Questo sito contribuisce alla audience de

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.169
258
Repubblica dell'Ossola
Bike
:)
 
“Un buon cerchio da DH deve durare almeno 6 discese in World Cup!” dice il meccanico del Canyon Factory Team. Basandosi su questa affermazione, Mavic ha ridisegnato le ruote Deemax DH 2020 con l’obiettivo di soddisfare le necessità di prestazioni degli atleti di coppa del mondo ma anche le aspettative dei normali clienti. Una nuova serie di test tra cui delle prove di impatto più severe hanno portato a un risultato in grado di garantire maggiore resistenza e durata di ogni componente delle ruote.

Il cerchio è UST, quindi Tubeless nativo, con larghezza interna di 28mm e dente provvisto di gancio per la massima tenuta del copertone anche a pressioni più basse e velocità sostenute con grandi impatti. La forma del dente è studiata per minimizzare il rischio di tagli del copertone. Il profilo ha una...
Leggi Tutto...
 
Ultima modifica:

klasse

Biker superis
8/6/09
339
103
Saint Vincent
6 discese oppure 6 gare?
ok che non mi chiamo brook mcdonalds, ma se fosse a discesa 100 euro a discesa, mi paiono esagerati.
Iniziamo a distinguere quello che un bikers serio cerca da quello che cerca il fighetto dell'ultimo momento. Per conto mio un'affermazione del genere è fuori luogo sulla presentazione al "pubblico" di un prodotto, ok su un campo gara, tanto loro raggieranno almeno 10 set di ruote a pilota a gara.
Poi ovvio si deve vendere e prendere in giro il cliente.
Guardate ad esempio con il filo cambio, vai in negozio gli dici che è per l'eagle e te lo fanno pagare dai 2 ai 5 euro, vai in ferramenta e prendi quello del tosaerba con 0.25 euro hai lo stesso cavo Jagwire che sull'eagle dura come quello del ciclista
 

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.169
258
Repubblica dell'Ossola
Bike
:)
6 discese, ha detto proprio 6 discese... ma è un'affermazione che va contestualizzata, e facendo anche le opportune proporzioni! Ciò che ha detto il meccanico del Canyon Factory Team si basa sul fatto che molti cerchi della concorrenza, tanto quanto il precedente modello di Deemax, ai top rider di coppa del mondo in gara, su alcune piste, duravano una run. Ciò non significa necessariamente che esplodessero, ma che si deformavano quanto bastava per ridurre le prestazioni e aumentare il rischio che esplodessero nella run successiva... ed ecco perché in questi casi vengono sostituiti dopo poche run se non addirittura dopo solo una. Il fatto che i nuovi Deemax siano in grado di reggere 6 run quindi diventa un plus notevole in World Cup. Poi concordo che faccia parecchio strano leggere che un cerchio per essere buono debba durare 6 discese... ma è un discorso che va contestualizzato. Non si tratta di materiale da fighetti ma di materiale race quindi, partendo dal presupporto che se a Laurie Greenland la ruota dura almeno 6 discese a un normale rider durerebbe almeno 6 anni, consideriamo che comunque al normale weekend warrior non servirebbe nemmeno un set di Deemax da gara per girare in bike park (o in molti casi al bar del bike park) con la sua bici da DH sovradimensionata, 4 weekend all'anno. Poi anche dei vecchi Deemax ne hanno venduti un sacco ai weekend warriors che ne sfasciavano uno a stagione (invece che a ogni discesa come in coppa), ma resta un prodotto race con destinazione d'uso diversa dall'abuso in bike park, continuando a girarci sopra con raggi molli, tensione controllata l'ultima volta 6 mesi prima e copertoni gonfiati a 0,2 bar perché ci sono dentro i salsicciotti all'ultimo grido... per questo utilizzo ci sono altre ruote.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: D-Lock

klasse

Biker superis
8/6/09
339
103
Saint Vincent
una cosa simile la fece DT Swiss con una serie di cerchi una dozzina di anni fa se non più, erano ottimi in ottica gara ma debolmente resistenti in ottica amatore, in effetti in quegli anni DT perse un sacco di affidabilità proprio dovuta a questo modo di vedere le cose, e presero il sopravvento Mavic, che già era al top, ma ebbe campo libero, oltre a tutti gli altri. Poi sul discorso che i fenomeni da bar e park ci girano male, e abusano, anzi direi che fanno un incauto uso, sono daccordo.
Mi permetto però di dire, e correggetemi se sbaglio, che alla fine, il mercato lo teniamo in piedi noi, e mi ci metto dentro, noi che giriamo solo 4 week oppure noi che faccimao 9K km annui con la bici da enduro, quindi un ricerca e sviluppo da gara, andrebbe corretto per il mercato. E qui apro un altra considerazione,; dal mio punto di vista quello che arriva ai team non è affatto quello che troviamo sul mercato, neanche a pagarlo oro, e cito i famosissimi cerchi ENVE, dove al team SantaCruz, arrivavano prodotti creati ad HOC e non come quelli sul mercato, dove 3 cerchi in carbonio su 5 rotti sono ENVE.
poi ovvio le considerazioni personale, mi fanno dubitare di troppe cose, su MAVIC in primis, ho sempre avuto problemi con i mozzi, i raggi costano uno sproposito per ripararle, però il cerchio UST loro è il top come anello tubeless, vedi i vecchi 823 che non fanno più se non sbaglio.
 

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.169
258
Repubblica dell'Ossola
Bike
:)
Erano le DT Swiss FR2350, le ho usate per un paio di stagioni. Avevano un dente particolarmente morbido affinché si piegasse prima di tagliare il copertone. Il cerchio di per sé era molto robusto ma il dente era di burro, tuttavia funzionavano e si tagliava raramente, e con un po' di manualità si raddrizzavano le varie bozze del cerchio in pochi minuti... anche se occorreva farlo almeno un paio di volte in un weekend di gara. Comunque si trattava di ruote gravity non specifiche da DH, mentre per le Deemax il concetto è un po' diverso. È oltremodo chiaro che il mercato lo tengono in piedi gli amatori e i weekend warrior, ma ciò non cambia che non è a loro che è destinato un prodotto squisitamente race come le (vecchie) Deemax. Un amatore per quanto attento non avrà mai un meccanico che gli sistemi alla perfezione le ruote (anzi la bici) dopo ogni discesa, quindi a forza di scendere con una ruota che necessita manutenzione... il cerchio esplode. In tal senso, secondo quanto dichiara Mavic e anche guardando alcuni dettagli tecnici, le nuove Deemax dovrebbero essere più che robuste anche per un uso amatoriale... ma personalmente e in tutta sincerità, se non facessi DH (leggasi competizioni) e girassi solo in bike park, acquisterei delle solide ruote da scanno e non delle costose ruote da performance in gara. Quindi non è il mercato che andrebbe corretto, ma il fatto di acquistare i prodotti secondo la destinazione d'uso per cui uno effettivamente li utilizza e non perché fa figo avere il prodotto ultrarace. Un prodotto race è di per sé più performante e più delicato, non lo usi tutti i giorni allo scanno sperando di ritrovarlo come nuovo ogni volta che riprendi la bici abbandonata in garage dalla volta prima.
 
  • Like
Reactions: andre77

impeto72

Nel dubbio, non mollare!
26/4/04
1.579
23
47
Torino
www.dbiostudio.it
Bike
Radon Slide Trail 9 + Giant XTC Advanced 2 + Canyon Ultimate CF SLX 9.0
"...La forma del dente è studiata per minimizzare il rischio di tagli del copertone." E dopo averci detto che il dentino non serviva, adesso ce lo propinano come APPOSITAMENTE studiato per non far pizzicare...L'avevo capito anch'io dopo che taglio almeno 5 copertoni a stagione grazie all'Hookless!