Viaggi Nepal in MTB in autosufficienza, parte 3: sempre più in alto

 

marco

Баба Яга
Feedback: 24 / 0 / 0
29/10/02
34.685
4.513
47
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
Grandissimi ragazzi e grazie di aver condiviso le emozioni del vostro viaggio con noi!

Oltre a questo ci sono tre cose che tengo a dirvi:

1) sono stato in Nepal nel 2003 con la mtb, ed ho un'opinione diversa sull'aiuto dei portatori. Portatori e lodges sono fondamentali per lasciare qualche soldo in loco, al di là dei permessi i cui soldi finiscono nelle tasche dei burocrati. Di solito ci si appoggia ad una delle tante agenzie di Katmandù che organizzano i portatori e le guide, togliendo non solo il peso fisico dalle spalle dei turisti ma anche quello snervante dell'organizzazione. Costa di più, chiaro, ma aiuta l'economia di uno dei Paesi più poveri del mondo. Non è schiavitù, ma è un servizio che è nato da come il territorio sia impervio e tanti posti irraggiungibili se non a piedi.
Mi rendo però conto che dove siete andati voi non c'era niente, a parte oltre l'ultimo passo quando siete finiti nel circuito trekking dell'Annapurna. Forse un cuoco e un portatore per il cibo ci sarebbero stati bene. Noi ce l'avevamo, e il té caldo al mattino quando è tutto freddo e gelato non me lo sono ancora dimenticato, anche se di base io non bevo bevande calde.

2) La vostra guida ha fatto una scenata che fanno tanti nepalesi quando chiedono la mancia. A me è capitato pure con un barbiere a Katmandù. Niente di particolare, avete fatto bene a dire di no, lui intanto ci ha provato.

3) Quando sono andato io in Nepal da Jomson a Beni non c'era la strada, e me la sono fatta in bici su un sentiero tutte rocce. Se aveste avuto più tempo sulla via ci sono delle terme di acqua calda, una libidine dopo 15 giorni in quota: http://tatopani.com.np/

Questi i cessi di bici con cui eravamo in giro allora (Dalaughiri sullo sfondo):

 

frenkpatrol

Biker novus
Feedback: 1 / 0 / 0
28/2/17
8
1
24
Vicenza
Bike
Transition Patrol
Che viaggio pazzesco! non so come ringraziarvi per aver condiviso questa esperienza .
Mi avete fatto sognare ad occhi aperti.

Grazie, grazie e ancora grazie!
 
  • Like
Reactions: AlexV

desedet_dario

Redazione
Feedback: 28 / 0 / 0
30/6/06
3.949
23
31
BS
flickr.com
Grandissimi ragazzi e grazie di aver condiviso le emozioni del vostro viaggio con noi!

Oltre a questo ci sono tre cose che tengo a dirvi:

1) sono stato in Nepal nel 2003 con la mtb, ed ho un'opinione diversa sull'aiuto dei portatori. Portatori e lodges sono fondamentali per lasciare qualche soldo in loco, al di là dei permessi i cui soldi finiscono nelle tasche dei burocrati. Di solito ci si appoggia ad una delle tante agenzie di Katmandù che organizzano i portatori e le guide, togliendo non solo il peso fisico dalle spalle dei turisti ma anche quello snervante dell'organizzazione. Costa di più, chiaro, ma aiuta l'economia di uno dei Paesi più poveri del mondo. Non è schiavitù, ma è un servizio che è nato da come il territorio sia impervio e tanti posti irraggiungibili se non a piedi.
Mi rendo però conto che dove siete andati voi non c'era niente, a parte oltre l'ultimo passo quando siete finiti nel circuito trekking dell'Annapurna. Forse un cuoco e un portatore per il cibo ci sarebbero stati bene. Noi ce l'avevamo, e il té caldo al mattino quando è tutto freddo e gelato non me lo sono ancora dimenticato, anche se di base io non bevo bevande calde.

2) La vostra guida ha fatto una scenata che fanno tanti nepalesi quando chiedono la mancia. A me è capitato pure con un barbiere a Katmandù. Niente di particolare, avete fatto bene a dire di no, lui intanto ci ha provato.

3) Quando sono andato io in Nepal da Jomson a Beni non c'era la strada, e me la sono fatta in bici su un sentiero tutte rocce. Se aveste avuto più tempo sulla via ci sono delle terme di acqua calda, una libidine dopo 15 giorni in quota: http://tatopani.com.np/

Questi i cessi di bici con cui eravamo in giro allora (Dalaughiri sullo sfondo):

Grazie Marco per le tue considerazioni. Che figata in Nepal nel 2003. E se non sbaglio ci sei tornato anche una decina di anni fa al Tilicho! Top!

Comunque credo che la verità stia nel mezzo come in tante cose. Noi abbiamo preferito fare tutto in autonomia e siamo contentissimi di questa scelta.
Conosco la storia degli "sherpa" radicatissimi a livello culturale e necessari per la maggior parte delle spedizioni. Gli spazi sono troppo ampi per pensare di fare tutto da soli, per esempio una spedizione alpinistica. E lungi da me pensare che non si debba aiutarli economicamente. Credo di averlo spiegato bene il mio pensiero.
Non è questione di tè caldo a colazione (che ci facevamo anche noi col fornello) bensì di veri e propri servigi. Vedere un gruppo di 2(due) escursionisti con 6 persone al seguito, 2 tende singole, tenda cucina, stufa con bombola di kerosene, cibo occidentale.. e i due turisti praticamente senza zaino seduti su una pietra a guardare 6 nepalesi che montavano da zero un piccolo campo base. E non stavano scalando l'Everest, ma facendo il nostro giro. In privato ti dirò anche quanto abbiamo pagato il buon Sandro, dopo ardue trattative. E fanno bene a farsi pagare così ovviamente se il pigro europeo o giapponese tira fuori sti soldi. Ci siamo sentiti davvero 'too poor for Nepal' se la mettiamo giù così!
 

yura

Redazione
Feedback: 0 / 0 / 0
13/2/11
2.406
346
Varesott
Bike
Orbea Rallon
Veramente non ho più parole...ho già espresso nel commento della scorsa puntata ciò che penso di voi e del vostro modo di intendere l' Avventura (poco importa che sia in MTB a piedi o con la mongolfiera). Con questa ulteriore perla avete messo la classica ciliegina sulla torta. C'è da dire che avete compiuto un' autentica impresa. Pensare che faccio fatica ad organizzare un' uscita sulle Alpi e che voi avete portato a termine una cosa del genere NON in Nepal, ma in QUELLA regione particolare ed in questo modo, beh ...tanta roba !
Grazie davvero, c'è poco altro da dire.

P. s. In merito al discorso sui compensi alle guide locali non so che giudizio esprimere, non conoscendo bene la situazione potrei anche pestare una merda. Così a sentimento però direi che anche quello che scrive Marco ha un senso.
 

MD_CORPORATION

Biker urlandum
Feedback: 0 / 0 / 0
28/1/10
537
43
Bibiana
Bike
Scalpel carbon 2 [2018]
Ed ecco anche il 3° capitolo!

Che dire... come vi ho già detto grazie di averci fatto vivere anche a noi qualche assaggio della Vostra avventura!

Le foto sono stupende!!... ma lasciatemi dire che se uno non conosce il contorno non riesce ad apprezzarle veramente....

....e come l'avete raccontata voi è semplicemente ..perfetto!

Grazie
 

mb70

Biker popularis
Feedback: 0 / 0 / 0
17/6/18
91
27
49
lucca
Bike
s
Complimenti per la straordinaria avventura!! Il filmato è bellissimo e riesce a trasmettere il vero sentimento di libertà. Grazie per la condivisione. [emoji106]

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk
 

MTBikerMAU

Biker superioris
Feedback: 0 / 0 / 0
24/12/08
884
148
32
(TV)
Bike
Torpado Nearco
Avventura veramente STRAORDINARIA!
Avevo letto nella sezione Veneto che eravate partiti per il Nepal e speravo di poterne leggere un resoconto, visto anche che la regione è stata sempre nei miei sogni già da bambino.
Ecco.... è stato qualcosa ancora di più intenso ...come essere stati lì con voi!
 
Ultima modifica:

edibetta

Biker superis
Feedback: 4 / 0 / 0
20/4/09
465
4
50
Brescia
Sono senza parole....li ho riletti ancora tutti e 3 di fila.....bravi Dario&Michele per la vostra straordinaria avventura...siete UNICI!
G R A Z I E
 

lazzadielle

Biker popularis
Feedback: 0 / 0 / 0
30/4/12
47
14
codogno
Bravissimi Michele e Dario complimenti per questa fantastica avventura che avete condiviso su questo portale. Nel vostro racconto accompagnato da stupende immagini , siete riusciti a trasmettere le emozioni provate e vissute durante il viaggio. Il luoghi attraversati sono davvero esagerati..... e poter percorrerli in mtb è davvero qualcosa di speciale, come confrontarsi con una cultura e abitudini diverse dalle nostre. Cosa posso aggiungere....sicuramente...KE SPETTAKOLOOOOOO grandissimi
 

iron.mike83

Redazione
Feedback: 8 / 2 / 0
10/7/07
1.258
35
Vicenza
Bike
Transition Sentinel
Grazie Yura!
Credo anche io che la verita' stia nel mezzo, sicuramente i soldi e le mance dei turisti aiutano la popolazione a sopravvivere in un paese con uno dei governi piu' corrotti al mondo, a pelle pero' non posso negare che alcune dinamiche mi hanno dato molto fastidio, mi riferisco principalmente al turista che deve per forza portare il suo culo in ogni angolo del pianeta possibilmente facendo la minor fatica possibile e sborsando somme enormi...per come la vedo io: non ce la fa? ti alleni per riuscirci o fai altro, non vai a "stravolgere" un luogo per i tuoi comodi !
Dall'altro lato c'e' il nepalese che nella vita quotidiana fa poco o nulla tanto prima o poi arriva il pollo da spennare
Comunque per esprimere giudizi bisognerebbe conoscere bene la realta' dei luoghi quindi non voglio essere troppo critico su cose che non so... dico solo quello che ho provato vedendo alcune scene
 

abala

Biker popularis
Feedback: 0 / 0 / 0
10/12/13
48
3
verona
Complimenti bellissimo giro, grande racconto e splendide foto. Grazie per aver condiviso la vs esperienza con noi.
Qello da voi segnalato è un problema che si riscontra in molti paesi poveri dove chi è fortunato a lavorare con i turisti (Tassisti,guide,portatori ecc.....) riesce e spesso pretende mance che corrispondono a stipendi mensili dei locals.
 

Pier1969

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
6/12/16
150
27
mantova
Grazie per avere condiviso la vostra avventura che un cinquantenne con figlie adolescenti non può fare altro che sognare
Magari quando avrò piu spazio per me non avrò le banane per pedalare
Complimenti ancora
P.S.
Un turismo che rispetta l'ambiente in quei posti ben venga , anche se i locali magari sembrano esosi sono sempre soldi ben spesi si per voi che per loro
 

fagottovolante

Biker novus
Feedback: 0 / 0 / 0
8/8/14
42
3
Monopoli
Come tutti vi ringrazio per aver condiviso la vostra incredibile avventura, credo la rileggerò almeno altre 10 volte! posso chiedervi se pensavate di aprire una pagina internet con tutte le informazioni per chi volesse provare a fare una cosa simile? Non vorrei apparire troppo veniale, ma sarebbe possibile conoscere i costi, per lo meno delle cose principali?
ps. sono assolutamente contrario ai turisti viziati, ma le guide vanno pagate il giusto
 

Geep

Biker superis
Feedback: 7 / 1 / 0
8/2/13
420
18
ciuppan
Che racconto tosi, e che foto fantastiche. Tanta ammirazione e un po' d'invidia. Siete due draghi. E' un onore conoscervi e un privilegio quando si gira insieme. E quelle volte confesso che un po' di apprensione mi attanaglia già da quando smonto la bici dall'auto. Perchè siete FUORI!!!! Grandi!
 

yura

Redazione
Feedback: 0 / 0 / 0
13/2/11
2.406
346
Varesott
Bike
Orbea Rallon
Che racconto tosi, e che foto fantastiche. Tanta ammirazione e un po' d'invidia. Siete due draghi. E' un onore conoscervi e un privilegio quando si gira insieme. E quelle volte confesso che un po' di apprensione mi attanaglia già da quando smonto la bici dall'auto. Perchè siete FUORI!!!! Grandi!
Ahahahah è vero Geep ti capisco benissimo, ci ho girato solo in un week end ma concordo con quanto affermi !
 

mb70

Biker popularis
Feedback: 0 / 0 / 0
17/6/18
91
27
49
lucca
Bike
s
Come tutti vi ringrazio per aver condiviso la vostra incredibile avventura, credo la rileggerò almeno altre 10 volte! posso chiedervi se pensavate di aprire una pagina internet con tutte le informazioni per chi volesse provare a fare una cosa simile? Non vorrei apparire troppo veniale, ma sarebbe possibile conoscere i costi, per lo meno delle cose principali?
ps. sono assolutamente contrario ai turisti viziati, ma le guide vanno pagate il giusto
C'è un ragazzo di Bergamo che ha fatto un viaggio lunghissimo cercando di spendere in media 10€ al giorno. Ha fatto un blog easthiker. Il racconto è bellissimo e pieno di informazioni.

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk