[Video] L'alluvione delle 5 Terre e Lunigiana e l'impatto sulla pratica dell'MTB

udc-ban

Biker cesareus
6/9/04
1.639
1
55
Rescue MTB Borghetto di Vara IT on Vimeo

NDR: Ugo ha scritto questo testo proprio durante il devastante nubifragio che si è abbattuto su Genova oggi. Un pensiero va anche alle vittime di questa seconda calamità.

Il giorno 25 ottobre si è verificato un evento alluvionale nella zona compresa tra l'estremo levante della Liguria e la Toscana. Nelle ore centrali della giornata sono piovuti oltre 560 mm di acqua , in pratica 1/3 delle precipitazioni annuali. Il bilancio- successivo oltre a registrare la perdita di vite umane , incide profondamente nell'assetto del tessuto sociale dei luoghi colpiti, comprese le attività legate alla mountain bike.

Per quanto intuitivo e intuibile uno stop nelle attività produttive dirette del settore mtb ( dai rivenditori agli organizzatori di gare, al cicloturismo) vi è un elemento collaterale che riguarda lo stato dei sentieri e del territorio che muta profondamente. L'azione combinata di movimenti franosi delle colline unitamente alla straordinaria violenza delle acque dei fiumi disegnano un nuovo aspetto della morfologia del territorio.

Cambiano i percorsi nei boschi, i sentieri esposti , e ammassi di tronchi rendono impraticabile anche il solo avvicinarsi alle linee di collegamento boschive. In Val di Vara è accaduto che interi movimenti franosi collinari siano scesi a valle ed in seguito abbiano subito l'azione dei corsi d'acqua che hanno travolto i paesi. Osservando una immagine satellitare si evince -immediatamente quanto sia sensibile il territorio all'azione della pioggia , dei torrenti e del clima mite che produce un imboscamento importante.



Confrontando l'immagine con la situazione odierna occorre prendere atto che alcuni rilevi delle colline sono franati e con essi tutte le strade che prima venivano percorse in mtb. Identica la variazione morfologica del territorio per i paesi di Vernazza e Monterosso.

In questa prima fase di emergenza si è posto in essere un intervento di supporto raccogliendo materiale di pronto intervento, alimentari e generi di prima utilità e fungendo da staffetta per trasporto pale, idropulitrice. L'obiettivo che mi sono prefissato e che avevo già sperimentato in passato consisteva nel raggiungimento in mountain bike di luoghi e abitazioni altrimenti non raggiungibili a causa della viabilità interrotta. Guadando i greti dei torrenti ho raggiunto alcune frazioni che tuttora risultano isolate.

Ho trasportato a zaino assorbenti femminili , e bombole di gas per fornelli. Non ho usato il carrello- perché in passato non sono riuscito fisicamente a spingere in salita nel fango bici e carrello pur con un carico modesto intorno ai 30 kg e nei passaggi dove occorre aprirsi un varco tra la vegetazione è d'impaccio.

Questo tipo d'intervento, rende possibile trasformare il nostro sport in uno strumento efficace e molto apprezzato. Ovviamente occorre essere dotati di un set up minimo di formazione psico-attitudinale. Non si va a fare né una gara , né una passeggiata e la parola d'ordine d'approccio alle popolazioni coinvolte è "rispetto".

In un secondo tempo si procederà alla mappatura dei "nuovi " sentieri creatisi nella zona, supportando le conoscenze dei tantissimi appassionati di mtb della zona.
 

 

basol

Biker assatanatus
15/6/06
3.026
2
65
roma
Poter essere d'aiuto in questa situazione apre una nuova finestra molto più significativa di qualsiasi altra specialità rincorsa.
Se abitassi in queste zone metterei sicuramente a disposizione le mie gambe e il mio zaino.
 

aleee

Biker novus
11/6/09
6
0
brianza
Ugo puoi spiegare meglio questo concetto?
Questo tipo d'intervento, rende possibile trasformare il nostro sport in uno strumento efficace e molto apprezzato. Ovviamente occorre essere dotati di un set up minimo di formazione psico-attitudinale. Non si va a fare né una gara , né una passeggiata e la parola d'ordine d'approccio alle popolazioni coinvolte è "rispetto".

il mio pensiero: il ciclismo, non solo uno sport, ma un mezzo concreto per vivere la vita. In qualsiasi sua forma.
 

GMP67

moderatur shakkattauz
Moderatur
13/2/09
2.865
4
52
south park sardinia
Bike
diverse
la lontananza purtroppo ci spezza le gambe, ma penso che tutti abbiano buoni propositi, e avendo la possibilita di fare qualcosa, non si tirerebbe indietro.
 

kiromatt

Biker serius
26/10/10
109
0
54
Pesaro
Sono in ferie fino al 5 dicembre, avrei tutto il tempo da dedicare, ma sono troppo, troppo lontano.
 

KiDdolo

Biker assatanatus
all'inizio, dopo aver letto il titolo non capivo il nesso tra la mtb e la tragedia dell'alluvione... poi proseguendo ho capito.
complimenti Ugo, è un aspetto della mtb che non avrei mai considerato!
 

BIKEBROS

Biker forumensus
...guardare queste immagini, reali, senza l'assilo di scoop da parte di giornalisti, fa capire quanto sia grave la situazione.....certe cose, alluvioni / terremoti / disastri, non ovrebbero mai capitare!
Ogni parola è insufficente di fronte a queste situazioni!
Forza!
 

nicosacco

Biker extra
19/8/06
767
10
42
Parma
Ugo potresti spiegare come possiamo noi renderci utili?io abito a Parma e prossimamente dovrei avere delle ferie che devo smaltire..potrei approfittarne per coniugare la mtb con il fare del bene facendo spole a portare materiale..ma a chi rivolgersi?
 

agoakiki

Biker superis
4/2/09
396
0
gaeta
quando ho letto il titolo dell'articolo sono rimasto un pò stranito, in quanto pensavo fosse incentrato sul fatto che a causa dell'alluvione gli appassionati locali si lamentassero dell'impossibilità nel praticare mtb, e sinceramente in quelle tragiche circostanze che purtroppo tutti conosciamo mi è sembrato uno dei problemi più irrisori...

leggendo a fondo l'articolo mi sono reso conto come invece la mtb è eroicamente legata al problema ligure odierno e come potrebbe essere una potenziale, anche se minima, risposta di soccorso per quelle povere persone che vedono spazzarsi via davanti agli occhi in un istante tutti i sacrifici di una vita quali la propria casa i propri averi e in casi estremi le proprie famiglie.

vi siamo tutti vicini Liguria, e siamo vicini a tutti coloro che stanno contribuendo ai soccorsi con particolarissimo rispetto a quelli che riescono a darlo grazie allo sport della mtb.
 

max fox

Biker popularis
26/9/09
76
0
piacenza
grande Ugo se pur poco che sia hai fatto una grande cosa,in quelle situazioni anche un piccolo gesto può essere di enorme aiuto.complimenti!
 

Nikefox

Biker superis
21/9/08
356
5
Berghemmm e Milan....
Bike
A lot of Cannondale
I miei complimenti più sinceri Ugo! Sò che sono di rito e che sarebbe apprezzabile anche un aiuto concreto... se fossi di quelle parti sicuramente proverei a darmi da fare... in bocca al lupo!
 

visualbros

Biker cesareus
28/7/10
1.789
0
Roma
grande iniziativa... peccato davvero non poterne far parte.

in bocca al lupo ragazzi !!!
 

mauron

Biker grossissimus
4/9/10
5.774
23
complimenti d'obbligo per l'articolo e per l'approccio

:celopiùg: :celopiùg:

forza liguria
 

metropolis00

Biker serius
10/4/07
258
0
Maranello (MO)
che disastro.....è quasi pazzesco...è una grande opera di altruismo la tua..e spero che tutti i bikers liguri,quelli ovviamente "salvi" da questa catastrofe,si uniscano a te per questa MISSIONE..perchè questo è il termine giusto...FORZA RAGAZZI....