[Made in Taiwan] Visita a Giant

Discussione in 'Report' iniziata da marco, 22/1/12.

  1. marco

    marco Diretur
    Diretur

    Registrato:
    29/10/02
    Messaggi:
    29.840
    Bike:
    Diverse
    [​IMG]

    Il nostro viaggio in Oriente si conclude con la vista a Giant, la più grande azienda produttrice di bici del mondo. Con 5.200.000 telai prodotti nel 2011, di cui 3.000.000 pe... Continua la lettura...
     
  2. Barcaro

    Barcaro Biker ultra

    Registrato:
    12/8/05
    Messaggi:
    662
    Una ulteriore curiosità, o meglio un chiarimento che vi chiedo (magari lo ha già chiesto qualcuno nelle discussioni precedenti) avete visitato le fabbriche che producono per i grandi marchi ma rispetto a queste le ditte che si trovano ad esempio su Alibaba a che livello sarebbero? Parlo di specializzazione e qualità finale.

    Per il resto il discorso Oriente vs Europa non fa una piega...
     
  3. burdenbike

    burdenbike Biker immensus

    Registrato:
    2/5/08
    Messaggi:
    8.310
    mi segno e seguo...
     
  4. marco

    marco Diretur
    Diretur

    Registrato:
    29/10/02
    Messaggi:
    29.840
    Bike:
    Diverse
    Mai comprato su Alibaba, mi dispiace.
     
  5. peppino79

    peppino79 Biker popularis

    Registrato:
    17/8/11
    Messaggi:
    79
    finalmente quello che volevo vedere . e i dubbi sono spariti. e c è pure un rivenditore giant nella mia zona , dovrò andare a fargli una visita.. @ Marco : ovviamente non ti hanno detto per chi altri lavvorano .. o si ? dicci dicci che siamo curiosi :)
     
  6. marco

    marco Diretur
    Diretur

    Registrato:
    29/10/02
    Messaggi:
    29.840
    Bike:
    Diverse
    non c'era bisogno che me lo dicessero, le bici erano lì ma non le ho fotografate.
    Non ho scritto i marchi perchè i gentilissimi capifabbrica mi hanno chiesto di non farlo.

    Al di lá di questo, Giant lavora anche come terzista e se fai due conti producono 1.800.000 telai all'anno per altri marchi. Penso che svelarne i nomi abbia un'importanza relativa, la sostanza è già stata descritta nell'articolo.

    Conta che i marchi con una fabbrica propria sono appunto Giant e Merida, fra i grandi. Questi producono per la maggior parte degli altri marchi. Nella visita ad A-Pro ne trovi altri, che ho citato.
     
  7. peppino79

    peppino79 Biker popularis

    Registrato:
    17/8/11
    Messaggi:
    79

    grazie per la risposta .. era solo per farmi un idea su che marchio indirizzarmi per la mia prima bici seria. grazie ancora per tutto
     
  8. orel78

    orel78 Biker novus

    Registrato:
    29/11/10
    Messaggi:
    1
    finalmente ho visto dove è nata la mia Anthem...complimenti per i reportage
     
  9. izanola76

    izanola76 Biker superis

    Registrato:
    9/5/11
    Messaggi:
    336
    "Non c?è nessuna buona ragione per dubitare della qualità di un telaio o di un componente proveniente da Taiwan/Cina, anzi, visti i numeri penso che si possa legittimamente dubitare di più della qualità di una piccola fabbrica americana o europea. Gli operai orientali che ho potuto osservare durante le visite delle scorse due settimane mi hanno colpito per la loro laboriosità e concentrazione."

    già, già, l'ostracismo e la diffidenza contro i prodotti made in china/taiwan non si capisce prorpio più... in realtà lavorano meglio, più velocemente e costano meno... sempre sperando che vengano rispettati i diritti fonadamentali dei lavoratori...
     
  10. UppeR

    UppeR Biker assatanatus

    Registrato:
    29/7/07
    Messaggi:
    3.297
    Un mio piccolo pensiero:

    Da questo viaggio, ne usciamo "distrutti" e "felici".

    Felici, perchè ora sappiamo che le bici non le fanno col "cioccolato" ed il Vinavil... insomma, si tratta di roba seria. Foto e racconti parlano chiaro.

    Distrutti, perchè è evidente che li sono un paio di passi avanti, per quanto riguarda almeno questa "nicchia" di mercato. Almeno dalle foto, si evince che le fabbriche visitate non sono dei Lager come da stereotipo comune. L'impressione è che il livello qualitativo di vita dentro i capannoni sia un gradino sopra rispetto al nostro; quando ero "pischello" e lavoravo in cooperativa sottopagato, venivo sbattuto a destra e a sinistra nelle peggior fabbriche di Roma.

    Anche le paghe, mi sembrano proporzionate per affrontare il costo vita orientale; non ci si arricchisce, ma non si muore di fame.

    Insomma, è l'ennesima riprova che la povertà alle volte la fa ciò che non possiamo avere... trarrò beneficio da questo report.

    BRAVI! (la prossima volta compro uno ZED e vengo anche io però)
     
  11. giulnet

    giulnet Biker urlandum

    Registrato:
    15/5/09
    Messaggi:
    587
    Numeri impressionanti! Ho una Giant, ed almeno sono sicuro che il mio telaio è stato prodotto in una fabbrica Giant...
    Sarebbe interessante sapere quanti telai vengono prodotti in percentuale in Taiwan ed in Cina. 90%?
     
  12. R0b1

    R0b1 Biker novus

    Registrato:
    4/1/11
    Messaggi:
    32
    Ho seguito con straordinario interesse i report dall'oriente, gestire il montaggio in processi industriali è il mio mestiere (ho fatto automobili, forni da cucina e tra poco andrò a fare moto) e quindi ho una curiosità spasmodica per queste cose!
    Nulla di nuovo, ho sempre saputo che i cinesi e gli orientali in genere sono bravi, anzi migliori di noi, nei processi industriali, per competenza, carattere e dedizione.
    Il discorso della cordicella...si chiama ANDON, termine giapponese che viene dal Toyota Production System...tutta sta manfrina per dirvi che questi sono davvero avanti nella qualità, avendo importato, nelle loro fabbriche, metodi di gestione della produzione avanzata (lean manufacturing, Toyota ecc..).
     
  13. Andrea Bertu

    Andrea Bertu Biker extra

    Registrato:
    15/6/09
    Messaggi:
    744
    e certo, costano molto di meno i saldatori :smile:
    a parte gli scherzi... non c'è dubbio che la qualità dei prodotti taiwanesi/cinesi siano di alta qualità.
    credo che la cosa che dia "fastidio" un pò a tutti è vedere i prezzi che non fanno altro che salire (ovviamente le varabili in gioco sono molte...però dai grandi numeri che escono da queste fabbriche ci si aspetterebbe una diminuzione del prezzo finale)
     
  14. ribazzi

    ribazzi Biker superis

    Registrato:
    26/6/08
    Messaggi:
    307
    Anche troppo Just in Time! A suo tempo l'acquisto di una Trance X2 durò quanto una gravidanza.
    Più che di rivenditori la Giant si avvale di ostetrici, oltrettutto finemente addestrati a farti comprare non l'articolo più giusto per te ma quello che loro riescono ad avere disponibile. Poi le bici saranno anche belle ma mai più nella vita!
    Noi ci dobbiamo rimettere posti di lavoro per avvicinare a Taiwan le nostre fabbriche di componenti altrimenti il mercato ne risente, poi loro ci fanno aspettare 6 mesi una bici già pagata a metà e va bene così...siamo proprio dei fessi.
     
  15. Andrea321

    Andrea321 Biker perfektus

    Registrato:
    1/10/07
    Messaggi:
    2.851
    Bel reportage senza tanti filtri. Riguardo ai luoghi comuni sui prodotti cinesi c'è secondo me un errore di fondo basato sul fatto che alcuni sperano di poter comprare un telaio famoso ad un decimo del suo prezzo passando dal "portone sul retro" comprandolo direttamente in fabbrica (tramite Alibaba e simili) mentre invece si sta comprando forse un "semplice" telaio destinato al mercato interno cinese o cmq non destinato a brand famosi.
     

Condividi questa Pagina