[Minitest] Anteprima Ibis Mojo SL-R

Discussione in 'Test' iniziata da biker_simone, 3/5/11.

  1. biker_simone

    biker_simone Biker grossissimus

    Registrato:
    31/1/05
    Messaggi:
    5.318
    Bike Festival di Riva del Garda 2011: grazie alla disponibilità di 4Guimp abbiamo avuto sotto mano per un paio di ore, tutta per noi, una nuova e unica Ibis Mojo SL-R in taglia L. In due ore non si fa un test, ma abbiamo avuto modo di utilizzare l'unico esemplare europeo di Mojo SL-R e ricavarne alcune impressioni. La bici è stata utilizzata da me e da Muldox e di seguito troverete le nostre impressioni.

    [​IMG]

    Presentazione della Ibis Mojo SL-R a cura di 4Guimp
    In concomitanza con il suo trentesimo compleanno IBIS ha presentato al mondo nella propria sede di Santa Cruz, l'ultima arrivata nella famiglia delle Mojo, la SL-R.
    Dalla sua introduzione nel 2005 la Mojo ha subito moltissime evoluzioni. Basta pensare alle bielle dei leveraggi sono alla 14° revisione e che la rigidità di questi ultimi è doppia rispetto a quelli presentati ad Interbike 2005, con un aggravio di peso del 10%. Un importante passo nella evoluzione della Mojo è stato l'arrivo della Mojo SL, più rigida e leggera della Mojo grazie all'introduzione di nuove tecniche di produzione e costante evoluzione nel posizionamento degli strati di carbonio. Un altro passo importante per IBIS è stato l'introduzione della Mojo HD, vero riferimento nella sua categoria. Anche la HD ha segnato un importante passo nell'evoluzione della Mojo il cui design, nato dalla sapiente e delicata mano di Roxy Lo, è il tratto distintivo della factory californiana. Con la HD nelle versioni 160 e 140mm sono arrivati lo sterzo conificato e l'asse passante posteriore, due caratteristiche che conferiscono alla bici precisione di guida e grande rigidità torsionale.
    Con il 2011 IBIS ha deciso quindi di trasferire tutta la tecnologia della Mojo HD in una piattaforma da 140mm di escursione, dando vita ad un progetto completamente nuovo che prende il nome di SL-R.
    Vediamo come.
    Ibis dichiara per la SL-R una rigidità strutturale pari al 80-90% di una Mojo HD ma con un peso di soli 2.250 gr con ammortizzatore RP23 Adaptive Logic Boost Valve con trattamento Kashima delle parti in scorrimento.
    Questo risultato è stato possibile in primis con una nuova tecnologia produttiva del telaio. Le pezze di carbonio pre-impregnato vengono posizionate su una speciale anima in materiale schiumoso che ha la esatta forma dell'interno del telaio, in questo modo non ci sono aree che necessitano di schiume o altre forme di supporto del materiale dall'interno eliminando ogni ridondanza di materiale ed ogni zona di possibile debolezza. Il risultato è un telaio più leggero ed allo stesso tempo resistente.
    Lo sterzo conico conferisce grande precisione allo sterzo ed al down tube.
    Altro elemento determinante nella rigidità strutturale del telaio è l'asse passante da 142mm, standard che adotterà anche la Mojo HD nelle prossime produzioni. Insolito trovarlo oggi su una bici da 140mm ma sicuramente un anticipazione di quello che vedremo sempre più frequentemente in futuro in questa categoria di full. I forcellini interamente in carbonio sono ora parte integrante dello stampo del carro ed il sinistro integra l'attacco per il freno post mount, davvero rigido e molto comodo da regolare.
    L'attacco deragliatore è di tipo direct mount, a tutto vantaggio di migliore rigidità, maggiore compatibilità con differenti combinazioni di corone, in particolare la dilagante tendenza al 2x10 e nessuna limitazione nel diametro e nella forma del tubo sella.
    Quattro sono i colori di telaio non ancora definitivi al 100%: nero con finiture azzurro, bianco e nero, arancio e nero ed un elegante silver-bianco con link rossi che ci ricorda davvero tanto l'azienda tedesca della stella a tre punte.
    In conclusione la SL-R rappresenta un importante passo nella ridefinizione degli standard della categoria all-mountain in termini di rapporto peso/prestazioni considerando che si tratta di una 140/140 da 10,16 kg con un livello di rigidità da bici da enduro.
    Per approfondire ancora il concetto di lavorazione del telaio c'è da dire che con questo nuovo bladder si ottiene una enorme pressione interna allo stampo, molto superiore a quello che si otteneva prima, e che permette di ridurre ancora tutte le eventuali "ridondanze" interne. Il carbonio spesso viene lasciato abbastanza grezzo all'interno dei telai, mentre qui guardando dall'head tube verso il movimento centrale ci si vede attraverso molto bene.

    Impressioni di guida
    La rigidità del telaio è senza dubbio una delle peculiarità della nuova Ibis Mojo: per un peso totale di soli 2,250 kg, l'insieme triangolo principale + carro si è mostrato davvero rigido sia nella pedalata fuorisella, che in fase di piega in curva. Complici di questo fatto sono la nuova tecnica costruttiva del telaio ed il perno Maxle posteriore.
    Scattando sui pedali, la bici risponde in maniera molto fulminea senza troppe dispersioni di energia. Pedalando in salita la bici risulta molto confortevole, anche sui fondi sconnessi e con il propedal attivato: il prezzo da pagare è la necessità di una pedalata abbastanza rotonda e regolare per non attivare eccessivamente l'ammortizzatore.
    In discesa la Mojo SL-R ci ha stupiti; credendo di avere per le mani una trailbike non troppo gravity-oriented, inizialmente eravamo titubanti sulla tipologia di sentieri da affrontare nel test, ma ci sbagliavamo. Essendo sul Garda, pietre e gradoni sono di casa, ma la Mojo SL-R si è comportata più che degnamente anche su questi terreni: la bici non si è mai scomposta più di tanto nello sconnesso, e risultava facile da guidare e da indirizzare sulla traiettoria voluta. Maneggevolissima in curva, grazie anche all'angolo di sterzo (dichiarato) di 69° permette di fare correzioni di rotta anche all'ultimo istante.
    Le ruote Easton EC90-XC (in carbonio), veramente da peso record, peccano un pò in rigidità e rendono la bici meno stabile sullo sconnesso affrontato in velocità. Anche le scorrevoli e leggere coperture (WTB Bronson da 2.3" all'anteriore e 2.1" al posteriore) sono un pò limitanti se si vuole correre troppo in discesa, in particolare sui terreni del Garda. Stiamo comunque parlando di una trailbike ideata per avere elevate performance in salita e nei rilanci; in effetti la nuova Mojo ha queste caratteristiche, abbinate a doti discestiche davvero ottime per la sua categoria di appartenenza.

    Notate i passacavi per il comando remoto del reggisella telescopico, e l'ormai tradizionale schema di sospensione DW-Link adottato da Ibis. Nelle foto sotto trovate l'immancabile logo Ibis, un primo piano sui freni Shimano XT e le nuovissime ruote Easton EC90 dal peso record dichiarato di soli 1285 gr la coppia. Notate anche il perno passante Maxle posteriore.

    FOTO: http://fotoalbum.mtb-forum.it/showalbum.php?id=1128


    Impressioni sull'ammortizzatore Fox Float RP23 Kashima

    La Mojo SL-R fornita in test da 4Guimp montava il nuovissimo ammortizzatore Fox RP23 con trattamento Kashima e cartuccia rinnovata Adaptive Logic: rispetto all'RP23 attuale, cambia letteralmente la logica di funzionamento del propedal, visto che con la levetta blu a sinistra si regola il propedal su firm indipendentemente dalla posizione della ghiera nera numerata. Con la levetta blu a destra invece il propedal è aperto, leggero o medio in base alla posizione della ghiera nera su 0,1 o 2. Inoltre Fox ha adottato il trattamento Kashima per diminuire la frizione tra stelo e corpo dell'ammortizzatore a beneficio della sensibilità.

    [​IMG]

    L'ammortizzatore si è rivelato ottimo in quanto a prestazioni oltre che molto sensibile, ma non è certo facile quantificare quanto sia migliore rispetto al già validissimo RP23 tradizionale, senza poter eseguire un vero test mettendolo sotto torchio sui sentieri per un tempo più lungo.

    Impressioni sul cambio Shimano XTR Shadow Plus 2012

    Neanche a farlo apposta, il cambio montato sulla Mojo SL-R era la nuova versione del top di gamma di Shimano: il neonato XTR Shadow Plus. La sua peculiarità è quella di essere provvisto di una leva (gialla) che posizionata su ON causa un blocco parziale della molla della gabbia: in pratica la gabbia oppone una elevata resistenza al movimento attorno al perno, nei primi gradi di rotazione. Invece con la leva su OFF il cambio si comporta normalmente.

    [​IMG]

    Utilizzando la nostra Mojo, abbiamo riscontrato che la catena effettivamente produce meno rumore del solito sbattendo sul fodero del carro, con la leva gialla del cambio posta su ON. Nonostante ciò abbiamo avuto ugualmente qualche uscita di catena dalla corona anteriore: certamente una guarnitura con tripla corona, con conseguente catena "lunga", rende davvero arduo il compito di evitare le uscite di catena anche al nuovo Shimano XTR Plus. Crediamo che, con una guarnitura doppia, la situazione potrebbe essere migliore.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  2. babylonboss26

    babylonboss26 Biker velocissimus

    Registrato:
    22/9/09
    Messaggi:
    2.431
    un vero spettacolo di tecnologia e cura costruttiva.
     
  3. Simoroma

    Simoroma Biker novus

    Registrato:
    9/10/08
    Messaggi:
    47
    bellissima e una vera piuma!!!!!
     
  4. life

    life Biker forumensus

    Registrato:
    17/2/10
    Messaggi:
    2.181
    che ansia provarla in 2 ore ....

    anche se , io pagherei per averla 30 minuti :)
     
  5. motobimbo

    motobimbo Biker nirvanensus

    Registrato:
    30/9/08
    Messaggi:
    26.630
    Bike:
    reputazioni ricevute: 11.988
    1) nel senso che le avete trovate meno rigide di quello che vi sareste aspettati?

    2) se ho capito bene, con la levetta da una parte si ha un propedal preimpostato dalla casa così come per esempio sull'rp2, mentre con la levetta dall'altra parte si ha il tutto aperto più altre 2 piattaforme diverse dalla firm di cui sopra? :nunsacci:

    3) chissà perchè ma me l'aspettavo...:mrgreen:
     
  6. Fbf

    Fbf Biker marathonensis

    Registrato:
    23/9/06
    Messaggi:
    4.241
    Bike:
    Diverse!
    Bellissima, ma allestita così per un peso di 10,16 costerà un rene!!!!!
    Ps ma ruote in carbonio per un tipo di utilizzo così non vi sembrano eccessive, un pò troppo delicate???
     
  7. biker_simone

    biker_simone Biker grossissimus

    Registrato:
    31/1/05
    Messaggi:
    5.318

    1) Le ruote non ci sono sembrate sufficientemente rigide per le possibilità discesistiche della Mojo SL-R, ma sicuramente perfettamente idonee ad utilizzi xc-trail. Vista la rigidità del telaio, secondo noi vale davvero la pena adottare un set di ruote un poco più aggressivo, a danno di qualche etto sul peso finale.

    2)Esatto! In pratica con la levetta a sinistra hai sempre il pp sul 3, mentre con la levetta a destra scegli tra 0 1 o 2.
    Sull'RP23 attuale hai sempre il propedal aperto (0) con la levetta a destra, mentre con la levetta a sinistra scegli tra propedal 1 ,2 o 3.
     
  8. biker_simone

    biker_simone Biker grossissimus

    Registrato:
    31/1/05
    Messaggi:
    5.318
    Infatti ne abbiamo ricavato solo impressioni, lungi da essere un vero test.
     
  9. muldox

    muldox Diretur onorario
    Membro dello Staff

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    25.283
    Bike:
    Rose UJ
    1) Nel senso che su fondi come quello del Garda la scarsa rigidità si fa notare. Meno rigida di quel che ci si potrebbe attendere non direi, visto il peso molto contenuto.

    2) Esatto, anche se fra la posizione 2 ed il "PP on" non mi è parso ci fosse una gran differenza.

    Ci vorrebbe un test di una certa durata per poterlo dire. Il carbonio è comunque ormai utilizzato anche in ambito gravity, quindi non mi farei pregiudizi.

    EDIT: ops, aveva già risposto Simone. Va beh, fate la media...
     
  10. biker_simone

    biker_simone Biker grossissimus

    Registrato:
    31/1/05
    Messaggi:
    5.318
    Discorso rigidità a parte (vedi anche risposta a motobimbo), per giudicarne robustezza ed affidabilità servirebbe un utilizzo più lungo.

    [EDIT] abbiamo dato ben 2 risposte simultanee io e Muldox!
     
  11. uedro

    uedro Biker velocissimus

    Registrato:
    18/11/05
    Messaggi:
    2.396
    Perchè, secondo voi, Fox su questo tipo di ammo ha "invertito" il funzionamento? Quale può essere il vantaggio rispetto alla soluzione attuale?
     
  12. motobimbo

    motobimbo Biker nirvanensus

    Registrato:
    30/9/08
    Messaggi:
    26.630
    Bike:
    reputazioni ricevute: 11.988
    quello credo che sia l'effetto della boost valve introdotta da quest'anno sull'rp23 che lavora su tutta la corsa dell'ammo invece che da un certo punto in poi così come accade sugli ammo a molla, creando già dipersestessa una "piattaforma stabile" anche senza propedal inserito.

    p.s.
    comunque sul kashima la situazione levetta mi pare "a occhio" un pelino più makkinosa che non sul "vecchio".

    edit: ora che ci rifletto meglio, non so se il nuovo kashima sia dotato di boost valve...probabilmente no vista l'implementazione della cartuccia "adaptive logic" di cui non è dato sapere nulla per ora.
     
  13. muldox

    muldox Diretur onorario
    Membro dello Staff

    Registrato:
    30/10/02
    Messaggi:
    25.283
    Bike:
    Rose UJ
    Io di reali vantaggi pratici in sostanza non ne vedo. Diciamo che forse è concettualmente più logico ora, se vogliamo considerare anche le posizioni 1 e 2 del PP come normalmente utilizzabili anche in discesa.
     
  14. teobg81

    teobg81 Biker tremendus

    Registrato:
    19/12/09
    Messaggi:
    1.083
    veramente bellissima, anche se mi sembra un pò leggerina per un utilizzo enduro, mi sembra più una bici da grandi pedalate e discese ma non troppo toste..
     
  15. bis

    bis Biker augustus

    Registrato:
    29/12/08
    Messaggi:
    9.328
    Mi spiegate meglio il comportamento della gabbia dell'XTR plus?
    Leggo che la molla e' piu' rigida nella prima parte della corsa.
    Cambiando e quindi passando a posizioni relative gabbia/bilanciere diverse, cosa succede?
    M'aspetto che la gabbia risulti sempre dura a inizio corsa.
     

Condividi questa Pagina