1. Traccia, mappa e info nella descrizione del video. Abbonati gratuitamente al nostro canale Trailguide, clicca qui.

    Chiudi

Il cambio del futuro (?)

Discussione in 'La Pecora sclera' iniziata da Ser pecora, 16/4/12.

  1. Ser pecora

    Ser pecora Diretur Heiliger Geist
    Membro dello Staff

    Registrato:
    16/6/03
    Messaggi:
    11.489
    ...fortuna per modo dire...fosse un sistema efficiente quanto la catena si vedrebbero anche in motogp...trasmissioni cardaniche, a cinghia e compagnia sono relegate alle moto da turismo e poco altro.

    E' il NuVinci. Solo il mozzo peserà 3kg e sotto sforzo (relativo) cambia a fatica. L'ho provato.
     
  2. mikyspa

    mikyspa Biker superioris

    Registrato:
    2/12/11
    Messaggi:
    874
    il sistema CTV è utilizzato sugli scooter... già funziona male di suo :hahaha: ... mettiamolo anche tra acqua e fango e siamo apposto :specc:, non va bene neanche sulla polvere...
     
  3. fifurnio

    fifurnio Biker extra

    Registrato:
    11/12/06
    Messaggi:
    747
    grazie "SER", non sapevo come si chiamasse quel coso che mi aveva incuriosito tempo fa.
    Certo che se proviamo a pensare a un cambio continuo, su cui impostare solo la cadenza o lo sforzo... ci pensate all'assoluto silenzio (un piccolo motore passo-passo potrebbe regolare il rapporto) con cui ci confronteremmo con i cambi attuali ?
     
  4. mascio

    mascio Biker forumensus

    Registrato:
    17/8/08
    Messaggi:
    2.116
    Io credo che la alternativa al classico deragliatore esista gia',in qualche tavola di progettazione o sul banco prova di qualche mega casa di componenti per bike.Solo stanno aspettando il momento buono per tirarla fuori,quando non sapranno piu' cosa proporre dopo le varie bi,triammortizzate,rigide,29,26,27.5 etc etc...magari quando il mercato si riprende di botto e possono lanciare un innovazione tale da non poterne fare a meno.
     
  5. fifurnio

    fifurnio Biker extra

    Registrato:
    11/12/06
    Messaggi:
    747
    Teoria complottista, che non condivido volentieri: le aziende che pensano di avere articoli vincenti di solito vanno subito sul mercato, per una serie di buoni motivi, per monetizzare subito i costi di sviluppo, prima che qualcuno metta le mani sulla stessa idea, per monetizzare e basta, per vantare l'anteprima sull'idea, e non mi viene in mente altro.
    Complottismo a braccetto con la tesi del motore ad acqua il cui brevetto è tenuto nascosto dai petrolieri, o delle cura definitiva contro il cancro tenuta nascosta per lucrare su farmaci che devono essere usati più a lungo perchè poco efficaci.
    Favole, quasi sempre; io mi occupo di progettazione meccanico-elettronica, sono sicuro che quando shimano o sram se ne escono con un oggetto nuovo dietro ci siano costi ingenti: lo sviluppo del progetto, la sperimentazione di diverse versioni, diversi materiali, i costi d'impianto, seguiti poi dal rischio sempre presente che il mercato non gradisca l'oggetto.
    Infine: cura definitiva per un solo tipo di cancro, ma ve l'immaginate che utili potrebbe fare l'azienda che ce l'ha ?

    Smettiamo di credere alle favole.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  6. fifurnio

    fifurnio Biker extra

    Registrato:
    11/12/06
    Messaggi:
    747
  7. bis

    bis Biker augustus

    Registrato:
    29/12/08
    Messaggi:
    9.329
    A cosa ti riferisci?
    Al fatto che si dica che qualcuno sta ragionando sul nuovo e tiene nascosta la soluzione?

    Se a far ragionamenti sono le aziende leader, come la storia insegna, potrai solo vedere piccoli cambiamenti visto che di sicurno non smantellano dall'oggi al domani i mega impianti di produzione per diffondere qualcosa di radicalmente diverso.

    La vera novita' arriva da chi parte da zero
    Salomon facceva ottimi attacchi da sci e quando s'e' buttata nel mercato degli sci ha introdotto una tecnologica rivoluzionaria ... negli anni successivi si sono adeguati tutti.

    In casa nostra. Sram e' risorta nel cambi mtb, introducendo un bilancere senza molla per evitare sballonzolamenti e piu' cavo tirato per ogni passaggio, per minimizzare l'imprecisione.
    Shimano uno o due anni dopo l'ha seguita.

    Dalle attuali Sram e Shimano, non vedremo nulla di rivoluzionario ma non e' affatto detto che nel cassetto non tengano qualcosa di veramente interessante.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  8. xVALERIOx

    xVALERIOx Biker celestialis

    Registrato:
    5/6/10
    Messaggi:
    7.049
    Bike:
    Stumpjumper fsr 29
    quoto...le case sviluppatrici e produttrici hanno gia' innovazioni x i prossimi 20anni....solo che porzionano le novita' un po' alla volta....
     
  9. marco10

    marco10 Biker poeticus

    Registrato:
    20/8/05
    Messaggi:
    3.965
    vero, l'area 52 è, in realtà, l'archivio segreto di tutti i progetti nascosti.
    so per certo che esiste il progetto di una trasmissione AM che sfrutta i principi base della telecinesi
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  10. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    43.285
    Immagino l'utilità della mossa, spendere un sacco di soldi oggi per sviluppare prodotti che poi non verranno venduti per decenni. Della serie "pane e volpe"... ma figuriamoci.
     
Bozza salvata Bozza eliminata

Condividi questa Pagina