Vallese (Binntal): Traversata dell'Heggerhorn

ronzinante

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
Intro: Bella traversata alle porte della Binntall, su un monte di modesta altezza (2500 m) ma molto appetibile per le mtb.

Descrizione: Si parte da Ernen, seguendo la carrozzabile della Binntall verso Binn. Dopo qualche km la strada entra in una lunga galleria: prendere a destra una comoda sterrata che porta anche essa verso Binn evitando la galleria. Il percorso e' suggestivo, con alcuni piccoli tunnell e piazzole adibite ad esposizione di opere d'arte moderna. A volte presso alcune gallerie sono disponibili dei caschetti per pericolo caduta massi, che si lasciano su appositi sostegni al termine della zona di pericolo.
Giunti nei pressi di Ze Binne si trova una deviazione, proseguire a sinistra verso Binn e immettersi sulla carrozzabile che esce dall'ormai aggirata galleria. Alle porte di Binn seguire sempre la strada che attraversa il fiume piegando a destra e poi a sinistra dopo il ponte. Poco dopo Binn, al primo evidente bivio, deviare a sinistra, attraversando nuovamente il fiume. Al primo tornante ignorare il bivio e procedere a destra. Poco dopo la strada diviene strerrata, e con un percorso a zig zag sale il versante sud dell'Eggerhorn. All'uscita del bosco, presso un tornante a sinistra, si stacca un sentiero ben marcato che punta con evidenza verso la cima (presenti indicazioni escursionistiche). Seguire questo sentiero, oppure proseguire ancora lungo la strada ed al successivo tornante tenere la destra, attraversare il dosso tenendo direzione nord-est e scendere all'evidente larga bocchetta (Sattulti). Qui si ritrova il sentiero prima descritto. Salire su percorso non ciclabile in direzione nord-est, l'evidente sentiero che conduce alla larga cresta orientale dell'Eggerhorn. La cima si raggiunge facilmente, con percorso in buona parte ciclabile, prendendo a destra sulla cresta (sentieri sempre evidenti).
L'itinerario di discesa ripercorre il sentiero di salita fino al punto in cui e' stata raggiunta l'ampia cresta, per poi proseguire dritto, scendendo verso sinistra ed entrando nella Rappetal. La discesa diviene difficile mano a mano che si prosegue, il sentiero offre un buon fondo, ma e' stretto e il terreno molto ripido. Ad un certo punto devia decisamente verso il fondovalle con stretti tornantini, la cui forte pendenza li rende non ciclabili, tuttavia poco dopo si puo' risalire in sella, la difficolta' scende mano a mano che ci si avvicina al fondovalle. Ci si imbatte in un bivio con cartelli, prendere a sinistra, e con un lungo traverso ben ciclabile ci si dirige verso l'alpe Frid. Da Frid seguire la strada dell'alpe, che dopo qualche tornante diviene asfaltata. Scendere ancora per la stessa, dopo un paio di tornanti punta verso sud-ovest, prestare attenzione sulla destra ad un evidente imbocco di un largo sentiero che scende nel bosco (indicazioni presenti), seguirlo. Divertente e poco impegnativo riporta ad Ernen passando accanto ad una suggestiva chiesetta immersa nel bosco di conifere.

Note: Ci sono molte varianti di discesa possibili. Piu' o meno tutti i sentieri in zona si addicono alle mtb. Molto bello e' anche scendere l'itineraio di salita, tagliando la bella sterrata con un sentiero ben segnalato.

Commento: L'ambiente e' stupendo, la salita mi e' piaciuta molto, mi sembra meno dura di quella che da Grengiols porta al breithorn. La discesa non e' da prendere sottogamba, anche se da Frid diventa molto piu' facile. Forse e' possibile evitare la breve parentesi asfaltata di Frid, ma non ho avuto ancora occasione di indagare.

WD-40, amico o nemico della bici?
 

Allegati

ronzinante

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
Vista sulla valle del rodano dalla cima (47)
Il ghiacciaio del rodano (48).
Fieschertall e Finsteraarhorn (42).
La Rappetal (a destra si nota il sentiero che vi scende) (44)
Alpe Frid e ancora il Finsteraarhorn (52).
 

Allegati