Giunto Horst... e simili

Discussione in 'Cross Country' iniziata da Pe, 18/11/02.

  1. Pe

    Pe Biker velocissimus

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    2.535
    allora...

    se ne discute sempre e forse è per molti uno di quei termini che si capiscono e non si capiscono, proviamo a fare chiarezza... schemi li ho a casa e verranno aggiunti piú in lá!

    allora:
    perché la sospensione non venga compressa dalla pedalata (trazione della catena) la traiettoria del mozzo post dovrebbe essere prettamente verticale!
    se la sospensione presente un unico fulcro di rotazione la traiettoria sará prettamente circolare e per cui con componente orizzontale, maggiore è questa componente e maggiore sará l'oscillazione durante la pedalata!

    per ottenere una traiettoria pressoché verticale un tale chiamato Horst Leitner ha brevettato uno snodo sui foderi orizzontali.
    Il brevetto è stato acquisito da Specialized che insieme ad altri costruttori (intense..ecc ecc) costruisce ormai da anni secondo questa particolare geometria i telai, sia da XC che da discesa!

    Giant e altri costruttori invece non si sono attenuti alle rigide speciche del giunto Horst ma hanno comunque posizionato uno snodo sui foderi orizzontali, ed infatti anche questi sistemi, ormai collaudati da anni, hanno un'ottima risposta alla pedalata!

    Quei "cosíchiamati" quadrilateri alla Kona, Rocky ecc con snodi sui foderi verticali non sono delle sospensioni a quadrilatero deformabile "cinematicante parlando" perché il mozzo post avrá in ogni caso una traiettori circolare attorno al perno principale!!

    la discussione è aperta e sono pronto ad accettare correzioni, insulti e completamenti vari!!
     
  2. Sergio

    Sergio Biker tremendus

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    1.249
    Sciocco!!!
    Non ho resistito alla tua disponibilità agli insulti... :eek:
     
  3. Pe

    Pe Biker velocissimus

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    2.535
    :shock:
    Beh devo dire che ti sei incredibilmente contenuto!!!
     
  4. Sergio

    Sergio Biker tremendus

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    1.249
    Siamo persone civili.....forse perfino troppo!!!
     
  5. bob

    bob Biker ciceronis

    Registrato:
    31/10/02
    Messaggi:
    1.464
    Se vogliamo essere precisi a tutti i costi, dovremmo dire che la trazione della catena deve essere perpendicolare alla traiettoria del mozzo posteriore... da cui la difficolta ad avere comportamento neutro con rapporti diversi (immaginate la posizione della catena in questi casi 42-11 e 22-32)
     
  6. maio

    maio Biker tremendus

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    1.117
    Ho presente il sistema delle FSR e dopo la spiegazione di Pe, credo di aver abbastanza capito il problema.
    Ma il sistema di una Scapin Ottobulloni (o Enduro come la chiamano adesso) che molto simile al sistema che ho visto su alcune Trek, di che tipo è?
     
  7. Pe

    Pe Biker velocissimus

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    2.535
    come si vede in foto noterai che lo snodo è (al contrario di trek Fuel) sui foderi orizzontali!

    come posizionamento è molto simile al sistema NRS di Giant; considerato da molte prove estremamente valido!

    mettiamolo trai i Simil-Horst

    va detto che poi Scapin come immagine per me è meglio di Giant, peró non voglio sapere quanto costa!!!
     
  8. bob

    bob Biker ciceronis

    Registrato:
    31/10/02
    Messaggi:
    1.464
    Sono tutti figli dello stesso padre: PARALLELOGRAMMA ARTICOLATO! :-?

    Quando ci sono un telaio e tre "aste" collegate da cerniere (boccole o cuscinetti) si parla sempre di parallelogramma articolato... la cinematica sarà poi anche radicalmente diversa tra un parallelogramma ed un'altro a seconda dei rapporti tra le dimensioni delle "aste" (posizione delle cerniere) e della posizione e caratteristiche dell'elemento visco-elastico (ammortizzatore).
     
  9. Pe

    Pe Biker velocissimus

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    2.535
    sí ma SOLAMENTE se il giunto si trova sui foderi orizzontali!!!!!
     
  10. roy batty

    roy batty Aziende

    Registrato:
    2/11/02
    Messaggi:
    6.439
    Mi spieghi il perché?
    Almeno capire perché affermi ciò.
    Pura curiosità.

    Un ciao dubbioso
     
  11. Pe

    Pe Biker velocissimus

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    2.535
    allora io continuo a considerare determinante per la definizione di una sospensione la traiettoria rispetto al telaio.

    se il fulcro si trova sui foderi verticali siamo daccordo che la sospensione si snoda su 4 lati uniti da snodi, ovvero letteralmente in un quadrilatero articolato, peró la traiettoria della ruota post è la stessa che avrebbe con un monobraccio infulcrato dove sono infulcrati i foderi orizzontali al telaio!

    cinematicamente non c'è differenza rispetto al monobraccio...
    ...che poi gli snodi sono 4 invece che 1 incide solamente sulla eventuale rigiditá laterale.

    sei daccordo??
     
  12. bob

    bob Biker ciceronis

    Registrato:
    31/10/02
    Messaggi:
    1.464
    Scusa ma non capisco :? : ci sono 3 lati collegati ad un telaio e 4 snodi (uno ad ogni estremità dei lati). La traiettoria dipenderà dalle lunghezze dei lati e quindi dalla posizione relativa degli snodi.
    Hai mica un disegno pronto sul quale disquisire?

    PS: bisogna che mi ricordi di portare in ufficio il libro di "Meccanica Applicata alle Macchine" così definisco correttamente il Centro di Istantanea Rotazione e si può mettere in evidenza i parametri che controllano la traiettoria... sono passati troppi anni! :(
     
  13. iuppareppa

    iuppareppa Biker paradisiacus

    Registrato:
    1/11/02
    Messaggi:
    6.390
    Ciao A tutti :D
    Il vero e unico sistema aparallelogramma articolato è il Lawhill (quello delle Schwinn da DH) gli altri sono solo un'approssimazione. Nelle sospensioni a parallelogramma quello che rende o meno una sospensione attiva è il riunto tipo Horst (da Horst Leithner padre delle mitiche AMP) vero o fintoche sia. Questo è sicurametevero se avete i freni a disco, se no dipende da dove avete i perdi dei freni.
    Altro sistema valido per non avere storie in frenata e diarchi dicirconfereza è il VPP. Detto questo ribadisco che la bici deve essere qualcosa di semplice e pulito: tante bileeltte e tanti snodi=tanti ptobabili problemi
    Iuppareppa
     
  14. Ciccio

    Ciccio Biker cesareus

    Registrato:
    15/11/02
    Messaggi:
    1.722
    Bike:
    Yeti 575 25th anniversary
    Per quanto riguarda l'affermazione di iuppareppa, e cioè che meno roba c'è meno se ne rompe, sono perfettamente d'accordo :eek: . Sul fatto che l'unico vero parallelogramma articolato sia il Lawhill onestamente non saprei: tenete conto che queste tipologie di sospensione non sono altro che rimaneggiamenti di sistemi oramai strautilizzati anche in altri settori dove la sperimentazione cominciò ben prima (motociclismo, automobilismo). Inoltre, vi ricordo che conviene valutare più la singola applicazione da parte del costruttore piuttosto che definire la bontà oppure no di un teorico sistema. Mi spiego : io continuo a preferire il sistema monocross perchè lo trovo adatto per come pedalo io e sopratutto per come utilizzo io la bike. Ciò non significa che la mia Ellsworth lavori come la mia vecchia C'dale SuperV.
     
  15. iuppareppa

    iuppareppa Biker paradisiacus

    Registrato:
    1/11/02
    Messaggi:
    6.390
    Ciao Ciccio :D
    Ueh, Ciccio mo' chi sei' Sei di Spessano ma non ti conosco, o forse si...
    Corri a presentarti in "benvenuti" :eek:
    La sospensione ideale non esiste, secondo me: come si fa ad avere pochi snodi, ad avee una traiettoria lineare e un sistema telaio ammortizzatore senza assorbilento in pedalata ein salita? Forse la Santa Cruz VPP DH con il 5th Element potrebbe avvicinarsi molto alla perfezione ma non alla semplicità e alla leggerezza per unabici a 360 gradi.
    Voglio essere provocatorio: sei sicuro che la tua Ellsworth sia meglio della Super V :P
    iuppareppa
     

Condividi questa Pagina