Motociclisti e trail-singletrack

Ciccioktm

Biker popularis
4/11/18
51
23
35
Messina
Bike
Scott scale
Riporto la mia esperienza:
Ho vissuto in Sicilia per 30 anni e negli ultimi 5 dedicato all'enduro mtb costruendo anche singletrack stupendi,li le moto distruggono tutto senza ritegno,ma sopratutto non capisco come facciano a trovare singletrack appena costruiti,è per questo che ho abbandonato l'enduro.
Detto questo mi sono trasferito in Germania da 3 anni e sono passato alle Marathon,qui i boschi sono curatissimi,pieni di singletrack,i comuni creano tour e segnaletiche esclusivamente per le bici,in poche parole un paradiso
E LE MOTO SONO BANDITE.
 
  • Like
Reactions: Maiella

 

Coffeeman

Biker novus
19/6/19
24
15
58
In campagna
Bike
Xc500
Riporto la mia esperienza:
Ho vissuto in Sicilia per 30 anni e negli ultimi 5 dedicato all'enduro mtb costruendo anche singletrack stupendi,li le moto distruggono tutto senza ritegno,ma sopratutto non capisco come facciano a trovare singletrack appena costruiti,è per questo che ho abbandonato l'enduro.
Detto questo mi sono trasferito in Germania da 3 anni e sono passato alle Marathon,qui i boschi sono curatissimi,pieni di singletrack,i comuni creano tour e segnaletiche esclusivamente per le bici,in poche parole un paradiso
E LE MOTO SONO BANDITE.
Infatti I crucchi vengono qui a rompere i coglioni.
 

Ghostpeter

Biker popularis
3/11/17
54
5
22
Cinisi (PA)
Bike
Attualmente: Devinci Spartan Carbon 2016 custom made
Riporto la mia esperienza:
Ho vissuto in Sicilia per 30 anni e negli ultimi 5 dedicato all'enduro mtb costruendo anche singletrack stupendi,li le moto distruggono tutto senza ritegno,ma sopratutto non capisco come facciano a trovare singletrack appena costruiti,è per questo che ho abbandonato l'enduro.
Detto questo mi sono trasferito in Germania da 3 anni e sono passato alle Marathon,qui i boschi sono curatissimi,pieni di singletrack,i comuni creano tour e segnaletiche esclusivamente per le bici,in poche parole un paradiso
E LE MOTO SONO BANDITE.
Sono un neo-endurista della Sicilia, da circa due anni. Il problema delle moto sui single track è sempre presente .. hai voglia di dir loro che quel percorso è per le bici fanno finta di capire
 
  • Like
Reactions: Ciccioktm

funnybike

Biker superis
2/11/03
359
20
Sicilia
Riporto la mia esperienza:
Ho vissuto in Sicilia per 30 anni e negli ultimi 5 dedicato all'enduro mtb costruendo anche singletrack stupendi,li le moto distruggono tutto senza ritegno,ma sopratutto non capisco come facciano a trovare singletrack appena costruiti,è per questo che ho abbandonato l'enduro.
Detto questo mi sono trasferito in Germania da 3 anni e sono passato alle Marathon,qui i boschi sono curatissimi,pieni di singletrack,i comuni creano tour e segnaletiche esclusivamente per le bici,in poche parole un paradiso
E LE MOTO SONO BANDITE.
Niputi come ti capisco...
 
  • Haha
Reactions: Ciccioktm

avalonice

Biker superioris
2/4/09
989
321
Lecco
Infatti I crucchi vengono qui a rompere i coglioni.
Non vengono qui a rompere perchè sono brutti e cattivi.
Se in Germania/Svizzera o altrove sgarri una volta di va bene forse anche la seconda ma alla terza di multano facendoti pagare gli interessi della prima e la seconda, qui in Italia i controlli sono inesistenti è chiaro se è questa la condizione di partenza rispettare le norme per puro senso civico diventa difficile.
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.217
3.446
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Non vengono qui a rompere perchè sono brutti e cattivi.
Se in Germania/Svizzera o altrove sgarri una volta di va bene forse anche la seconda ma alla terza di multano facendoti pagare gli interessi della prima e la seconda, qui in Italia i controlli sono inesistenti è chiaro se è questa la condizione di partenza rispettare le norme per puro senso civico diventa difficile.
Concordo sul discorso di fondo, vengono a girar Non è solo questione di controlli inesistenti, il fatto è che tecnicamente da noi è vietato/vietabile molto, molto poco...
Ma alla fin fine il succo è quello, vengono a girare qua perchè lo si può fare mentre a casa loro no.
 

Diavoletto

Biker popularis
30/12/18
73
20
TO
Bike
MTB
ma su una single track in mezzo al bosco come fai a mettere un cartello di divieto?
Oggi mentre tornavo dal lavoro ho fatto lo stesso percorso incriminato, ma partendo un km prima, dove c'e' ancora asfalto. Ecco spuntare davanti a me un bel cartello "transito consentito solamente a residenti e autorizzati". Peccato che ci siano altri millemila sentieri per raggiungerlo senza cartello di divieto, che tanto nessuno rispetta ovviamente!
Almeno adesso so che se mi "arrabbio", sono dalla parte della ragione!
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.217
3.446
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Oggi mentre tornavo dal lavoro ho fatto lo stesso percorso incriminato, ma partendo un km prima, dove c'e' ancora asfalto. Ecco spuntare davanti a me un bel cartello "transito consentito solamente a residenti e autorizzati". Peccato che ci siano altri millemila sentieri per raggiungerlo senza cartello di divieto, che tanto nessuno rispetta ovviamente!
Almeno adesso so che se mi "arrabbio", sono dalla parte della ragione!
Se la dizione esatta del cartello è quella, ai sensi di legge non sei dalla parte della ragione neanche tu se non sei un residente o un autorizzato , visto che le bici sono a tutti gli effetti dei veicoli, salvo specifiche eccezioni indicate.
Se poi al al percorso "incriminato" ci si può arrivare anche da dove il cartello non c'è, tecnicamente sono "dalla parte della ragione" anche i motociclisti.
 
  • Like
Reactions: Nekro and Coffeeman

Diavoletto

Biker popularis
30/12/18
73
20
TO
Bike
MTB
Se la dizione esatta del cartello è quella, ai sensi di legge non sei dalla parte della ragione neanche tu se non sei un residente o un autorizzato , visto che le bici sono a tutti gli effetti dei veicoli, salvo specifiche eccezioni indicate.
Ah, vero. Pero' su tutte le mappe il percorso e' segnalato come MTB1, MTB7 etc, e ci sono i vari cartelli segnalatori in legno "percorso 74 triangolo d'oro mtb/comunita' montana" o quant'altro.
 

Boro

Biker immensus
25/8/04
8.870
3.411
Reggio Emilia
Per mia esperienza quando si chiedono divieti per gli altri arrivano divieti per tutti, quindi per citare @sembola, be careful what you wish for :mrgreen:

In Emilia Romagna è stata istituita la reer, una rete di sentieri regionale aperta a tutti, veicoli compresi, salvo specifica normativa locale che può applicare divieti tratto per tratto.
Rimane il fatto che in parchi e zone sic vigono limitazioni totali ai veicoli a motori, per non parlare di una marea di aree private dove giriamo ma non potremmo, nemmeno a piedi.
Si insomma è una jungla ma se conosci i posti sai dove non ti vogliono, sai dove girano le moto e al momento problemi di convivenza col territorio vengono piu' dall'assembramento di bici che di mezzi a motore. Moto ce ne sono, ma bici, ce ne sono tantissime e soprattutto si concentrano nei soliti posti.
I motociclisti sono carbonari da sempre e quindi girano senza troppa pubblicità, non mettono certo le tracce su strava e a parte alcuni prepotenti o ragazzini, hanno la coda di paglia e di media sono rispettosi, se sanno quello che fanno.
Molti dei percorsi che esistono, dato l'abbandono continuo delle campagne, tendono a chiudersi quindi un pò di passaggio e cura da parte di utenza trasversale alle volte fanno pure comodo, perchè accanto a zone dove il suolo è consumato dai passaggi, ci sono zone che sprofondano nell'abbandono e diventano impercorribili.
Quello che dico è, mai pensare che siccome siamo in bici noi possiamo tutto perchè ci sono altri più cattivi di noi con cui bisogna prendersela.
Non si va da nessuna parte. Occorre profilo basso, rispetto, educazione in primis, per tutti e meglio se dentro le norme.
Ma se dovessi dire che io quando giro sono SEMPRE in regola, beh, chi è senza peccato scagli la prima pietra...:mrgreen:
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.217
3.446
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Ah, vero. Pero' su tutte le mappe il percorso e' segnalato come MTB1, MTB7 etc, e ci sono i vari cartelli segnalatori in legno "percorso 74 triangolo d'oro mtb/comunita' montana" o quant'altro.
Le segnalazioni del CAI o della Comunità montana non possono avere più valore di quelle installate ai sensi del Codice della Strada... naturalmente parliamo "in punta di diritto"ed in via del tutto teorica, ma un cartello di divieto di transito regolarmente installato da un ente locale vale per tutti i veicoli , bici comprese. Sempre che sia stato installato regolarmente, se è stato messo da un privato vale zero, ma vale zero sia per le bici che per le moto...
 

tostarello

Moderatur ologrammaticus
Membro dello Staff
Moderatur
15/11/05
37.249
1.875
63
roma
Non sono tanto convinto. Non è corretto sentirsi dalla parte del giusto a prescindere perchè c'è chi fa di peggio, ma se c'è qualcuno che danneggia la viabilità non sono le bici.
non mi riferivo al contesto della discussione, ma alla frase citata in generale, ci sono situazioni in cui si auspicano divieti per "gli altri" a prescindere, anche se non danneggiano nulla e nessuno
 

Boro

Biker immensus
25/8/04
8.870
3.411
Reggio Emilia
Non sono tanto convinto. Non è corretto sentirsi dalla parte del giusto a prescindere perchè c'è chi fa di peggio, ma se c'è qualcuno che danneggia la viabilità non sono le bici.
Parliamone, ti potrei fare foto di boschi dove i solchi si sprecano, le radici sono ormai tutte esposte e i sentieri sembrano fossi, e ci passono bici. Solo di continuo. Con ogni tempo e condizione.
Per non parlare dei tagli, delle vie nuove aperte, ecc.
Certo se passi su strada boschiva che fanno i trattori nessuno se ne accorge.
Ma sui singletrack in bosco pendente, suolo vergine e morbido, poche rocce, i danni si fanno.
 
  • Like
Reactions: eliografo

avalonice

Biker superioris
2/4/09
989
321
Lecco
per la lombardia vale la legge Regionale 5 dicembre 2008 , n. 31 (Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale)
1573489872553.png
quindi in moto no si va per i boschi e neanche sulle strada sterrate classificate come agro pastorali escluso deroghe e permessi speciali
 

kaprazozza

Biker serius
2/4/15
142
62
49
genova
Bike
stumpjumper fsr 29 , gravel monstercross
Come si dice in migliaia di dibattiti televisivi negli ultimi trent 'anni ...... l'italia è imbrigliata da migliaia di regole che nessuno rispetta , competenze opposte ,paradossi legislativi , e chi prova a fare da solo cercando di produrre una soluzione magari non autorizzata ma positiva ,viene affossato. Vai nel bosco ? Entri in un troiaio dove nessuno passa più ...neanche le motocross ? ti faccio il culo! Butti un materasso , una cucina intera in un bosco ? Eh sai bisogna vedere intanto prendere la targa ...sai non si sa mai ...bisogna vedere con chi hai a che fare ..sai l altra volta ho chiamato i vigili e mi hanno detto che non era di loro competenza....allora ho chiamato la forestale e mi hanno detto che facevano segnalazione....chi mi conosce sa che io continuo a fare in silenzio e di nascosto ..ma devo dirvi la verità...non ho molta speranza che si riescano a cambiare le cose e diventare un pò crucchi anche noi ...giusto per fare il culo a chi se lo merita davvero
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.217
3.446
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Parliamone, ti potrei fare foto di boschi dove i solchi si sprecano, le radici sono ormai tutte esposte e i sentieri sembrano fossi, e ci passono bici. Solo di continuo. Con ogni tempo e condizione.
Per non parlare dei tagli, delle vie nuove aperte, ecc.
Certo se passi su strada boschiva che fanno i trattori nessuno se ne accorge.
Ma sui singletrack in bosco pendente, suolo vergine e morbido, poche rocce, i danni si fanno.
Non è possibile paragonare le due cose da nessun punto di vista.

Non da quello puramente tecnico, perchè le strade boschive arate dai trattori dei boscaioli, dai fuoristrada dei cacciatori e dalle moto diventano inutilizzabili per tutti gli utenti, mentre eventualmente un singletrack sottoposto ad un traffico eccessivo di bici diventa "impercorribile" solo alle bici.

Non lo è neppure da quello della "quantità d'uso", perchè a distruggere una strada o uno stradello od un single non bastano venti passaggi di una bici.

Se vogliamo dire che non possiamo arrogarci diritti inesistenti o agire come se fossimo gli unici attori, sono d'accordo al cento per cento. Ma i danni non sono tutti uguali e non pesano tutti allo stesso modo.
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.217
3.446
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
quindi in moto no si va per i boschi e neanche sulle strada sterrate classificate come agro pastorali escluso deroghe e permessi speciali
Sempre che ci siano i cartelli all' inizio delle zone tutelate, altrimenti le multe non valgono la carta su cui vengono (eventualmente) vergate...
 

kaprazozza

Biker serius
2/4/15
142
62
49
genova
Bike
stumpjumper fsr 29 , gravel monstercross
le bici stanno creando con l aumento dei numeri danni notevoli ...lo so perchè costruisco sentieri però nulla di paragonabile a ciò che producono motocross o vandali che disperdono materiali di ogni tipo in natura
 

Discussioni simili

Risposte
163
Visite
9K
sembola
S
Risposte
251
Visite
18K
kikhit
K
Risposte
1K
Visite
94K
tostarello
T
Risposte
17
Visite
3K
sembola
S