Nuovi sensori Garmin: niente più magneti

Sam Cooper

Biker grossissimus
Non so se se ne sia già parlato, ma con l'Edge 1000 Garmin ha presentato anche i nuovi sensori di velocità e pedalata, che sostituiscono il vecchio GSC-10.



Quest'ultimo, infatti, riuniva in un unico dispositivo wireless entrambe le funzioni, ma costringeva ad un delicato posizionamento sul fodero basso sinistro del carro posteriore, poiché doveva trovarsi simultaneamente a meno di 2mm di distanza dalla pedivella e dai raggi della ruota, dove si posizionavano i due magneti preposti.
Bastava dunque ricevere qualche botta, tipica delle escursioni in MTB, per disallineare uno dei due magneti e cessare la rilevazione dei valori corrispondenti.
Senza contare che molti hanno sofferto di infiltrazioni d'acqua lungo il braccetto dedicato alla misurazione della velocità, danneggiando irreparabilmente l'accessorio.

La novità Garmin é dunque che i sensori ora sono due, e nessuno dei due richiede l'attento posizionamento di magneti su pedivelle e raggi della ruota.

Il sensore di velocità si posizione all'interno della ruota, attorno al mozzo (indifferentemente quello anteriore o posteriore) e sfrutta un sofisticato accelerometro per misurare la velocità di rotazione della ruota.



Più o meno lo stesso vale per il sensore di cadenza, il quale però deve essere posizionato come prima su una pedivella.


A mio avviso in questo caso c'è il rischio di strappare l'elastico che aggancia il sensore, per lo meno da parte di chi utilizza pedali flat e pratica MTB in modo "aggressivo".

Nel complesso, comunque, ho la sensazione che Garmin abbia fatto un ottimo lavoro e che sostituirò presto il GSC-10 con questi nuovi sensori.

 

Sam Cooper

Biker grossissimus
Li trovo molto comodi, anche da spostare da un set di cerchi agli altri. Ho anch'io paura che qualche pietrata possa prendere il sensore di cadenza con nefaste conseguenze.
Ho una MTB da enduro con movimento centrale piuttosto basso e pedivelle da 175mm: di pietrate ne prendo anche troppe.... alcune perfino sugli stinchi, ma la maggior parte finiscono sul tubo obliquo, sulla corona della guarnitura e.... sulle pedivelle!

Devo ammettere, però, che in due anni di utilizzo del GSC-10 con magneti su raggi e pedivella, gli unici problemi li ho avuti col magnete sul raggio, che grazie a qualche pietrata è riuscito a girarsi più di una volta.
 

stevekh3

Biker cesareus
21/7/11
1.751
168
Cervignano del Friuli (UD)
www.youtube.com
Bike
YT Capra CF Pro 2015 & Olympia F1X 2019
Ho una MTB da enduro con movimento centrale piuttosto basso e pedivelle da 175mm: di pietrate ne prendo anche troppe.... alcune perfino sugli stinchi, ma la maggior parte finiscono sul tubo obliquo, sulla corona della guarnitura e.... sulle pedivelle!

Devo ammettere, però, che in due anni di utilizzo del GSC-10 con magneti su raggi e pedivella, gli unici problemi li ho avuti col magnete sul raggio, che grazie a qualche pietrata è riuscito a girarsi più di una volta.
Anche se ho una XC-Race la maggior parte delle volte mi trovo ad uscire con amici che fanno enduro quindi l'utilizzo dev'essere abbastanza simile, e sul Carso le pietre ci sono sempre ed ovunque :smile:

Il mio dubbio deriva dal fatto che in precedenza sulla pedivella si fissava il magnete che era sicuramente di dimensioni minori e legato con fascette, mentre adesso il sensore è abbastanza più grande e fissato con un elemento elastico che non ho idea quanto possa tenere se gli arriva una pietrata di quelle giuste.
 

scratera

Biker spectacularis
30/6/07
23.910
1.168
rovereto TN
Bike
...solo full...rigide...
Anche se ho una XC-Race la maggior parte delle volte mi trovo ad uscire con amici che fanno enduro quindi l'utilizzo dev'essere abbastanza simile, e sul Carso le pietre ci sono sempre ed ovunque :smile:

Il mio dubbio deriva dal fatto che in precedenza sulla pedivella si fissava il magnete che era sicuramente di dimensioni minori e legato con fascette, mentre adesso il sensore è abbastanza più grande e fissato con un elemento elastico che non ho idea quanto possa tenere se gli arriva una pietrata di quelle giuste.
...di norma tutti noi quendo si scende si usa tenere una gamba avanti e una dietro...parallele al terreno...e se noti è sempre quella la nostra posizione...posizionalo sulla pedivella che tieni dietro...:il-saggi:...e sarà protetto dalla ruota...
 

ataro

Biker celestialis
16/4/09
7.777
8
Marche
Per fissarli io invece dell'elastico userei meglio un giro di striscia di camera d'aria tirata e 3 giri di nastro da elettricista (specie sulla pedivella). Più sicuro e più protetto. Ma sollevo una obiezione al sistema. Prima pagavamo 45/50 € per cadenza e velocità. Ora quanto paghiamo? (Fortuna che in MTB non serve)
 

Sam Cooper

Biker grossissimus
Per fissarli io invece dell'elastico userei meglio un giro di striscia di camera d'aria tirata e 3 giri di nastro da elettricista (specie sulla pedivella). Più sicuro e più protetto. Ma sollevo una obiezione al sistema. Prima pagavamo 45/50 € per cadenza e velocità. Ora quanto paghiamo? (Fortuna che in MTB non serve)
Appena acquistato il set completo (sensore cadenza + sensore velocità) da Cavalera Cicli per 65€.

Ho notato che ora il GSC-10 si trova per circa 35€....

Tornando ai nuovi.... Devo ancora montarli, ma estraendoli dalla scatola sono rimasto impressionato da quanto sono piccoli e leggeri... In foto sembravano decisamente più grandi!
 

stevekh3

Biker cesareus
21/7/11
1.751
168
Cervignano del Friuli (UD)
www.youtube.com
Bike
YT Capra CF Pro 2015 & Olympia F1X 2019
...di norma tutti noi quendo si scende si usa tenere una gamba avanti e una dietro...parallele al terreno...e se noti è sempre quella la nostra posizione...posizionalo sulla pedivella che tieni dietro...:il-saggi:...e sarà protetto dalla ruota...
Da queste parti ci sono parecchi posti in cui devi comunque pedalare, non solo in salita :) ma anche in discesa e ci sono miliardi di pietrazze che decollano, magari si riuscisse a stare sempre nella posizione che dici tu. Per dirtene una mi è capitato anche di dover cambiare un cerchio Mavic Crossride perché un pietrata su un raggio mi ha estirpato il nipple con le conseguenze che puoi immaginare.
 

Sam Cooper

Biker grossissimus
Uhm... Allora... Ho montato i nuovi sensori sulla bici, ma non ho avuto il tempo di provarli, se non facendo girare a vuoto pedali e ruota, per collegarli all'Edge.

La prima considerazione é che effettivamente il sensore cadenza risulta piuttosto esposto e che (nella mia MTB) passa ad un filo di distanza dal fodero basso del carro.
Domani proverò a scattare una foto.
Oltre a ciò, l'elastico sul lato esterno potrebbe essere facilmente agganciato con la scarpa.
Anche volendo seguire il suggerimento di [MENTION=41438]ataro[/MENTION], credo che lo spessore della camera d'aria (seppur tirata) potrebbe far toccare il carro.

La seconda considerazione é invece quella che mi fa più dubitare nel confronto con il vecchio sensore: l'uso dell'accelerometro invece dei magneti ritarda un po' la rilevazione dei dati, col risultato che le informazioni visualizzate (velocità e cadenza) non sono esattamente "tempestive".
Col magnete i sensori percepivano immediatamente il movimento (di ruota e pedali).... Con l'accelerometro, invece, probabilmente ci vuole qualche decimo di secondo in più per essere sicuri che ci sia un moto rotatorio completo e per valutarne l'intensità.

Il punto é, però, che chi compra il sensore lo fa per avere un riscontro preciso ed istantaneo della velocità, altrimenti fornibile dal solo GPS con una buona approssimazione. Passi per il sensore cadenza, che comunque non potrebbe essere sostituito, ma per la misurazione della velocità alla ruota il vecchio sensore era più rapido e (forse) preciso.
Alla prima prova pratica valuterò meglio.
 

Sam Cooper

Biker grossissimus
Brevi considerazioni dopo alcuni giri di prova.

Tanto per cominciare, come già intuito, la reattività dei nuovi sensori con accelerometro é inferiore al vecchio GSC-10 con magneti.
Ci vogliono almeno un paio di giri completi di ruota e più di qualche pedalata perché si accorgano dell'effettivo movimento.
Il risultato é che il blocco/avvio automatico interviene con un po' più di ritardo e che le informazioni su velocità e cadenza istantanea non sono molto tempestive nella variazione: ad esempio, se sono a 12Kmh e faccio uno scatto, l'incremento di velocità avviene per quantità parziali e con qualche attimo di ritardo.
Nulla di grave, ma a mio avviso un passo indietro rispetto a prima, dove le informazioni erano precise ed istantanee.
Altro problema, é che trattandosi di due sensori distinti, si connettono in momento diversi e non é sempre chiaro se sono entrambi attivi.
Mi é accaduto, infatti, di attivare l'Edge al coperto, dove non riceveva segnale GPS, così quando poi ho iniziato a pedalare a cielo aperto, ci ha impiegato un sacco ad effettuare il fixing. Per qualche motivo, però, durante la ricerca dei satelliti, non ha agganciato alcuno dei sensori. Così, una volta ottenuta la posizione, sono andato nel menù specifico per forzate la concessione ai sensori: dei due vedeva solo quello di velocità, mentre quello di cadenza pareva quasi non funzionare.
Ho spento e riacceso l'Edge ed a quel punto si é agganciato automaticamente ad entrambi, a dimostrazione che i sensori trasmettevano correttamente.
Da quanto ho notato, la procedura di pairing dell'ANT+ richiede un minimo di tempo (decimi di secondo) e deve essere effettuata per un dispositivo alla volta. Se dovesse esserci qualche intoppo, non é escluso che sia necessario ricominciare tutto da capo....

Per quanto riguarda il sensore cadenza, infine, anche se nella MTB non é indispensabile, chi volesse montarlo comunque (come il sottoscritto) potrebbe avere qualche problema di esposizione a sassi e urti.

Diciamo che rispetto al GSC-10 ci sono pro e contro, ma chi avesse ancora il "vecchio" sensore può risparmiarsi la spesa dell'upgrade...
 

ilcentaurorosso

Biker dantescus
6/9/10
4.796
6
Paperopoli
Con gli accelerometri ed il giusto firmware si riescono a produrre miracoli a basso costo. Vado off topic ma guardate qua cosa si riesce a fare da pochissimo in altri ambiti:
http://www.vaaka.co.nz/
Io lo uso collegato ad un Garmin Edge!

Complimenti a Garmin per aver fornito un'alternativa.
 

Sam Cooper

Biker grossissimus
Con gli accelerometri ed il giusto firmware si riescono a produrre miracoli a basso costo. Vado off topic ma guardate qua cosa si riesce a fare da pochissimo in altri ambiti:
http://www.vaaka.co.nz/
Io lo uso collegato ad un Garmin Edge!

Complimenti a Garmin per aver fornito un'alternativa.
La maggior parte della tecnologia basata su accelerometri e ANT é di Dynastream: Garmin (e quasi tutti gli altri produttori) si limitano a rivendere prodotti Dynastream :il-saggi:

Edit: le mie informazioni andavano aggiornate.... Garmin si é comprata Dynastream ormai da diversi anni!
 
Sono facilissimi da smontare e montare, quello di velocità si mette sul mozzo anteriore o posteriore ed è fissato con un elemento elastico. Avendo 2 set di cerchi mi trovo spesso a spostarlo ed è un'operazione semplicissima.
Il sensore di cadenza per la MTB è di poca utilità quindi potresti anche a fare a meno di prenderlo.
Riprendo qui il discorso visto che c'è il tread specifico ;)
Innanzitutto grazie per le info :) Mi sorge però un dubbio: non è che a lungo andare (o peggio dopo un po') gli elastici si smollano a furia di passare da una ruota all'altra? Dovendolo smontare spesso forse il sensore velocità converrebbe metterlo sull'anteriore, almeno non si rischia di toccare il grasso della trasmissione ;)


In ogni caso il sensore cadenza lo userei solo su bdc per la curiosità di capire in reale la correlazione tra agilità/potenza di pedalata e battiti cardiaci.
 
Brevi considerazioni dopo alcuni giri di prova.

Tanto per cominciare, come già intuito, la reattività dei nuovi sensori con accelerometro é inferiore al vecchio GSC-10 con magneti.
Ci vogliono almeno un paio di giri completi di ruota e più di qualche pedalata perché si accorgano dell'effettivo movimento.
Il risultato é che il blocco/avvio automatico interviene con un po' più di ritardo e che le informazioni su velocità e cadenza istantanea non sono molto tempestive nella variazione: ad esempio, se sono a 12Kmh e faccio uno scatto, l'incremento di velocità avviene per quantità parziali e con qualche attimo di ritardo.
Nulla di grave, ma a mio avviso un passo indietro rispetto a prima, dove le informazioni erano precise ed istantanee.
Altro problema, é che trattandosi di due sensori distinti, si connettono in momento diversi e non é sempre chiaro se sono entrambi attivi.

Per quanto riguarda il sensore cadenza, infine, anche se nella MTB non é indispensabile, chi volesse montarlo comunque (come il sottoscritto) potrebbe avere qualche problema di esposizione a sassi e urti.

Diciamo che rispetto al GSC-10 ci sono pro e contro, ma chi avesse ancora il "vecchio" sensore può risparmiarsi la spesa dell'upgrade...

Insomma, conviene prenderli questi nuovi o no? Quando ho preso l'810 ho evitato di prendere il sensore vel/cad proprio perché ero orientato sui nuovi del 1000 e sostanzialmente avevo pensato di usarli solo per la bdc dove si ha anche l'agio di leggere i valori durante la corsa; sulla mtb quando si è offroad non si ha certo modo di leggere lo strumento: meglio guardare dove si mettono le ruote! Però ho notato che senza sensore velocità lo strumento va spesso in auto pause sulle salite con tanta pendenza per via della bassa andatura, quindi mi sa che ci vuole anche qui il sensore specifico... ma se è più “pigro” del gsc-10, li evita cmq questi problemi di autopause oppure sono punto e accapo?

Come detto, il sensore cadenza io lo monterei solo su bdc ;)
 

Sam Cooper

Biker grossissimus
Insomma, conviene prenderli questi nuovi o no? Quando ho preso l'810 ho evitato di prendere il sensore vel/cad proprio perché ero orientato sui nuovi del 1000 e sostanzialmente avevo pensato di usarli solo per la bdc dove si ha anche l'agio di leggere i valori durante la corsa; sulla mtb quando si è offroad non si ha certo modo di leggere lo strumento: meglio guardare dove si mettono le ruote! Però ho notato che senza sensore velocità lo strumento va spesso in auto pause sulle salite con tanta pendenza per via della bassa andatura, quindi mi sa che ci vuole anche qui il sensore specifico... ma se è più “pigro” del gsc-10, li evita cmq questi problemi di autopause oppure sono punto e accapo?

Come detto, il sensore cadenza io lo monterei solo su bdc ;)
L'autopause funziona (ovviamente) meglio con il sensore velocità.
Con questo nuovo é un po' meno tempestivo rispetto al GSC-10, ma fa ciò che serve a te per quando a casa guardi la traccia e relativi valori.

Eventualmente, monta il sensore sulla ruota anteriore, perché altrimenti ogni volta che blocchi quella posteriore (in curva, discese toste, ecc) ti ritrovi con l'autopause che si attiva e disattiva continuamente.
 

stevekh3

Biker cesareus
21/7/11
1.751
168
Cervignano del Friuli (UD)
www.youtube.com
Bike
YT Capra CF Pro 2015 & Olympia F1X 2019
...di norma tutti noi quendo si scende si usa tenere una gamba avanti e una dietro...parallele al terreno...e se noti è sempre quella la nostra posizione...posizionalo sulla pedivella che tieni dietro...:il-saggi:...e sarà protetto dalla ruota...
Oggi facendo porting in un canalone semi-disastrato (ma molto interessante in prospettiva) ho perso il sensore di cadenza :twisted:
il prossimo che prendo gli metto un kg di attack :cucù:
 

jackenduro

Biker tremendus
17/7/07
1.125
43
N/D
Bike
Scott Spark
Appena acquistato il set completo (sensore cadenza + sensore velocità) da Cavalera Cicli per 65€.

Ho notato che ora il GSC-10 si trova per circa 35€....

Tornando ai nuovi.... Devo ancora montarli, ma estraendoli dalla scatola sono rimasto impressionato da quanto sono piccoli e leggeri... In foto sembravano decisamente più grandi!
Ma i nuovi sensori funzionano solo con nuovoEdge 1000 oppure sono compatibili anche con l'800 (il sistema e' sempre Ant+....) ??
Grazie
Jack
 

Discussioni simili