in Liguria la situazione moto è devastante...

Andrea100

Biker urlandum
6/2/09
537
25
IMPERIA
www.youtube.com
ciao,
in liguria c'è l'anarchia più totale,
aprono un nuovo trail e il giorno dopo ci passano con le moto, sembra che non aspettino altro, e forse è proprio così...
dispiace veramente vedere quanto lavoro viene danneggiato senza nessun tipo di rispetto, qui nessuno dice nulla e non si capisce la legge da che parte sta...
dalle vostre parti come siete messi ???
 

 

giorgibe

Biker infernalis
22/8/05
1.887
2
ciao,
in liguria c'è l'anarchia più totale,
aprono un nuovo trail e il giorno dopo ci passano con le moto, sembra che non aspettino altro, e forse è proprio così...
dispiace veramente vedere quanto lavoro viene danneggiato senza nessun tipo di rispetto, qui nessuno dice nulla e non si capisce la legge da che parte sta...
dalle vostre parti come siete messi ???
male, come da ogni altra parte.
 

Andrea100

Biker urlandum
6/2/09
537
25
IMPERIA
www.youtube.com
male, come da ogni altra parte.
a Livigno i gestori del Mottolino (gli impianti di risalita che d'estate gestiscono un bike park impressionante) mi spiegavano che una moto nei sentieri sarebbe una vera e propria follia, da loro è totalmente illegale e nessuno si azzarda neppure a pensarci di risalire un trail in moto..... (da loro...)
 

giorgibe

Biker infernalis
22/8/05
1.887
2
a Livigno i gestori del Mottolino (gli impianti di risalita che d'estate gestiscono un bike park impressionante) mi spiegavano che una moto nei sentieri sarebbe una vera e propria follia, da loro è totalmente illegale e nessuno si azzarda neppure a pensarci di risalire un trail in moto..... (da loro...)
ricitandoti oltre all' anarchia più totale c'è anche il fottesega e menefreghismo completo da parte di chi uno stipendio comunque lo prende e lo ha sempre preso, crisi o non crisi, leggi di chiusura ente o non leggi.
risposte tipiche : non abbiamo i soldi, non abbiamo i mezzi, non abbiamo tempo.
oppure : ma che fastidio ti danno le moto, ma che danni fanno, ma non hai altro da fare..
( .....che venire qui a frantumarci i cabbasisi ) ?
 

Tc70

Entomobiker
20/4/11
18.305
4.775
49
Provincia di Bs
Bike
Picola ma carattarastica...
...dalle vostre parti come siete messi ??
Un articolo dei tanti tratto da un quotidiano delle mie zone...luoghi che frequento in mtb e che purtroppo...:celopiùg:

Vallio Terme
Amministrazioni
Sentieri come piste abusive di motocross
di Redazione
Per contrastare il passaggio di moto da cross per i sentieri montani di Vallio Terme, l’amministrazione comunale ha messo in campo una task-force con le Gev della Valle Sabbia

L'Amministrazione comunale di Vallio Terme, in collaborazione con il Gruppo Guardie Ecologiche Volontarie della Comunità montana di Valle Sabbia (GEV), ha iniziato un percorso per contrastare la pratica del motocross su sentieri e strade non adibite a tale disciplina sportiva.

L'attività di vigilanza, iniziata lo scorso mese di giugno, proseguirà per tutto l'anno. Già le prime giornate di vigilanza hanno consentito al locale ufficio di Polizia locale, coadiuvato appunto dalle Guardie Ecologiche Volontarie, di sanzionare numerosi motociclisti portando anche al fermo amministrativo di alcuni motocicli.

"L'iniziativa - spiega il sindaco Floriano Massardi - nasce dopo ripetute sollecitazioni di cittadini che lamentavano problemi di sicurezza per le persone e la deturpazione/inagibilità dei sentieri a causa dei continui passaggi di motocicli. Infatti, parecchie volte sono dovuti intervenire i locali gruppi di volontariato (Protezione civile, Gam, ecc.) per il ripristino dei consistenti danni causati dal passaggio dei motociclisti stessi".
 

Jaco MtB

Biker forumensus
Ci sono topic sul problema,e non pochissimi. E finiscono spesso come credo finirà ogni topic del genere,questo incluso: flame e talebanismi. Con ciò nulla contro l'apertura del topic,ma per mettere in guardia. :prost:
 

zeromeno

Biker paradisiacus
31/5/04
6.392
3
Vicino a Padova
Padova; Colli Euganei(parco e riserva naturale):
anarchia totale, moto ovunque a qualsiasi ora in qualsiasi giorno della settimana w-e compresi….praticamente nessuno fa niente
sentieri devastati, rischio di collisione, disturbo della fauna(protetta) e degli abitanti
...:nunsacci:
 

gattomiau

Biker extra
26/6/15
729
177
.
Bike
.
Ciao, qui in Val di Susa la situazione è abbastanza analoga alla vostra, e mi riferisco in particolare alla strada per ilColle dell'Assietta dove oltre a infrangere il divieto di circolazione imposto ai veicoli a motore nelle giornate di mercoledì e sabato nel periodo estivo, molti motociclisti che arrivano anche dall'estero, come i due tedeschi che ho trovato proprio al colle, hanno già pronti i 300 euro per pagare la multa sanzionata dai guardiaparco (Parco del Gran Bosco di Salbertrand) o i due svizzeri che ho fermato e invitato a tornare indietro salvo che dopo aver riattraversato la sbarra che impedisce l'accesso hanno preso un sentiro laterale tagliando per i prati in barba al guardiaparco che non è arrivato in tempo a raggiungerli.
Nella zona di Bardonecchia la situazione è analoga ma non siamo in un Parco. Un amico venuto di lontano per un we in mtb mi ha detto di aver temuto per la sua incolumità.
Si sa che i turisti portano denaro contante quindi lasciamoli fare, che volete che sia un poco di rumore e qualche pietra smossa in confronto al volano che smuovono nell'economia della Nazione?
 

kitkat

Biker tremendus
17/7/12
1.382
19
Ossola
Purtroppo in Italia qualsiasi cosa facciamo pestiamo i piedi a qualcuno. Siamo tanti in poco spazio, e sicuramente anche "culturalmente arretrati" o più incivili di altri paesi, almeno credo.

Quindi io che vado in bici rompo le palle a chi va a piedi e a chi va in moto, perché loro salgono e io scendo, chi va in moto rompe le palle a quelli che vanno a piedi e in bici, chi va a caccia rompe le balle a tutti eccecc.

Purtroppo inoltre, almeno dal punto di vista di chi va in moto, esse hanno il motore, inquinano e fanno rumore, con tutte le conseguenze del caso per quanto riguarda i parchi, la flora e la fauna.

Io capisco, da una parte, chi va in moto; per esempio chi fa enduro o trial, non esistono posti creati appositamente e quindi ci si arrangia come si può, credo anche che sicuramente in molte zone alcuni sentieri siano stati aperti/riqualificati da questi appassionati, senza di loro non esisterebbero o sarebbero morti.
Questo vale anche per chi va in bici, anche se diamo fastidio siamo poi praticamente gli unici a tenere in ordine, in molte zone, idem per i cacciatori (tutto questo per fare un discorso generale), che daranno fastidio e saranno brutti e cattivi, molti lo sono davvero, ma molte aree montane, molte baite, molti alpeggi sarebbero defunti senza di loro.

Questo per dire che purtroppo ognuno ha le sue passioni e secondo me anche il diritto di praticarle, con i limiti, sensati però, del caso, perché molte volte basterebbe il buon senso.

Da "trailbuilder" capisco molto bene anche l'amarezza che trapela dal messaggio di andrea.. Ed infatti quello che racconta è pura mancanza di rispetto, cosa che succede anche da noi.

Qui da me nessuno usa moto da enduro, troppo forti le pendenze eccecc, vanno tutti col trial.. Col trial si può andare ovunque no? Cazz se compro un trial lo faccio per girare a caso nel bosco... E invece no, se la girano tranquillamente sui sentieri/pistini, passano sulle sponde, fanno i loro giocherellini sui salti, ovviamente rompendoli, ecceccecc.. Questo è successo più volte, in una zona come la mia, che è "selvaggia", dove c'è poca gente che va in bici, pochi col trial, pochi a piedi, nessuno con qualche 450 4 tempi che scava anche al minimo. Non oso immaginare in zone frequentate, popolate e turistiche come le vostre....

Tutta sta trafila per dire, che determinate cose si possono "combattere" solo in due modi a mio modo di vedere, vietando tutto, cosa che va contro i "diritti" che ognuno di noi dovrebbe avere e che è anche inutile, perché il più furbo che fa quello che vuole "di sfroso" ci sarà sempre, oppure usando il buon senso, sia nel legiferare che soprattutto nel praticare le nostre passioni. Ci lamentiamo dei politici, ma la rivoluzione culturale dovrebbe venire soprattutto da noi, dal basso. Purtroppo però vedo tutte le due cose come "utopie".... Quindi tutta quella che si respira in queste discussioni è molto spesso aria fritta...
 
  • Like
Reactions: 666 le demon

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.221
3.451
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Tutta sta trafila per dire, che determinate cose si possono "combattere" solo in due modi a mio modo di vedere, vietando tutto, cosa che va contro i "diritti" che ognuno di noi dovrebbe avere e che è anche inutile, perché il più furbo che fa quello che vuole "di sfroso" ci sarà sempre, oppure usando il buon senso, sia nel legiferare che soprattutto nel praticare le nostre passioni. Ci lamentiamo dei politici, ma la rivoluzione culturale dovrebbe venire soprattutto da noi, dal basso. Purtroppo però vedo tutte le due cose come "utopie".... Quindi tutta quella che si respira in queste discussioni è molto spesso aria fritta...
Certo che sono "utopie", l'italiano non accetta mai limitazioni alla propria "libertà" (più correttamente, al suo arbitrio). Quando una legge la considera ingiusta, la infrange senza tanti scrupoli, salvo poi frignare sullo "Stato che non c'è" quando sono gli altri ad infrangerle a suo danno.

Tanto per aggiungere benzina sul fuoco, la LR toscana,che vieta i mezzi a motore su sentieri e mulattiere debitamente tabellati (forse l' 0,01% sul totale) espressamente prevede la possibilità di aree destinate agli sport motorizzati, realizzati e gestiti dalle associazioni del settore. Totale delle aree chieste da tali associazioni: zero. Perchè sbattersi con burocrazia, lavoro, spese quando si può usufruire della burocrazia, lavoro, spese fatti dagli altri? :omertà:
 

kitkat

Biker tremendus
17/7/12
1.382
19
Ossola
Certo che sono "utopie", l'italiano non accetta mai limitazioni alla propria "libertà" (più correttamente, al suo arbitrio). Quando una legge la considera ingiusta, la infrange senza tanti scrupoli, salvo poi frignare sullo "Stato che non c'è" quando sono gli altri ad infrangerle a suo danno.

Tanto per aggiungere benzina sul fuoco, la LR toscana,che vieta i mezzi a motore su sentieri e mulattiere debitamente tabellati (forse l' 0,01% sul totale) espressamente prevede la possibilità di aree destinate agli sport motorizzati, realizzati e gestiti dalle associazioni del settore. Totale delle aree chieste da tali associazioni: zero. Perchè sbattersi con burocrazia, lavoro, spese quando si può usufruire della burocrazia, lavoro, spese fatti dagli altri? :omertà:
Sono d'accordo con te.. Però c'è anche un altro problema, che penso sussista pure in questo caso... Quando devi fare qualcosa, creare qualcosa, spostare un sasso, tagliare una pianta e devi metterti nelle mani di regione, comune, provincia o chi per esso, ti passa la voglia di fare tutto. Magari invece poi invece in questo caso sbaglio, e per le associazioni esistenti, si potrebbe trattare di semplice "formalità", diciamo così.
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.221
3.451
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Sono d'accordo con te.. Però c'è anche un altro problema, che penso sussista pure in questo caso... Quando devi fare qualcosa, creare qualcosa, spostare un sasso, tagliare una pianta e devi metterti nelle mani di regione, comune, provincia o chi per esso, ti passa la voglia di fare tutto. Magari invece poi invece in questo caso sbaglio, e per le associazioni esistenti, si potrebbe trattare si semplice "formalità", diciamo così.
Curioso però che per creare e manutenere i sentieri per le mtb in varie zone della Toscana in modo "ufficiale" (faccio dei nomi: Bandite di Scarlino/Punta Ala, Rincine...) ci sia chi trova il tempo e la voglia di affrontare la burocrazia.

Così com'è ugualmente curioso che quando si tratta di fare semplice manutenzione ordinaria, quasi mai soggetta a qualunque formalità, sono sempre i soliti a rimboccarsi le maniche. A me è capitato perfino di essere rimbrottato da dei cavalieri perchè non pulivo in alto...:omertà:
 
  • Like
Reactions: teoDH

kitkat

Biker tremendus
17/7/12
1.382
19
Ossola
Curioso però che per creare e manutenere i sentieri per le mtb in varie zone della Toscana in modo "ufficiale" (faccio dei nomi: Bandite di Scarlino/Punta Ala, Rincine...) ci sia chi trova il tempo e la voglia di affrontare la burocrazia.
Assolutamente vero pure questo, come ci sono negozi/associazioni che spingono e mettono soldi in questi progetti per mtb ci dovrebbero essere pure per le moto...
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.221
3.451
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Assolutamente vero pure questo, come ci sono negozi/associazioni che spingono e mettono soldi in questi progetti per mtb ci dovrebbero essere pure per le moto...
Beninteso, anche tra i biker non abbonda la voglia di lavorare. Sempre più facile girare dove qualcuno manutiene...
 

zeromeno

Biker paradisiacus
31/5/04
6.392
3
Vicino a Padova
è vero che molti non hanno voglia di fare,ma è anche vero che il discorso sia un po' complicato dalla burocrazia; molti hanno paura che anche levare un tronco caduto su un sentiero o rastrellare foglie possa essere sanzionabile
...visto come vanno le cose in italia -anche x me- è meglio agire nell' ombra:fantasm:
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.221
3.451
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
è vero che molti non hanno voglia di fare,ma è anche vero che il discorso sia un po' complicato dalla burocrazia; molti hanno paura che anche levare un tronco caduto su un sentiero o rastrellare foglie possa essere sanzionabile
...visto come vanno le cose in italia -anche x me- è meglio agire nell' ombra:fantasm:
Per dissipare le "ombre" basta chiedere a chi se ne occupa di mestiere: il Corpo Forestale dello Stato o delle Regioni o le Polizie Provinciali :spetteguless:
Se parliamo di manutenzione ordinaria di viabilità esistente e di pubblico accesso difficile che trovino da ridire, anzi.
 

Oniriko77

Biker augustus
5/2/04
9.564
38
Alba
Ho sempre pensato che praticare sport all'aria aperta potesse rendere le persone più sensibili all'ambiente, all'impatto dell'uomo sulla natura, evidentemente mi sbagliavo se ho trovato questi fossi di mezzo metro in quella che reputo la più bella discesa da fare in MTB della nostra zona, Bossolaschetto DH, (provincia di Cuneo) con dispiacere incrocio 7/8 motocrossisti che risalgono su pendenze assurde su un singletrack prettamente escursionistico o al massimo in bici fattibile con telescopico e solo in discesa, ovviamente per salire su pendenze proibitive con un mezzo da 150kg si scavano solchi come in foto. La cosa che preoccupa è il menefreghismo perchè anche un imbecille si accorge che questa discesa è stata, parecchio tempo fa, preparata per le discese in bici, difatti sono presenti un paio di drop, passerelle in legno e chicken line, quindi motocrossaro oltre che menefreghista sei anche un po'stronzo. Che dire... è solo l'inizio dato che a dicembre la discesa era intonsa, aspetteremo le piogge che scaveranno ulteriormente e renderanno totalmente impedalabili in sella ampi tratti di discesa. Inoltre al posto di quel tratto c'è un comodo sterratone alternativo che arriva sempre allo stesso punto !
 

Allegati

iz5dki

Biker dantescus
25/3/07
4.853
64
66
lucca
picasaweb.google.com
Bike
Ghost 29 Amr Carbonio
Non siete gli unici, dalle nostre parti ci sono di peggio sui Monti Pisani, per fortuna ci sono vari gruppi di ragazzi che hanno a cuore i nostri monti e fanno di tutto per riportarli agibili e rinnovo un Grazie di Cuore a tutti loro:il-saggi:
 

albetrialsv

Biker novus
15/7/16
1
0
Purtroppo in Italia qualsiasi cosa facciamo pestiamo i piedi a qualcuno. Siamo tanti in poco spazio, e sicuramente anche "culturalmente arretrati" o più incivili di altri paesi, almeno credo.

Quindi io che vado in bici rompo le palle a chi va a piedi e a chi va in moto, perché loro salgono e io scendo, chi va in moto rompe le palle a quelli che vanno a piedi e in bici, chi va a caccia rompe le balle a tutti eccecc.

Purtroppo inoltre, almeno dal punto di vista di chi va in moto, esse hanno il motore, inquinano e fanno rumore, con tutte le conseguenze del caso per quanto riguarda i parchi, la flora e la fauna.

Io capisco, da una parte, chi va in moto; per esempio chi fa enduro o trial, non esistono posti creati appositamente e quindi ci si arrangia come si può, credo anche che sicuramente in molte zone alcuni sentieri siano stati aperti/riqualificati da questi appassionati, senza di loro non esisterebbero o sarebbero morti.
Questo vale anche per chi va in bici, anche se diamo fastidio siamo poi praticamente gli unici a tenere in ordine, in molte zone, idem per i cacciatori (tutto questo per fare un discorso generale), che daranno fastidio e saranno brutti e cattivi, molti lo sono davvero, ma molte aree montane, molte baite, molti alpeggi sarebbero defunti senza di loro.

Questo per dire che purtroppo ognuno ha le sue passioni e secondo me anche il diritto di praticarle, con i limiti, sensati però, del caso, perché molte volte basterebbe il buon senso.

Da "trailbuilder" capisco molto bene anche l'amarezza che trapela dal messaggio di andrea.. Ed infatti quello che racconta è pura mancanza di rispetto, cosa che succede anche da noi.

Qui da me nessuno usa moto da enduro, troppo forti le pendenze eccecc, vanno tutti col trial.. Col trial si può andare ovunque no? Cazz se compro un trial lo faccio per girare a caso nel bosco... E invece no, se la girano tranquillamente sui sentieri/pistini, passano sulle sponde, fanno i loro giocherellini sui salti, ovviamente rompendoli, ecceccecc.. Questo è successo più volte, in una zona come la mia, che è "selvaggia", dove c'è poca gente che va in bici, pochi col trial, pochi a piedi, nessuno con qualche 450 4 tempi che scava anche al minimo. Non oso immaginare in zone frequentate, popolate e turistiche come le vostre....

Tutta sta trafila per dire, che determinate cose si possono "combattere" solo in due modi a mio modo di vedere, vietando tutto, cosa che va contro i "diritti" che ognuno di noi dovrebbe avere e che è anche inutile, perché il più furbo che fa quello che vuole "di sfroso" ci sarà sempre, oppure usando il buon senso, sia nel legiferare che soprattutto nel praticare le nostre passioni. Ci lamentiamo dei politici, ma la rivoluzione culturale dovrebbe venire soprattutto da noi, dal basso. Purtroppo però vedo tutte le due cose come "utopie".... Quindi tutta quella che si respira in queste discussioni è molto spesso aria fritta...
ho capito, sono da mettere al muro. Vale la regola la mia libertà non deve togliere ad altri
 

Discussioni simili

Risposte
9
Visite
3K
sembola
S
Risposte
242
Visite
22K
sembola
S
Risposte
512
Visite
31K
sembola
S