1. Abbonati gratuitamente al nostro canale Youtube, clicca qui.

    Chiudi
Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

É veramente necessario il gps?

Discussione in 'GPS e cartografia' iniziata da Raino, 17/7/18.

  1. bertofa

    bertofa Biker novus

    Registrato:
    12/9/13
    Messaggi:
    15
    Bike:
    Felt Virtue Nine 3; Giant Full-E+ 0SX Pro
    Mah... Io iniziai con Runtastic su iPhone. Ma quando un sentiero più scassato del solito mi fece volar via il cellulare dal suo supporto, mi decisi a passare a Garmin (modello Oregon).
    L'esperienza mi porta a sconsigliare l'uso di un cellulare, soprattutto se vuoi avere sempre sott'occhio la traccia che vuoi seguire (come è il mio caso: ma io faccio in genere giri nuovi complicati):
    • per il rischio di cadute e/o perdite del telefono
    • per il consumo di batteria (la power bank aiuta, ma non è la panacea: se il celliulare lo tieni al manubrio e non in tasca/nello zaino, ti ritrovi ad avere la power bank in tasca collegata al telefono (se il cavo è suffcientemente lungo) e non è bello... Oppure devi nastrartela sull'orizzontale...
    Il telefono serve per telefonare, per le emergenze, al limite per le foto; il Garmin (o chi per esso) a mostrarti la traccia da seguire e a registrare la tua.
     
    • Mi piace Mi piace x 2
  2. mafrez

    mafrez Biker popularis

    Registrato:
    2/6/16
    Messaggi:
    46
    Ciao, secondo me se hai appena iniziato puoi anche risparmiarti questa spesa e magari uscendo un poco alla volta te li impari. Puoi iniziare usando il cellulare e di app dove scaricarti le tracce e seguirle ne trovi diverse. Poi se ti appassioni e inizi a frequentare posti sempre diversi ti dico che il gps ti aiuta molto soprattutto per la durata della batteria che a differenza di un cellulare dura anche 10/12 ore. In conclusione secondo me se inizi ad uscire ai Castelli, ti scarichi una app (io ho Iphone e ho utilizzato per diverso tempo Maps 3D prima di acquistare un dispositivo gps cartografico) e per un po di tempo ti arrangi.
    Comunque io abito ai castelli e se vuoi possiamo anche fare qualche uscita insieme cosi ti faccio conoscere la zona.
     
    #42 mafrez, 24/7/18
    Ultima modifica: 24/7/18
  3. ant1606

    ant1606 Biker serius

    Registrato:
    16/12/14
    Messaggi:
    147
    Bike:
    Scott Scale Premium
    Pur considerando che potrebbe staccarsi dal supporto, per prendere confidenza con il "cruscotto" potresti provare un telefono pur con i noti problemi di scarsa durata della batteria e di possibile scarsa ricezione sotto il fogliame fitto.
    Da 10 anni uso un Garmin eTrex Vista HCx che non cambio finche' dura. Nel caso lo sostituirei con un Garmin eTrex 35.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  4. Raino

    Raino Biker novus

    Registrato:
    12/7/18
    Messaggi:
    32
    Bike:
    Bottecchia Tonale
    Grazie del consiglio e sopratutto dell'invito.........penso che al rientro delle ferie ti contatterò così mi mostri qualcosa!! Grazie ancora
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  5. andy_g

    andy_g Biker infernalis

    Registrato:
    27/4/06
    Messaggi:
    1.834
    Bike:
    Giant Trance
    No, prima del GPS a Roma c'era il sito di Paola e Gino:

    http://www.paolaegino.it/MTB/itinerari.htm

    Stampavi la scheda e seguivi passo passo le indicazioni, stando ben attento a non sbagliare un passaggio, altrimenti ti toccava tornare indietro.

    Però con il GPS è molto più semplice. Come puoi vedere ormai neanche loro usano più il sistema del roadbook e per gli ultimi itinerari mettono una descrizione generale e la traccia.
     
    #45 andy_g, 9/8/18 alle 16:41
    Ultima modifica: 9/8/18 alle 16:51
  6. Raino

    Raino Biker novus

    Registrato:
    12/7/18
    Messaggi:
    32
    Bike:
    Bottecchia Tonale
    al momento sto usando la versione pro di maps3d e mi sto trovando molto bene......appena posso pero passero ad un vero e proprio gps
     
  7. drmale

    drmale Biker tremendus

    Registrato:
    17/7/09
    Messaggi:
    1.158
    Bike:
    RMElement, RM Altitude, StbCubeAttain, GaryFisherProcaliber1991, BMWr65Scrambler
    Il GPS è un utile strumento in mani esperte, altrimenti è abbastanza inutile. La cosa invece più utile da fare per un neofita spinto dalla voglia di girare è cercare compagnia. Il forum è già un buono strumento, ma lo sono i negozi, i team, le associazioni, ecc. I biker sono esseri in genere molto sociali e sono sempre contenti di un nuovo adepto. Non preoccuparti di non essere al livello degli altri, perché tutti sono stati neofiti, però non ti infilare in un giro di 10 ore, con bici a spalla e passaggi in corda, e nemmeno agganciarti a un gruppo di XCer che fanno preparazione. Trova un gruppo di persone che mira al divertimento e aspetta tutti, vedrai che ti divertirai. Poi mano a mano che crescerai selezionerai i biker più affini alle tue caratteristiche e crescenti capacità.
     
  8. Dingo67

    Dingo67 Biker superis

    Registrato:
    22/11/15
    Messaggi:
    447
    Bike:
    Scott Spark 930
    Premesso che da quando giro in MTB (ormai 6 anni) ho sempre usato lo smatrphone per registrare i miei giri con Sports Tracker, Runtastic o Strava. Lo mettevo nel taschino e via.

    Queste app sono molto comode per la registrazione ma per seguire i le tracce lasciano molto a desiderare difatti dopo aver fatto alcuni tentativi con Runtastic ero quasi tentato di prendermi un Garmin, ma ho voluto dare una possibilità ad Orux che all'inizio anche a me sembrava troppo complicato.

    Beh, mi si è aperto un mondo..... dopo averlo studiato per bene ho iniziato ad usarlo per seguire le tracce che trovavo in rete o quelle che generavo io a tavolino con BaseCamp con estrema soddisfazione.

    Ma la rivelazione c'è stata caricando le OpenAndroMaps ed il tema Elevate, grazie alla grafica molto dettagliata di queste mappe ho iniziato ad usarlo in modalità esplorazione durante le mie uscite. Ero convinto di conoscere quasi tutti i sentieri praticabili in bici dalle mie parti (Tra la Brianza di Montevecchia attraverso l'Adda ed il Brembo fino a Bergamo e giù nella pianura verso Lodi) ed invece ne conoscevo solo una minima parte, questo ha creato in me nuovi stimoli visto che ormai cominciava a crescere la noia legata alla monotonia dei soliti giri, ed ora ogni uscita parto con la voglia di andare a scoprire qualche nuovo track.
     
Sto caricando...

Condividi questa Pagina