Dopo Austria e Piemonte, adesso anche la SVIZZERA. Che avesse ragione XANDER?!?

 

litos

Biker infernalis
Feedback: 0 / 0 / 0
cosa dire.io lo prenderei e lo porterei in qualke parco protetto,cosi non potra disturbare nessun allevatore.io non sò come fanno a non pensare a queste possibilita al posto dell'abbattimento
 

lucabona

Biker celestialis
Feedback: 1 / 0 / 0
22/5/04
7.057
3
51
Bergamo
Bike
Bianchi Ethanol FST
"... Affinché sia rilasciata l'autorizzazione di abbattimento devono essere sbranati da un lupo, entro un'area delimitata, per esempio una valle, almeno 35 animali da reddito nell'arco di quattro mesi consecutivi o almeno 25 animali da reddito nell'arco di un mese..."
Sti scvizzeri... hanno una legge per tutti...
 

derfel

Biker tremendus
Feedback: 1 / 0 / 0
7/3/06
1.202
3
val pusteria
cosa dire.io lo prenderei e lo porterei in qualke parco protetto,cosi non potra disturbare nessun allevatore.io non sò come fanno a non pensare a queste possibilita al posto dell'abbattimento

il problema è che in molti parchi sono presenti degli alpeggi così sposteresti il lupo solo da una zona di caccia ad un'altra e finche trova prede facili come le bestie da allevamento ne dubito che si metterà a cacciaare animali selvatici, comunque la svizzera doveva provvedere a sovvenzionare l'addestramento di cani pastore visto che è da ormai qualche anno che in italia si sta puntando sul ripopolamento dell'arco alpino da parte di lupi era logico pensare che prim o poi avrebbero sdoganato
 

lucabona

Biker celestialis
Feedback: 1 / 0 / 0
22/5/04
7.057
3
51
Bergamo
Bike
Bianchi Ethanol FST
derfel ha scritto:
... era logico pensare che prim o poi avrebbero sdoganato
Già me lo immagino il lupo (Che una volta andava via come il pane e adesso... al và no!) alla dogana con il passaporto in mano...




Ps: Era per sdrammatizzare nè...
 

XANDER

Biker assatanatus
Feedback: 1 / 0 / 0
7/3/04
3.156
2
55
il Verde Mugello
Premesso che SECONDO ME il Lupo ha diritto a vivere su questa terra almeno quanto noi, trovo che il vero colpevole in questi casi è, spesso e volentieri, proprio la vittima!
(l'allevatore intendo NON la pecora)

Questo perchè non tutti i pericoli comportano dei rischi, ma ogni rischio deriva da un pericolo.

Mi spiego meglio:

Il PERICOLO è la possibilità che un evento accada, ad esempio che un fiume allaghi una determinata area, il RISCHIO è la possibilità prevedibile di subire un danno, ad esempio se costruisco una casa in un'area periodicamente allagata dal fiume ( cioè dove esiste pericolo di allagamento) sono a rischio alluvione, ma la colpa di chi è? del fiume che allaga o mia che ho costruito in un'area di pericolo creando una situazione di rischio?

e così per i Lupi, se allevo pecore (o altro) in zone di montagna dove ci sono dei predatori naturali espongo i miei animali al pericolo (possibilità che un evento avvenga) di attacco e conseguentemente sono a rischio (possibilità prevedibile di subire un danno), per ridurre il rischio ho SEMPRE due opzioni:
Eliminare il pericolo (estinguere il Lupo)
Eliminare il rischio (metto delle recinzioni elettrificate e dei cani da guardia)

siccome amo il pericolo ma non voglio rischiare mi sembrerebbe più civile una legge che obblighi gli allevatori a proteggere le greggi piuttosto che una che autorizzi l'abbattimento del Lupo, purtroppo invece su questo piano siamo ancora al livello del medioevo:fatti-so:

Certe cose purtroppo accadono perchè abbiamo perso la percezione del rischio, per secoli i pastori hanno difeso le greggi con cani da guardia e ricoveri notturni perchè erano ben consci del RISCHIO che correvano esponendo le pecore al PERICOLO predazione, streminando migliaia di Lupi abbiamo portato la razza più nobile dei predatori (la più simile a noi e per questo da noi la più temuta) sull'orlo dell'estinzione, salvo poi accorgerci che gli ungulati senza più il controllo effettuato dai Lupi aumentavano a dismisura danneggiando i raccolti, abbiamo spostato il danno dalla categoria degli allevatori alla categoria degli agricoltori, e a questo punto invece di imparare dai nostri errori che si fà? si spara agli ungulati, e così via finchè non resteremo solo noi col fucile fumante in mano...... (dissolvenza e musica dei Nomadi insottofondo"noi non ci saremo....)

ps. fpmorpheus: ma io che c'entro nel titolo?
 

kikhit

Biker incredibilis
Feedback: 1 / 0 / 0
9/12/03
12.158
107
Torino
www.thegroupmtb.it
in alcune zone dell'alta val Susa da qualche anno sono utilizzati cani antilupo, visto che negli ultimi tempi per fortuna qualche lupo è arivato dagli appennini e si riproduce nuovamente in loco, quando non finisce sotto alle macchine o al treno.
 

fpmorpheus

Biker velocissimus
Feedback: 0 / 0 / 0
27/9/04
2.563
1
39
South Garda Lake
Premesso che SECONDO ME il Lupo ha diritto a vivere su questa terra almeno quanto noi, trovo che il vero colpevole in questi casi è, spesso e volentieri, proprio la vittima!
(l'allevatore intendo NON la pecora)

Questo perchè non tutti i pericoli comportano dei rischi, ma ogni rischio deriva da un pericolo.

Mi spiego meglio:

Il PERICOLO è la possibilità che un evento accada, ad esempio che un fiume allaghi una determinata area, il RISCHIO è la possibilità prevedibile di subire un danno, ad esempio se costruisco una casa in un'area periodicamente allagata dal fiume ( cioè dove esiste pericolo di allagamento) sono a rischio alluvione, ma la colpa di chi è? del fiume che allaga o mia che ho costruito in un'area di pericolo creando una situazione di rischio?

e così per i Lupi, se allevo pecore (o altro) in zone di montagna dove ci sono dei predatori naturali espongo i miei animali al pericolo (possibilità che un evento avvenga) di attacco e conseguentemente sono a rischio (possibilità prevedibile di subire un danno), per ridurre il rischio ho SEMPRE due opzioni:
Eliminare il pericolo (estinguere il Lupo)
Eliminare il rischio (metto delle recinzioni elettrificate e dei cani da guardia)

siccome amo il pericolo ma non voglio rischiare mi sembrerebbe più civile una legge che obblighi gli allevatori a proteggere le greggi piuttosto che una che autorizzi l'abbattimento del Lupo, purtroppo invece su questo piano siamo ancora al livello del medioevo:fatti-so:

Certe cose purtroppo accadono perchè abbiamo perso la percezione del rischio, per secoli i pastori hanno difeso le greggi con cani da guardia e ricoveri notturni perchè erano ben consci del RISCHIO che correvano esponendo le pecore al PERICOLO predazione, streminando migliaia di Lupi abbiamo portato la razza più nobile dei predatori (la più simile a noi e per questo da noi la più temuta) sull'orlo dell'estinzione, salvo poi accorgerci che gli ungulati senza più il controllo effettuato dai Lupi aumentavano a dismisura danneggiando i raccolti, abbiamo spostato il danno dalla categoria degli allevatori alla categoria degli agricoltori, e a questo punto invece di imparare dai nostri errori che si fà? si spara agli ungulati, e così via finchè non resteremo solo noi col fucile fumante in mano...... (dissolvenza e musica dei Nomadi insottofondo"noi non ci saremo....)
A parte il tuo amore sconfinato per i recinti elettrificati (li vendi? li produci?) questa volta ti quoto.

XANDER ha scritto:
ps. fpmorpheus: ma io che c'entro nel titolo?
c''entri, c'entri.
 

resina65

Biker grossissimus
Feedback: 0 / 0 / 0
18/5/06
5.181
1
imperia
Premesso che SECONDO ME il Lupo ha diritto a vivere su questa terra almeno quanto noi, trovo che il vero colpevole in questi casi è, spesso e volentieri, proprio la vittima!
(l'allevatore intendo NON la pecora)

Questo perchè non tutti i pericoli comportano dei rischi, ma ogni rischio deriva da un pericolo.

Mi spiego meglio:

Il PERICOLO è la possibilità che un evento accada, ad esempio che un fiume allaghi una determinata area, il RISCHIO è la possibilità prevedibile di subire un danno, ad esempio se costruisco una casa in un'area periodicamente allagata dal fiume ( cioè dove esiste pericolo di allagamento) sono a rischio alluvione, ma la colpa di chi è? del fiume che allaga o mia che ho costruito in un'area di pericolo creando una situazione di rischio?

e così per i Lupi, se allevo pecore (o altro) in zone di montagna dove ci sono dei predatori naturali espongo i miei animali al pericolo (possibilità che un evento avvenga) di attacco e conseguentemente sono a rischio (possibilità prevedibile di subire un danno), per ridurre il rischio ho SEMPRE due opzioni:
Eliminare il pericolo (estinguere il Lupo)
Eliminare il rischio (metto delle recinzioni elettrificate e dei cani da guardia)

siccome amo il pericolo ma non voglio rischiare mi sembrerebbe più civile una legge che obblighi gli allevatori a proteggere le greggi piuttosto che una che autorizzi l'abbattimento del Lupo, purtroppo invece su questo piano siamo ancora al livello del medioevo:fatti-so:

Certe cose purtroppo accadono perchè abbiamo perso la percezione del rischio, per secoli i pastori hanno difeso le greggi con cani da guardia e ricoveri notturni perchè erano ben consci del RISCHIO che correvano esponendo le pecore al PERICOLO predazione, streminando migliaia di Lupi abbiamo portato la razza più nobile dei predatori (la più simile a noi e per questo da noi la più temuta) sull'orlo dell'estinzione, salvo poi accorgerci che gli ungulati senza più il controllo effettuato dai Lupi aumentavano a dismisura danneggiando i raccolti, abbiamo spostato il danno dalla categoria degli allevatori alla categoria degli agricoltori, e a questo punto invece di imparare dai nostri errori che si fà? si spara agli ungulati, e così via finchè non resteremo solo noi col fucile fumante in mano...... (dissolvenza e musica dei Nomadi insottofondo"noi non ci saremo....)
ottima esposizione, chiara e scorrevole. Bravo. o-o
Approvo il tuo pensiero anche se 'ste recinzioni elettrificate....:????:
p.s. non sono né maestro,nè professore !!
 

XANDER

Biker assatanatus
Feedback: 1 / 0 / 0
7/3/04
3.156
2
55
il Verde Mugello
A parte il tuo amore sconfinato per i recinti elettrificati (li vendi? li produci?) questa volta ti quoto.



c''entri, c'entri.
No, non vendo nulla, sono solamente un appassionato di tutto ciò che riguarda la Natura.

Le recinzioni elettrificate sono spesso da me citate per il semplice motivo che sono, attualmente, uno dei metodi più pratici, veloci, economici e soprattutto INCRUENTI per ridurre i "danni" dei selvatici alle produzioni umane (agricole e animali) in quanto al semplice contatto rilasciano una scarica elettrica ad alto voltaggio ma a basso amperaggio (più o meno non sono un elettrotecnico!) cioè "pizzica" ma non è letale (tranne che per i portatori di Pacemaker :-(( ) era tanto per proporre "in concreto" una soluzione facilemnte reperibile ovunque, ma vanno bene anche i cani da guardia, le reti saldate interrate, i ricoveri notturni, i cannoncini a gas o-o che sono sempre meglio dei fucili, delle trappole, dei bocconi avvelenati :sculacci:
 

Discussioni simili

Risposte
15
Visite
825
WPaul63
W
Risposte
16
Visite
398
Simo*
S
Risposte
24
Visite
444
lele67
L
Risposte
23
Visite
538
Pietosa Insania
P