1. Abbonati al nostro canale Youtube, clicca qui.

    Chiudi
Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Che cos'è il freeride?

Discussione in 'La Pecora sclera' iniziata da Ser pecora, 20/9/10.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. Ser pecora

    Ser pecora Diretur Heiliger Geist
    Membro dello Staff

    Registrato:
    16/6/03
    Messaggi:
    11.528
    I like smoke and lightning
    Heavy metal thunder
    Racin' with the wind
    And the feelin' that I'm under


    ...cantavano gli Steppenwolf nel 1968 nella canzone Born to be Wild.
    Con queste parole pare essere apparso per la prima volta il termine "Heavy Metal" in contesto rock. Rock duro come quello di questa canzone (almeno per l'epoca).
    Da allora probabilmente ci sono state miliardi di discussioni su cosa fosse o non fosse "heavy metal" e su chi fosse o non fosse un vero "metallaro". Unica cosa che ha sempre messo d'accordo tutti, dai fan dei Manowar col perizoma di peluche a quelli del black metal che si rincorrevano per i boschi vestiti col trucco da Pulcinella: l'odio per i discotecari (e tanti altri generi).

    Pochi anni dopo, nel 1972, fa l'apparizione un altro termine che seguirà la stessa parabola. Ad opera dell'Edgar Winter Group, con il ritornello della canzone Freeride:

    The mountain is high, the valley is low
    And you’re confused ’bout which way to go
    So I flew here to give you a hand
    And lead you into the promised land So, come on and take a free ride (free ride)
    Come on and take it by my side
    Come on and take a free ride


    Da allora il "movimento" Freeride ha cominciato la propria esistenza travagliata. Perlopiù in montagna grazie agli snowboarder, e poi per estensione agli amanti della mountainbike.
    Anche in questo campo le discussioni sono state costanti, infinite e tendenzialmente inconcludenti.
    Praticamante chiunque ha rivendicato di essere un "freerider". Nello stesso stile dei metallari. Anche qui con un nemico in comune (in ambito ciclistico) a mettere tutti d'accordo: il bitumaro. Che sarebbe colui che va in bici da corsa su strade bitumate (e si depila, si dopa, non saluta, etc...)

    In realtà anche tra i bitumari c'è un ampio spettro di vedute. E tutto sommato pure un "tourer" (quei tipi con la barba lunga e la bici coperta di borsoni che girano tutto il mondo) ed i "randonneurs" (dei tipi cha hanno abbracciato l'usanza francese di mandarsi in decubito il deretano coprendo distanze siderali in tappe monodose) potrebbero vantarsi di essere un pochino "freeriders". E forse non a torto visto che assomigliano più loro al compianto Dennis Hopper di Easy Rider che non le tartarughe ninja da bikepark.

    In ogni caso è inutile sprecare tempo pensando a cosa o chi sia più freeride dell'altro. Men che mai cosa sia questo inafferabile concetto astratto.

    Questi due esempi mi sono venuti in mente a pretesto.
    Mi pare infatti che molte di queste discussioni, se non la maggior parte di quelle per cui la gente si fa venire il sangue amaro nei forum dipendano fondamentalmente dalla certezza della propria identità e dall'ignoranza (nel senso lato di ignorare) di quella egli altri.

    Alzi la mano chi non si è mai detto guardando le foto o i video nei forum "ma quella non è mountainbike". O "che palle, io quella roba non la farei mai".
    Io la alzo, perchè me lo sono detto molte volte.
    Pero' poi c'è una vocina pedante che mi ha sempre detto: "ma tu quelle cose le hai mai fatte?"
    E pure questa volta non ho potuto non rispondere di no.
    Un sacco di volte ho criticato cose che non ho mai fatto e soprattutto che non conosco bene o che non conosco proprio.
    E questo tendenzialmente non (mi) porta da nessuna parte.

    A volte mi sono detto: "ma porca ****, perchè lo sheriffo Muldox fa solo percorsi sadomasochistici in cui il tempo di percorrenza spesso è più lungo che a piedi?"
    Altre volte mi sono detto: "ma perchè sti'tizi si ostinano a dire che con "la front ci fai tutto" quando secondo me è una panzana?
    Altre volte ancora mi sono detto: "la bicicletta è fatta per pedalare e far fatica, non per buttarsi giù per pendii tanto per divertirsi a cui si è arrivati in cima senza fatica". Da sempre il ciclismo è salita. A parte Fiorenzo Magni nessuno è mai diventato un ciclista famoso per le proprie abilità discesistiche.

    Beh, col tempo, tradito da una curiosità infida, ho potuto constatare che o avevo torto o parlavo per ignoranza.

    Lo sheriffo Muldox non è (solamente) sadomaso, ma fa i sentieri che gli stanno attorno a casa. E vivendo in un paese dove devono mettere un sacchetto sotto al culo delle galline per non trovare ogni mattina un'omelette a valle chiaramente si è specializzato in (o si è fatto piacere) quel che il territorio gli consente.
    Idem per i tizi con la front che magari abitano nella pianura più sparata o hanno montagne vere a molti km di macchina: chiaro che per i percorsi che fanno abitualmente con la front si puo' ragionevolmente fare tutto. O cmq con altri mezzi lo si potrebbe fare forse meglio, ma non senza un contrappasso che elimina il "meglio" generale.
    E seppur con ritrosia, alla fine ho potuto constatare sulle mie stanche ossa che anche andare solo in discesa non è questione di pochi neuroni e atteggiamenti, ma è realmente faticoso.
    I grafici del cardiofrequenzimetro sono la prova provata del mio experimentum crucis (senza contare mani doloranti, lividi all'interno delle gambe e la schiena che ti si accartoccia come dopo 3h di equitazione).

    Chiaramente non si puo' provare e conoscere tutto (provarci pero' è meglio che no secondo me. Proprio per il fatto che si sa che non ci si riuscirà mai. Come tutte le cose faticose che non servono a niente danno disciplina).
    L'importante pero' è sapere che non si sa (so che qualche tizio barbuto e famoso l'ha già detto, ma non mi ricordo il nome).

    Cosa che purtroppo ci si dimentica spesso. E cosi' si tende a sottovalutare quello che fanno gli altri, e peggio ancora a generalizzare "gli altri".
    Dimenticandosi che gli altri sono individui e non una setta che ci vuole male.
    Anche se si vestono più o meno uguali o fanno le stesse cose che fanno gli altri.
    In fondo anche noi ci vestiamo e facciamo le stesse cose di altri (la statistica fregherà sempre anche i più anticonformisti) e probabilmente starebbe sulle palle a tutti essere identificati come facente parte di una setta o di una moda: "ma si, è uno di quegli sfigati con la barba che si vestono sempre di marrone e/o verde e/o blu che fa un po' di allmountain e di bicidacorsa e che scrive cazzate su un forum marrone". :-(

    Nonostante io sia moderatamente paranoico non credo che tutti "gli altri" (o peggio "loro") ce l'abbiano con me.
    Naturalmente il fatto che io sia moderatamente paranoico non esclude che qualcuno ce l'abbia veramente con me (anzi :smile:), ma già il fatto di non ragionare generalizzando penso sia una cosa positiva. Perlomeno cosi' asserisce il mio psicologo. Ma ne sono convinto anche io: meglio che ce l'abbia con me solo lo sheriffo Muldox piuttosto che tutti i crosscountristy no? (la statistica a volte frega a volte conforta) :spetteguless:

    Quindi, per chi ha avuto la pazienza di leggere fin qui, posso proporre una strategia che potrebbe rendere l'uso di questo forum più proficua:
    cercare di conoscere o fare quello che non conosco o non ho mai fatto prima di criticarlo o rifiutarlo.

    Poi, per carità, una volta conosciuto o fatto si potrà criticarlo senza pietà e litigarci.
    Io sono figlio unico, ma mi pare che tra fratelli si faccia cosi' :-)

    www.youtube.com/watch?v=CWpND8GhBuU
     
    • Mi piace Mi piace x 11
  2. maurizio62

    maurizio62 Biker tremendus

    Registrato:
    18/5/08
    Messaggi:
    1.252
    Devo ancora leggere tutto ma voglio essere il primo a rispondere: MITICO SER!!!!!
    (tanto già so.....)

    Ora ho letto e confermo: mitico Ser, spero che il tuo ragionamento porti un raggio di sole nelle menti un pò annebbiate di alcune persone, non posso che concordare con te.....
    :prost:
    p.s. anche a me capita di sentirmi parte di un'élite quando incontro biciclisti "diversi", però è utile ricordare che ognuno di noi segue una propria passione e che in fondo non siamo così differenti, la cosa importante è avere il giusto rispetto.....in fondo il mondo è bello perchè vario
     
  3. samuelgol

    samuelgol Redazione

    Registrato:
    17/7/07
    Messaggi:
    15.813
    Quella del sacchetto sotto al culo delle galline è una perla :-)

    Anche io penso che il ciclismo è far fatica, arrivar lassù vedere quel che si è conquistato e poi recuperate le energie buttarsi giù.

    Ma il messaggio del 3d è cristallino: "cercare di conoscere o fare quello che non conosco o non ho mai fatto prima di criticarlo o rifiutarlo"

    .....ho sempre cercato di farlo, a volte me ne sono dimenticato e magari non l'ho fatto...sarà giusto rifletterci. :medita:
     
  4. Astroluca

    Astroluca Biker velocissimus

    Registrato:
    13/10/05
    Messaggi:
    2.452
    Un discorso molto saggio! Bravo Ser :celopiùg:

    La famosa frase "Io so di non sapere" è di Socrate :spetteguless:
     
  5. maurizio62

    maurizio62 Biker tremendus

    Registrato:
    18/5/08
    Messaggi:
    1.252
    Leggendo le tue novelle direi moooolto più SADO.....:soffriba:
     
  6. pipe100

    pipe100 Biker serius

    Registrato:
    7/3/10
    Messaggi:
    222
    Concordo anch'io .Il messaggio di questa sera mi fa riflettere, molte volte mi sono rifiutato di "provare" (mie paure o pregiudizzi infondati) e poi permettermi di giudicare senza appunto conoscere realmente quello di cui stavo parlando :oops::oops: , Ho apprezzato certi aspetti e disprezzato altri a priori . D'ora in poi cercherò ,prima di esprimere un parere, di far entrare la vocina appunto del "ma tu hai già provato?":medita:

    Grande ser! Anche questa sera una perla in assoluto!
     
  7. grorge

    grorge Biker popularis

    Registrato:
    15/3/10
    Messaggi:
    46
    :cucù: :smile: x me che mi definisco un free rider.....(ma non amo lo dicano gli altri) le etichette non fanno x me.......:celopiùg:


    bella canzone e bella sclerata....mi ci rivedo nei giudizi,.....xè quello che faccio\penso\dico IO è la cosa giusta.......ahahahaha forse dovrei dire è la cosa giusta X ME.....bella bella
     
  8. michael_89

    michael_89 Biker superioris

    Registrato:
    28/8/09
    Messaggi:
    933
    :arrabbiat: .......
     
  9. marco

    marco Diretur
    Diretur

    Registrato:
    29/10/02
    Messaggi:
    33.864
    Bike:
    Diverse
    Il freeride non esiste :il-saggi:
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  10. Avoid

    Avoid Biker popularis

    Registrato:
    2/6/08
    Messaggi:
    51
    questo è IL forum marrone!
     
  11. Marco il Pazzo

    Marco il Pazzo Biker paradisiacus

    Registrato:
    12/5/06
    Messaggi:
    6.917
    @Ser: Tutti i tuoi poemi sono curiosi e interessanti ma, a mio modesto parere, questo è veramente il più bello tra quelli che ho letto (cioè tutti :mrgreen:), forse perchè nella mia testa anche io ho sempre pensato "chi sono io per giudicare gli altri?" e dopo aver provato molte delle discipline che compongono il mondo della bicicletta non mi permetto più di sfottere i ciclisti perchè avendo provato anche io poi mi sono ricreduto.
    Diciamo che i maleducati/fighetti/dopati ci sono un po' ovunque non solo nel ciclismo e penso che se avessi i $$$ per una bella bdc farei volentieri il passo Bernina e tutti quelli che mi verrebbero voglia di fare...tanto sono sicuro che 2/5 di chi sfotte i ciclisti non ha mai provato a fare una salita VERA con la bdc.
    Visto che questa tua novella mi ha veramente colpito mi sono permesso di tenerne una copia nel pc perchè sono sicuro che quando lo riguarderò tra qualche anno avrò ancora le stesse sensazioni di oggi, magari arricchite di nuove esperienze in altri ambiti ciclistici!

    Ti meriti 3 medie magari di frumento e non pastorizzate come piacciono a me!
    :prost::prost::prost: :celopiùg:
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  12. timmy

    timmy Biker extra

    Registrato:
    14/11/06
    Messaggi:
    717
    Complimenti per la sclerata, anch'io fino a non molto tempo fa giudicavo senza aver provato... adesso appena posso provo e non giudico più! L'importante, come in tutto, è fare cose che piacciono senza danneggiare se stessi (possibilmente) e gli altri. Poi ognuno si può definire come meglio crede! P.S. Ogni volta che ti leggo mi rendo conto sempre più di quanta Cultura possiedi, complimenti (sarà esperienza dovuta all'età :)!
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  13. Nikefox

    Nikefox Biker superis

    Registrato:
    21/9/08
    Messaggi:
    356
    Bike:
    A lot of Cannondale
    Io continuo a pensare che tu abbia veramente talento nello scrivere!
    E continuo a domandarmi (come già scritto in altri post relativi alle tue narrazioni ) che scuola tu abbia fatto? Università?

    Libero di non rispondere Ser... è solo curiosità!
     
  14. bafio

    bafio Biker dantescus

    Registrato:
    16/10/03
    Messaggi:
    4.540
    bellissima!!!!


    ma la frase finale sui fratelli.......bhe più che confrontrarsi tra fratelli....ci si insulta,si litiga,da piccoli si fa a botte,da grandi no ma forse per chiarirsi in alcuni casi sarebbe meglio..:smile:....però bisogna dire che in un modo o nell'altro prima o poi si fa sempre a pace!!!!

    o-oo-oo-o
     
  15. superdife

    superdife Biker novus

    Registrato:
    31/1/10
    Messaggi:
    11
    Bike:
    Santa Cruz Hightower, Columbus Six50 carbon
    Rispetto è quel che ci vuole- bravo
     
  16. ribazzi

    ribazzi Biker superis

    Registrato:
    26/6/08
    Messaggi:
    310
    ...Beh vedi, giudicare senza conoscere non è solo sbagliato, è proprio stupido. E molti dei problemi della nostra società derivano proprio da questa stupida abitudine di senteziare a proposito di cose che non si conoscono.
    Comunque Ser, tu pedala, perchè vedo con piacere che pedalare ti fà riflettere e con le sclerate che partorisci magari riesci a far riflettere anche qualcun'altro :spetteguless:
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  17. mauron

    mauron Biker grossissimus

    Registrato:
    4/9/10
    Messaggi:
    5.774
    ....non ci sono più parole

    :hail::hail::hail: o-o

    complimenti
     
  18. mattebon

    mattebon Biker tremendus

    Registrato:
    12/12/07
    Messaggi:
    1.316
    "There is no dark side of the moon... as a matter of fact, it is all dark."

    Questa frase deve averla già detta qualche famoso gruppo musicale (se ora qualcuno mi "spiega" che trattasi di Pink Floyd, beh, che dire... era una battuta?)

    In quella definizione (vado a memoria, non mi piace citare, più o mano... giudichiamo ciò che non conosciamo, invece di cercare di cercare di conoscere ciò che non conosciamo) ci caschiamo dentro tutti, non perchè siamo bastardi, ma perchè fa parte della natura umana.

    Ridicolo pensare che lo fanno solo gli altri.

    Utile invece osservarci e "beccarci" quando lo facciamo noi... spesso sorprendente, per ciò che si scopre.

    Buone riflessioni a tutti...

    M.
     
  19. oddiokasko

    oddiokasko Biker immensus

    Registrato:
    29/10/04
    Messaggi:
    8.792
    Bellissimo post, uno dei più belli che abbia mai letto :-)
    Stavolta non ti quoto... il freeride è vivo... e lotta insieme a noi... come si diceva una volta ;-)
     
  20. nonnocarb

    nonnocarb Redazione

    Registrato:
    11/11/03
    Messaggi:
    14.361
    molto bello! E tutto giustissimo o-o



    nel mio piccolo ci ho provato a conoscere se non tutto, almeno il più possibile. E partendo da li, giudico tutto in maniera diversa :il-saggi:

    Evoluzione di un biker on Vimeo[/URL]
     
    • Mi piace Mi piace x 2
Sto caricando...
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.

Condividi questa Pagina