45 in località Case Cesi: si gira a sinistra continuando a salire su mulattiera dal fondo sconnesso specie nel primo tratto. Superato un piazzale con un grande leccio la strada sale ancora ma più dolcemente, lascia sulla destra i bivi dei sentieri 41 e 52 e scende alla sterrata marcata come 54: il Sughericcio è cento metri a sinistra.

43 Case Cesi - Collacchia
Km 2,0 - dislivello 10 m - difficoltà media - GPS: sì
Da un'ampio piazzale all' esterno di una curva sui imbocca un sentiero scorrevole che scende alla sterrata 32 di fronte al bivio per Tirli.

44 Brachetta - La Zinghera
Km 1,7 - dislivello 20 m - difficoltà difficile - GPS: sì
Dalla mulattiera n. 38 si scende su sentiero a tratti ripido e sconnesso fino a raggiungere la sterrata 32; è la seconda parte del "Tre Dita" (vedi oltre) utilizzato come PS1 della SuperEnduro EWS 2013.

45 Poderi Alti - Case Cesi
Km 2,6 - dislivello 50 m - facile - GPS: sì
Percorso di collegamento da Caldana a case Cesi.

46 cessa di Poggio Bomberto

47 Sant'Anna
Km 4,5 - dislivello 250 m - difficoltà media - GPS: sì

Il percorso si snoda su una sterrata che sale con pendenze impegnative fino ad un incrocio, dove a sinistra parte la cessa 49 ed a diritto il sentiero 48. Si va a destra continuando a salire fino all'eremo di S.Anna e di qui al paese di Tirli.

48 Poggio Muratore - Ampio
Km 5,4 - dislivello 80 m - difficoltà media - GPS: sì
Il percorso attraversa in singletrack il bosco della Serra alta, giungendo infine alla cessa che scende verso valle e che va percorsa quasi fino in fondo. Arrivati vicini ad un podere infatti si va destra scendendo ad esso e guadagnando in breve la strada asfaltata ad Ampio.

49 cessa della Serra degli Impiccati
Km 2,3 - dislivello 50 m - difficoltà difficile - GPS: sì
Cessa che percorre un crinale in saliscendi prima di picchiare verso valle all' incrocio tra 46 e 32.

50 Serra degli Impiccati

51 Serra Alta
Km 1,0 - dislivello 50 m - difficoltà facile - GPS: sì
Quasi in cima alla strada dei ripetitori sopra a Tirli, in corrispondenza dell' innesto di una cessa si gira a sinistra su un singletrack inizamente scorrevole, poi con qualche tratto tecnico. In fondo alla discesa si sbocca in uno stradello di bosco, si prende a destra in salita per poi riscendere al'asfalto tra le Strette ed Ampio.


52 Poggio Sgrandinato

53 Poggio Paloncino - Gavorrano

54 Biagioni - Sughericcio - Tramezzi
Km 5,3 - dislivello 350 m - difficoltà media - GPS: si
La prima parte è asfaltata e sale dapprima ad una struttura turistico-alberghiera, incrocia i sentieri 39 (a sinistra) e 34 (a destra) e continua fino al podere Biagioni, dove la strada diviene sterrata. Si incontra sulla sinistra il sentiero 40 e, giunti in cima alla salita, il sentiero 42; si scende al Sughericcio dobe perviene da sinistra il sentiero 37 e si risale fino ai Tramezzi ed al sentiero 34.



ALTRI SENTIERI



Carlito's Way
Km 0,4 - dislivello 50 m - difficoltà facile - GPS: sì
Percorso per salire a Poggio La Guardia e/o a Poggio Sentinella, si stacca dal n.3 a sinistra subito dopo aver lasciato la seconda cessa.



The Guardian PS1 Superenduro 2012 e PS3 SuperEnduro/EWS 2013
Km 2,4 - dislivello 30 m - difficoltà medio - GPS: sì
Dalla fine del Carlito's Way si va a sinistra fino alla cima del poggio La Guardia si imbocca la cessa n.7 che scende verso l'entroterra e subito a sinistra si prende un sentiero in discesa. Un drop (copiabile a sinistra) immette sul n.3, poi si scende a destra sul n.10 seguendolo anche al successivo incrocio. Prima di arrivare al fondovalle si prende a sinistra un'evidente deviazione che immette nel n.9, dopo l'incrocio con il n.5 si gira a destra seguendo in una valletta fino alle case del Puntone. Prova speciale della SuperEnduro sia nel 2012 che nel 2013.
ATTENZIONE: il sentiero 3 ed il 10 sono percorsi anche in senso contrario, pertanto è bene prestare la massima attenzione e limitare la propria velocità.



M&M's (PS3 SuperEnduro 2012)
Km 1,7 - dislivello 20 m - difficoltà medio - GPS: sì
Dalla cima del poggio Sentinella ci si infila nel bosco dal lato interno e si scende fino ad una ripida risalita, si continua la discesa incrociando il n.3 fino a trovare sulla sinistra il n.4. Si tiene la destra fino ad un cancello da superare (e richiudere) per poi sboccare sulla sterrata per il parcheggio di Cala Violina.



Jack
Km 0,4 - dislivello 55 m - difficoltà medio - GPS: sì
dal sentiero 3 si stacca a sinistra una ripida rampa che sale fino ad immettersi nell' M&M's. Utile per salire direttamente a Poggio Sentinella senza percorrere tutto il n.3.



The Sentinel (PS4 Superenduro 2012)
Km 0,45 - dislivello 0 m - difficoltà media/AM - GPS: sì
Dalla cima del poggio Sentinella si scende lato mare, si gira a sinistra in una sterrata e quasi subito si piega a destra di nuovo nel bosco fino ad immettersi sul n.3 a sinistra. La discesa può essere completata seguendo poi il n.11 od il n.12 fino al mare. La prima parte è da intendersi AM.



La Torretta (PS4 EES 2014 e parzialmente PS4 Superenduro/EWS 2013)
Km 1,8 - dislivello 20 m - difficoltà medio - GPS: sì
Dal poggio La Guardia si imbocca un traccia sul margine sinistro della cessa segnata col numero 7, si scende al Carlito's Way poi a sinsitra sul 3. Al primo bivio si tiene la destra sul sentiero 11 e lo si segue fino alla sterrata litoranea (1).



bretella 13
Km 0,55 - dislivello 65 m - difficoltà medio - GPS: sì
Dal sentiero 2 si prende a sinistra uno stradello che sale sempre più ripidamente fino ad immettersi sul crinale n. 13. Si può poi scendere a sinistra sul 13 oppure proseguire a destra sull'8 e poi scendere dal Test



Test
Km 0,9 - dislivello 0 m - difficoltà medio - GPS: sì
Dalla cima del Poggio Carpineta (n.8) si scende verso l'interno su un sentiero veloce e dotato di alcuni salti.




301 (PS2 EES 2014 - PS5 SuperEnduro 2014)
Km 3,3 - dislivello 20 m - difficoltà media/AM - GPS: si
Poco prima di arrivare alla Buca della Neve (provenendo dai Tramezzi) sull sinistra si imbocca il sentiero, all' inizio velocissimo e scorrevole, poi tecnico e sassoso e dopo una breve salita tortuoso e guidato.


Carbonai
Km 2,8 - dislivello 30 m - difficoltà facile/AM - GPS: si
Coincide nella sua parte iniziale con il sentiero 31: lo si imbocca lungo il percorso 33, poco prima del bivio con il 32 e l'entrata del Tre Dita. Dopo duecento metri ci si immette nel 301 per girare subito a destra, su terreno più facile e scorrevole ma molto guidato.



Tre Dita (PS1 SuperEnduro/EWS 2013 - PS1 EES 2014)
Km 2,4 - dislivello 20 m - difficoltà difficile/AM - GPS: sì
Lungo la salita per la Buca della Neve, subito prima dell' incrocio tra 34 e 33 si stacca a sinistra un sentiero subito impegnativo e che, dopo aver attraversato il n.38, si immette nel n.44.



Rock'oh (PS Superenduro 2012 - PS2 SuperEnduro/EWS 2013 - PS2 SuperEnduro 2014)
Km 3,3 - dislivello 20 m - difficoltà difficile/AM - GPS: sì
Coincide in gran parte con il 30A: è però diverso l'imbocco, che si trova sulla sinistra percorrendo la sterrata 33 dalla Buca della Neve verso il Monte Stella, e la parte finale , arrivati in fondo si continua a diritto anzichè risalire verso sinistra sul 30A.



Querce Numerata (PS3 SuperEnduro 2014)
Km 4,4 - dislivello 20 m - difficoltà facile - GPS: si
Inizia come n.51 ma poi se ne stacca percorrendo il crinale di una fila di poggi. Una volta raggiunta una sterrata si può tornare alla provinciale delle Strette tenendo la destra.


Vallette
Km 2,6 - dislivello 20 m - difficoltà media - GPS: si
Dalla partenza del n.51 si continua a salire sulla strada di servizio ai ripetitori per poi spingere lungo le scale fino alla cima del poggio, dove inizia il sentiero. Arrivati ad uno stradone lo si segue a sinistra risalendo un po' per poi tornare a scendere e a prendere a sinistra di nuovo su sentiero, fino a sboccare sulla strada provinciale 105 di Tirli.


Kriminale (PS1 SuperEnduro 2014)
Km 1,4 - dislivello 10 m - difficoltà difficile/AM - GPS: si
Si imbocca dal sentiero n.35 salendo dalla Buca della Neve o dal castello di Scarlino.



Gagliardo (PS4 SuperEnduro 2014)
Km 1,4 - dislivello 10 m - difficoltà facile - GPS: si
La prima parte coincide con il sentiero n.43, a circa 2/3 lo abbandona per scendere al bivio della Zinghera.


Traverso del Quercione
Km 1,8 - dislivello 40 m - difficoltà facile - GPS: si
Si stacca dal n.24 e traversa la vallata per salire alla cessa di Poggio Scodella (n.17).

WD-40, amico o nemico della bici?
 

 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.491
3.735
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
azz...ma siamo sicuri che sia facile? se l'ha fatto Carb la cosa mi puzza di extreme.......:°°(:
C'è di tutto, sterrate adatte anche ai bambini e pietraie "alla Carb" ;-)
Quello che non c'è è la salita lunga, il poggio più alto è 500 metri e neppure ci si arriva in cima...
 

wokuibk

Biker novus
Feedback: 0 / 0 / 0
26/7/07
1
0
innsbruck
Grazie Sembola per la tua sintesi! Tra breve starò per 2-3 settimane a Castiglione d.P. e non vedo l'ora di poter esplorare questa parte delle Bandite di Scarlino. L'anno scorso ero appassionato del Eremo di Malavalle, Poggio Ballone e Monte Argentario.
Tanti saluti da Innsbruck,
Wolfgang
 

nencio

Biker delirius tremens
Feedback: 0 / 0 / 0
25/1/06
11.942
0
Cecina
www.mtb-cecina.it
Sembola organizziamoci un bel giro visto che l'hai esplorata palmo palmo
Io l'ho fatta con orsetto e devo dire che mi è piaciuta molto
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.491
3.735
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Sistemato, ho recuperato la cartina mancante e le ho trasferite tutte nel fotoalbum del Forum :prost:
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.491
3.735
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Aggiornamento: ho inserito sia nella descrizione che nelle tracce/cartine i nuovi sentieri "le Vallette" e "i Carbonai".

Mancavano anche le tracce e le descrizioni del traverso di Poggio Gattolina.
 
  • Like
Reactions: andrea66