Consigli per salite su sterrato

GoldenMat

Biker novus
Feedback: 0 / 0 / 0
12/11/19
1
0
25
Lecco
Bike
Marin
Ciao! Mi chiamo Matteo, 25 anni di Lecco. Ho sempre fatto sport ma non ci capisco niente di bici - non so neanche descrivere i dettagli di quelle che uso in quanto una è un vecchio modello di MTB datami da un amico di famiglia e l'altra era una bici in svendita a un negozietto. Nonostante ciò mi affascina molto il mondo del ciclismo e per me è soprattutto un ottimo allenamento per fiato e gambe.

Volevo chiedere qualche consiglio "tecnico": complice sia l'età che il fatto di essere già allenato da altri sport mi spingo spesso su salite considerate "impegnative" soprattutto come pendenza, che nella mia zona son molto comuni. Ora su strada vado molto bene (tenendo il mio ritmo), invece su sterrato sono un disastro: appena la pendenza si fa un attimino dura perdo il controllo della bici e son costretto a scendere nonostante magari non sia al mio limite di fiato o di gamba. Un po' mi accorgo che la pedalata è più "nervosa" rispetto ad andare sull'asfalto ma questo penso sia normale e dovuto alla presenza di terreno accidentato...?

Un amico che se ne intende mi dice che secondo lui il problema è la bici ma mi sembra strano che ci sia così tanta differenza dato che anche la bici "da strada" che uso non è sto granchè, e su salite come il Muro di Sormano riesco ad andare senza scendere dalla sella. Invece per salite sterrate anche più mediocri mi ritrovo spesso a spingere!

Se qualcuno avesse qualche consiglio per un principiante sarebbe bene accetto, grazie! In allegato ho messo le foto delle bici così per dare un'idea.
 

Allegati

 

fabioso

Biker ciceronis
Feedback: 0 / 0 / 0
28/4/06
1.474
48
Salzano (Venezia)
Bike
specialized 29 ht carbon comp
sicuramente una bici piu' nuova come geometrie puo' andare meglio in salite sterrate, ma salta subito all'occhio e su una 26 si evidenzia maggiormente la posizione del manubrio che così rialzata non ti aiuta in trazione sul rpido, ripido dove a differenza della bdc e' meglio avere un giro di pedalata rotondo e non tirare duro e magari inpiedi sui pedali.
fatti un fare assetto e una postura adeguata, cambia il tuo modo di pedalare
una bici piu' al passo aiuta ulteriormente ma senza i presuposti iniziali non farà il cambiamento che cerchi
 

avalonice

Biker tremendus
Feedback: 0 / 0 / 0
2/4/09
1.027
343
Lecco
Prima cosa regola bene la pressione delle gomme ci sono molti tutorial e 3d sulla questione e vedrai che già la vita ti cambia.
Poi devi imparare a pedalare "rotondo" cioè fare in modo che sulla ruota ci sia sempre più o meno la stessa forza in modo di non aver perdite di aderenza anche su questo argomento le discussioni sono molte.
Devi guardare avanti cercando la traiettoria migliore al fine di evitare ostacoli (sassi, buche) che potrebbero farti perdere continuità, se è impossibile evitarli devi prepararti a superali e non farti sorprendere.
Devi stare un po' avanti col peso in modo da evitare di scaricare troppo la ruota posteriore ed limitare la tendenza ad impennarsi della stessa.
Detto questo non mi sembra che la tua bici abbia delle gomme particolarmente performati per un uso prettamente fuoristradistico inoltre mi sembra che la bici non sia proprio un top gamma, una bici migliore potrebbe aiutare
 
Ultima modifica:

kraken90

Biker extra
Feedback: 0 / 0 / 0
17/3/13
746
77
Per come la vedo io sulla mtb hai due problemi principali rispetto alla strada che potrebbero portarti a perdere grip, il primo come ti hanno già detto è la pedalata che deve essere più rotonda possibile e ovviamente cercando di tenere la stessa frequenza di pedalata, il secondo è mantenere la giusta posizione in sella per questo punto puoi guardarti diversi video. Per quanto riguarda la bici l'unico problema che potrebbe darti in salita sono le gomme che magari sono troppo secche e consumate.
 

Discussioni simili

Risposte
31
Visite
2K
aalese
A
Risposte
11
Visite
143
Fuocoz
F
Risposte
1
Visite
91
muttleyctm
M
Risposte
74
Visite
7K
Paolivio
P