Running: scegliere le scarpe

lele 71

Biker poeticus
23/6/05
3.995
4
48
Varese
lele71.blogspot.com
Visto che molti di noi praticano la corsa a piedi piu' o meno saltuariamente affiancandole ed alternandola alle pedalate, vorrei proporre la lettura a tutti gli interessati all'argomento di questo articolo:

http://www.dailymail.co.uk/home/mos...-Are-expensive-running-shoes-waste-money.html

su internet ho trovato molta letteratura in merito, come al solito tutto ed il contrario di tutto, pero' questa nuova "teoria" mi pare ben documentata e soprattutto convalidata da dati e studi medico/ortopedici.
In questa sezione si e' parlato piu' volte della scelta delle scarpe da running...
Buona lettura!
 

 

tacito

Biker imperialis
23/9/04
10.769
8
58
Catania
ma perchè gli articoli che mi interessano sono scritti o in linguaggio basic o sistema binario ed io non capisco una strafottutissima mazza??????
 

tacito

Biker imperialis
23/9/04
10.769
8
58
Catania
Io e l'inglese litighiamo spesso, quindi...

...Nike Pegasus+ 25, e passa la paura! :celopiùg:
Da quando le uso andiamo che è una meraviglia! :il-saggi:
ma come si fa a stabilire se uno è pronatore o supinatore o neutro? le scarpe da usare non vanno scelte anche in ragione del peso del runner e delle distanze percorse? io corro a piedi nudi nel bagnoasgiuga in spiaggia e buonanotte...
cmq datemi consigli...
 

lele 71

Biker poeticus
23/6/05
3.995
4
48
Varese
lele71.blogspot.com
ma come si fa a stabilire se uno è pronatore o supinatore o neutro? le scarpe da usare non vanno scelte anche in ragione del peso del runner e delle distanze percorse? io corro a piedi nudi nel bagnoasgiuga in spiaggia e buonanotte...
cmq datemi consigli...
Ci sono diversi metodi, ma credo il piu' valido sia quello di andare in un centro specializzato in calzature da running dove hanno qualche persona qualificata e magari anche il tapis-roulant con la telecamera per vedere come corri.

Occhio che correre sulla sabbia (con o senza scarpe) e' una delle cose peggiori per le articolazioni perche' e' vero che l'impatto viene ammortizzato ma e' altrettanto vero che non hai ritorno elastico, quindi sarebbe una di quelle cose da fare con cautela/moderazione oppure da podisti ben allenati.

Per chi non ha gran dimestichezza con l'inglisch riassumo molto brevemente e grossolanamente:
1. le scarpe da running "tecniche" mettono una barriera tra il piede ed il suolo, il piede perde gli stimoli propriocettivi e sensoriali e non so cos'altro (praticamente si rincojonisce... :-D ) aumentando esponenzialmente la possibilita' di incorrere in infortuni (la percentuale di infortunati che utilizzano scarpe "tecniche" e' superiore del 123% rispetto a chi utilizza "scarpaccie econimiche").
2. le scarpe ammortizzate non fanno sentire il dolore dell'impatto al piede ma trasmettono l'impatto al corpo, quindi corriamo senza renderci conto che ci stiamo facendo male (se corressimo a piedi nudi invece ci renderemmo conto di farci del male perche' il piede ce lo "direbbe chiaramente")
3. le scarpe ammortizzate portano a correre atterrando sui talloni anziche' sugli avampiedi come facciamo quando corriamo scalzi, quindi l'impatto viene trasmesso a ginocchia, anche e schiena anziche' venire assorbito dai muscoli delle gambe come madre natura vorrebbe.
 

Ale620

Biker ultra
ma come si fa a stabilire se uno è pronatore o supinatore o neutro? le scarpe da usare non vanno scelte anche in ragione del peso del runner e delle distanze percorse? io corro a piedi nudi nel bagnoasgiuga in spiaggia e buonanotte...
cmq datemi consigli...
No no spetta... Io non volevo consigliartele, ma volevo dirti quelle che utilizzavo io e con la quale mi trovo divinamente!
Quanto a pronatore/supinatore/neutro e tutti gli altri dati, nel negozio a cui mi sono rivolto hanno l'affare che ti prende l'impronta del piede e da li selezioni la prima tipologia d'appoggio, poi il commesso (specializzato in running, non factotum) ti consiglia il resto!
Mio personalissimo consiglio, non comprarle al Decathlon o Grande magazzino ma recati in un posto in cui sanno consigliarti oculatamente... LA spesa è di poco superiore (generalmente il prezzo è quello pieno, a differenza dei vari Decathlon che le scontano), ma il servizio è inavvicinabile!
 

lele 71

Biker poeticus
23/6/05
3.995
4
48
Varese
lele71.blogspot.com
Mio personalissimo consiglio, non comprarle al Decathlon o Grande magazzino ma recati in un posto in cui sanno consigliarti oculatamente...
Purtroppo non sempre e' vero, io un giro nella grande distribuzione me lo faccio comunque.
Ho incontrato persone da decathlon o longoni veramente qualificate su ciclismo e running cosi' come ho trovato piccoli negozianti presunti specializzati veramente poco competenti.
Nel dubbio meglio sentire le 2 campane.
 

tacito

Biker imperialis
23/9/04
10.769
8
58
Catania
quest'anno non mi è ancora successo anche perchè ho corso pochissimo. ma gli anni precedenti mi si infiammava sempre il il tendine che va dal polpaccio al tallone, in entrambe le gambe.... stavo fermo 2 settimane e apppena riprovavo dopo 10 minuti dovevo smettere...
 

sniper765

Biker dantescus
23/12/07
4.923
4
Velletri (Roma)
per adesso corro con delle adidas a3 gigaride, le migliori che abbia mai avuto (ma non ho molta esperienza nel running), cmq appena dovrò prendere un paio di scarpe nuove mi faccio aiutare nella scelta da una ragzzo che conosco e corre da anni (e lo fa sul serio).
scegliere le scarpe non è per nulla cosa facile.
 

elpi03

Biker popularis
15/7/08
77
1
motta visconti
ciao a tutti ,
la corsa a piedi per non determinare infortuni muscolo tendinei richiede l'attenzione su 3 aspetti fondamentali
- tecnica di corsa
- scarpe adeguate
- riposo
Per quanto riguarda la scarpa è importantissimo rovolgersi a degli esperti che dovranno valutare alcune variabili soggettive del corridore es tipo di appoggio , distanza ( la scarpa che si usa per la maratona è diversissima da quella utilizzata per i 1500 ) , terreno su cui si corre , peso dell'atleta e cosi' via .

Questa mia convinzione deriva da oltre 10 anni di esperienza in cui , per delle cazzate , ho avuto infortuni anche seri
 

tacito

Biker imperialis
23/9/04
10.769
8
58
Catania
ciao a tutti ,
la corsa a piedi per non determinare infortuni muscolo tendinei richiede l'attenzione su 3 aspetti fondamentali
- tecnica di corsa
- scarpe adeguate
- riposo
Per quanto riguarda la scarpa è importantissimo rovolgersi a degli esperti che dovranno valutare alcune variabili soggettive del corridore es tipo di appoggio , distanza ( la scarpa che si usa per la maratona è diversissima da quella utilizzata per i 1500 ) , terreno su cui si corre , peso dell'atleta e cosi' via .

Questa mia convinzione deriva da oltre 10 anni di esperienza in cui , per delle cazzate , ho avuto infortuni anche seri
Parole sante.... qualcuno sa a Catania a chi posso rivolgermi per consigli mirati e qualificati?
 

gutemberg

Biker velocissimus
26/9/06
2.468
1
Bo
www.bikersbolognesi.it
ma come si fa a stabilire se uno è pronatore o supinatore o neutro? le scarpe da usare non vanno scelte anche in ragione del peso del runner e delle distanze percorse? io corro a piedi nudi nel bagnoasgiuga in spiaggia e buonanotte...
cmq datemi consigli...
Ioo ho sempre corso a piedi e mi considero un bikers "per caso", quindi mi sento di dare alcuni consigli base:
se non hai un centro specializzato vicino a casa tua, puoi seguire queste indicazioni: dopo aver scelto un buon calzino (perchè è importantissimo avere anche quello) ed aver fatto almeno 10 k, quando ti togli le scarpe, guarda se hai la parte interna del piede che è arrossata o che inizia ad aver vesciche. In questo caso saresti un pronatore e necessiti di scarpe "stabili". Se non rilevi nulla sei "neutro".
Una volta individuato la scarpa che fa per te, io starei su Mizuno, Asics o Brooks.
Secondo me, sono le 3 scarpe migliori per ogni runners.
Le Mizuno soprattutto, anche se quando cedono, lo fanno tutto in una volta e, se non ci stai attento, possono causarti qualche piccolo infortunio.
 

tacito

Biker imperialis
23/9/04
10.769
8
58
Catania
Ioo ho sempre corso a piedi e mi considero un bikers "per caso", quindi mi sento di dare alcuni consigli base:
se non hai un centro specializzato vicino a casa tua, puoi seguire queste indicazioni: dopo aver scelto un buon calzino (perchè è importantissimo avere anche quello) ed aver fatto almeno 10 k, quando ti togli le scarpe, guarda se hai la parte interna del piede che è arrossata o che inizia ad aver vesciche. In questo caso saresti un pronatore e necessiti di scarpe "stabili". Se non rilevi nulla sei "neutro".
Una volta individuato la scarpa che fa per te, io starei su Mizuno, Asics o Brooks.
Secondo me, sono le 3 scarpe migliori per ogni runners.
Le Mizuno soprattutto, anche se quando cedono, lo fanno tutto in una volta e, se non ci stai attento, possono causarti qualche piccolo infortunio.
cosa intendi per parte interna del piede?
il fatto che mi si infiammassero i tendini dal polpaccio al tallone significa qualcosa, nel senso che può essere utile a stabilire se sono supinatore o pronatore?
leggevo che è importante anche il peso delle scarpe...puoi o potete spiegarmi in che senso?
grazie...
 

gutemberg

Biker velocissimus
26/9/06
2.468
1
Bo
www.bikersbolognesi.it
cosa intendi per parte interna del piede?
il fatto che mi si infiammassero i tendini dal polpaccio al tallone significa qualcosa, nel senso che può essere utile a stabilire se sono supinatore o pronatore?
leggevo che è importante anche il peso delle scarpe...puoi o potete spiegarmi in che senso?
grazie...
Ogni marca seria fa dei modelli dedicati a corporature pesanti oppure leggere, destinate a percorsi corti (5 - 10 k) o medio-lunghi (21 o 42k), pronatori o non, ect.
Però, se hai un problema ai tendini, ti consiglio di farti vedere da un buon fisiatra che abbia anche la possibilità di costruirti un plantare su misura.
Magari è solo la tua postura durante la corsa a farlo infiammare, ma ti consiglio comunque di accertarlo bene perchè, se lo sottovaluti, rischi uno stop anche di qualche settimana.
Comunque, non conosco la tua zona, ma a Bologna molti negozi hanno dei tapis che registrano la postura evidenziando eventuali difetti o problemi nella corsa, magari cercane uno e poi decidi....
 

sat32

Biker perfektus
15/8/08
2.727
1
19
Bike
alcune
Ci sono diversi metodi, ma credo il piu' valido sia quello di andare in un centro specializzato in calzature da running dove hanno qualche persona qualificata e magari anche il tapis-roulant con la telecamera per vedere come corri.

Occhio che correre sulla sabbia (con o senza scarpe) e' una delle cose peggiori per le articolazioni perche' e' vero che l'impatto viene ammortizzato ma e' altrettanto vero che non hai ritorno elastico, quindi sarebbe una di quelle cose da fare con cautela/moderazione oppure da podisti ben allenati.

Per chi non ha gran dimestichezza con l'inglisch riassumo molto brevemente e grossolanamente:
1. le scarpe da running "tecniche" mettono una barriera tra il piede ed il suolo, il piede perde gli stimoli propriocettivi e sensoriali e non so cos'altro (praticamente si rincojonisce... :-D ) aumentando esponenzialmente la possibilita' di incorrere in infortuni (la percentuale di infortunati che utilizzano scarpe "tecniche" e' superiore del 123% rispetto a chi utilizza "scarpaccie econimiche").
2. le scarpe ammortizzate non fanno sentire il dolore dell'impatto al piede ma trasmettono l'impatto al corpo, quindi corriamo senza renderci conto che ci stiamo facendo male (se corressimo a piedi nudi invece ci renderemmo conto di farci del male perche' il piede ce lo "direbbe chiaramente")
3. le scarpe ammortizzate portano a correre atterrando sui talloni anziche' sugli avampiedi come facciamo quando corriamo scalzi, quindi l'impatto viene trasmesso a ginocchia, anche e schiena anziche' venire assorbito dai muscoli delle gambe come madre natura vorrebbe.
Per questo io da 10 anni a questa parte con una media di 70 km a settimana di corsa , utilizzo delle normalissime scarpe da non piu di 40 euro e le sostituisco ogni 6 mesi
 

gutemberg

Biker velocissimus
26/9/06
2.468
1
Bo
www.bikersbolognesi.it
le sostituisco ogni 6 mesi
con i km che fai è giusto sostituirle ogni 6-8 mesi e se poi riesci ad essere soddisfatto con scarpe da 40 eurini......buon per te.
Io, purtroppo, se non uso scarpe fatte veramente bene (e che costano un po' di più), mi riempio di acciacchi nel giro di 2 settimane.
Ognuno ha le sue sensibilità e vi assicuro che non c'è altro sport che ti faccia ascoltare ogni vibrazione del tuo corpo quanto il running....:il-saggi:
 

lele 71

Biker poeticus
23/6/05
3.995
4
48
Varese
lele71.blogspot.com
Una volta individuato la scarpa che fa per te, io starei su Mizuno, Asics o Brooks.
Avendo corso con tutte e tre aggiungerei che:
- Mizuno per pianta medio-larga
- asics per pianta medio-stretta
- brooks per pianta stretta

Mi sono trovato molto bene anche con diadora (pianta medio-stretta) perche' come scarpa da allenamento (sia A3 che A4) e' molto leggera, bassa e flessibile sull'avampiede dando un feeling molto piu' simile ad una scarpa da gara che non da allenamento.
 

 

Discussioni simili