News Mountain biker ucciso da cacciatore a Morzine

iaco70

Biker grossissimus
4/2/09
5.587
304
Gradisca d'Isonzo
Bike
Scott Scale RC 900 Ultimate 2017
Per me va bene la caccia anzi ben venga. Quanti cacciatori si sparano tra di loro e non finiscono sui giornali? L'importante è stare attenti sia da parte di noi bikers che da parte dei cacciatori. Questo pugno di ferro a chi molla per prima non porta da nessuna parte. Se si sa che ci sono zone che in quel preciso giorno sono riservate alla caccia per quale stupido motivo devo andare proprio lì? E le risposte saranno sempre le stesso, " perché nessuno può vietarmi nulla". Ragazzi facciamo tutti un passo indietro e adeguiamoci tutti verso tutti. I cinghiali in città non li vogliamo, i cervi contro il mio suv nuovo neanche ma poi quando si parla di caccia si pensa alla Mattanza dei tonni. Accendiamo il cervello prima di scrivere con io vieterei questo o quello. Anche perché chi spara paga regolarmente un permesso cosa che noi con le bici non facciamo per andare nei boschi.
Scusa? Chi spara paga un permesso? ma mica paga per sparare contro qualsiasi cosa si muova!
Un biker o un semplice escursionista dovrebbe stare attento? ma scherzi? E' chi ha il fucile in mano che deve stare attento!
Attento a come lo maneggia, attento verso cosa lo punta, e prima di premere il grilletto deve accertarsi della natura del bersaglio e deve essere certo che non ci siano persone sulla traiettoria di sparo.
Anche se la zona è "delimitata" per una battuta di caccia selettiva (e in quel caso ci sono fettuccie, cartelli e transenne già nei giorni precedenti) , questo non significa che si può sparare liberamente verso ogni cespuglio al minimo rumore!
Quindi qui l'unico passo indietro da farsi è quello di non dare la licenza "a cani e porci" con troppa facilità, a ragazzini di 22 anni o anche meno (ho amici che andavano a caccia coi loro padri, zii o nonni e sparavano già a 15-16 anni).
Che la caccia abbia una certa funzione è innegabile comunque la si pensi (e io non ne sono a favore), ma è altrettanto innegabile che in giro per boschi e campagne ci sono troppi incoscienti con un fucile in mano.
 
  • Like
Reactions: Fra'78

 

davide-cap

Biker novus
15/10/10
2
3
pietra ligure
La caccia ha smesso di essere tale da quando non si ha più il bisogno di, appunto, procacciarsi il cibo; ora è uno "sport", con la piccola ed insignificante differenza rispetto ad altri sport che un errore di chi ha in mano il fucile può costare la vita ad un povero cristo che, passeggiando nel bosco si è malauguratamente allontanato dalla strada, tanto per fare un esempio... Possibile che i cacciatori non riescano a trovare un posto per sparare che non sia vicino a sentieri, case ecc? Io vedo cacciatori che solo perché pagano pensano di poter fare ciò che vogliono, e ciclisti incazzati che accettano solo perché l'alternativa è rischiare la pelle...
 

ziobike

Biker perfektus
14/12/07
2.974
83
Bergamo
Bike
santacruz nomad c3
Mah ... io sono uno che se trova un ragnetto in casa prende un pezzetto di scottex, lo fa salire sulla carta e lo mette fuori dalla finestra. Se vedo una lucertola che attraversa il sentiero cerco di non prenderla con le ruote della mtb. Quindi quello che chiedi mi risulta un pò difficile. Ma per il quieto vivere ... va bene !!! :medita:
Ah ah io ugualeeeeeee!
 
  • Like
Reactions: emmellevu

khalit

Biker extra
20/11/17
712
336
48
Rocca di Papa
Bike
Banshee rune 2010, Scott Sawtooth 1992, b'twin tilt 120 2019
Per me va bene la caccia anzi ben venga. Quanti cacciatori si sparano tra di loro e non finiscono sui giornali? L'importante è stare attenti sia da parte di noi bikers che da parte dei cacciatori. Questo pugno di ferro a chi molla per prima non porta da nessuna parte. Se si sa che ci sono zone che in quel preciso giorno sono riservate alla caccia per quale stupido motivo devo andare proprio lì? E le risposte saranno sempre le stesso, " perché nessuno può vietarmi nulla". Ragazzi facciamo tutti un passo indietro e adeguiamoci tutti verso tutti. I cinghiali in città non li vogliamo, i cervi contro il mio suv nuovo neanche ma poi quando si parla di caccia si pensa alla Mattanza dei tonni. Accendiamo il cervello prima di scrivere con io vieterei questo o quello. Anche perché chi spara paga regolarmente un permesso cosa che noi con le bici non facciamo per andare nei boschi.
"Le cause che hanno favorito l’espansione e la crescita delle popolazioni di cinghiali sono legate a molteplici fattori. Tra questi, le immissioni a scopo venatorio, iniziate negli Anni ‘50, hanno giocato un ruolo fondamentale."

"Recenti studi scientifici condotti in Francia e in Germania su gruppi di cinghiali residenti in regioni con diverse densità di cacciatori, hanno evidenziato che la fertilità dei cinghiali è notevolmente più alta quando sono sottoposti a pressione venatoria elevata. Infatti, poiché la caccia ha luogo soprattutto in Autunno ed in Inverno, se in un territorio vengono uccisi molti animali, i sopravvissuti avranno una maggior disponibilità di cibo. Gli animali meglio nutriti si riproducono più presto in Primavera e hanno una discendenza più numerosa."

"I cinghiali hanno una struttura sociale molto sensibile. Un esemplare femmina dominante, che va in estro una volta all'anno, guida il gruppo. Il cosiddetto sincronismo di estro fa si che le altre femmine del gruppo siano feconde contemporaneamente. Inoltre essa trattiene i giovani ed impedisce in tal modo maggiori danni alle coltivazioni. Se la femmina dominante viene uccisa, il gruppo si disperde, gli animali senza guida irrompono nei campi, tutte le femmine diventano feconde più volte nell'anno e si riproducono in modo incontrollato"

"l’abbattimento di numerosi esemplari dell’unico predatore naturale del cinghiale, cioè il lupo, agevola l’incremento numerico di questo ungulato e, quindi, non agevola il ristabilimento di condizioni naturali"

http://www.parcocastelliromani.it/inners/pages/cinghiali,-fra-leggenda-e-realtà,-fra-credenze-e-dati-scientifici

Sarebbe ora di smetterla di spacciare i cacciatori per difensori dell'umanità...
 

Grammy

Biker tremendus
..difficile accettare che per non rischiare di farsi ammazzare uno non debba andare in bici per tutta la stagione venatoria
..da noi cacciano nei boschi in cui ci sono i nostri sentieri di casa, puliti e manutenuti da noi e fruiti da tutti
..quindi per tutto inverno dovremmo girare in ciclabile, anzi no in città perché la ciclabile di solito è in campagna e sparano anche lì
..è veramente assurdo, io se giro in bike non metto in pericolo la vita di uno che va a funghi o tartufi ecc, non certo come un cacciatore più o meno in grado di detenere un arma da fuoco che si aggira nel bosco
..ho avuto qualche brutta esperienza con qualche imbecille e poteva costare la vita altro che sport la caccia per me è pericolo per gli altri, vedi il moltiplicarsi di casi come questo dell articolo
 

ciccioo

Biker tremendus
5/4/15
1.301
665
A volte cerco di capire, anche se non sono interessato all'attività venatoria, i cacciatori. Effettivamente come reagiremmo noi bikers se ci chiudessero i sentieri, perchè ritenuti pericolosi per chi ci cammina? E, occhio, non è un'ipotesi così campata in aria...
I cacciatori hanno questa "passione", pagano per esercitarla e possono farlo su specie controllate, per un periodo dell'anno abbastanza ristretto. E' come se ci dicessero: bene, puoi andare in MTB da settembre a dicembre, ma solo su questo e quel sentiero, e paghi una tassa sulla bici, oltre a doverti fare un patentino e rinnovare il tutto di anno in anno.
Naturalmente sto esagerando, ma è solamente per riuscire a capire come si possa risolvere questa "incompatibilità", perchè, appunto, tra i prossimi a poter essere estromessi da sentieri e percorsi, ricordiamolo, ci siamo proprio noi in bici...

Altra cosa che mi secca dover ammettere:
molti sentieri qui in zona sono tutt'ora transitabili perchè c'è gente che va a capanno, e tiene il tratto bello pulito, eliminando rovi e altri ostacoli al percorso. Lo fa con il fine di poter andare a caccia... e impiega tempo e denaro.
Noi bikers, invece, sistemiamo i sentieri? Ci ritroviamo tra noi e organizziamo delle giornate dedicate alla manutenzione dei percorsi? No... così ci becchiamo le ire di cacciatori, CAI e alpini. :mrgreen:
Non so nelle tue zone cime si fa, da noi si puliscono. Proprio oggi con mtb vallecamonica abbiamo dedicato la giornata alla pulizia e ripristino sentieri.....
Tutti hanno il diritto di fare cio che amano, la caccia proprio non la capisco però.Dove abito io ci sono dei campi con piccole aree alberate....... Cacciano pure li, con case e tutto il resto a due passi,poi nel bosco sono sempre incazzati e vogliono avere ragione quando te passi in bici e magari l'uccello scappa.
Mi spiace per l'accaduto. Condoglianze alla famiglia.
 

Giusebe93

Biker serius
10/11/11
172
25
Valperga
Ovviamente ... sono senza parole !!!

Già non amo la caccia in sè, perchè non capisco dove stia il divertimento nello sparare a povere bestiole indifese (che non c'entra nulla con la caccia per la sopravvivenza dei nostri avi). Se poi si mettono a sparare ai cristiani ... :ueh:

Condoglianze alla famiglia del biker.
condivido pienamente...peggio ancora quelli che prima durante e dopo di cacciare si scolano bottiglie di vino...e se ne vantano pure sti imbecilli
 

ciciu

Biker superioris
18/9/10
965
7
La terza roccia dal Sole
Io non ho mai capito come un ciclista possa essere scambiato per un cinghiale . Fermo restando che fossero a caccia di cinghiali
Uno che spara a qualunque cosa si muova non merita la licenza di caccia
 

iaco70

Biker grossissimus
4/2/09
5.587
304
Gradisca d'Isonzo
Bike
Scott Scale RC 900 Ultimate 2017
A volte cerco di capire, anche se non sono interessato all'attività venatoria, i cacciatori. Effettivamente come reagiremmo noi bikers se ci chiudessero i sentieri, perchè ritenuti pericolosi per chi ci cammina? E, occhio, non è un'ipotesi così campata in aria...
I cacciatori hanno questa "passione", pagano per esercitarla e possono farlo su specie controllate, per un periodo dell'anno abbastanza ristretto. E' come se ci dicessero: bene, puoi andare in MTB da settembre a dicembre, ma solo su questo e quel sentiero, e paghi una tassa sulla bici, oltre a doverti fare un patentino e rinnovare il tutto di anno in anno.
Naturalmente sto esagerando, ma è solamente per riuscire a capire come si possa risolvere questa "incompatibilità", perchè, appunto, tra i prossimi a poter essere estromessi da sentieri e percorsi, ricordiamolo, ci siamo proprio noi in bici...

Altra cosa che mi secca dover ammettere:
molti sentieri qui in zona sono tutt'ora transitabili perchè c'è gente che va a capanno, e tiene il tratto bello pulito, eliminando rovi e altri ostacoli al percorso. Lo fa con il fine di poter andare a caccia... e impiega tempo e denaro.
Noi bikers, invece, sistemiamo i sentieri? Ci ritroviamo tra noi e organizziamo delle giornate dedicate alla manutenzione dei percorsi? No... così ci becchiamo le ire di cacciatori, CAI e alpini. :mrgreen:
Tra le specie controllate a cui possono sparare non c'è l'uomo (e neppure cani e gatti). Quindi il punto è: accertarsi prima verso cosa si punta il fucile e si spara.
Non c'è nessuna "incompatibilità" da risolvere, è già risolta all'origine: non puoi sparare liberamente verso ogni cosa si muova e neppure in direzione di strade pubbliche o abitazioni!
Il problema è solo l'imprudenza e la superficialità di alcuni cacciatori... e forse anche la facilità con cui si concedono o rinnovano le licenze?
 

novi83

Biker serius
15/4/13
140
34
provincia di Vicenza
"Le cause che hanno favorito l’espansione e la crescita delle popolazioni di cinghiali sono legate a molteplici fattori. Tra questi, le immissioni a scopo venatorio, iniziate negli Anni ‘50, hanno giocato un ruolo fondamentale."

"Recenti studi scientifici condotti in Francia e in Germania su gruppi di cinghiali residenti in regioni con diverse densità di cacciatori, hanno evidenziato che la fertilità dei cinghiali è notevolmente più alta quando sono sottoposti a pressione venatoria elevata. Infatti, poiché la caccia ha luogo soprattutto in Autunno ed in Inverno, se in un territorio vengono uccisi molti animali, i sopravvissuti avranno una maggior disponibilità di cibo. Gli animali meglio nutriti si riproducono più presto in Primavera e hanno una discendenza più numerosa."

"I cinghiali hanno una struttura sociale molto sensibile. Un esemplare femmina dominante, che va in estro una volta all'anno, guida il gruppo. Il cosiddetto sincronismo di estro fa si che le altre femmine del gruppo siano feconde contemporaneamente. Inoltre essa trattiene i giovani ed impedisce in tal modo maggiori danni alle coltivazioni. Se la femmina dominante viene uccisa, il gruppo si disperde, gli animali senza guida irrompono nei campi, tutte le femmine diventano feconde più volte nell'anno e si riproducono in modo incontrollato"

"l’abbattimento di numerosi esemplari dell’unico predatore naturale del cinghiale, cioè il lupo, agevola l’incremento numerico di questo ungulato e, quindi, non agevola il ristabilimento di condizioni naturali"

http://www.parcocastelliromani.it/inners/pages/cinghiali,-fra-leggenda-e-realtà,-fra-credenze-e-dati-scientifici

Sarebbe ora di smetterla di spacciare i cacciatori per difensori dell'umanità...
Non dubito che per i cinghiali sia così ma per tutte le altre speci alle quali si dà la caccia (camosci/cervi/caprioli/daini e uccelli vari) qui da me non è così... anzi... il capriolo sta sparendo perchè stanno sparendo gli alpeggi e con essi l'erba fresca ed il bosco avanza per la gioia degli altri...


Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app
 

lkey

Biker ultra
12/8/10
687
34
nord Italia
Bike
Capra 29
Ovviamente ... sono senza parole !!!

Già non amo la caccia in sè, perchè non capisco dove stia il divertimento nello sparare a povere bestiole indifese (che non c'entra nulla con la caccia per la sopravvivenza dei nostri avi). Se poi si mettono a sparare ai cristiani ... :ueh:

Condoglianze alla famiglia del biker.
Anticipo la risposta dei cacciatori
Ma tu non capisci: i cacciatori salvano la natura uccidendo gli animali in eccesso o quelli che danno fastidio, tipo i cinghiali. Sono i veri ecologisti di questo pianeta.

Il bello sarebbe vedere i cacciatori di fronte a degli animali che possano difendersi sparando anche loro. Scommetto che la caccia sparirebbe.
Daccordissimo, ed inoltre, evitare le zone venatorie almeno per me è impossibile, ovunque è terreno di caccia nella zona che ho vicino casa..maledetti
 

lkey

Biker ultra
12/8/10
687
34
nord Italia
Bike
Capra 29
Sono notizie che non si vorrebbe mai leggere,condoglianze a tutti i suoi famigliari,diamo retta a cosa [email protected] ed evitiamo i flame pro/contro caccia...grazie.
Mah ... io sono uno che se trova un ragnetto in casa prende un pezzetto di scottex, lo fa salire sulla carta e lo mette fuori dalla finestra. Se vedo una lucertola che attraversa il sentiero cerco di non prenderla con le ruote della mtb. Quindi quello che chiedi mi risulta un pò difficile. Ma per il quieto vivere ... va bene !!! :medita:
Io in questo periodo dell'anno mi specializzo nello slalom per non schiacciare le lumacone rosse...
 

Somis

Biker poeticus
23/6/14
3.835
967
Merano (BZ)
www.somis.name
Bike
Santa Cruz Bronson 2 CC, Ghost ASX 7500, Trek 4700
Siamo in democrazia ed esiste il referendum abrogativo. Io lo riproporrei, già nel 1990 il 92% dei partecipanti si schierò contro la caccia (la votazione non fu valida perché votarono il 43% degli aventi diritto), e da allora i sondaggi hanno indicato un aumento della sensibilità degli italiani nei confronti degli animali.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: MauroPS

khalit

Biker extra
20/11/17
712
336
48
Rocca di Papa
Bike
Banshee rune 2010, Scott Sawtooth 1992, b'twin tilt 120 2019
Non dubito che per i cinghiali sia così ma per tutte le altre speci alle quali si dà la caccia (camosci/cervi/caprioli/daini e uccelli vari) qui da me non è così... anzi... il capriolo sta sparendo perchè stanno sparendo gli alpeggi e con essi l'erba fresca ed il bosco avanza per la gioia degli altri...


Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app
Il capriolo sta sparendo, o gli stanno sparando? Non capisco, la soluzione all'avanzata dei boschi e alla scomparsa degli alpeggi è la caccia?
 

tunerz

Biker Birraiolos
9/5/12
4.798
1.284
34
Brixia!
Bike
la mia
vero, i cacciatori pagano ma con loro in giro andare x boschi è pericoloso, oltretutto in periodo di funghi e castagne (oltre che biker, ovviamente….) ieri stavo salendo sul Guglielmo ed ho sentito 2 colpi ravvicinati vicinissimi a me …. beh, non mi hanno messo certo tranquillo ….
Stamattina hanno sparato a due metri da me,alla pozza della pontogna in direzione del rifugio..stavo salendo da caregno verso il Guglielmo e sulla strada c'era anche una famiglia con la bimba che si è spaventata..ovvio l'ho mandato "a cagà" e ci ho mezzo discusso ma non mi sono fermato più di tanto perchè erano in due coi fucili (si sa mai..) è pervhe se mi fossi fermato,sai che figura di cacca a non riuscire più a ripartire???

Cmq condoglianze alla famiglia del biker
 

jz91

Biker serius
19/6/18
198
46
Trentino A.A.
Bike
Front pesante
A leggere queste notizie si gira sicuramente meno tranquilli non si sa mai che “fenomeni” si possono trovare con armi in mano.

Aggiungo che sul dolomiten (giornale locale zona bz) c’era un articolo poco fa dove un cacciatore elogiava le bici elettriche così riescono a spostarsi meglio...:roll:

Per me la caccia è roba antiquata da abolire (al massimo piccioni e topi se proprio vogliono).

A proposito che fine hanno fatto le proposte di abolizione?
 

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.206
273
☯︎
Bike
Trovo che già solo il concetto di impugnare un’arma da fuoco sia di per sé aberrante, indipendentemente dal bersaglio a cui si finisca per sparare, soprattutto se non si ha piena consapevolezza del fatto che avere un’arma da fuoco in mano ti pone inevitabilmente nella condizione di uccidere un altro essere vivente. La conseguenza ovvia è che accadano tragedie come quella accaduta a Morzine, che purtroppo in stagione di caccia accadono con una frequenza inaccettabile: http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2018/10/14/ADHfRe8B-varesotto_condizioni_sbaglio.shtml
Un pensiero al povero biker e a tutte le vittime della follia criminale legittimata da una licenza venatoria.