Pessima assistenza cannondale

[email protected]

Biker novus
Feedback: 3 / 0 / 0
14/11/10
6
0
TRAPANI
:rosik:
Vi racconto la mia storia, ho comprato una Claymore del 2013 siamo a gennaio quindi è ovvio che la ho da poco tempo e quindi usata pochissimo, dopo qualche uscita di enduro e freeride mi accorgo che il telaio ha una crepa, nulla di strano capita anche nelle migliori famiglie penso io e invece cosa mi sento rispondere dalla Cannondale, che siccome non gli è mai capitato un danno di questo genere non è possibile che sia successo, quindi dicono che è potuto succedere solo stringendo troppo il perno.
1) non ho una chiave che possa entrare in quel punto visto la vicinanza del pedale.
2) quando la ho comprata era integra e il negoziante non ha messo mano perchè il carro era già montato.
3) Un'eventuale forzatura del bullone avrebbe lasciato il segno, cosa che ovviamente non c'è.

Nonostante il rivenditore abbia spiegato tutto ciò, non mi riconoscono la garanzia.
E pensare che alcuni diffidano di quelli che comprano via internet, e io cosa posso dire che ho coprato a tutti i soldi da un rivenditore una bike da 4500 €uro?
Sono pressochè sconvolto dalla risposta della Cannondale
Di sicuro il mio primo pensiero è di sconsigliare a tutti la Cannondale in generale visto il loro comportamento, il quale ha sconvolto me (prima esperienza, e anche ultima) ma soprattutto il rivenditore che subito mi aveva rassicurato che avrebbero cambiato il pezzo.
 

Allegati

 

samuelgol

Redazione
Feedback: 56 / 1 / 0
17/7/07
15.861
275
Eppan an der Weinstrasse
Bike
Methanol
:rosik:
........Nonostante il rivenditore abbia spiegato tutto ciò, non mi riconoscono la garanzia.......
Allora sei a posto. Siccome, e lo si ripete per l'ennesima volta :arrabbiat:, il responsabile per la garanzia non è il costruttore, bensì il venditore, che si rivolge a sua volta al suo venditore e via così a risalire sino al costruttore, ti basta avere la mail con cui lui ammette quel che dici, dopo di che gli dici: "Bon, la garanzia me la devi fornire tu, come da legge", e se non lo fa con la sua mail instauri un procedimento civile di rivalsa, in esito al quale non vedo quale giudice potrebbe darti torto :cucù:.
Ovviamente poi dovrai cambiar negozio.
..........
Sono pressochè sconvolto dalla risposta della Cannondale
Di sicuro il mio primo pensiero è di sconsigliare a tutti la Cannondale in generale visto il loro comportamento, il quale ha sconvolto me (prima esperienza, e anche ultima) ma soprattutto il rivenditore che subito mi aveva rassicurato che avrebbero cambiato il pezzo.
Continuo a chiedermi cosa gli dice nella testa a Cannondale (o Cannondale Italia?), essendo, questo, l'ennesimo caso di garanzia non riconosiuta in maniera pretestuosa. Credo che una siffatta pubblicità gli si ritorca contro in termini economici negativi certamente di più che cambiare qualche carro o qualche telaio. Bah :nunsacci:
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.386
3.612
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Quoto Samuelgol, fai presente al negoziante che il responsabile della garanzia per la legge italiana è lui e poi inviagli una raccomandata con ricevuta di ritorno in cui riepiloghi i fatti e gli intimi di provvedere al ripristino del bene. Ovviamente se resiste dovrai citarlo in giudizio.

...Continuo a chiedermi cosa gli dice nella testa a Cannondale (o Cannondale Italia?)...
Cannondale Italia non esiste...:spetteguless: http://www.cannondale.com/ita/distributors-international/
 

Jaco MtB

Biker forumensus
Feedback: 2 / 0 / 0
E poi... prima ci si rivolge al sivende... che senso ha saltarlo e passare a Cannondale... lecito che non ne vogliano sapere: la legge dice altro... se poi se ne interesseranno spontaneamente sarà un merito come non sarà un demerito il loro lavarsene le mani a questo punto prematuro
 

matteo_84

Biker marathonensis
Feedback: 65 / 0 / 0
5/1/10
4.284
2
Provincia di Roma Nord
E poi... prima ci si rivolge al sivende... che senso ha saltarlo e passare a Cannondale... lecito che non ne vogliano sapere: la legge dice altro... se poi se ne interesseranno spontaneamente sarà un merito come non sarà un demerito il loro lavarsene le mani a questo punto prematuro
hai letto bene?



Nonostante il rivenditore abbia spiegato tutto ciò, non mi riconoscono la garanzia.
 

Sciuscia

Biker immensus
Feedback: 71 / 0 / 0
16/7/12
8.971
373
Città di Castello (PG)
Bike
Cube Stereo 120 HPA SL, Trek X-Caliber 29er e il Cancello Giallo
E poi... prima ci si rivolge al sivende... che senso ha saltarlo e passare a Cannondale... lecito che non ne vogliano sapere: la legge dice altro... se poi se ne interesseranno spontaneamente sarà un merito come non sarà un demerito il loro lavarsene le mani a questo punto prematuro


Vabe', credo che la loro risposta sia stata data al venditore che chiedeva giustamente la sostituzione in garanzia.

La catena, come ricordavano Sembola e Samuelgoal, è:

TU -> SIVENDE -> CANNONDALE


Quindi normalmente dovrebbe capitare ce il sivende sistema le cose con te e poi cannondale le sistema con lui.

Se non avviene, come in questo caso, tu devi citare lui che poi citerà cannondale (se crede). Ho detto bene, avvocati :mrgreen: ?
 

[email protected]

Biker novus
Feedback: 3 / 0 / 0
14/11/10
6
0
TRAPANI
Ovviamente mi sono rivolto al negoziante il quale è stato molto disponibile. LE risposte la Cannondale le ha date a lui che le ha girate a me, ma è ovvio che non mi fermo qui.
Mi hanno offerto di comprare il carro con poco più di 220 euro, ma non lo farò neanche a 2 euro perchè è mio diritto averlo cambiato in garanzia.
State tranquilli che anche se non riuscirò ad ottenere giustizia, perderanno molto più di 220 euro con la brutta pubblicità che già si stanno facendo.
Domani farò un'altro attacco formale via email dove scriverò al negozio, e per conoscenza all'agente di zona, all'assistenza Cannondale e alla Cannondale Europa. Se trovo l'email anche alla casa madre in Usa. Traduco tutto in inglese, e vediamo se interessa a qualcuno.....
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.386
3.612
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Ovviamente mi sono rivolto al negoziante il quale è stato molto disponibile. LE risposte la Cannondale le ha date a lui che le ha girate a me, ma è ovvio che non mi fermo qui.
Mi hanno offerto di comprare il carro con poco più di 220 euro, ma non lo farò neanche a 2 euro perchè è mio diritto averlo cambiato in garanzia.
State tranquilli che anche se non riuscirò ad ottenere giustizia, perderanno molto più di 220 euro con la brutta pubblicità che già si stanno facendo.
Domani farò un'altro attacco formale via email dove scriverò al negozio, e per conoscenza all'agente di zona, all'assistenza Cannondale e alla Cannondale Europa. Se trovo l'email anche alla casa madre in Usa. Traduco tutto in inglese, e vediamo se interessa a qualcuno.....
Ho capito benissimo. Ma per la legge (e non solo in Italia, ma tutta l'UE), il produttore non è responsabile nei confronti del consumatore: lo è però il negoziante. Più che delle mail, io farei la famosa raccomandata, inviandola per conoscenza anche a Cannondale Europe. Poi però se non sei disposto ad andare in fondo (leggi: davanti al giudice di pace) è tutto inutile...
 

pirpa

Biker grossissimus
Feedback: 219 / 0 / 0
20/4/10
5.251
138
Frampula
Bike
Stj
IMHO fai benissimo ad andare avanti e a pretendere ciò che sarebbe ovvio ma sempre IMHO essendo il danno su un pezzo "smontabile" ed avendo loro affermato che il danno era dovuto ad una "manomissione" la vedo dura dimostrare il contrario se non con una perizia di parte!
Insomma sempre IMHO se il danno era tipo cedimento strutturale di una parte (tubazione, ecc) avresti avuto tutte le ragioni del mondo.....così le hai ancora ma loro potrebbero sempre dire che tu (o chi per te) ha stretto troppo quella vite!!!!

So is life.......:omertà:

Però cmq al negozioante la menerei fino allo sfinimento per farti cambiare il carro (poi si arrangerà lui con Cdale)....
 

ADexu

Moderatur Prenuragicus
Feedback: 0 / 0 / 0
26/12/06
11.019
7
PEJFUGA, Ichnusa island
Vabe', credo che la loro risposta sia stata data al venditore che chiedeva giustamente la sostituzione in garanzia.

La catena, come ricordavano Sembola e Samuelgoal, è:

TU -> SIVENDE -> CANNONDALE


Quindi normalmente dovrebbe capitare ce il sivende sistema le cose con te e poi cannondale le sistema con lui.

Se non avviene, come in questo caso, tu devi citare lui che poi citerà cannondale (se crede). Ho detto bene, avvocati :mrgreen: ?
Non è proprio così, per la legge italiana in vigore e che attua una normativa europea (quindi valevole in tutta l'UE, come ha giustamente puntualizzato Sembola), la catena è semplicemente:

TU -> SIVENDE

Stop.

Quindi IL NEGOZIANTE, che ha chiaramente riconosciuto il difetto, DEVE PER LEGGE provvedere in tempi congrui alla riparazione a regola d'arte (praticamente impossibile, tramite saldatura, su alluminio trattato termicamente), alla sostituzione con ricambio o telaio identico, equivalente o superiore, questa è in sintesi la garanzia legale sui beni di consumo durevoli ed ha sempre una durata minima di due anni..... semplicissimo!

Poi è possibile che il costruttore stipuli con il commerciante più o meno implicitamente delle forme di garanzia COMMERCIALE (quindi facoltativa e stipulata per libera scelta fra i due soggetti, in quanto non necessaria per legge) in modo che chi produce il bene garantisca a sua volta il commerciante sulla bontà della merce che produce e che gli fornisce per essere rivenduta, ma di questo al consumatore non deve importare un fico secco: se cannondale risponde positivamente al negoziante, questo ripara la bici senza rimetterci un euro, se cannondale risponde a picche al negoziante, questo sostituisce il carro spendendo LUI i 220€ richiesti per il ricambio, ma il consumatore non deve spendere un € nemmeno per eventuali spese di invio del ricambio.
Se, una volta riconosciuto il difetto, il commerciante si dovesse rifiutare di adempiere ad un OBBLIGO DI LEGGE, non resta che.... adire a vie legali.
Fine della storia
 
  • Like
Reactions: ANDREAMASE

Bowlofbeauty

Biker velocissimus
Feedback: 10 / 0 / 0
14/10/08
2.610
0
Veneto
se cannondale risponde a picche al negoziante, questo sostituisce il carro spendendo LUI i 220€ richiesti per il ricambio, ma il consumatore non deve spendere un € nemmeno per eventuali spese di invio del ricambio.
a
E siamo sempre lì, e il negoziante per qual motivo è tenuto a cambiare il pezzo pur sapendo che (magari è solo un'ipotesi) il proprietario (o chi per esso) ha stretto quella vite? Poi comunque lavoro in negozio e seguo personalmente la prassi delle garanzie anche cannondale. Il modo è il seguente: foto del danno, foto bici completa, foto numero telaio, foto scontrino, ivio mail a csg nel caso di cannondale, gt ecc... loro risposta che indica se il danno è per loro coperto o no da garanzia, eventuali controlli più approfonditi nel caso di poca chiarezza (eventualmente anche con spedizione del prodotto), sostituzione del telaio. Devo dire che per quanto mi riguarda (e di telai rotti se ne vedono a iosa) cambiano praticamente sempre. Posso capire che il negoziante debba essere lui a dover far valere la garanzia, ma sulla carta non vedo per qual motivo dovrebbe saper valutare in modo imprescindibile se il pezzo danneggiato sia o meno da sostituire in garanzia.
 

tostarello

Moderatur ologrammaticus
Feedback: 0 / 0 / 0
15/11/05
37.323
1.963
63
roma
...

.... Credo che una siffatta pubblicità gli si ritorca contro in termini economici negativi certamente di più che cambiare qualche carro o qualche telaio. Bah :nunsacci:
anche io lo credo, una volta crollata la fiducia del mercato sarà dura recuperarla, inutile magnificare la garanzia a vita e poi casi rifiutarla anche dopo brevi tempi di utilizzo, in questo caso poi quanto mai costerà un carro al produttore?

in ultimo mi chiedo, ma non sarebbe bene prevedere che in caso di un ipotetico serraggio eccessivo ceda la vite piuttosto che la sede?
 
  • Like
Reactions: dieguito

drago65

Biker urlandum
Feedback: 4 / 0 / 0
20/6/12
577
0
pavia
chi risponde della garanzia è solo il concessionario.è come per le auto:se rompi una opel in garanzia mica devi andare in germania,vai dal concessionario e lui è tenuto a riparartela.poi eventuali problemi perchè il pezzo non era montato bene o altro non sono più problemi tuoi,ma del concessionario che se la vedrà con la casa produttrice o col distributore nazionale del marchio.
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.386
3.612
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
... il negoziante per qual motivo è tenuto a cambiare il pezzo pur sapendo che (magari è solo un'ipotesi) il proprietario (o chi per esso) ha stretto quella vite?
Che lo dimostri, allora. Se la bici ha meno di sei mesi l'onere della prova è in capo al venditore (art.132 c.3), se no spetta al consumatore: e se su una vite non c'è segno di manomissione...:spetteguless:


Devo dire che per quanto mi riguarda (e di telai rotti se ne vedono a iosa) cambiano praticamente sempre.
Sul Forum si sono purtroppo visti casi con esito diverso.


Posso capire che il negoziante debba essere lui a dover far valere la garanzia, ma sulla carta non vedo per qual motivo dovrebbe saper valutare in modo imprescindibile se il pezzo danneggiato sia o meno da sostituire in garanzia.
Il negoziante può rivolgersi a chi preferisce per valutare la rottura, la legge non ne parla ed il buonsenso consiglia che si appoggi a chi il prodotto lo conosce bene... ma la responsabilità resta in capo a lui, potrebbe benissimo capitare che un giudice decida che la garanzia va prestata anche nel caso che il produttore abbia dato parere negativo.
 
  • Like
Reactions: ANDREAMASE

ottomilainsu

Biker velocissimus
Feedback: 6 / 0 / 0
15/12/09
2.545
129
Su per i monti
www.arsie.net
anche io lo credo, una volta crollata la fiducia del mercato sarà dura recuperarla, inutile magnificare la garanzia a vita e poi casi rifiutarla anche dopo brevi tempi di utilizzo, in questo caso poi quanto mai costerà un carro al produttore?

in ultimo mi chiedo, ma non sarebbe bene prevedere che in caso di un ipotetico serraggio eccessivo ceda la vite piuttosto che la sede?

Dipende, in una situazione come questa lo vedo difficile.
Basterebbe usare una vite che si rompa con una coppia di serraggio del 30 - 40% superiore a quella indicata, mentre il pezzo dovrebbe resistere ad almeno il doppio.
Tuttavia temo che si assisterebbe a un numero eccessivo di viti incastrate nel foro, cosa che poi renderebbe assai complicata la vita per chiunque, perché estrarre la vite sarebbe un bel problema.

Piuttosto mi pare che quel particolare abbia ceduto in un punto debole già di suo, non credo proprio che un dimensionamento un pelo più largo avrebbe comportato chissà quali problemi, a cominciare da un irrisorio aumento di peso.

Che lo dimostri, allora. Se la bici ha meno di sei mesi l'onere della prova è in capo al venditore (art.132 c.3), se no spetta al consumatore: e se su una vite non c'è segno di manomissione... :spetteguless:



Sul Forum si sono purtroppo visti casi con esito diverso.



Il negoziante può rivolgersi a chi preferisce per valutare la rottura, la legge non ne parla ed il buonsenso consiglia che si appoggi a chi il prodotto lo conosce bene... ma la responsabilità resta in capo a lui, potrebbe benissimo capitare che un giudice decida che la garanzia va prestata anche nel caso che il produttore abbia dato parere negativo.
Solo se la vite presentava un qualche sigillo della casa la medesima può accampare il fondato motivo della manomissione, visto che una chiave adeguata non lascia segni di sorta sulla vite.
Partono dal presupposto che uno ci metta mano con chiavi di pessima fattura che rovinino la sede, o che stringa allo spasimo.
A mio avviso sono un tantinello in malafede...
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.386
3.612
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
ottomilainsù;6149456 ha scritto:
Solo se la vite presentava un qualche sigillo della casa la medesima può accampare il fondato motivo della manomissione, visto che una chiave adeguata non lascia segni di sorta sulla vite.
Se poi la rottura è avvenuta prima dei sei mesi...:spetteguless:
 

Velocity

...
Feedback: 156 / 0 / 0
4/11/11
6.956
697
.
Bike
.
Per una volta mi metto nei panni del negoziante che in questo caso sembra proprio non avere colpe.Responsabilita legali a parte, non deve essere bello trovarsi in una situazione dove il cliente ha ragione nel pretendere il pezzo nuovo e la casa madre nega la sostituzione. Se fossi in lui direi Bye bye Cannondale (che i soldi li ha presi tutti e buoni) e che le bici se le venda da se'....
 

Denab82

Biker extra
Feedback: 0 / 0 / 0
3/7/11
716
1
37
Prov. Firenze
secondo me se il carro fosse stato progettato bene anche stringendo a morte non doveva fratturarsi in quel modo... ovviamo imho!!!
 
  • Like
Reactions: mxl

Jaco MtB

Biker forumensus
Feedback: 2 / 0 / 0
Per una volta mi metto nei panni del negoziante che in questo caso sembra proprio non avere colpe.Responsabilita legali a parte, non deve essere bello trovarsi in una situazione dove il cliente ha ragione nel pretendere il pezzo nuovo e la casa madre nega la sostituzione. Se fossi in lui direi Bye bye Cannondale (che i soldi li ha presi tutti e buoni) e che le bici se le venda da se'....
Mica è così facile scaricare un fornitore IMHO :spetteguless: