1. Traccia, mappa e info nella descrizione del video. Abbonati gratuitamente al nostro canale Trailguide, clicca qui.

    Chiudi

[3D ufficiale] Colli Euganei volume 3

Discussione in 'Veneto' iniziata da The Voice, 26/1/15.

  1. frenco

    frenco Biker urlandum

    Registrato:
    21/11/16
    Messaggi:
    513
    Siamo saliti dall'unico sentiero segnato su openstreetmaps che vedi qui sotto, quello che praticamente sale dritto dal venda, la pendenza è costante ed elevata, devi slalomare tra i rami bassi che ti graffiano viso e braccia, il fondo è spesso irregolare con mucchi di foglie o solchi da pioggia o pietrisco, è simile a quella che diretta sale sul rusta dal fasolo, ma più lunga e meno riconoscibile essendo credo molto meno percorsa.
    Diciamo che se invece di 95kg fossi 80kg e avessi 20 anni di meno e gomme con buon grip e fosse stato meno caldo forse sarei riuscito a farla più o meno tutta senza scendere dalla bici, invece abbiamo fatto dei tratti a piedi, che comunque in discesa sono divertenti.
    Però onestamente molti bikers che abitualmente mi sorpassano volando in salita la possono fare senza alcuna difficoltà, il problema sono io.
    Ma resta comunque una salita e una cima senza soddisfazioni visuali.

    [​IMG]
     
  2. frenco

    frenco Biker urlandum

    Registrato:
    21/11/16
    Messaggi:
    513
    qui si capisce meglio, purtroppo dal pc non visualizzo le altimetrie mentre sul cell sì, così ho dovuto fare uno screenshot:

    [​IMG]
     
  3. Pedalopedalo

    Pedalopedalo Biker serius

    Registrato:
    4/10/15
    Messaggi:
    169
    Posso rispondere io visto che siamo saliti insieme.
    Il percorso non credo venga fatto da ciclisti, da come si presentava il percorso direi che li non ci passano ciclisti da parecchio tempo. Siamo partiti dal Venda vicino alla sorgente delle Volpi e siamo andati su andando a sinistra del bivio, lasciando a destra il giro classico attorno al monte, fatto poi quando siamo scesi.

    Ho visto poi che Frenco aveva già risposto
     
  4. GioPD

    GioPD Biker serius

    Registrato:
    19/9/12
    Messaggi:
    144
    Secondo me se sei solo, se non conosci i colli e i sentieri, minimo minimo un'app sul cellulare con scaricate offline mappe OSM dei colli, e giri attivando il gps (meglio ancora com un battery pack di scorta), sarebbe meglio poi studiarsi il percorso prima di partire, salvarselo o stamparlo.
    Difficile rispondere senza sapere quanta strada fai, dislivello, da dove parti.... comunque zona nord di semplice direi (partendo da Bresseo):
    - via Pastorie (molto bella, all'ombra)
    - salita a Teolo per via Fonda (breve ma con tratti ripidi, sempre pedalabile)
    - calti Pendice fino a Castelnuovo (una cementata con qualche breve rampetta bella tosta)
    - da qui puoi girare attorno le Forche del Diavolo, magari passndo per le cascate Schivanoia
    - poi risali a Castelnuovo e scendi per Settimo Cielo (c'è solo un 100 metri un po' più scassato che magari fai a piedi)
    - e scendi per le Terre Bianche fino alla trattoria da Iseo (qui forse solo gli ultimi metri sono ripidi e scavati, non ci passo da anni)
    - e sei a Treponti/Bresseo.
     
  5. GamerBF

    GamerBF Biker popularis

    Registrato:
    15/4/17
    Messaggi:
    80
    Bike:
    bottecchia
    Metterei la macchina a torreglia o al massimo a monselice, abito dalla parte del mare
     
  6. frenco

    frenco Biker urlandum

    Registrato:
    21/11/16
    Messaggi:
    513
    Però diciamo pure che i colli sono relativamente piccoli e anche perdendosi si ritrova facilmente la via alla fine del nuovo sentiero, io non uso il GPS, semmai mi guardo i percorsi sulle mappe prima di partire, ogni tanto provo pure strade nuove, diciamo che l'unico vero "rischio" è di trovarsi su un sentiero troppo difficile e dover quindi scendere a piedi e spingere la bici o tornare indietro.
    Sulle mappe open source i sentieri sono segnati e -mi dicono- su alcune anche il grado di difficoltà.
    Però dopo i giri "nuovi" mi riguardo il percorso che il telefono ha memorizzato, così per migliorare la mia conoscenza del territorio.
     
  7. TheBus

    TheBus Biker tremendus

    Registrato:
    5/1/04
    Messaggi:
    1.036

    La salita del vendevolo è dura e arrivati in cima il sentiero prosegue su un single track pietroso scavato e difficile per sbucare sull'anello del vendevolo (quello che avete fatto dopo) circa dove finisce la parte in discesa e inizia il pezzetto sali/scendi (sulla mappa circa dove è scritto 300m)
     
  8. frenco

    frenco Biker urlandum

    Registrato:
    21/11/16
    Messaggi:
    513
    Grazie, nell'improbabile caso che decida di fare di nuovo il Vendevolo, questa discesa lato ovest è più o meno difficile di quella lato est che ho evidenziato?
     
  9. TheBus

    TheBus Biker tremendus

    Registrato:
    5/1/04
    Messaggi:
    1.036
    tu sei salito e sceso dal lato est giusto? d'inverno era tutta ciclabile come salita e abbastanza aperta, molto difficile per pendenza e sassi smossi (parte fatta a piedi), la discesa dall'altra parte è un single track stretto ripido con tanto pietrisco smosso e alcuni passaggi su un canaletto per arrivare poi a sbucare sulla tagliafuoco del vendevolo.
     
  10. frenco

    frenco Biker urlandum

    Registrato:
    21/11/16
    Messaggi:
    513
    esatto, salito e sceso lato est come da traccia pubblicata, mi chiedevo appunto se provare a scendere lato ovest o lasciar perdere... magari d'inverno frasche e rami dan meno fastidio... ma non vorrei nemmeno farmi male....
     

Condividi questa Pagina