Attenzione: Per i biker zona livorno

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.263
3.489
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Sono venuto a conoscenza che il Corpo Forestale dello Stato ha scoperto, all' interno della Riserva Naturale Statale di Calafuria, di lavori abusivi nel bosco consistenti nel taglio di piante ed arbusti e piccoli sbancamenti, per la realizzazione di sentieri exnovo con sponde e saltini; il tutto "illustrato" da cartelli che invitavano a collaborare e che riportavano il link a mtb-forum.it. Il materiale e gli attrezzi rinvenuti sono stati rimossi dal CFS ed i legittimi proprietari possono contattarmi per sapere come tornarne in possesso.

Mi è sembrato di capire che il Corpo Forestale dello Stato voglia concedere il beneficio del dubbio ed informare prima ancora che reprimere. Credo che sia nell' interesse di tutti, ed in particolare dei biker della zona livornese, comprendere che attività di questo tipo in un'area di riserva naturale statale non sono legittime e che si rischiano denunce penali.

Aggiungo che trovo abbastanza poco corretto coinvolgere pubblicamente il Forum in queste attività, anche se sono sicuro che si è trattato di un'azione in buona fede.
 

 

ViperLI

Biker popularis
Feedback: 7 / 0 / 0
3/4/08
74
2
Livorno
Ho trovato il percorso incriminato lo scorso w.e resto allibito.

Una passerella, e un paio di mucchi di terra appogggiati ad alberi caduti, in una distanza lineare di 50 min, una zona impervia mi sembra assolutamente fuori luogo, definirle strutture abusive.

Personalmente, credo che sarebbe meglio che il " Corpo Forestale dello Stato" si occupasse di bene altro, ben piu grave che vediamo tutti nelle nostre colline livornesi.

Esempi?
Iniziando dal gruppone di enduristi che distruggono sentieri , cacciatori tirano su capanni ovunque, seminando piombo e plastica delle cartucce ovunque, che arrivano alle poste con fuoristrada.
Discariche di mobilio, tipo quello vici no alla via fattora ecc ecc.
Abusi edilizi veri e propri in fondi agricoli trasformati in case delle vacanze.
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.263
3.489
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Una passerella, e un paio di mucchi di terra appogggiati ad alberi caduti, in una distanza lineare di 50 min, una zona impervia mi sembra assolutamente fuori luogo, definirle strutture abusive.
Vediamo di non fare i finti tonti, il problema non sono le strutture ma i lavori che se si fossero limitati alla ripulitura di rami spogenti o al taglio di rovi non avrebbero certo rappresentato problemi. Invece in questo caso sono stati tagliati alberelli e cespugli, creando un sentiero exnovo all' interno di una riserva naturale statale.

Personalmente, credo che sarebbe meglio che il " Corpo Forestale dello Stato" si occupasse di bene altro, ben piu grave che vediamo tutti nelle nostre colline livornesi.
Il Corpo Forestale dello Stato (senza virgolette) ha verificato un abuso (che si potrebbe configurare come un reato) e anzichè stangare chi lo stava portando avanti con multe e denunce penali, ha cercato di avvertire che così non va bene. A me sembra un'azione animata da una buona dose di buonsenso, molto più di quello che dimostra chi ricorre al "benaltrismo" per giustificare i propri comodi.

Senza contare che non è accettabile che venga coinvolta un'intera comunità in un'attività che, ci piaccia o no, non è legale.

Se volete fare quello che vi pare fatelo, ma almeno fate attenzione a dove lo fate. E possibilmente senza fare le vittime se vi chiedono gentilmente di non farlo più.
 

giako68

Biker urlandum
Feedback: 0 / 0 / 0
9/1/06
521
0
51
Colognole - Livorno
Ho trovato il percorso incriminato lo scorso w.e resto allibito.

Una passerella, e un paio di mucchi di terra appogggiati ad alberi caduti, in una distanza lineare di 50 min, una zona impervia mi sembra assolutamente fuori luogo, definirle strutture abusive.

Personalmente, credo che sarebbe meglio che il " Corpo Forestale dello Stato" si occupasse di bene altro, ben piu grave che vediamo tutti nelle nostre colline livornesi.

Esempi?
Iniziando dal gruppone di enduristi che distruggono sentieri , cacciatori tirano su capanni ovunque, seminando piombo e plastica delle cartucce ovunque, che arrivano alle poste con fuoristrada.
Discariche di mobilio, tipo quello vici no alla via fattora ecc ecc.
Abusi edilizi veri e propri in fondi agricoli trasformati in case delle vacanze.
Esatto. Personalmente non amo i sentieri attrezzati, anzi, ma la forestale farebbe bene a concentrarsi anche su chi "storicamente" compie scempi di ogni tipo nelle nostre colline.

Se vogliono posso portarli a visitare almeno una decina di luoghi dove giornalmente (sic) i soliti noti scaricano quintali (sic) di pane secco, spesso neppure togliendo la plastica. Sappiamo tutti chi sono quelli che fanno queste e molte altre cose (anche più gravi) ma chi di dovere non interviene.

Degli enduristi e dei fuoristradisti a quattro ruote neppure ne parlo, ormai é diventata una barzelletta: ogni sabato mattina, puntualissimi verso le 9, passano vicino a casa mia in gruppo, dal solito sentiero, senza targa, a rottadiollo, poi vanno su strada: mai nessuno che li fermi. Strade devastate, sentieri affossati, animali investiti, rumore... Forse cose un pochino più gravi dei drop fatti dai biker, no?

E dei pallini da caccia che mi arrivano fino alle finestre di casa e del rumore degli spari alle 7 di mattina che subiamo in periodo di caccia, questo alla Forestale dovrebbe interessare, no?

Poi ci sono i maremmani sciolti del Poggio Pelato, che da anni imperversano nella zona e che prima o poi azzannano qualcuno. Dopo essere stato rincorso tre volte e dopo aver avvisato personalmente la Forestale di Rosignano e di Livorno, l'altro giorno erano sempre al solito posto e io me ne sono tornato indietro.

Sul coinvolgimento di mtb-forum e sull'atteggiamento della Forestale verso chi ha compiuto l'abuso ha ragione Sembola, che ha fatto bene ad avvertire subito.

Per il resto... così va il mondo. :arrabbiat:
 

marzia

Modera_i_tour?
Feedback: 0 / 0 / 0
24/6/03
4.209
1
43
sondrio
Esatto. Personalmente non amo i sentieri attrezzati, anzi, ma la forestale farebbe bene a concentrarsi anche su chi "storicamente" compie scempi di ogni tipo nelle nostre colline.

Se vogliono posso portarli a visitare almeno una decina di luoghi dove giornalmente (sic) i soliti noti scaricano quintali (sic) di pane secco, spesso neppure togliendo la plastica. Sappiamo tutti chi sono quelli che fanno queste e molte altre cose (anche più gravi) ma chi di dovere non interviene.

Degli enduristi e dei fuoristradisti a quattro ruote neppure ne parlo, ormai é diventata una barzelletta: ogni sabato mattina, puntualissimi verso le 9, passano vicino a casa mia in gruppo, dal solito sentiero, senza targa, a rottadiollo, poi vanno su strada: mai nessuno che li fermi. Strade devastate, sentieri affossati, animali investiti, rumore... Forse cose un pochino più gravi dei drop fatti dai biker, no?

E dei pallini da caccia che mi arrivano fino alle finestre di casa e del rumore degli spari alle 7 di mattina che subiamo in periodo di caccia, questo alla Forestale dovrebbe interessare, no?

Poi ci sono i maremmani sciolti del Poggio Pelato, che da anni imperversano nella zona e che prima o poi azzannano qualcuno. Dopo essere stato rincorso tre volte e dopo aver avvisato personalmente la Forestale di Rosignano e di Livorno, l'altro giorno erano sempre al solito posto e io me ne sono tornato indietro.

Vabbè, così va il mondo. :arrabbiat:
è la solita storia: piuttosto che ammettere le proprie colpe si va a vedere chi altro la fa più grossa.

stare nella legalità permetterebbe di parlare a ragion veduta, altrimenti forse non è il caso di giudicare nessuno.
ciao
 

[email protected]

Biker superioris
Feedback: 0 / 0 / 0
Sono assolutamente certo che i ragazzi (perchè di una ragazzata si tratta) che hanno provocato questo incidente, l'hanno fatto in buona fede.
Specialmente il coinvolgimento del Forum deve essere letto come una manifestazione di superficialità, vorrei dire di ingenuità: infervorati nell'operazione, con l'entusiasmo di chi crea con le proprie mani una cosa estremamente divertente, non ne hanno valutato a pieno le implicazioni.
Hanno, probabilmente, cercato solo un modo per instaurare dei contatti con altri possibili sostenitori della loro attività.
Torniamo alle opere incriminate: io stesso, ed il mio gruppo, non amiamo le difficoltà "artificiali", e qualche tempo addietro era nata con questi ragazzi una discussione molto civile proprio su questo argomento, al termine della quale mi ero detto disponibile ad andare anche a dargli una mano nella pulitura di qualche sentiero.
In definitiva è innegabile che hanno un po' esagerato, ma le esternazioni di "benaltrismo", a mio parere, possono essere lette nell'ottica di un ridimensionamento dell'accaduto.
Infatti mi risulta che quel percorso esistesse già, anche se i lavori eseguiti sono sicuramente troppo "invasivi".
Una ramanzina aiuterà questi ragazzi a comportarsi con più accortezza e rispetto, ma spero che non gli faccia perdere l'entusiasmo.:il-saggi:
 

ViperLI

Biker popularis
Feedback: 7 / 0 / 0
3/4/08
74
2
Livorno
Vediamo di non fare i finti tonti, il problema non sono le strutture ma i lavori che se si fossero limitati alla ripulitura di rami spogenti o al taglio di rovi non avrebbero certo rappresentato problemi. Invece in questo caso sono stati tagliati alberelli e cespugli, creando un sentiero exnovo all' interno di una riserva naturale statale.
Non è questione di fare i finti tonti ,ma mi sembra che si sia un po esagerato, nella descrizone dei lavori fatti.
Ti ripeto essendoci stato lo scorso w.e non mi sembravano lavori così invasivi poi mi sbaglierò.
Il sentiero mi sembra che era preesistente, poi se nasceva da un altro abuso rimasto impunito questo non lo so

Il Corpo Forestale dello Stato (senza virgolette) ha verificato un abuso (che si potrebbe configurare come un reato) e anzichè stangare chi lo stava portando avanti con multe e denunce penali, ha cercato di avvertire che così non va bene. A me sembra un'azione animata da una buona dose di buonsenso, molto più di quello che dimostra chi ricorre al "benaltrismo" per giustificare i propri comodi
Ringraziali da parte mia di quanto sono stati comprensivi, ma già che ci sei suggeriscili anche altre azioni da fare, come ho menzionato nel mio messaggio precedente.
Sono d'accordissimo sul fatto che ogni abuso debba venir represso, però qua si prende sempre i ladri di polli quando tutti intorno fanno le rapine.

Senza contare che non è accettabile che venga coinvolta un'intera comunità in un'attività che, ci piaccia o no, non è legale.
Sicuramente hanno sbagliato, ma potevano esser redarguiti prima, essendo tu il moderatore del forum toscana, potevi magari avvertirli e metterli in guardia su cosa stavano facendo, visto che la loro attività era ben sotto gli occhi di tutto il forum proprio con un argomento aperto con tanto di filmati.

Se volete fare quello che vi pare fatelo, ma almeno fate attenzione a dove lo fate. E possibilmente senza fare le vittime se vi chiedono gentilmente di non farlo più
Dai il soggetto a questa frase, mi sbaglierò ,ma sembra che ti stai rivolgendo a me e se è così sbagli, io non li conosco neanche.
 

mago68

Biker urlandum
Feedback: 0 / 0 / 0
Poi ci sono i maremmani sciolti del Poggio Pelato, che da anni imperversano nella zona e che prima o poi azzannano qualcuno. Dopo essere stato rincorso tre volte e dopo aver avvisato personalmente la Forestale di Rosignano e di Livorno, l'altro giorno erano sempre al solito posto e io me ne sono tornato indietro.

premesso che non è giusto aprire nuovi sentieri in zone peraltro già ricche di tracciati e che non si devono tagliare piante ma eventualmente solo potarle per riaprire sentieri preesistenti, denuncio anche io la totale indifferenza degli addetti al controllo al problema dei maremmani dei pastori che negano a tutti il diritto di frequentare tranquillamente la zona del Pelato. Sono molti anni che va avanti questa storia, una vergogna.
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.263
3.489
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Non è questione di fare i finti tonti ,ma mi sembra che si sia un po esagerato, nella descrizone dei lavori fatti.
Ti ripeto essendoci stato lo scorso w.e non mi sembravano lavori così invasivi poi mi sbaglierò.
Il sentiero mi sembra che era preesistente, poi se nasceva da un altro abuso rimasto impunito questo non lo so
Se sia il sentiero che hai fatto tu od un altro non lo so, visto che io non ci sono stato. Invasivi o no, resta il fatto che a quanto ha riferito il CFS si tratta di interventi non consentiti. Certo se fossero stati fatti,
che so, alle Vallicelle e non in una riserva forse sarebbero passati inosservati ed impuniti. Purtroppo non è andata così.

Ringraziali da parte mia di quanto sono stati comprensivi, ma già che ci sei suggeriscili anche altre azioni da fare, come ho menzionato nel mio messaggio precedente.
Sono d'accordissimo sul fatto che ogni abuso debba venir represso, però qua si prende sempre i ladri di polli quando tutti intorno fanno le rapine.
Peccato che anche i motociclisti, i padroni di cani sciolti, i gettatori di rifiuti abusivi siano tutti convinti di essere dei "ladri di polli" ingiustamente perseguitati... In Italia chiunque, dall'inquinatore al pedofilo, si sente sempre un capro espiatorio.
E' chiaro che la vicenda in questione è un errore veniale, frutto dell' inesperienza e della buona fede, ma non è corretto neppure minimizzare sempre le malefatte della "nostra" parte dicendo sempre "che c'è di peggio".

Sicuramente hanno sbagliato, ma potevano esser redarguiti prima, essendo tu il moderatore del forum toscana, potevi magari avvertirli e metterli in guardia su cosa stavano facendo, visto che la loro attività era ben sotto gli occhi di tutto il forum proprio con un argomento aperto con tanto di filmati.
Secondo te io posso avere il tempo per leggere tutte le centinaia di post che vengono scritti tutti i giorni? Oppure che abbia superpoteri per capire dove è stato girato un filmato e se la zona è sottoposta a qualche vincolo? :nunsacci: E comunque nel topic (che poi mi sono letto) c'è stato subito chi ha invitato esplicitamente a "rispettare il bosco".


Daiil soggetto a questa frase, mi sbaglierò ,ma sembra che ti stai rivolgendo a me e se è così sbagli, io non li conosco neanche.
E' un "voi" generico, non riferito a te. Leggilo come un "chi vuol fare quello che vuole etc.".... Nisi caste, tamen caute


In ogni caso il topic ha raggiunto chi doveva raggiungere, che contatterà il Corpo Forestale dello Stato per ottenere le spiegazioni del caso.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.