Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Esperienza con garanzia Canyon

Discussione in 'L'angolo della verità' iniziata da sembola, 31/7/18.

  1. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    46.812
    Bike:
    una nera e l'altra pure
    Canyon Spectral 29 AL 7.9, acquistata a marzo 2015 ed usata per fare 7900 km e 226.000 metri di dislivello.

    Lunedì 2 luglio, arrivato al passo di Croce Arcana sento la ruota posteriore strusciare a momenti sul fodero. Lì per lì penso di aver rotto un raggio, ma la ruota è integra e tensionata. Dopo un quarto d'ora di inutili tentativi di capire il motivo del problema per puro caso tocco il fodero e lo sento muovere verso l'interno, il batticatena in neoprene impediva di vedere il cedimento della saldatura. Aggiungo un bello strato di nastro americano e scendo mestamente e con cautela verso Fanano.


    [​IMG]

    [​IMG]

    Il pomeriggio stesso invio la richiesta di garanzia (6 anni di garanzia convenzionale sul telaio, esclusi esplicitamente cuscinetti ed ammortizzatore) attraverso l'apposito modulo sul sito. Il 3 mattina chiamo Canyon Italia per sapere se la richiesta è arrivata correttamente e per avere chiarimenti sulla procedura. Mi viene richiesto di reinviare le foto via mail perchè non giunte tutte correttamente.

    Nel pomeriggio del 5 luglio mi viene comunicato via mail da Canyon Italia che la richiesta viene girata alla sede centrale.

    Martedì 17 luglio Canyon Italia mi contatta, sempre via mail, per annunciarmi la "sostituzione del telaio in garanzia", che copre solo il costo del telaio e non tutte le "spese accessorie" (spedizione e rispedizione, montaggio e smontaggio); contestualmente arriva anche la mail di "conferma d'ordine".

    Il 18 luglio mi arriva per email l'avviso di spedizione via UPS con destinazione la sede di Canyon Italia, il "pezzo" viene consegnato nel pomeriggio di venerdì 20.

    Nel pomeriggio del 24 luglio Canyon Italia mi avvisa della ricezione del "pezzo" e mi invita a provvedere alla spedizione della bici o (a mia preferenza) del solo telaio.

    La mattina del 25 telefono in CI per chiedere se possono disporre loro il ritiro da parte di un corriere di loro fiducia e poi fatturarmi la spedizione, visto che le tariffe per i clienti privati sono piuttosto salate. Mi viene risposto che non è possibile e che devo organizzarmi in proprio. Tre ore dopo però, sulla casella di mail che ho usato per la richiesta di garanzia mi arriva da UPS un avviso di creazione etichetta. Chiamo UPS e mi confermano che l'etichetta si riferisce ad una spedizione prepagata e che devo solo prenotare il ritiro, cosa che faccio per la mattina successiva. Il pacco con il telaio parte il giorno 26 e viene consegnato la mattina successiva a Canyon Italia.

    Lunedì 30 nel tardo pomeriggio mi arriva l'avviso UPS del pacco partito che viene consegnato alle 11 di martedì 31.

    Lo apro e ci trovo non il telaio originale con il carro sostituito, ma un telaio nuovo. Contrariamente a quanto comunicato sia a voce da Canyon Italia sia a mezzo mail, non mi è stato fatturata la manodopera per lo smontaggio e rimontaggio di ammo, forcellino, serie sterzo e movimento nè la spedizione per e da Sommacampagna.

    [​IMG]

    Non posso che dirmi molto soddisfatto dell' esperienza con la gestione della garanzia, anche se ci sono state delle discrepanze tra quanto riferitomi dal Service italiano e quanto poi invece disposto dalla sede centrale. Piccole cose, sia chiaro, ma che mi fanno pensare che ancora ci sia qualcosa da oliare nei meccanismi di comunicazione tra casa madre e service.
     
    • Mi piace Mi piace x 6
    • Bel post Bel post x 3
  2. Pietro.68

    Pietro.68 Biker augustus

    Registrato:
    14/9/10
    Messaggi:
    9.071
    Bike:
    una...
    Buon per te e ottima Canyon.
    Canyon italia si capisce che ha lo stile "italiano"....
     
    • Mi piace Mi piace x 2
  3. gargasecca

    gargasecca Biker pazzescus

    Registrato:
    17/8/05
    Messaggi:
    13.244
    Bike:
    Rocky Mountain: Altitude 790MSL RE 2016 - Slayer SXC70 2009 - Cinelli The Machine 1992

    Ottimo Nicola.
    Pensi possa essere una rottura da "stress" sul carro stesso?
    :prost:
     
  4. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    46.812
    Bike:
    una nera e l'altra pure
    Non è detto, anzi potrebbe invece essere una questione di comunicazione interna. Se gli hanno detto di dire così e poi la sede centrale fa cosà...

    Non sono un tecnico, ma noto che si è rotto proprio sulla saldatura. Può essere stata una rottura da stress, una saldatura venuta male, un trattamento termico non adeguato o anche un errato dimensionamento del pezzo, chissà.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  5. utentenonregistrato

    utentenonregistrato Biker urlandum

    Registrato:
    1/7/12
    Messaggi:
    584
    Per fortuna , tutto bene quel che finisce bene.
    Una curiosità, il telaio che ti hanno inviato è del 2015?
     
  6. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    46.812
    Bike:
    una nera e l'altra pure
    Credo che sia del 2015, visto che nel 2016 la Spectral 29 è "uscita di catalogo" (è stato possibile fino all'estate ordinare alcuni modelli, evidentemente su rimanenze).
     
  7. Elandur

    Elandur Biker tremendus

    Registrato:
    29/6/15
    Messaggi:
    1.152
    Ottime notizie.
    L'unica cosa che non capisco è perchè le spese di spedizione e reso sono a carico del cliente (in teoria, poi non è stato così).
    Per la garanzia biennale di legge sono a carico del venditore, ma appunto, è prevista per legge, in questo caso trattasi invece di garanzia della casa madre. E' specificato nelle condizioni contrattuali?
     
  8. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    46.812
    Bike:
    una nera e l'altra pure
    La bici aveva tre anni e mezzo, pertanto era fuori dalla garanzia di legge...

    Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app
     
  9. ::::FLARE::::

    ::::FLARE:::: Biker architecturalis

    Registrato:
    16/10/08
    Messaggi:
    669
    Bike:
    Ibis Mojo hd3 schtroumpf- blue Formulata
    Scusate l'OT, questa non la sapevo, ma vale solo per gli acquisti online? Se compro da negozio fisico posso chiedere che si facciano carico delle spese di spedizione per un reso in garanzia?

    Inviato dal mio SM-T555 utilizzando Tapatalk
     
  10. Elandur

    Elandur Biker tremendus

    Registrato:
    29/6/15
    Messaggi:
    1.152
    Certo, qualsiasi spesa relativa al ripristino del funzionamento del bene è in capo al venditore per i primi 2 anni. Se poi tu per comodità vuoi portargliela fisicamente oppure spedirla tramite tuo vettore (a tuo carico) scelta tua...
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  11. ::::FLARE::::

    ::::FLARE:::: Biker architecturalis

    Registrato:
    16/10/08
    Messaggi:
    669
    Bike:
    Ibis Mojo hd3 schtroumpf- blue Formulata
    Grazie, è un "dettaglio" che forse non è ancora entrato nel senso comune, può essere utile anche ad altri saperlo.

    Inviato dal mio SM-T555 utilizzando Tapatalk
     
  12. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    46.812
    Bike:
    una nera e l'altra pure
    Facciamo una distinzione tra garanzia legale e garanzia convenzionale.

    La garanzia legale, ai sensi del Codice del consumo, prevede che il ripristino avvenga senza alcuna spesa per il consumatore, comprese le spese di spedizione e di manodopera. Ed è il venditore ad essere responsabile della conformità, per cui il venditore del bene non può chiedere alcuna spesa per il ripristino in garanzia nell'arco dei due anni previsti dalla legge. Da questo punto di vista non c'è differenza alcuna tra l'acquisto in un negozio fisico od online, gli obblighi sono gli stessi. Ovviamente il conferimento al negozio del prodotto da riparare/sostituire non è coperto, per cui non si può chiedere al negoziante il rimborso della benzina per riportargli la forcella difettosa o la spedizione a carico dell'online shop per rimandargli la forcella (il che non impedisce che ci sia chi lo fa e si accolla anche questa spesa).

    La garanzia convenzionale invece vincola non il venditore ma "chi la offre" e "secondo la modalità indicate nella dichiarazione di garanzia". Per le condizioni o i limiti non sono stabiliti dalla legge ma considerati delle "normali" clausole commerciali.

    Maggiori informazioni sulle garanzie sono in questo topic:https://www.mtb-mag.com/forum/threads/la-garanzia.280123/

    Nel caso specifico , trattandosi di una garanzia convenzionale, Canyon non era obbligata a pagare nè la spedizione da casa mia al service italiano nè quella verso casa mia. Non mi ha chiesto un euro, e questo credo che vada sottolineato.
     
    • Mi piace Mi piace x 2
  13. Boro

    Boro Biker celestialis

    Registrato:
    25/8/04
    Messaggi:
    7.335
    Io mi chiedo solo se sarebbe andata allo stesso mondo senza che esistesse questo forum e il thread "telai rotti".
    Magari non lo guardano ma magari si...:mrgreen:
     
  14. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    46.812
    Bike:
    una nera e l'altra pure
    Personalmente credo che il parere di un forum, anche numericamente ben frequentato, abbia un'influenza relativa sulle scelte delle aziende.

    Nel caso specifico poi onestamente non avevo moltissimi dubbi sull' esito della richiesta di garanzia, in quanto la rottura era abbastanza netta (in tutti i sensi...;-)) , semmai ne avevo sulle modalità e sui tempi del ripristino. Sono stato smentito, e me ne compiaccio.

    Restano le sbavature delle risposte del service che non hanno coinciso con quanto poi disposto dalla casa madre. Non me ne lamento più di tanto, ma per onestà intellettuale non posso che sottolinearle.
     
  15. Elandur

    Elandur Biker tremendus

    Registrato:
    29/6/15
    Messaggi:
    1.152
    No aspetta, che io sappia sono invece a carico del venditore anche le spese di trasporto relative al transito del bene verso e dal venditore.
    Se poi il venditore mi propone un ritiro con BRT e io preferisco portarlo di persona o usare altro vettore (es. UPS) allora pago io, altrimenti non devo tirare fuori un euro.

    "le spese di cui ai commi 2 e 3 si riferiscono ai costi indispensabili per rendere conformi i beni, in particolare modo con riferimento alle spese effettuate per la spedizione, per la mano d’opera e per i materiali"
     
  16. Boro

    Boro Biker celestialis

    Registrato:
    25/8/04
    Messaggi:
    7.335
    Che fosse netta non c'e' dubbio, ma purtroppo abbiamo visto che l'evidenza non sempre viene accolta. Mi par di ricordare, anche se la bici era piu' vecchia, sempre per lo stesso marchio, un'altra rottura altrettanto netta, anche se del tubo orizzontale, ma non riconosciuta con motivazioni risibili e sbrigative (vita utile del bene) anche considerato che nelle versioni successive il telaio era stato modificato in quel punto.
    Quindi, non si sa mai...
     
  17. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    46.812
    Bike:
    una nera e l'altra pure
    Il Codice del consumo è stato pensato per lo scenario commerciale "tradizionale", per cui non chiarisce se le spese di cui parla l'articolo 130 comprendano anche quelle di conferimento al venditore. La gran parte delle fonti, anche di ambito consumeristico, interpreta la norma così come ho scritto io in precedenza, interpretando la norma per analogia al canale tradizionale del "tornare in negozio". Non mi risulta giurisprudenza in merito, ma cercherò di nuovo.

    Detto questo molte aziende, specie per oggetti di un certo valore o suscettibili di danneggiamenti nel trasporto, tendono ad accollarsi le spese di trasporto o perlomeno ad offrire spedizioni agevolate con un corriere di fiducia, sia per la soddisfazione del cliente che per tutelarsi da danni ulteriori.
     
  18. goz

    goz Biker ciceronis

    Registrato:
    25/7/08
    Messaggi:
    1.446
    immagino si riferisca alle spedizioni tra venditore e costruttore... altrimenti, in caso di negozio fisico, dovrebbe essere il sivende a venire a prendertela a casa :roll:
     
  19. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    46.812
    Bike:
    una nera e l'altra pure
    In quel caso la bici aveva quasi otto anni ed era quindi fuori garanzia. Qua parliamo di tre anni e mezzo, ben all' interno dei sei anni di garanzia sul telaio.
    Non avevo ovviamente la certezza dell'accoglimento della richiesta di garanzia, ma neanche grossi dubbi. I dubbi ce li avevo sui tempi, tanto che nel frattempo mi son procurato un telaio "low cost" su cui ho montato tutta la componentistica.
     
  20. Nekro

    Nekro Biker urlandum

    Registrato:
    31/8/14
    Messaggi:
    584
    Bike:
    Canyon Nerve 8.9 / Ritchey P29 / Surly Krampug 29+ / KHS Solo Se 29 Singlespeed / Dartmoor Primal 27.5+ / Deedar 27.5
    Come mai 6anni e non i soliti 3? Ho anche io una Canyon, ma mi sembra di avere garanzia di 3 anni sul telaio!
     
Sto caricando...

Condividi questa Pagina