Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

alexx89

Biker forumensus
Feedback: 0 / 0 / 0
1/4/10
2.027
0
Bergamo
Non direi. L'unica cosa di più sulla Strive è il reggisella telescopico e il tendicatena con bash.
Per il resto le bici montano gli stessi componenti o di eguale valore, solo che la Canyon ti costa 2500€ e se ti va bene te la consegnano a aprile, mentre la Cube su CRC è in pronta consegna e viene 2100.

Con 150€ porta a casa un collaudato reggisella Ks-i900 e con altre 100 un bash con tiracatena.

Risultato finale : stessa cifra, ottima bici utilizzabile fin da subito.
se non fosse che quello di strive costa 280 euro ed ha una tecnologia più avanza e probabilmente migliore. I montaggi non li so quindi per il resto non mi sbilancio

Si lo so ma , forcella a parte dove a mio parere quella 2010 è superiore a quella 2011
se lo dici te che è superiore mi fido. è superiore in cosa? perchè? su quali trail? con quale stile di guida? quanto le hai usate entrambe per poter fare paragoni?
 

 

salukkio

Biker augustus
Feedback: 1 / 0 / 0
26/2/08
9.568
694
Medolago (BG)
Bike
Transition Patrol - Dartmoor Hornet
se non fosse che quello di strive costa 280 euro ed ha una tecnologia più avanza e probabilmente migliore.
Il KS lo utilizzano migliaia di bikers in questo forum, me compreso, ed è un prodotto che funziona egregiamente, senza nulla togliere a quello della RS che sulla carta sembra il migliore che ci sia sul mercato.

se lo dici te che è superiore mi fido. è superiore in cosa? perchè? su quali trail? con quale stile di guida? quanto le hai usate entrambe per poter fare paragoni?
Giusto, mi sono spiegato male; lo definita superiore per le caratteristiche, non certo per il funzionamento:come aveva già scritto Sims, quella montata sulla Cube ha la regolazione delle compressioni sia alle alte che alle basse velocità che non è poco.
Per l'appunto ho il modello 2010 e poter regolare entrambe le compressioni lo ritengo essenziale per sfruttarla meglio.

Altra differenza sono gli step che offre il Talas: 3 posizioni per la 2010 (100-130-160) contro i due della 2011 (120-160) ma lo ritengo un fattore essenziale.
 

alexx89

Biker forumensus
Feedback: 0 / 0 / 0
1/4/10
2.027
0
Bergamo
Il KS lo utilizzano migliaia di bikers in questo forum, me compreso, ed è un prodotto che funziona egregiamente, senza nulla togliere a quello della RS che sulla carta sembra il migliore che ci sia sul mercato.



Giusto, mi sono spiegato male; lo definita superiore per le caratteristiche, non certo per il funzionamento:come aveva già scritto Sims, quella montata sulla Cube ha la regolazione delle compressioni sia alle alte che alle basse velocità che non è poco.
Per l'appunto ho il modello 2010 e poter regolare entrambe le compressioni lo ritengo essenziale per sfruttarla meglio.

Altra differenza sono gli step che offre il Talas: 3 posizioni per la 2010 (100-130-160) contro i due della 2011 (120-160) ma lo ritengo un fattore essenziale.
per il ks c'è un test fatto dal diretur se non sbaglio nel quale, leggendo i commenti sia del tester che dei forumendoli, tutto questo funzionamento egregio non traspare.
Per il talas RC2 con RLC credo che siano gusti, la cosa che davvero mi chiedo è: chi sa davvero regolare entrambe le compressioni nel modo giusto, ossia adattandole al trail su cui si trova ogni volta? la cartuccia FIT è davvero così pessima? personalmente sono più attratto dalla possibilità di bloccare la forca pensando a lunghi trasferimenti su asfalto.
Per le regolazioni anche qui ci sono varie teorie. Personalmente conosco pochissime persone che usano davvero il 100, vuoi perchè sconvolge troppo le geometrie, vuoi per la sensazione di ruvidità della pedalata ( cosa sentita solo qui sul forum a dire la verità), vuoi per mille altri motivi. In quest'ottica forse fox ci ha preso lasciando solo due regolazioni come del resto il 2 step di RS
 

Sims

Biker superioris
Feedback: 2 / 0 / 0
29/8/06
835
0
Roma
per il ks c'è un test fatto dal diretur se non sbaglio nel quale, leggendo i commenti sia del tester che dei forumendoli, tutto questo funzionamento egregio non traspare.
Per il talas RC2 con RLC credo che siano gusti, la cosa che davvero mi chiedo è: chi sa davvero regolare entrambe le compressioni nel modo giusto, ossia adattandole al trail su cui si trova ogni volta? la cartuccia FIT è davvero così pessima? personalmente sono più attratto dalla possibilità di bloccare la forca pensando a lunghi trasferimenti su asfalto.
Per le regolazioni anche qui ci sono varie teorie. Personalmente conosco pochissime persone che usano davvero il 100, vuoi perchè sconvolge troppo le geometrie, vuoi per la sensazione di ruvidità della pedalata ( cosa sentita solo qui sul forum a dire la verità), vuoi per mille altri motivi. In quest'ottica forse fox ci ha preso lasciando solo due regolazioni come del resto il 2 step di RS
Giusto il discorso sul talas, meglio due posizioni, mentre secondo me le regolazioni delle alte e basse velocità sono fondamentali per la giusta impostazione della forcella in base al proprio stile di guida, visto che parliamo di una forca da 160mm...
 

Sims

Biker superioris
Feedback: 2 / 0 / 0
29/8/06
835
0
Roma
Per le geometrie siamo molto vicini, ci sono differenze minime...Fritzz passo leggermente più lungo, stand over più contenuto sulla strive, angolo di sterzo Canyon dichiara 66,5 contro i 67 effettivi della Fritzz...io considererei anche le piattaforme stabili, la Fritzz ha un sistema tutto suo mentre la Strive nulla di nuovo...quale il migliore?Io avendo provato la Stereo e Fritzz posso dirmi veramente soddisfatto, sia in discesa che salita la bici copia perfettamente tutto, ruote sempre incollate, su asfalto con propedal inserito sembra di pedalare una Front, se qualcuno volesse insinuare che la posizione dell'ammo è esposta, in due anni di riding mai avuto nessun tipo di problema, metti il parafango e vai...
 

omg

Biker superis
Feedback: 0 / 0 / 0
15/4/09
366
0
33
Cividale del Friuli
Per le geometrie siamo molto vicini, ci sono differenze minime...Fritzz passo leggermente più lungo, stand over più contenuto sulla strive, angolo di sterzo Canyon dichiara 66,5 contro i 67 effettivi della Fritzz...io considererei anche le piattaforme stabili, la Fritzz ha un sistema tutto suo mentre la Strive nulla di nuovo...quale il migliore?Io avendo provato la Stereo e Fritzz posso dirmi veramente soddisfatto, sia in discesa che salita la bici copia perfettamente tutto, ruote sempre incollate, su asfalto con propedal inserito sembra di pedalare una Front, se qualcuno volesse insinuare che la posizione dell'ammo è esposta, in due anni di riding mai avuto nessun tipo di problema, metti il parafango e vai...
non ho provato la Stereo ma essendo la "sorellina piccola" dovrebbe andare come la Fritzz... e quoto in pieno sims sul comportamento della bici...
 

salukkio

Biker augustus
Feedback: 1 / 0 / 0
26/2/08
9.568
694
Medolago (BG)
Bike
Transition Patrol - Dartmoor Hornet
per il ks c'è un test fatto dal diretur se non sbaglio nel quale, leggendo i commenti sia del tester che dei forumendoli, tutto questo funzionamento egregio non traspare.
Per il talas RC2 con RLC credo che siano gusti, la cosa che davvero mi chiedo è: chi sa davvero regolare entrambe le compressioni nel modo giusto, ossia adattandole al trail su cui si trova ogni volta? la cartuccia FIT è davvero così pessima? personalmente sono più attratto dalla possibilità di bloccare la forca pensando a lunghi trasferimenti su asfalto.
Per le regolazioni anche qui ci sono varie teorie. Personalmente conosco pochissime persone che usano davvero il 100, vuoi perchè sconvolge troppo le geometrie, vuoi per la sensazione di ruvidità della pedalata ( cosa sentita solo qui sul forum a dire la verità), vuoi per mille altri motivi. In quest'ottica forse fox ci ha preso lasciando solo due regolazioni come del resto il 2 step di RS
Sul KS: come tutti i prodotti sofisticati ci sono sempre dei problemi, basta andare nella sezione "sospensioni" e accorgersi che ne succedono di ogni.
Questo reggisella è molto comune tra i forumisti quindi sulle grosse quantità qualcuno può aver riscontrato problemi.
Certo, come ho già scritto, quello di RS sembra il prodotto meglio riuscito ma solo il tempo ci darà conferme.

Sulla forka: in quasi un anno di utilizzo, regolando al valore giusto le velocità alle basse compressioni, nelle salite su bitume la forcella rimane ben frenata. Logico ,se ti alzi in piedi per pedalare lavora ma non mi sembra un dettaglio importante.
La cartuccia FIT serve per isolare l'olio in modo che non salga troppo di temperatura durante l'utilizzo. Non sono un pro, quindi nelle discese più stressanti tendo a fermarmi a riposare o aspettare altri ma , per non saper ne leggere ne scrivere, un sistema così preferisco averlo.
Riguardo agli step: in salita la tengo sempre a 130 ma su tratti superiori al 18/20% ritengo fondamentale avere anche il 100. Ciò dipende molto dalla geometria della bici: essendo a cavallo tra due taglie e avendo preso quella più piccola, la mia Rose ha la tendenza ad insaccarsi più di altre bike.

Penso che la scelta di fare 120/160 sia la mossa più azzeccata ma anche qua, aspettare 5 mesi per avere la forcella con i 2step al posto di 3??
 

BeerMaster

Biker immensus
Feedback: 13 / 0 / 1
24/1/07
8.072
3
Torino
Bike
Una con le ruote
Per le geometrie siamo molto vicini, ci sono differenze minime...Fritzz passo leggermente più lungo, stand over più contenuto sulla strive, angolo di sterzo Canyon dichiara 66,5 contro i 67 effettivi della Fritzz...io considererei anche le piattaforme stabili, la Fritzz ha un sistema tutto suo mentre la Strive nulla di nuovo...quale il migliore?Io avendo provato la Stereo e Fritzz posso dirmi veramente soddisfatto, sia in discesa che salita la bici copia perfettamente tutto, ruote sempre incollate, su asfalto con propedal inserito sembra di pedalare una Front, se qualcuno volesse insinuare che la posizione dell'ammo è esposta, in due anni di riding mai avuto nessun tipo di problema, metti il parafango e vai...
la strive ha anche il carro un po' più corto e a partità di taglia l'interasse è inferiore... mezzo gradi di angolo sterzo secondo me si sente...
la strive dev'essere più divertente da guidare... stabile per l'angolo più rilassato ma più corta (soprattutto per il carro) quindi più agile e facile da buttare in curva... tutto questo ovviamente sulla carta e senza aver mai provato la bici.
A me non pare poco... :-)
 

NIPI

Biker forumensus
Feedback: 58 / 0 / 0
25/2/09
2.315
0
Portus Naonis
Bike
Strive Al 'NIPI' race
Daccordo col moderatore e conscio che spesso e volentieri tantissimi utenti del forum chiedono consigli e delucidazioni, prima di spendere sudatissimi stipendi, sull'acquisto di un nuovo mezzo apro questa discussione. :spetteguless:

Sulla falsa riga di quello che già succede nella sezione FR del forum, si invitano tutti quelli che hanno dubbi sul loro prossimo 'giocattolo' a scrivere e leggere qui le loro domande e considerazioni! :nunsacci:

Buoni acquisti!! :celopiùg:


EDIT

Due link utili:
il primo vi da un'elenco molto esaustivo dei vari marchi di bici compreso l'indirizzo al sito del produttore, il secondo alcuni listini per marchio

http://www.mtb-forum.it/community/forum/showthread.php?t=115289

http://www.mtb-forum.it/listini-prezzi-marchi-mtb/



.
 

Giskard_rules

Biker poeticus
Feedback: 15 / 0 / 0
8/8/09
3.832
0
Vecchiano
Visto che sono quasi in procinto, scrivo qualcosa io.
Praticamente so vita morte e miracoli di tutti i modelli AM sul mercato :-)
Son partito da una GT Force 1.0 2011.....poi ho visto che non avave la forca scorciabile, essendoci una Revelation Dual Air e quindi ho lasciato perdere (forse).
Allora ho guardato Commencal...ma son montatae non bene secondo i miei gusti di bici.
Ho valutato:
- Kona (cadabra o abra-cadabra, ma per quel prezzo non mi sembrano montate anch'esse troppo bene);
- Scott, la Genius, ma la 40 che sarebbe nelle mie mire monta la Talas senza perno passante (assurdo secondo me).
- Specialized, non son riuscito a farmene piacere una.

Insomma alla fine son cadutosulla Jekyll 3, che secondo me e leggendo un po' in giro pare sia davvero una bomba.
Il mio scopo, come ovvio credo, è avere un mezzo pedalabile in salita (che comunque ho piacere di fare) ma anche prestante in discesa, e la Jekyll, considerando tutto mi pare proprio quello che mi serve:
- Talas scorciabile;
- ammo dietro scorciabile a 90mm;
- montata bene!
Mi pare abbia tutto, compresa una lunga attesa purtroppo....
Consigliatemi/smentitemi :-)
 

Romanetto

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
Anche io sto' guardandomi in giro per una AM/FR.

Sono partito dai Sivende con Giant, FRW, Cannondale, Lapierre che ho lasciato da parte a causa del cattivo rapporto prezzo montaggio rispetto ai modelli che si possono comprare online.

Da qui sono partito controllando Radon, Rose, Canyon e Votec e a parita' di montaggio, rispetto i venditori fisici, ho visto che il risparmio e' molto tangibile e mi sono molto informato qui sul forum e poi nella rete. Lato manutenzione non ho problemi, sara' da comprare qualche attrezzo dedicato, quindi non vedo nessuna controindicazione nel rivolgermi online.

Mi rivolgero' a Votec che con il suo carro, che dovrebbe essere come quello mondraker chiamato Zero che a detta di molti e' ottimo, copia bene, molto sensibile e permette di tenere l'ammo posteriore piu' scarico rispetto agli altri.

La montero' con una Lyric a molla da 160 o se riesco a fare uno sforzo in piu' con Fox Talas 36 sempre da 160, dietro RP23 senza pensarci due volte.
 

newnoise

Biker velocissimus
Feedback: 85 / 0 / 0
12/10/09
2.594
1
Firenze/Sesto F.No/Doccia
Visto che sono quasi in procinto, scrivo qualcosa io.
Praticamente so vita morte e miracoli di tutti i modelli AM sul mercato :-)
Son partito da una GT Force 1.0 2011.....poi ho visto che non avave la forca scorciabile, essendoci una Revelation Dual Air e quindi ho lasciato perdere (forse).
Allora ho guardato Commencal...ma son montatae non bene secondo i miei gusti di bici.
Ho valutato:
- Kona (cadabra o abra-cadabra, ma per quel prezzo non mi sembrano montate anch'esse troppo bene);
- Scott, la Genius, ma la 40 che sarebbe nelle mie mire monta la Talas senza perno passante (assurdo secondo me).
- Specialized, non son riuscito a farmene piacere una.

Insomma alla fine son cadutosulla Jekyll 3, che secondo me e leggendo un po' in giro pare sia davvero una bomba.
Il mio scopo, come ovvio credo, è avere un mezzo pedalabile in salita (che comunque ho piacere di fare) ma anche prestante in discesa, e la Jekyll, considerando tutto mi pare proprio quello che mi serve:
- Talas scorciabile;
- ammo dietro scorciabile a 90mm;
- montata bene!
Mi pare abbia tutto, compresa una lunga attesa purtroppo....
Consigliatemi/smentitemi :-)
non so, la jekyll non mi ispira fino in fondo..sicuramente ha delle soluzioni tecniche degne di nota, della qualità cannondale non si discute ( ne ho avute 3) ma ultimamente preferisco guardarmi intorno scegliendo case costruttrici più di nicchia...poi non so ma non amo il fatto che case costruttrici introducano un ammo si "innovativo" ma che poi ti mette un pò nei casini nel momento in cui lo si volesse cambiare (penso lo stesso della scott genius).. nel complesso però una gran bella compagna di uscite, forse l'unica cosa che cambierei è la forcella per una fox 36 ma questo potrebbe alterare le geometrie della bici nella fase "climbing"..
 

Giskard_rules

Biker poeticus
Feedback: 15 / 0 / 0
8/8/09
3.832
0
Vecchiano
non so, la jekyll non mi ispira fino in fondo..sicuramente ha delle soluzioni tecniche degne di nota, della qualità cannondale non si discute ( ne ho avute 3) ma ultimamente preferisco guardarmi intorno scegliendo case costruttrici più di nicchia...poi non so ma non amo il fatto che case costruttrici introducano un ammo si "innovativo" ma che poi ti mette un pò nei casini nel momento in cui lo si volesse cambiare (penso lo stesso della scott genius).. nel complesso però una gran bella compagna di uscite, forse l'unica cosa che cambierei è la forcella per una fox 36 ma questo potrebbe alterare le geometrie della bici nella fase "climbing"..
Ho guardato anche marche più di nicchia almeno in italia (Santa Cruz, Intense et similia) ma costano uno sbotto di più....
Il discorso del volerlo cambiare, intendi per sostituirlo o perchè guasto?
In generale comunque quel problema in ogni caso c'è, è vero.
Alla fine se uno non volesse una cosa innovativa potrebbe andare su una bella Canyon (che era tra le papabili all'inizio, la Nerve AM 8.0 ) che magari affida tutto alle sospensioni e meno al telaio rispetto ai sopracitati. Alla fine si risparmierebbe anche, però ecco,c ercavo qualcosa di nuovo o particolare nel telaio anche (come forse si può evincere dai modelli che avevo elencto sopra)
 

NIPI

Biker forumensus
Feedback: 58 / 0 / 0
25/2/09
2.315
0
Portus Naonis
Bike
Strive Al 'NIPI' race
Visto che sono quasi in procinto, scrivo qualcosa io.
Praticamente so vita morte e miracoli di tutti i modelli AM sul mercato :-)
Son partito da una GT Force 1.0 2011.....poi ho visto che non avave la forca scorciabile, essendoci una Revelation Dual Air e quindi ho lasciato perdere (forse).
Allora ho guardato Commencal...ma son montatae non bene secondo i miei gusti di bici.
Ho valutato:
- Kona (cadabra o abra-cadabra, ma per quel prezzo non mi sembrano montate anch'esse troppo bene);
- Scott, la Genius, ma la 40 che sarebbe nelle mie mire monta la Talas senza perno passante (assurdo secondo me).
- Specialized, non son riuscito a farmene piacere una.

Insomma alla fine son cadutosulla Jekyll 3, che secondo me e leggendo un po' in giro pare sia davvero una bomba.
Il mio scopo, come ovvio credo, è avere un mezzo pedalabile in salita (che comunque ho piacere di fare) ma anche prestante in discesa, e la Jekyll, considerando tutto mi pare proprio quello che mi serve:
- Talas scorciabile;
- ammo dietro scorciabile a 90mm;
- montata bene!
Mi pare abbia tutto, compresa una lunga attesa purtroppo....
Consigliatemi/smentitemi :-)

Non ti piaciono le bici convenzionali mi par di capire... tutti sistemi originali di interpretare la sospensione posteriore!
Credo che comunque la Jeckill sia una bella scelta, un prodoto innovativo che, se mantiene le promesse, può diventare vincente



Anche io sto' guardandomi in giro per una AM/FR.

Sono partito dai Sivende con Giant, FRW, Cannondale, Lapierre che ho lasciato da parte a causa del cattivo rapporto prezzo montaggio rispetto ai modelli che si possono comprare online.

Da qui sono partito controllando Radon, Rose, Canyon e Votec e a parita' di montaggio, rispetto i venditori fisici, ho visto che il risparmio e' molto tangibile e mi sono molto informato qui sul forum e poi nella rete. Lato manutenzione non ho problemi, sara' da comprare qualche attrezzo dedicato, quindi non vedo nessuna controindicazione nel rivolgermi online.

Mi rivolgero' a Votec che con il suo carro, che dovrebbe essere come quello mondraker chiamato Zero che a detta di molti e' ottimo, copia bene, molto sensibile e permette di tenere l'ammo posteriore piu' scarico rispetto agli altri.

La montero' con una Lyric a molla da 160 o se riesco a fare uno sforzo in piu' con Fox Talas 36 sempre da 160, dietro RP23 senza pensarci due volte.

Permettimi una correzione... il sistema Zero ed il sitema adottato da Votec non sono uguali.
Il punto in comune é quello di avere l'ammortizzatore flottante, cioè compresso ad entrambe le sue estremità.
Per il resto sono un virtual pivot ed un quadrilatero con giunto Horst...

Se non l'hai già letto ti segnalo il link della prova della V.SX:
http://www.mtb-forum.it/community/forum/showthread.php?t=142839


non so, la jekyll non mi ispira fino in fondo..sicuramente ha delle soluzioni tecniche degne di nota, della qualità cannondale non si discute ( ne ho avute 3) ma ultimamente preferisco guardarmi intorno scegliendo case costruttrici più di nicchia...poi non so ma non amo il fatto che case costruttrici introducano un ammo si "innovativo" ma che poi ti mette un pò nei casini nel momento in cui lo si volesse cambiare (penso lo stesso della scott genius).. nel complesso però una gran bella compagna di uscite, forse l'unica cosa che cambierei è la forcella per una fox 36 ma questo potrebbe alterare le geometrie della bici nella fase "climbing"..

Vero, l'ammortizzatore é sviluppato solo per questo modello (e la sorellona Claymore), ma se analizziamo un pò il mercato si può notare come sempre più case facciano ricorso a tarature custom per le loro bici e carri ammortizzati.

Questo implica che cambiare anche un'ammortizzatore 'normale' diventi abbastanza problematico senza passare per un servizio di settaggio ad hoc da parte o della casa produttrice o di terzi che offrono tale servizio
 
  • Like
Reactions: biandr and Mòlle

newnoise

Biker velocissimus
Feedback: 85 / 0 / 0
12/10/09
2.594
1
Firenze/Sesto F.No/Doccia
Ho guardato anche marche più di nicchia almeno in italia (Santa Cruz, Intense et similia) ma costano uno sbotto di più....
Il discorso del volerlo cambiare, intendi per sostituirlo o perchè guasto?
In generale comunque quel problema in ogni caso c'è, è vero.
Alla fine se uno non volesse una cosa innovativa potrebbe andare su una bella Canyon (che era tra le papabili all'inizio, la Nerve AM 8.0 ) che magari affida tutto alle sospensioni e meno al telaio rispetto ai sopracitati. Alla fine si risparmierebbe anche, però ecco,c ercavo qualcosa di nuovo o particolare nel telaio anche (come forse si può evincere dai modelli che avevo elencto sopra)
Con cambiarlo intendo entrambe le cose, sia perchè guasto sia perchè cambiare, quando possibile, è interessante!:smile: Questo andazzo che molte case "major" stanno avendo a me personalmente piace il giusto perchè è un modo di contenere la possibilità di futuri upgrade e modifiche alla nostra bimba, soprattutto al cuore di esse, le sospensioni...

Santa e intense effettivamente hanno costi non indifferenti..vero...però la qualità, soprattutto di intense è stupefacente!
Per crearti qualche pensiero, hai pensato ad esempio alla canyon strive? lapierre zesty? cube stereo?

Poi sai..io prendo sempre il solo telaio e poi me lo monto come mi pare... de gustibus !

N

Vero, l'ammortizzatore é sviluppato solo per questo modello (e la sorellona Claymore), ma se analizziamo un pò il mercato si può notare come sempre più case facciano ricorso a tarature custom per le loro bici e carri ammortizzati.

Questo implica che cambiare anche un'ammortizzatore 'normale' diventi abbastanza problematico senza passare per un servizio di settaggio ad hoc da parte o della casa produttrice o di terzi che offrono tale servizio
Esattamente, proprio per questo io non amo questa tendenza.. A me piace essere libero di customizzare il mio telaio, di renderlo mio e questa scelta di molte case non me lo permette alla fine...
 

Romanetto

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
Permettimi una correzione... il sistema Zero ed il sitema adottato da Votec non sono uguali.
Il punto in comune é quello di avere l'ammortizzatore flottante, cioè compresso ad entrambe le sue estremità.
Per il resto sono un virtual pivot ed un quadrilatero con giunto Horst...
Hai fatto bene, avevo messo il condizionale apposta :-)

In effetti a parte il funzionamento dell'ammo con la doppia azione cambia completamente il carro, un errore grossolano scusatemi loro lo chiamano full floater.

La discussione del director Marco l'avevo letta, e anche riletta :-) ed ha avuto un bel peso nella scelta.

Ho scelto votec perche' ha un'alta sensibilita' del carro ottenuta a pressioni piu' basse dell'ammo, un bassissimo bobbing con l'ammo aperto e quando e' chiuso e' veramente bloccato. A seconda di come la si monta puo' o meno favorire la pedalabilita', il sito offre questa possibilita'. A detta dei possessori un ottimo mezzo poi magari contribuiro' anche io nel giudicarla una volta mia.

E di comprare online per il rapporto prezzo/montaggio piu' che buono.
 

 

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Discussioni simili

Risposte
11
Visite
976
Fuori bonnie
F
Risposte
0
Visite
429
Davidea3320
D
Risposte
5
Visite
669
ciosky
C