Fox: forcella da 34x160mm (per ruote da 27.5), reggisella telescopico e altro...

starlaFR

Biker dantescus
12/7/04
4.680
2
39
Inverìc (Còm)
www.strava.com
Io invece l'ho usato diverse volte, ne sto usando uno tutt'ora e ti dico che non cambia praticamente nulla rispetto al passato. Credimi ;-)
Io anche lo sto usando, e non sono d'accordo che non cambi nulla.

Il cambiamento maggiore, e più apprezzabile secondo me, è il gap tra i 3 diversie settaggi: la microregolazione della posizione Trail è analoga al vecchio Pro Pedal, sia esso 2011 o 2012, su questo concordo (e per me è positivo dato che lavoravano bene secondo le esigenze di ognuno), mentre la posizione Climb e quella Descent non sono replicabili con l'idraulica 2011-12. Il 'salto' tra Trail e le 2 Climb e Descent come frenature/sensibilità è molto più ampio di prima, e più ampio delle 3 regolazioni della posizione Trail.

I vantaggi del comando a manubrio doppio (forca+ammo) sono invece palesi secondo me, mi ci sono 'abituato' in 5min e dopo di chè se lo si inizia ad usare a dovere, ha un impatto reale sulla qualità di riding secondo me, perchè appunto unito alle modifiche effettive e sostanziali dell'idraulica nelle posizioni di cui sopra.

Il DOSS replica la filosofia CTD tra l'altro, il che non fa male a semplificare le cose, visto che a livello tecnico/funzionale le cose si stanno sempre più complicando, l'approccio più User Friendly diventa più importante che in passato, quasi preponderante oserei dire... con buona pace dei puristi/integralisti :)
 
  • Like
Reactions: panzer division

 

starlaFR

Biker dantescus
12/7/04
4.680
2
39
Inverìc (Còm)
www.strava.com
sto aspettando da tempo un bel reggisella telescopico e che vedo!!!! un Specialized marchiato Fox!!!!?!?!?!?! ma che [email protected]@@@sssso fanno questi ora mai... :nunsacci:
Eviterei affermazioni dettate da osservazioni e informazioni banali e poco approfondite. Soprattutto senza conoscere il prodotto in questione... il fatto che ci sia una vaga somiglianza di principi attuativi, direi che paragonarli è del tutto fuori luogo.

Io tra l'altro sto usando un DOSS dopo 2 anni di Specialized, quindi capito a fagiolo avendo proprio usato i prodotti in questione, e mi rendo conto che paragonarli è come paragonare una Punto con una A4... fuori range.
Provate il DOSS prima di parlare please :)
 

albertmails

Biker serius
10/5/10
265
13
Brescia (Nuvolento)
Eviterei affermazioni dettate da osservazioni e informazioni banali e poco approfondite. Soprattutto senza conoscere il prodotto in questione... il fatto che ci sia una vaga somiglianza di principi attuativi, direi che paragonarli è del tutto fuori luogo.

Io tra l'altro sto usando un DOSS dopo 2 anni di Specialized, quindi capito a fagiolo avendo proprio usato i prodotti in questione, e mi rendo conto che paragonarli è come paragonare una Punto con una A4... fuori range.
Provate il DOSS prima di parlare please :)
Io infatti volevo capire cosa spingesse una persona a preferire il DOSS rispetto per esempio al reverb 2012 (del quale non riesco a trovare un minimo difetto) che è più leggero e costa meno.
 

starlaFR

Biker dantescus
12/7/04
4.680
2
39
Inverìc (Còm)
www.strava.com
Io infatti volevo capire cosa spingesse una persona a preferire il DOSS rispetto per esempio al reverb 2012 (del quale non riesco a trovare un minimo difetto) che è più leggero e costa meno.
La differenza più grossa e l'affidabilità a lungo termine, e la filosofia progettuale con le 3 posizioni e la leva dedicata. A chi parla bene della possibilità di posizionare l'altezza a piacimento dico che secondo me questo è un fattore negativo (positivo invece che l'intermedia, la posizione Trail appunto, sia prefissata): sfido chiunque ogni volta ad abbassare la sella alla stessa identica altezza. Con tutta probabilità ogni volta sarà ad un'altezza diversa, ovvero posizione di pedalata/guida ogni volta differente... con i derivati scompensi di guida e resa in pedalata (ricordo che la posizione Trail è comunque prevista per pedalare, seppur in condizioni di sentiero tecnico e più difficile).

Sull'affidabilità, strutturale (rigidità e solidità) e a lungo termine (manutenzione e usure) le scelte fatte sul DOSS sono poi tese al 'no compromise'. Questo oltre ai test sui macchinari che io ho avuto la fortuna di vedere in prima persona lo dirà il tempo... comunque almeno in laboratorio e sulle macchine da 10.000 cicli e più, la durata/resistenza è doppia rispetto al miglior prodotto trovato tra la concorrenza (gamma ufficiale 2012, quindi per onor del vero escudo i prototipi 2013 della concorrenza che già si sono visti su qualche sito).

Sulla differenza di peso, visto il target d'utlizzo e i pesi delle bici/equipaggiamento... direi che è irrisoria, il mazzo di chiavi della macchina che vi mettete nello zaino probabilmente pesa uguale. Ma mi rendo conto che questo è un fattore soggettivo...
 

muldox

Diretur onorario
30/10/02
26.103
481
Valtellina
Bike
Cube Stereo 29
Io anche lo sto usando, e non sono d'accordo che non cambi nulla.

Il cambiamento maggiore, e più apprezzabile secondo me, è il gap tra i 3 diversie settaggi: la microregolazione della posizione Trail è analoga al vecchio Pro Pedal, sia esso 2011 o 2012, su questo concordo (e per me è positivo dato che lavoravano bene secondo le esigenze di ognuno), mentre la posizione Climb e quella Descent non sono replicabili con l'idraulica 2011-12...
Guarda che io parlavo della versione 2012 confrontata con l'RP23 "classico" :spetteguless:
 

wally73

Biker augustus
10/6/08
9.906
204
46
Bologna
mspmtb.jimdo.com
Bike
Enduro-Camber
La differenza più grossa e l'affidabilità a lungo termine, e la filosofia progettuale con le 3 posizioni e la leva dedicata. A chi parla bene della possibilità di posizionare l'altezza a piacimento dico che secondo me questo è un fattore negativo (positivo invece che l'intermedia, la posizione Trail appunto, sia prefissata): sfido chiunque ogni volta ad abbassare la sella alla stessa identica altezza. Con tutta probabilità ogni volta sarà ad un'altezza diversa, ovvero posizione di pedalata/guida ogni volta differente... con i derivati scompensi di guida e resa in pedalata (ricordo che la posizione Trail è comunque prevista per pedalare, seppur in condizioni di sentiero tecnico e più difficile).

Sull'affidabilità, strutturale (rigidità e solidità) e a lungo termine (manutenzione e usure) le scelte fatte sul DOSS sono poi tese al 'no compromise'. Questo oltre ai test sui macchinari che io ho avuto la fortuna di vedere in prima persona lo dirà il tempo... comunque almeno in laboratorio e sulle macchine da 10.000 cicli e più, la durata/resistenza è doppia rispetto al miglior prodotto trovato tra la concorrenza (gamma ufficiale 2012, quindi per onor del vero escudo i prototipi 2013 della concorrenza che già si sono visti su qualche sito).

Sulla differenza di peso, visto il target d'utlizzo e i pesi delle bici/equipaggiamento... direi che è irrisoria, il mazzo di chiavi della macchina che vi mettete nello zaino probabilmente pesa uguale. Ma mi rendo conto che questo è un fattore soggettivo...
avendo avuto 3 telescopici e gli ultimi 2 con i 3 step reputo questa soluzione la mia preferita. 3 step sono quello che serve per andare sù/giù/sù e giù.
quello del DOSS che sinceramente non mi piace è:
il comando gigantesco e molto esposto in caso di caduta. 2 leve da azionare non mi convincono come ergonomia/facilità
già che c'erano potevano ingegnarsi e farlo col cavo basso e fisso...
 

Alessandro Notari

Biker ultra
28/10/08
692
0
Parma
Sulla differenza di peso, visto il target d'utlizzo e i pesi delle bici/equipaggiamento... direi che è irrisoria, il mazzo di chiavi della macchina che vi mettete nello zaino probabilmente pesa uguale. Ma mi rendo conto che questo è un fattore soggettivo...

In effetti chi come me usa bici trail da 120 di escursione, e che fa del peso una questione importante, è sicuramente frenato anche da questo non trascurabile fattore. Sarebbe cosi impossibile usare un pò di materiali nobili (anche carbonio, naturalmente) per cercare di diminuire la differenza di peso fra un tradizionale ed un telescopico??
 

albertmails

Biker serius
10/5/10
265
13
Brescia (Nuvolento)
La differenza più grossa e l'affidabilità a lungo termine, e la filosofia progettuale con le 3 posizioni e la leva dedicata. A chi parla bene della possibilità di posizionare l'altezza a piacimento dico che secondo me questo è un fattore negativo (positivo invece che l'intermedia, la posizione Trail appunto, sia prefissata): sfido chiunque ogni volta ad abbassare la sella alla stessa identica altezza. Con tutta probabilità ogni volta sarà ad un'altezza diversa, ovvero posizione di pedalata/guida ogni volta differente... con i derivati scompensi di guida e resa in pedalata (ricordo che la posizione Trail è comunque prevista per pedalare, seppur in condizioni di sentiero tecnico e più difficile).

Sull'affidabilità, strutturale (rigidità e solidità) e a lungo termine (manutenzione e usure) le scelte fatte sul DOSS sono poi tese al 'no compromise'. Questo oltre ai test sui macchinari che io ho avuto la fortuna di vedere in prima persona lo dirà il tempo... comunque almeno in laboratorio e sulle macchine da 10.000 cicli e più, la durata/resistenza è doppia rispetto al miglior prodotto trovato tra la concorrenza (gamma ufficiale 2012, quindi per onor del vero escudo i prototipi 2013 della concorrenza che già si sono visti su qualche sito).

Sulla differenza di peso, visto il target d'utlizzo e i pesi delle bici/equipaggiamento... direi che è irrisoria, il mazzo di chiavi della macchina che vi mettete nello zaino probabilmente pesa uguale. Ma mi rendo conto che questo è un fattore soggettivo...
Sul penso concordo.. anche a me non interessa più di tanto.
Io faccio AM e sul discorso delle posizioni invece preferisco essere libero di fermarlo dove voglio, per i trasferimenti su asfalto tutto su, poi ci sono sterrati dove scendo di quel pelo, leggere discese dove magari sto a metà, discese tecniche dove abbasso fino a fine corsa o quasi...dipende.. ora che mi sono abituato sono abbastanza preciso e veloce, e 3 posizioni mi sembrerebbero una limitazione.. poi sono scelte soggettive, comunque ora ho capito il senso del prodotto! :-)
 

starlaFR

Biker dantescus
12/7/04
4.680
2
39
Inverìc (Còm)
www.strava.com
quello del DOSS che sinceramente non mi piace è:
il comando gigantesco e molto esposto in caso di caduta. 2 leve da azionare non mi convincono come ergonomia/facilità
già che c'erano potevano ingegnarsi e farlo col cavo basso e fisso...
il comando è grosso e scomodo se abbinato ad un deragliatore anteriore. In configurazione 1x10 (che è dove l'All Mountain sta andando, in questo Fox ha fatto un'altra scelta radicale pensando ad una soluzione future-ready, con limitazioni nel presente ovviamente...) è invece perfetto e comodo. sulla doppia leva invece, va vista come un'aggiunta di comodità, mi spiego: si può anche usare la sola leva grossa per fare tutto (Climb, Trail o Descent) e paraDOSSalmente (ahah m'è venuta la battuta) smontare la leva più piccola. Quest'ultima è aggiunta per dare la possibilità più rapida e immediata di settare la posizione Trail (in condizioni di sentiero tecnico appunto, dove la posizione Trail è pensata, beccando la leva nera sappiamo con certezza che regoleremo su Trail senza rischi di spingere troppo e farlo scendere eccessivamente...)
 

muldox

Diretur onorario
30/10/02
26.103
481
Valtellina
Bike
Cube Stereo 29
...Ad ogni modo, la mia risposta resta valida per il confronto 2013 vs <2012...
Non ho ancora provato il 2013, quindi non metto becco. Se ho ben capito come funziona mi sembra però interessante.

...In configurazione 1x10 (che è dove l'All Mountain sta andando...)...
Su questo ho qualche dubbio, se l'AM include anche giri lunghi e con salite impegnative. Gente molto allenata a parte, che però non costituisce la media pedalante, con il monocorona si è inesorabilemnete condannati a spingere dove altri pedalano o ad imballarsi alla prima discesa che permette un po' di velocità.
 

wally73

Biker augustus
10/6/08
9.906
204
46
Bologna
mspmtb.jimdo.com
Bike
Enduro-Camber
il comando è grosso e scomodo se abbinato ad un deragliatore anteriore. In configurazione 1x10 (che è dove l'All Mountain sta andando, in questo Fox ha fatto un'altra scelta radicale pensando ad una soluzione future-ready, con limitazioni nel presente ovviamente...) è invece perfetto e comodo. sulla doppia leva invece, va vista come un'aggiunta di comodità, mi spiego: si può anche usare la sola leva grossa per fare tutto (Climb, Trail o Descent) e paraDOSSalmente (ahah m'è venuta la battuta) smontare la leva più piccola. Quest'ultima è aggiunta per dare la possibilità più rapida e immediata di settare la posizione Trail (in condizioni di sentiero tecnico appunto, dove la posizione Trail è pensata, beccando la leva nera sappiamo con certezza che regoleremo su Trail senza rischi di spingere troppo e farlo scendere eccessivamente...)
capito...
io che sono un utente medio che fa anche AM la singola la trovo praticamente inutilizzabile...
non ho le gambe per spingerla in salita, non ho i rapporti se devo fare un trasferimento su asfalto e fare una velocità decente.
per me la doppia è la soluzione migliore.
un prodotto che da il meglio solo in una situazione non è una soluzione futur-ready ma limited-ready. opinione personale intendiamoci...
ok Andrea Bruno fa superenduro con la singola, gente allenata anche. utente medio che esce 1/2 volte la settimana in compagnia il rampichino lo usa e anche di brutto...
già il kronolog lo abbiamo un po' stroncato per la leva... e visto dal vivo è un bell'oggetto. il fox lo sarà altrettanto però il cavo lungo lo rende in effetti un po' antiquato...
sul prezzo non dico nulla perchè in € per il mercato italiano viene fuori 450/500€ ci compro una talas usata e come costruzione è ben più complicata di un telescopico...
un telescopico secondo me quando si superano i 280€ di prezzo finale al cliente (scontato dal listino) inizia ad essere caro...
 

starlaFR

Biker dantescus
12/7/04
4.680
2
39
Inverìc (Còm)
www.strava.com
Su questo ho qualche dubbio, se l'AM include anche giri lunghi e con salite impegnative..
Concordo se parliamo di 32 x 11-36 sono daccordo, ma SE :spetteguless: le trasmissioni si muoveranno verso pacchi pignoni da 9-36 il discorso cambia...

(prototipi di Hope e SRAM si sono già intravisti... è lecito pensare che si vada in quella direzione visti i benefici multipli di non avere un deragliatore anteriore e di poter ridurre le dimensioni della corona anteriore...)
 

marco

Баба Яга
Diretur
29/10/02
34.609
4.457
47
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
Concordo se parliamo di 32 x 11-36 sono daccordo, ma SE :spetteguless: le trasmissioni si muoveranno verso pacchi pignoni da 9-36 il discorso cambia...

(prototipi di Hope e SRAM si sono già intravisti... è lecito pensare che si vada in quella direzione visti i benefici multipli di non avere un deragliatore anteriore e di poter ridurre le dimensioni della corona anteriore...)
Secondo me non cambia, invece. Anche pro come Clementz si permettono la singola solo in certi tipi di gara e solo quando hanno la gamba ben allenata. Se devono far giri pedalati alpini la doppia è sempre su. Wildhaber pure (e li conosco entrambi bene).

Diciamo che per un'azienda come Sram sarebbe un suicidio commerciale proporre la singola. Già tanta gente non gradisce la doppia.

Sul Doss, sono rimasto un po' deluso nel vedere il cavo che arriva fino in alto. Comunque credo che ce ne arrivi uno in prova nelle prox settimane.
 

MTBVENETO

Biker superis
31/8/10
497
0
Veneto
Eviterei affermazioni dettate da osservazioni e informazioni banali e poco approfondite. Soprattutto senza conoscere il prodotto in questione... il fatto che ci sia una vaga somiglianza di principi attuativi, direi che paragonarli è del tutto fuori luogo.

Io tra l'altro sto usando un DOSS dopo 2 anni di Specialized, quindi capito a fagiolo avendo proprio usato i prodotti in questione, e mi rendo conto che paragonarli è come paragonare una Punto con una A4... fuori range.
Provate il DOSS prima di parlare please :)
caro mio... il fatto e proprio che ho provato il reggi sella di Specialized...:cucù::smile:
 

starlaFR

Biker dantescus
12/7/04
4.680
2
39
Inverìc (Còm)
www.strava.com
In abbinamento ad una corona da...?
non ho fatto i calcoli, ma così 'a naso', calcolando che già lo sviluppo metrico del 32x11 mi soddisfa appieno (e sono disposto a sacrificarne un po' a fronte del vantaggio di avere vantaggi all'altro estremo della rapportatura), direi che almeno un 30 o un 28.

Se qualcuno ha voglia di fare i calcoli sono curioso di vedere gli sviluppi metrici di tali configurazioni... (ma stiamo andando off-topic :()