1. Traccia, mappa e info nella descrizione del video. Abbonati gratuitamente al nostro canale Trailguide, clicca qui.

    Chiudi

Difficoltà nella fase di riscaldamento

Discussione in 'Allenamento, alimentazione, infortuni, recupero' iniziata da mezzo, 17/7/17.

  1. mezzo

    mezzo Biker tremendus

    Registrato:
    1/4/13
    Messaggi:
    1.064
    Ciao a tutti, mi succede quasi sempre che nelle battute iniziali dei giri che faccio affronto maggiori difficoltà relativamente alla fatica di quando sono verso la fine del giro.
    Come migliorare ?
     
  2. Elandur

    Elandur Biker novus

    Registrato:
    29/6/15
    Messaggi:
    17
    Io ho una fase che chiamo di "rottura delle gambe" che si presenta all'inizio, soprattutto in giri che partono in salita senza riscaldamento in piano.
    Poi, una volta sciolto, vado come un treno, ma quei km iniziali sono uno strazio.
    Infatti è un gran bell'esercizio di determinazione: andare avanti anche se il corpo ti grida di fermarti.
     
  3. mezzo

    mezzo Biker tremendus

    Registrato:
    1/4/13
    Messaggi:
    1.064
    Come si può aggirare il problema o almeno mitigarlo ?
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  4. mirc0

    mirc0 Biker popularis

    Registrato:
    26/9/09
    Messaggi:
    81
    Fare adeguato riscaldamento aiuta.
    Visto che non mi sembra il caso di fare i rulli come i pro, basta tenere un ritmo blando e rapporti agili per i primi km. Se si parte in salita risulta meno agevole, ma la logica è la stessa.
    Anche un massaggio può aiutare ma credo in misura marginale.
    Ciò detto io soffro in silenzio... è come 'rompere il fiato' quando si corre.
     
  5. mezzo

    mezzo Biker tremendus

    Registrato:
    1/4/13
    Messaggi:
    1.064
    Vedo che in molti si trovano di fronte a questa difficoltà iniziale......quindi è un fatto normale nella maggior parte dei casi; a livello amatoriale il consiglio dato è quello di iniziare a pedalare agile per 15/30 minuti e poi progresivamente salire col rapporto che si ritiene più opportuno in base alla tipologia di percorso.
    Comunque questa sensazione mi ha sempre accompagnato fin dalle prime pedalate in MTB, col tempo si migliora la trecnica e vorrei appunto cercare di affinarla per superare meglio questo ostacolo iniziale.
     
  6. PBateman

    PBateman Biker novus

    Registrato:
    28/7/14
    Messaggi:
    24
    Succede anche a me, semplicemente bestemmio dentro di me per i primi 5/6 km, poi sento che le gambe iniziano a rendere...
     
  7. Carlo5

    Carlo5 Biker serius

    Registrato:
    27/4/13
    Messaggi:
    105
    Bike:
    Olympia Iron 2017
    Ciao,
    succede anche a me, i primi Km mi sembra davvero di non farcela, poi le gambe si sciolgono e vanno da sole :D
     
  8. mezzo

    mezzo Biker tremendus

    Registrato:
    1/4/13
    Messaggi:
    1.064
    Probabilmente si parte troppo forte, bisogna stare più calmi all'inizio e crescere progressivamente......
     
  9. Elandur

    Elandur Biker novus

    Registrato:
    29/6/15
    Messaggi:
    17
    Personalmente non è legato al ritmo, anche se ovviamente più forte parto più intensa è la sensazione. Ma cmq arriva sempre, e sempre se ne va dopo un po'.

    Tralasciando il discorso pre-gara, dove una fase di preparazione e riscaldamento dovrebbe essere sempre fatta, quando giro per piacere non sempre è possibile.

    Col tempo e l'allenamento calerà il tempo necessario a "rompere" le gambe, ma la differenza la fa la testa.
    A me la MTB ha insegnato, più di ogni altra cosa, a saper soffrire e andare avanti nonostante tutto. Impari che il corpo ti grida di fermarti molto prima di non essere veramente più in grado di proseguire.
    Devi staccare la testa dal corpo e decidere di continuare a pedalare.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  10. mezzo

    mezzo Biker tremendus

    Registrato:
    1/4/13
    Messaggi:
    1.064
    Concordo con la tua visione della cosa, in effetti la testa condiziona non poco la reazione che abbiamo, di fronte a qualsiasi forma di difficoltà, e quella fisica non fa differenza.
    Per esempio se parto da solo o con amici in gruppo già si nota la differenza in questo senso, la stessa distrazione dalle sensazioni più fastidiose ti porta spesso a bypassare la presunta difficolta, che, per altro esiste ed è ben presente ; si cercava, appunto tramite l'esperienza di affiancare alla convinzione ed alla volontà qualche tecnica che potesse venire incontro ai bikers.
     

Condividi questa Pagina