1. Abbonati gratuitamente al nostro canale Youtube, clicca qui.
    COME AFFRONTARE UN RIPIDONE
    Chiudi
Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Tech Corner La centratura delle ruote

Discussione in 'Tech corner' iniziata da scr1, 22/3/10.

  1. scr1

    scr1 Biker meravigliosus

    Registrato:
    16/7/07
    Messaggi:
    19.597
    Bike:
    Scott Spark910, Canyon Lux CF 9.0
    "LA CENTRATURA DELLE RUOTE"

    •Ben ritrovati nell’angolo Tech corner .​
    •In questo Topic cercheremo di spiegare come affrontare la centratura di una ruota, cosa abbastanza difficile da praticare ma, se osserviamo qualche passaggio ben spiegato, dovremmo almeno in parte riuscirci.​
    •Capita spesso dopo uscite molto tecniche , dove affrontiamo discese impervie ciottolose o molto variegate, di tornare a casa e vedere la nostra ruota oscillare a destra e sinistra come una pazza, senza poter far altro che andare dal più vicino rivenditore a farci rimettere a posto la malata.​
    •Capita spesso anche di dover cambiare semplicemente un nipplo o un raggio , per una infortunosa rottura, oppure di acquistare un paio di nuove ruote e dopo la prima uscita trovarsi a doverle rimettere a posto per assestamento.​
    •Dunque vediamo come procedere , ad una spiegazione comprensibile per eseguire tali operazioni.​
    •Questa spiegazione vuole solo trattare un intervento semplice , cioè l’allentamento di un raggio, la sostituzione dello stesso e di un nipplo.​
    •Non riguarda la deformazione statica del cerchio dovuto ad urti improvvisi perché tale problematica richiede un esperienza abbastanza profonda in materia e non basta spiegare e descrivere come procedere, in quanto si tratterebbe di dover ribilanciare tutta una ruota, cosa che a volte riesce ed altre no , dunque richiede la sostituzione del cerchio stesso.

    Precisazione:
    •Le ruote posteriori sono differenziate nella tartura della tensionatura dei raggi perchè sono di fatto campanate in maniera diversa alle anteriori dovendo alloggiare la cassetta pignoni.Come possiamo ben osservare dalla foto , la raggiatura sul lato cassetta si presenta molto più verticale rispetto alla parte sinistra.

    [​IMG]

    •Questo differisce la tensionatura della raggiatura lato destro , con generalmente 5 punti di differenza rispetto al lato sinistro. Ciò è dovuto al fatto che oltre allo spazio necessario per l'alloggio del pacco pignoni , la forza motrice creata dall'azione della pedalata mette in forte tensione la raggiatura , dunque un carico maggiore sui raggi si rende necessario.
    •Tuttavia ultimamente con l'utilizzo dei freni a disco e conseguente alloggio disco sul mozzo anteriore, si sono differenziate le tarature anche sulla raggiatura front side , prediligendo una più robusta tensionatura ovviamente lato disco.
    •La ruota è l'organo meccanico che ci consente di scendere e salire , dando direzionalità al mezzo e trasmettendo sensazioni al pilota di stabilità.
    •Una ruota mal centrata , dunque mal tensionata , sicuramente mette o metterà in difficoltà il biker che, oltre a non avere le giuste sensazioni di guidabilità, rischia seriamente di spezzare il raggio che per eccesso di carico, deve compensare lo sforzo che dovrebbe fare il raggio mal tensionato.


    L’ATTREZZATURA NECESSARIA

    •Naturalmente per centrare una ruota occorre un’attrezzatura specifica ed un tira raggi.​
    •Per quanto riguarda l’attrezzatura per il centraggio va bene una qualsiasi , che consenta di avere una presa rigida ed una parte che mostri attraverso due pin registrabili da accostare al cerchio , la deflessione laterale.​
    •Ne esistono di vari prezzi e le si trovano anche on line.​
    •Io per questa operazione ho usato il TS2.2 della Park Tools

    [​IMG]

    LA CHIAVE CORRETTA:

    •Per quanto riguarda invece la chiave da usare, dobbiamo far attenzione alla misura del nipplo, che il costruttore della ruota ha usato, il quale può avere una sezione quadra di diverse misure.
    •Per ogni tipo di sezione esiste una chiave specifica.​
    •Presupponendo che la chiave color VERDE va generalmente bene , quindi la più universale , occorre comunque fare delle precisazioni:​
    •Per nippli misura 3,23 mm usati soprattutto da DT occorre il colore NERO
    •Per nippli misura 3,3 mm usati più comunemente occorre il colore VERDE
    •Per nippli misura 3,45 mm occorre il colore ROSSO
    •Per nippli misura 3,96 mm occorre il colore BLU.

    [​IMG]

    •Una chiave sbagliata può sboccare il niplle con conseguente inutilizzabilità dello stesso.

    • Dunque la chiave giusta è quella più precisa, cioè quella che presenta pochissimo gioco sulla sezione quadra del nipple.

    •Minore si presenta il gioco minore è la possibilità di sboccare il nipplo.​
    .
    [​IMG]

    •Il nipplo in figura non corrisponde sempre allo standard assoluto, in quanto viene utilizzato solo in caso di cerchi normali per camera.

    •Come possiamo osservare ha una testa con taglio a cacciavite leggermente bombata che permette di avvitarlo dalla parte interna del cerchio e automaticamente adattarsi , grazie alla bombatura, all'inclinazione della raggiatura. Il nipplo si abbocca bene al raggio perchè nella parte alta, lato quadro, è scaricato all'interno , cioè non ha filettatura, in modo e maniera da inserirlo nel raggio senza la possibilità di avvitarlo torto e poterlo regolare in tensione senza interferire andando in battuta sulla filettatura del raggio, di fatto lavora in basso sul filetto.

    •Questa operazione che da sotto viene fatta in senso orario con un semplice cacciavite, quando andremo ad eseguirla da sopra, dovremo agire in senso antiorario per tensionare ed in senso orario per detensionare, a mezzo della specifica chiave citata sopra.

    [​IMG]

    •Nelle versioni di cerchio Tubeless, il nipplo è diverso perché per la caratteristica della completa sigillatura della camera sottostante, che tiene in pressione il pneumatico,non consente di accedere dall'interno, ma viene avvitato da sopra , dunque per tensionarlo procederemo in senso orario per Shimano mentre antiorario come i normali nippli per Mavic che ha filettature sinistrorse.​

    •Mavic e Shimano necessitano per tale operazione di chiavi apposite perché utilizzano nippli customizzati:

    Nipples Mavic:

    [​IMG]

    Chiave MAVIC

    [​IMG]

    [​IMG]

    Nipple Shimano

    [​IMG]

    [​IMG]

    Chiave SHIMANO:

    [​IMG]


    •Le foto sottostanti mettono in evidenza , la prima, una sezione di cerchio normale per camera con passaggio nipple, mentre quella subito sottostante, la sezione di un cerchio tubeless sigillato con filettatura nipple sulla parte esterna.

    [​IMG]

    [​IMG]



    •Esistono anche nipple che sono alla base del mozzo invece che avvitati sul cerchio , ma il concetto della tensionatura non cambia.


    Nippli posti sul mozzo

    [​IMG]


    LA CENTRATURA.

    •Ci sono quattro aspetti fondamentali da tenere in considerazione, per la centratura di una ruota :

    •Centratura laterale ondeggiamento (run-rim-out)

    •Centratura radiale (out-of-round) determina la centratura appunto rispetto al mozzo.

    •Campanatura , determina come il cerchio si presenta rispetto alla centratura sul telaio,

    •Tensionatura della raggiatura che viene settata dalla casa costruttrice, in base alla dimensione del raggio ed alla qualità e dimensione del cerchio, misurabile con un tensiometro.

    •Noi descriveremo la centratura laterale che più interessa , per il buon bilanciamento della ruota.​
    •L’immagine che andremo a vedere chiarisce quali siano le posizioni dei nipple , di un normale cerchio per camera:

    •Il lato A C E mostra la parte sinistra della raggiatura, mentre il lato B D F mostra la parte destra.​

    [​IMG]

    •Dunque le due parti si compensano con la tensionatura che il costruttore decide per la propria ruota.

    •Per questo motivo se noi agiamo tensionando il lato A C E sortiremo uno spostamento del cerchio verso sinistra,

    • mentre se allentiamo per effetto della tensionatura del lato B D F sortiremo un allontanamento verso destra.

    •In egual maniera agendo sul lato B D F tensionando avremmo uno spostamento verso destra, detensionando per effetto della tensione del lato A C E avremmo un allontanamento verso sinistra.

    •Ecco perché diventa importante per valutare tali spostamenti un puntatore che indichi esattamente un riferimento certo che possa aiutarci a fare un lavoro perfetto e tenga sempre conto della campanatura originale del cerchio.

    In base ai dettagli sopra citati procediamo.

    OPERIAMO:
    Un amico che esce sempre con me in MTB , ha erroneamente tirato la raggiatura sboccando il nipple, in più dopo una discesa tosta ha allentato un raggio.

    FIG.1 Nipple sboccato

    [​IMG]

    Vista lato sinistro FIG.1.1

    [​IMG]

    •Nel nostro caso andremo a sostituire un nipple usurato e ribilancieremo la ruota, che comunque poteva essersi soltanto allentata a seguito di una uscita molto al limite.

    •Come possiamo notare dalla foto 1 ed 1.1 il nipplo che cambieremo si evidenzia molto rovinato , perché l’amico che possiede la ruota ha usato una chiave di centraggio non idonea al lavoro, ed essendo i nippli della DT Swiss da 3,23 mm, usando una chiave color VERDE si sono sboccati rendendolo inutilizzabili, la chiave giusta in quel caso sarebbe stata la color NERO.

    •Agiamo dunque come segue:

    •Liberiamo la ruota dal pneumatico e dalla fascia di protezione accessi nipple che impedisce alla camera di forarsi .​
    •Posizioniamola sull'attrezzatura, centrando alla stessa una parte buona che non sia stata compromessa.
    •Tale rilevazione ci servirà per non fuoriuscire dalla giusta campanatura.
    •Prima di iniziare qualsiasi operazione è necessario lubrificare a mezzo di sbloccante lubrificante il nipplo , altrimenti, fango, polvere e intemperie potrebbero rendere la nostra vita difficile , in quanto bloccano il nipplo sulla filettatura rendendone impossibile lo svitamento o l'eventuale registrazione.

    •Una spruzzata di lubrificante ci garantisce la mobilità del nipplo , aiutandolo a ruotare nella propria sede e nella filettatura.

    •Con un cacciavite dal sotto sviteremo il nipples in senso antiorario estraendolo dalla sede, visto che da sopra è impossibile operare, fig 2:




    Fig. 2

    [​IMG]

    •Ecco come si presenta il nipplo svitato Fig.3:

    Fig.3

    [​IMG]

    •Per comodità ho contraddistinto il lato destro numerando la raggiatura da 1 a 14 , mentre il alto sinistro da 15 a 28

    • Abbiamo cambiato alla ruota due nipples uno lato destro , contrassegnato con il numero 9, ed uno lato sinistro contrassegnato con il numero 23 (fig 4).

    (Fig.4)

    [​IMG]

    •Ecco i nippli smontati a confronto con un nipplo nuovo

    (Fig.5)


    [​IMG]

    •Per reinserire il nipplo, circuiremo il cacciavite con del nastro inserendolo dentro in modo che non si muova e non cada durante l'operazione , fig5.1:


    (Fig.5.1)
    [​IMG]


    •Dopo la sostituzione del nipplo ed il suo reinserimento la ruota si trova nelle seguente condizione:

    •Nel caso della parte numero da 1 a 14 avremmo una deflessione dalla parte sinistra, questo perché come spiegato sopra allentando la parte destra favoriamo uno spostamento verso sinistra dovuto alla tensionatura

    (Fig. 6)


    [​IMG]


    •Mentre nel caso della parte sinistra , allentando il raggio numero 23 ci troveremo nella situazione opposta, cioè per effetto della tensionatura lato destro avremmo la ruota spostata tutta a destra,

    (Fig 7):

    [​IMG]

    •Procediamo allora in questo modo:

    •Per rimediare alla sfasatura in figura 6 tireremo(senso antiorario) il raggio lato destro come in figura 8/8.1, riportando in centro il cerchio ai due indicatori precedentemente regolati.​


    (Fig.8)




    [​IMG]

    (Fig.8.1)

    [​IMG]

    •Viceversa per riportare in centro il disassamento come in fig.7 agiremo sul raggio lato sinistro come in fig.9 /9.1

    (Fig.9)


    [​IMG]

    (Fig.9.1)


    [​IMG]

    •In caso di raggiatura piatta come quella mostrata in figura dobbiamo preoccuparci sempre di sostenere il raggio in rotazione , cioè, quando ruotiamo il nipplo generalmente può ruotare anche il raggio di una certa quantità, questa quantità , la si elimina tenendo con apposito strumento, (cilindro con varie scanalature) fermo il raggio. Questo impedisce di regolare bene la tensionatura e di evitare di rompere il raggio per stress torsionale. Tale problematica può capitare anche con raggi cilindrici, nel caso vanno tenuti fermi con una pinza.

    •A questo punto cercheremo l’equidistanza su tutta la superficie del cerchio agendo relativamente a destra o sinistra a seconda dell’oscillazione mostrata dal cerchio stesso, riducendo sempre più il gap.​
    •Naturalmente occorre accortezza ricordando che il passo della filettatura di un raggio è circa 0.45 mm , dunque ogni giro produce esattamente tale spostamento, ¼ di giro sarà 0,12mm ,½ giro circa 0,24mm.

    •Agire sempre con un quarto/mezzo giro alla volta e riprovare fino a portare l’oscillazione vicinissima ai due puntatori o calibri, riducendo via via i punti di oscillazone come nelle foto 10 11 12 .

    •Una ruota ben centrata deve girare in oscillazione laterale sotto il millimetro, con un oscillazione radiale di max 0,5mm

    •Ricordo che esistono appositi comparatori per eseguire le centrature delle ruote , per chi volesse scendere ampiamente sotto il millimetro. Con un comparatore si portano le ruote a 1 decimo di millimetro in oscillazione laterale.Chiaramente questo per ruote stradali , perchè in MTB avere ruote centrate nel 0,1mm risulta difficile , se non costantemente controllate.

    (Fig.10)

    Risultato finale, i puntatori o calibri debbono sfiorare il cerchio i una oscillazione max di 0,5mm

    [​IMG]
    (Fig 11)

    [​IMG]

    [​IMG]

    SCR1
     
    • Mi piace Mi piace x 25
  2. basol

    basol Biker assatanatus

    Registrato:
    15/6/06
    Messaggi:
    3.026
    Grazie scr1 letto tutto di un fiato ma qui la sfida si fà più dura...ho una vecchia ruota con un cerchio v-brake da sostituire comincerò da questa...
     
  3. pcteck

    pcteck Biker urlandum

    Registrato:
    14/7/08
    Messaggi:
    578
    Complimenti per l'articolo e per l'attrezzatura :sbavon:!!
    ciao
     
  4. lisergico

    lisergico Biker superis

    Registrato:
    19/3/08
    Messaggi:
    443
    Come sempre profetici¨¨¨
    Ma quanto costa questo tipo d'attrezzatura, mi é già capitato di dover riparare ruote, ma rimettevo il raggio e portavo a far centrare dal mecca!
     
  5. skycross

    skycross Biker popularis

    Registrato:
    12/9/07
    Messaggi:
    59
    Stò divento sempre più un fan di tech corner...grande!
     
  6. Cocomero

    Cocomero Biker urlandum

    Registrato:
    12/4/08
    Messaggi:
    514
    Noto con piacere che il balocco nuovo con i comparatori è arrivato :-)

    Shambhala
     
  7. sgamarco

    sgamarco Biker poeticus

    Registrato:
    27/5/08
    Messaggi:
    3.615
    Bike:
    - IBIS Mojo HD - Stumpjumper 29EVO
    molto interessante!! ... ma non avendo tutti gli attrezzi, son certo che se avro' un cerchio storto mi dovro' rivolgere comunque al mio laboratorio... Sigh!!!
     
  8. Kinesis18

    Kinesis18 Biker ultra

    Registrato:
    23/9/06
    Messaggi:
    664
    Molto interessante, soprattutto perchè ho capito alcuni passaggi che prima facevo per tentativi:nunsacci: Complimenti ancora per questa sezione del forum:celopiùg:
     
  9. franctrd

    franctrd Biker forumensus

    Registrato:
    31/10/08
    Messaggi:
    2.115
    Ottimo servizio!
    Ancora però rimango fedele al mio "vecchietto di fiducia" .
    Visto anche la bella lavorata, e l'attrezzo da acquistare.
     
  10. 1pescednomewiki

    1pescednomewiki Moderatur aquaticus

    Registrato:
    10/5/07
    Messaggi:
    1.177
    Anch'io avevo il vecchietto di fiducia :il-saggi:, fino a quando si è rotto i maroni ed è andato in pensione; da allora tanti baldi giovani tutti chiaccheroni :sborone:


    Grande SCR1 :celopiùg:
     
  11. strappo

    strappo Biker serius

    Registrato:
    22/2/09
    Messaggi:
    166
    beello :sbavon:!!!Ma se si volesse fare la cosa un pò meno Professional giusto per capire se uno è in grado o meno come si potrebbe fare?? Mi spiego meglio, prima di comprare tutta st'attrezzatura non c'è un modo di capire se conviene imparare a farlo da se o portarla dal solito vecchietto?? (2 ruote centrate 4€ mi sembra onesto...) Se compro tutto e poi vedo che non sono buono a farlo :paur:...Potrebbe non essere così entusiasmante la cosa:pirletto:. In ogni caso Complimenti sto tech corner è proprio una Figata...
    PS:ma non avevte avuto lamentele dai sindacati dei meccanici di bici??in questo momento di crisi...:soffriba:
     
  12. duncan80

    duncan80 Biker popularis

    Registrato:
    28/1/09
    Messaggi:
    96
    mitico!!!
    starò fermo per un po' con la biga ma almeno mi sto facendo una bella cultura in campo meccanico.
    il tech corner è fantastico, grandi ragazzi e bravissimo Scr1!
     
  13. One_1

    One_1 Biker perfektus

    Registrato:
    17/7/08
    Messaggi:
    2.693
    Centrare le ruote richiede sicuramente esperienza... mi chiedo spesso come capire, in caso di centratura laterale, se è meglio spostare il cerchio tensionando dal lato corretto oppure detensionando dall'altro lato o tensionando leggermente da una parte e contemporaneamente detensionando dall'altro. C'è una regola?

    Se la perfetta centratura laterale porta ad uno scompenso radiale significa che il cerchio ha preso troppe botte?
     
  14. duncan80

    duncan80 Biker popularis

    Registrato:
    28/1/09
    Messaggi:
    96
    beh... se si parte dalla centratura originale credo che un nipple possa solo svitarsi con l'utilizzo della ruota, per cui bisogna tensionare dal "lato corretto".
    se poi intendi in fase di montaggio bisogna controllare la tensionatura generale e la campanatura per rendersi conto del lato su cui intervenire.
    Ovviamente sono un pischello in materia e vado solo per deduzioni, aspettiamo che qualcuno dall'alto ci illumini.
     
  15. zambu

    zambu Biker superis

    Registrato:
    19/3/09
    Messaggi:
    362
    Complimenti per la descrizione e per la precsione dei dettagli... ho capito molte cose... Una tra tutte è che non è impossibile il fai da te ma l'attrezzatura costa non poco immagino...

    Il vecchietto di fiducia ce l'ho anche io, 5€ 2 ruote.. (non è poi molto vecchietto a dire il vero) ma il problema è che dopo 1 uscita, assolutamente non estrema, sono punto a capo... a voi non capita? magari non tensiona bene i raggi...

    Oppure c'è il meccanico master che te le fa due volte a stagione ma reggono praticamente a tutto... che fare allora? spendiamo sti 15€ a coppia? mi sempbrano un po tanti anche per uno splendido lavoro...

    Mi piacerebbe farlo da me perchè è proprio una delle poche cose per la quale non sono attrezzato...
     
  16. scr1

    scr1 Biker meravigliosus

    Registrato:
    16/7/07
    Messaggi:
    19.597
    Bike:
    Scott Spark910, Canyon Lux CF 9.0
    Ciao Lisergico, beh l'attrezzatura in questione costa , ma ripeto npon è necesario avere il massimo , esistono delle cose anche meno care. Certo che con la roba buona si lavora molto meglio.
    Che dirti , il mio articolo vuole solo spiegare , chi se la sente può provare, d'altra parte anch'io ho iniziato dalla lettera "A".

    Ciao Cocomero. Beh hai visto è arrivato , non è proprio un balocco ma un po cineseria lo è. Però funziona molto bene .
    La prossima sul tensiometro.

    Ciao Franctrd , certamente rimani co il tuo mecca di fiducioa ci mancherebbe , noi cerchiamo solo di informare il più possibile, ma come sai le cose fatte da noi sono sempre le più belle.

    Certo che si può fare , la prima attrezzatura che ho acquistato faceva ridere e riuscivo comunque a mettere in centro le ruote, poi sai come è piace sempre avere qualcosa di specifico e ho acquistato qualcosa di meglio.Dunque puoi partire con attrezzi light, senza risparmiare sulle chiavi tirararggi , quelle debbono essere buone.

    Ciao One , si la regola esiste , generalmente in mancanza del giusto attrezzo che è il tensiometro, si testano a mano le tirature dei raggi e si agisce su quello più molle tirando o allentando.
    E' vero anche che la parte posteriore come spiegato è tensionata in maniera differita , come del resto qualsiasi ruota per dischi, dunque con l'ausilio dell'attrezatura ci centriamo nel punto che riteniamo migliore , poi da li si fa oscillare la ruota sempre mantenendoci nella campanatura

    Una cosa però debba essere chiara per tutti:
    Oggi con ruote che arrivano a 2000 euro , penso non sia più possibile andare a tastoni o ad occhio.
    Stamani sono andato in un negozio a provare il tensiometro per testare la tartura della ruota Zipp che porta 100Kg sulla parte lato cassetta. Ditemi sinceramente su una ruota in carbo se sia possibile agire senza strumento e pensare di tarare i carichi giusti, ma la cosa strana è che nessuno aveva mai visto un tensiometro.
     
  17. One_1

    One_1 Biker perfektus

    Registrato:
    17/7/08
    Messaggi:
    2.693
    Ho capito che non è un lavoro veloce... soprattutto per il costo dell'attrezzatura, che permetterebbe di comprarsi un set di ruote nuove :)

    PS: neanch'io ho mai visto usare il tensiometro, nemmeno su bdc.
     
  18. basol

    basol Biker assatanatus

    Registrato:
    15/6/06
    Messaggi:
    3.026
    Se è per questo c'è anche chi non usa la dinamometrica!
     
  19. scr1

    scr1 Biker meravigliosus

    Registrato:
    16/7/07
    Messaggi:
    19.597
    Bike:
    Scott Spark910, Canyon Lux CF 9.0
    Il lavoro è veloce , sopratutto se si tratta di registrare uno o due raggi allentati fortuitamente.
    Chiaramente occorre imparare, ci vuole pazienza , ma come si dice per passione non si sta a guardare il tempo, è sempre ben speso
     
  20. rspinato

    rspinato Biker forumensus

    Registrato:
    4/9/08
    Messaggi:
    2.264
    Per tagliare la testa al toro diciamo che:
    un buon centraruote costa (purtroppo) oltre 200 euro;
    una dima per la campanatura "solo" 40;
    un tensiometro non meno di 70/80 euro.
    SCR1 però ha speso di più ed è indubbio che chi porta a centrare le ruote dal proprio meccanico spende sempre meno che non dover prendere una attrezzatura adeguata. Per capire certe scelte bisogna mettere in moto quel sottile meccanismo che fa muovere le cose per passione e non per convenienza.

    E complimenti ancora.
     
Sto caricando...

Condividi questa Pagina