News Nukeproof Reactor ST: una XC aggressiva ispirata da Sam Hill

 

Michy74

Biker superis
4/10/18
338
101
46
Bergamo
Bike
Bmc Agonist 01
Strano che abbiano deciso di montare cerchi con un canale interno di 25mm visto che ormai nel cross country è abbastanza comune vedere cerchi da 30mm e gomme da 2.3/2.4...
Nel XC il canale da 25 e' il più indicato, monti gomme fino a 2.3 senza problemi.
Ma questa è una trail leggera , tipo nuova Yt Izzo quindi un canale 30 potrebbe starci
 

fafnir

Biker delirius tremens
9/11/13
11.040
7.524
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Tra questa, la Tallboy e la YT Izzo, sembrerebbe sia in corso un mini ritorno a bici piú agili e pedalabili. Anche perché, io per primo sulla mia Hightower, siamo in tanti ad essere "sovraequipaggiati".
Ok la Izzo e questa reactor st, la tallboy non mi sembra per niente una Trail agile, ne per geometrie né per peso. Mi sembra piuttosto una enduro con escursione da Trail, già la prima differenza evidente è angolo di sterzo.
 

Pitaro

Biker infernalis
13/9/07
1.913
481
33
Tezze Valsugana (TN)
Bike
La Shan!
Come cambia la risposta dell'ammortizzatore quando viene ridotta la corsa? Perché se è solo che tampona prima non mi pare una gran genialata...
 

fafnir

Biker delirius tremens
9/11/13
11.040
7.524
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Come cambia la risposta dell'ammortizzatore quando viene ridotta la corsa? Perché se è solo che tampona prima non mi pare una gran genialata...
Sarà meno progressivo semplicemente perché finisce la corsa prima che la curva di compressione si impenni, se il serbatoio è dello stesso volume e se non aggiungi riduttori. Inoltre non puoi beneficiare di eventuali freni idraulici di fine corsa, ma non è il caso di Fox e rockshox.
Infatti se prendiamo i vecchi 200x51 e 200x57, il 200x51 non è un 200x57 a corsa ridotta ma è un 190x51 allungato, infatti ha lo stesso serbatoio per avere stessa curva dell'elemento elastico.

Poi è da vedere se è ridotta solo la corsa oppure sia la corsa che interasse (in questo caso con spessori nella camera negativa come il 184x44)
 
Ultima modifica:

Pitaro

Biker infernalis
13/9/07
1.913
481
33
Tezze Valsugana (TN)
Bike
La Shan!
Sarà meno progressivo semplicemente perché finisce la corsa prima che la curva di compressione si impenni, se il serbatoio è dello stesso volume e se non aggiungi riduttori. Inoltre non puoi beneficiare di eventuali freni idraulici di fine corsa, ma non è il caso di Fox e rockshox.
Infatti se prendiamo i vecchi 200x51 e 200x57, il 200x51 non è un 200x57 a corsa ridotta ma è un 190x51 allungato, infatti ha lo stesso serbatoio per avere stessa curva dell'elemento elastico.

Poi è da vedere se è ridotta solo la corsa oppure sia la corsa che interasse (in questo caso con spessori nella camera negativa come il 184x44)
Mi riferivo ai nuovi metrici che da quel che ho capito per ridurre la corsa mettono semplicemente uno spessore per limitarla (sul fine corsa, al contrario delle forcelle dove si limita l'estensione).
Cioè, se ad esempio un 230x60 avesse la stessa curva di compressione del 230x65 solo "tagliata" prima si avrebbe lo stesso comportamento con l'unica differenza di trovarsi a fine corsa prima. O vista al contrario il 230x65 avrebbe la stessa identica risposta ma con una extra corsa di sicurezza.
Spero di essermi spiegato
 

fafnir

Biker delirius tremens
9/11/13
11.040
7.524
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Mi riferivo ai nuovi metrici che da quel che ho capito per ridurre la corsa mettono semplicemente uno spessore per limitarla (sul fine corsa, al contrario delle forcelle dove si limita l'estensione).
Cioè, se ad esempio un 230x60 avesse la stessa curva di compressione del 230x65 solo "tagliata" prima si avrebbe lo stesso comportamento con l'unica differenza di trovarsi a fine corsa prima. O vista al contrario il 230x65 avrebbe la stessa identica risposta ma con una extra corsa di sicurezza.
Spero di essermi spiegato
Allora vale la prima cosa che ho detto, più facile arrivare a fine corsa se riduci la corsa totale, hai un ammortizzatore più lineare e non credo che basti semplicemente gonfiare di più, sarà come per le forcelle dove devi aggiungere più token
 

lorenzom89

Biker serius
23/10/10
127
71
Russi(RA)
bella l'idea ma la grafica non mi piace per niente.. sembrano le grafiche specialized di 3/4 anni fa..

nukeproof a me piace molto però secondo me hanno prezzi/montaggi totalmente fuori mercato.. sono alti non solo per i marchi online ma anche per i marchi da negozio fisico..
 

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.690
963
☯︎
Bike
Mi riferivo ai nuovi metrici che da quel che ho capito per ridurre la corsa mettono semplicemente uno spessore per limitarla (sul fine corsa, al contrario delle forcelle dove si limita l'estensione).
Cioè, se ad esempio un 230x60 avesse la stessa curva di compressione del 230x65 solo "tagliata" prima si avrebbe lo stesso comportamento con l'unica differenza di trovarsi a fine corsa prima. O vista al contrario il 230x65 avrebbe la stessa identica risposta ma con una extra corsa di sicurezza.
Spero di essermi spiegato
Non proprio in realtà. Bisogna tenere in considerazione più aspetti:

Terminando prima la corsa del cinematismo, non si sfrutta l'ultima parte di corsa del cinematismo stesso (parliamo di 5mm di corsa alla ruota in questo caso, quindi una differenza realmente minima).
Per esaminare come ciò possa influire, bisogna capire che tipo di rapporto di compressione generi il cinematismo in quegli ultimi millimetri di escursione, perché non è detto che sia progressivo ma potrebbe essere anche lineare o addirittura regressivo. Molti brand optano per una parte finale regressiva per contrastare la netta progressività negli ultimi millimetri di corsa degli ammortizzatori ad aria. Ciò significa che anche se definiscono la sospensione progressiva, in realtà è intesa come funzionamento finale della sospensione ma il cinematismo in sé può comunque essere regressivo a fine corsa.
Gli spessori che riducono la corsa negli ammortizzatori ad aria ne riducono anche il volume, quindi di fatto la progressività verso il finecorsa intrinseca dell'aria resta immutata, solo che la si raggiunge leggermente prima essendo la corsa ridotta.
Riportando questo aspetto nuovamente a confronto con il rapporto di compressione del cinematismo, bisogna esaminare a che punto della curva di compressione del cinematismo corrisponda il punto di finecorsa dell'ammortizzatore con corsa ridotta e quindi che tipo di rapporto di compressione del cinematismo ci sia in quel punto di maggiore progressività dell'ammortizzatore.

Il risultato potrebbe anche non essere necessariamente una minore progressione sul finecorsa quanto piuttosto una maggiore progressività o un'identica curva di compressione finale.
 

malus796

Biker popularis
17/8/11
96
24
Monsummano Terme
Infatti la Tallboy non è da xc , è una bici trail. La full specificamente cross country di SC è la Blur
lo so... ma l hanno presentata come la bici xc per i downhiller.... come questa c'è scritto sarà la bici xc di sam hill... personalmente non le trovo entrambe bici per farci xc, nè se sei sam hill nè se sei schurter
 

Pitaro

Biker infernalis
13/9/07
1.913
481
33
Tezze Valsugana (TN)
Bike
La Shan!
Non proprio in realtà. Bisogna tenere in considerazione più aspetti:

Terminando prima la corsa del cinematismo, non si sfrutta l'ultima parte di corsa del cinematismo stesso (parliamo di 5mm di corsa alla ruota in questo caso, quindi una differenza realmente minima).
Per esaminare come ciò possa influire, bisogna capire che tipo di rapporto di compressione generi il cinematismo in quegli ultimi millimetri di escursione, perché non è detto che sia progressivo ma potrebbe essere anche lineare o addirittura regressivo. Molti brand optano per una parte finale regressiva per contrastare la netta progressività negli ultimi millimetri di corsa degli ammortizzatori ad aria. Ciò significa che anche se definiscono la sospensione progressiva, in realtà è intesa come funzionamento finale della sospensione ma il cinematismo in sé può comunque essere regressivo a fine corsa.
Gli spessori che riducono la corsa negli ammortizzatori ad aria ne riducono anche il volume, quindi di fatto la progressività verso il finecorsa intrinseca dell'aria resta immutata, solo che la si raggiunge leggermente prima essendo la corsa ridotta.
Riportando questo aspetto nuovamente a confronto con il rapporto di compressione del cinematismo, bisogna esaminare a che punto della curva di compressione del cinematismo corrisponda il punto di finecorsa dell'ammortizzatore con corsa ridotta e quindi che tipo di rapporto di compressione del cinematismo ci sia in quel punto di maggiore progressività dell'ammortizzatore.

Il risultato potrebbe anche non essere necessariamente una minore progressione sul finecorsa quanto piuttosto una maggiore progressività o un'identica curva di compressione finale.
Ok grazie, quindi nel caso di bici come questa Reactor ST pur con lo stesso cinematismo della versione a lunga escursione si ottiene effettivamente una risposta da bici a corta escursione, non la stessa risposta ma "murata" prima
 

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.690
963
☯︎
Bike
Ok grazie, quindi nel caso di bici come questa Reactor ST pur con lo stesso cinematismo della versione a lunga escursione si ottiene effettivamente una risposta da bici a corta escursione, non la stessa risposta ma "murata" prima
No, non necessariamente, ma nemmeno necessariamente il contrario come temevi nei commenti prcedenti.

Riassumendo ciò che ho spiegato nel commento precedente, dipende da che interazione si ottiene tra il rapporto di compressione del cinematismo nell'ultima fase dei 125mm di corsa e la progressività del finecorsa dell'ammortizzatore a corsa inferiore rispetto al rapporto tra l'ultima fase dei 130mm di escursione alla ruota e la progressività dell'ammortizzatore standard della Reactor. Questo ovviamente a parità di volume spacer, che comunque rappresentano una variabile importante nel definire la curva di compressione finale della sospensione.

Ciò che è certo è che un ammortizzatore ad aria a cui si riduce la corsa NON diventa per questo lineare.