Batterie

pixel

Biker immensus
27/4/03
8.340
2
brianza
www.miniraduno.it
Più o meno tutti le usiamo anche se magari non proprio legate in modo stretto alla bici.
Ho preso l'altro giorno 8 batterie classe AAA (ministylo) ricaribili. Nel negozio mi hanno dato inizialmente delle duracell molto costose poi, vedendole, ho chiesto: "perché non mi dice nulla sulle carica 500 Beghelli?" Al che il commesso mi ha risposto che quelle batterie costano così poco perché si possono caricare SOLO col caricatore DEDICATO della Beghelli e che ogni altro non va bene, inoltre il caricatore Beghelli non carica batterie di altre marche... La cosa mi sembra strana però ho deicso di prenderla per vera comunque.
A quel punto ho chiesto al commesso quanto costassero 8 AAA carica 500 + caricabatterie dedicato e 8 AAA ricaricabili dell'altra marca: facendo i dovuti conti è saltato fuori che nonostante dovessi comprare anche il caricabatterie finivo con lo spendere circa 10 € in meno prendendo le Beghelli.

Ora mi chiedo: perché hanno fatto tutta quella pubblicità ma nei negozi si vedono raramente e quando ci sono non te le propongono? Perché quando cerchi delle batterie ricaricabili devi sempre sbatterti il doppio? Io sto cambiando gradualmente, da anni, tutte le vecchie batterie con nuove ricaricabili (prima usavo quelle standard d'ora in poi userò le Beghelli che costano meno) e voi cosa fate?
 

 

gattonero

Princeps Mechanicorum
11/8/03
9.891
0
45
London, Nxxxx
myspace.com
...non sono un elettrotecnico, ma da quel che so la totalità delle batterie tipo stilo, ministilo, transistor, mezza torcia, etc; per uso comune non hanno nessun problema, a patto di rispettare il voltaggio e la tensione di carica.
Non credo proprio che queste batterie siano così speciali, diciamo che il commesso non è stato tanto tanto corretto... :?

Ah, dai uno sguardo ai valori di capacità e voltaggio delle batterie Beghelli e di quelle "normali" (duracell, etc) ma sempre ricaricabili; e confronta anche il voltaggio e l'amperaggio dei caricatori.
Cosa scommetti che non sono molto diversi??? ;-)

La prossima volta vai in un negozio di articoli elettronici, di quelli seri dove i commessi sono competenti e ti consigliano al meglio! (tipo Gbc, RS etc)
 

pixel

Biker immensus
27/4/03
8.340
2
brianza
www.miniraduno.it
gattonero ha scritto:
...non sono un elettrotecnico, ma da quel che so la totalità delle batterie tipo stilo, ministilo, transistor, mezza torcia, etc; per uso comune non hanno nessun problema, a patto di rispettare il voltaggio e la tensione di carica.
Non credo proprio che queste batterie siano così speciali, diciamo che il commesso non è stato tanto tanto corretto... :?
Sulle istruzioni delle batterie dicono di usare il caricatore della loro marca... Non mi va di rischiare un caricatore o delle batterie per la prova...
 

gattonero

Princeps Mechanicorum
11/8/03
9.891
0
45
London, Nxxxx
myspace.com
pixel ha scritto:
gattonero ha scritto:
...non sono un elettrotecnico, ma da quel che so la totalità delle batterie tipo stilo, ministilo, transistor, mezza torcia, etc; per uso comune non hanno nessun problema, a patto di rispettare il voltaggio e la tensione di carica.
Non credo proprio che queste batterie siano così speciali, diciamo che il commesso non è stato tanto tanto corretto... :?
Sulle istruzioni delle batterie dicono di usare il caricatore della loro marca... Non mi va di rischiare un caricatore o delle batterie per la prova...
Non si rischia proprio nulla!
Il caricatore sta lì, a meno di metterlo in corto :smile:
Le batterie, se hanno bisogno di un caricatore di voltaggio o amperaggio inferiore allora sì c'è il problema (anche se basta andare al negozio specializzato e di trafi te ne tirano in testa...!) perchè le batterie potrebbero "bruciarsi" la capacità di carica (in pratica vanno in sovraccarica e si scaricano velocemente). Se i valori richiesti sono superiori invece va bene uno comune, dovrai solo lasciarle di più in carica.
 

monorotula

Moderatur
Moderatur
13/11/03
25.232
291
53
Collegno (TO)
www.mtbcucuzzoli.it
Le batteri ricaricabili (tipo stilo, ministilo, etc. a 1.2v) hanno tutte la stessa tensione di ricarica, la corrente determina il tempo di ricarica, mentre è proprio il tempo di ricarica che determina il pericolo di sovraccarica e surriscaldamento della pila. Questo vale anche se vi raccontano che la corrente residua a pila carica è irrilevante. Infatti i caricabatterie decenti si spengono quando la pila raggiunge un dato voltaggio, mentre quelli da 4 soldi dovete spegnerli voi al momento giusto. Detto questo non saprei dir nulla su queste pile beghelli che, misteriosamente, promettono di essere vendute già cariche, e non so come facciano, visto che il tasso di scarica delle pile nimh è elevato.
 

Discussioni simili

  • Bloccata
Risposte
2
Visite
254
Risposte
28
Visite
7K
williamwallace
W
Risposte
9
Visite
2K
windmillking
W