Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Omologazione luminosa su mtb

Discussione in 'Principianti MTB' iniziata da Grendizer71, 16/4/19.

  1. Grendizer71

    Grendizer71 Biker serius

    Registrato:
    14/8/18
    Messaggi:
    246
    Bike:
    RockRider xc100s (upgradata di brutto)
    ahahahaha, comunque se mi mettono in cella voglio almeno una adsl e una manual-machine ahahahahah
     
  2. Grendizer71

    Grendizer71 Biker serius

    Registrato:
    14/8/18
    Messaggi:
    246
    Bike:
    RockRider xc100s (upgradata di brutto)
  3. doghy

    doghy Biker infernalis

    Registrato:
    7/7/08
    Messaggi:
    1.906
  4. Grendizer71

    Grendizer71 Biker serius

    Registrato:
    14/8/18
    Messaggi:
    246
    Bike:
    RockRider xc100s (upgradata di brutto)
    uhmm… ma se una roba è omologata in europa non lo è per traslazione anche in italia? o siamo Europa solo quando cacciamo via il grano? Non lo so, davvero eh, lo dico senza polemica… tra l'altro vedevo anche la presenza del codice stronz ...ehm … STVZO... :)
     
  5. AlexV

    AlexV Biker superioris

    Registrato:
    22/1/16
    Messaggi:
    816
    Come ho spiegato nel mio post precedente, l'omologazione è valida per tutta l'unione europea (anche oltre, ma non dilunghiamoci).
    Poco importa se è stata omologata in Italia o Estonia, nel momento in cui reca impressa in maniera indelebile (un'etichetta ad esempio non è valida) il codice di omologazione con E.. è valido.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  6. mcpelo68

    mcpelo68 Biker augustus

    Registrato:
    6/1/05
    Messaggi:
    9.056
    Bike:
    na Fury inferis , na Aspis damnatio , HellBoy
    ora mi sorge però un dubbio....se in italia è E3, io..sui vetri della mia macchina, è stampigliato E6, sarò in regola o son fuorilegge??:smile:
     
  7. frenco

    frenco Palindrom Wheels

    Registrato:
    21/11/16
    Messaggi:
    1.543
    Bike:
    niner emd - mp1
    se non ricordo male l'omologazione tedesca prevede un fascio di luce anabbagliante
     
  8. doghy

    doghy Biker infernalis

    Registrato:
    7/7/08
    Messaggi:
    1.906
    se il materiale deve essere omologato, si, vale ovviamente (per tante cose) anche una equivalente omologazione europea.

    il punto è che (per quel poco che ne so ovviamente) non sono affatto sicuro che in italia sia necessaria una omologazione
     
  9. Somis

    Somis Biker poeticus

    Registrato:
    23/6/14
    Messaggi:
    3.592
    Bike:
    Santa Cruz Bronson 2 CC, Ghost ASX 7500, Trek 4700
    Si vede che avevano appena rubato la bici al figlio del sindaco :-)
     
  10. Strelok

    Strelok Biker superis

    Registrato:
    23/5/18
    Messaggi:
    401
    Bike:
    Corratec X-Vert Expert 2013- forca RST First 120mm. In arrivo, RockShox ReBa 120mm
  11. nic.ge

    nic.ge Biker ultra

    Registrato:
    18/4/17
    Messaggi:
    630
    Bike:
    RR 560
    Io giro spesso per strada con la mtb per i vari trasferimenti, e mai ho visto una bici che si potesse dire omologata secondo il CdS.
    Mai.
    Penso anche alle orde di stradisti in bdc che percorrono la Liguria ogni weekend. Forse qualcuno ha giusto il lampeggiatore rosso posteriore, ma davvero pochi.

    Ma secondo voi una dotazione come quella che descrivete aumenta la sicurezza del ciclista? 2 luci e 4 catarifrangenti?
    Magari di sera, ma in pieno giorno?
    Non so, quando leggo ste cose mi sento un marziano.
     
  12. Somis

    Somis Biker poeticus

    Registrato:
    23/6/14
    Messaggi:
    3.592
    Bike:
    Santa Cruz Bronson 2 CC, Ghost ASX 7500, Trek 4700
    Per non prendere la multa vanno bene, per vederci sono pochissimi.
    Bisogna stare attenti anche all'opposto, troppi lumen non si possono utilizzare su strade pubbliche perché rischi di prendere la multa, o almeno questo è quello che mi aveva detto il negoziante, non so se intendeva solo se venivano puntate verso l'alto tipo abbaglianti. Sicuramente quelle potenti così ad occhio fanno più luce del mio scooter.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  13. Strelok

    Strelok Biker superis

    Registrato:
    23/5/18
    Messaggi:
    401
    Bike:
    Corratec X-Vert Expert 2013- forca RST First 120mm. In arrivo, RockShox ReBa 120mm
    Di sera/notte i dispositivi servono sicuramente.
    Però, secondo me, per evitare di essere "stirati" dalle automobili, servono faretti di una certa potenza, che garantiscano di esser visti con un margine di anticipo.
    Se l'automobilista mi vede quando son già rovinato sul suo cofano, i dispositivi (da area pedonale) non mi servono molto.

    Dunque, il faretto omologato servirebbe ad evitare le multe, ma in termini di sicurezza rimango perplesso.
    Sicuramente, i faretti da qualche migliaio di lumen, utilizzati per le notturne in fuoristrada, offrono moooolta più visibilità e sicurezza!!! ;-)
     
    #73 Strelok, 16/4/19
    Ultima modifica: 16/4/19
  14. Grendizer71

    Grendizer71 Biker serius

    Registrato:
    14/8/18
    Messaggi:
    246
    Bike:
    RockRider xc100s (upgradata di brutto)
    Al momento non esco in bici dopo il tramonto, io prenderei un faro solo per "esser visto", ed anche per non prender multe, quindi omologato. Concordo che ci vuole un buon numero di lumen. Tuttavia mi sanzionerebbero lo stesso perché manca il resto. Devo trovare qualcosa di adesivo, con proprietà rifrangenti da applicare alle ruote, ok, si può fare (è interessante la soluzione di https://www.flectr.bike ) ma sui pedali flat ..bhooooo li non ho proprio idea..

    Sent from my ONEPLUS A6003 using MTB-Forum mobile app
     
    #74 Grendizer71, 16/4/19
    Ultima modifica: 16/4/19
  15. Etien

    Etien Biker serius

    Registrato:
    14/4/08
    Messaggi:
    113
    Bike:
    Trek Remedy 9.7, Ghost AMR 9500 Lector
    Mi ricorda la questione autovelox che dovrebbe garantire maggiore sicurezza in strada, salvo poi usarli per rimpinguare le casse dei comuni...
     
  16. andymcnab4

    andymcnab4 Bisbetico Biker

    Registrato:
    3/3/15
    Messaggi:
    987
    Bike:
    B'TWIN Rockrider 500 ltd, NS Bikes Eccentric Orange Fluo Custom
    Secondo me ti hanno fermato per ammirare la tua bike... Era una scusa...
    Per il codice della strada devi avere:
    Luce anteriore
    Luce posteriore con catarifrangenti
    Catarifrangenti sui pedali e sulle ruote
    Campanello.
    Adesso non sono sicuro se specchietti e giubbetto catarifrangenti per il biker (naturalmente non citato il casco perché è il minimo).
     
  17. bonny92

    bonny92 Biker cesareus

    Registrato:
    6/7/16
    Messaggi:
    1.772
    Bike:
    Cannondale F29 carbon team & Canyon ultimate cf sl dic 8.0
  18. doghy

    doghy Biker infernalis

    Registrato:
    7/7/08
    Messaggi:
    1.906
    se si cerca in rete si trova un pdf che fa chiarezza

    pare che le luci debbano essere omologate
    servono sempre ma forse solo di sera

    COMMENTO: qui il CDS non è per niente chiaro, visto che all'art. 152 comma 1 sono citati esplicitamente solo veicoli a motore. E' comunque generalmente accertato il fatto che è necessaria la presenza di luci sulla bici, anche se si gira solamente di giorno. Tuttavia, il regolamento del CDS prevede un'altra norma, non esplicitamente citata nell'art. 68: si tratta del comma 4 dell'art.377, che recita: 4. Da mezz'ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell'oscurità e di giorno, qualora le condizioni atmosferiche richiedano l'illuminazione, i velocipedi sprovvisti o mancanti degli appositi dispositivi di segnalazione visiva, non possono essere utilizzati, ma solamente condotti a mano

    welcome to the jungle....

    non toglie che in bdc ho una lucina davanti e una dietro, e quella dietro l'accendo anche di giorno....
     
  19. andymcnab4

    andymcnab4 Bisbetico Biker

    Registrato:
    3/3/15
    Messaggi:
    987
    Bike:
    B'TWIN Rockrider 500 ltd, NS Bikes Eccentric Orange Fluo Custom
    Art. 224. – Dispositivi di segnalazione visiva dei velocipedi (artt. 68, 69 C.s.).
    1. La luce anteriore consiste in un fanale a luce bianca o gialla, ad alimentazione elettrica, posto ad una altezza compresa tra un minimo di 30 cm ed un massimo di 100 cm da terra ed orientato in modo che l’asse ottico incontri il terreno antistante il velocipede a non oltre 20 m.
    2. La luce emessa deve dare un illuminamento, misurato su uno schermo verticale posto a 10 m avanti al fanale, maggiore o eguale a 2 lux nel punto corrispondente alla proiezione sullo schermo del centro del fanale e su una linea orizzontale passante per detto punto per una estensione di 1 metro a destra e di 1 metro a sinistra di esso. In nessun punto dello schermo situato a 60 cm al di sopra di detta orizzontale l’illuminamento deve superare 5 lux.
    3. La luce di posizione posteriore rossa, ad alimentazione elettrica, deve trovarsi sul piano di simmetria del velocipede, ad altezza da terra non superiore a 1 m, comunque non al di sotto del dispositivo a luce riflessa, ed avere il fascio luminoso diretto verso l’indietro, con l’asse orizzontale contenuto nel suddetto piano di simmetria.
    4. La visibilità verso l’indietro deve essere assicurata entro un campo di ±15 gradi in verticale e di ±45 gradi in orizzontale.
    5. L’intensità della luce emessa non deve essere inferiore a 0,05 candele entro un campo di ±10 gradi in verticale e di ±10 gradi in orizzontale.
    6. Il dispositivo catadiottrico posteriore a luce riflessa rossa deve essere montato su idoneo supporto con l’asse di riferimento orizzontale e parallelo al piano verticale longitudinale di simmetria del veicolo. Non deve esservi ostacolo alla propagazione della luce tra il dispositivo e l’occhio dell’osservatore situato nello spazio comune a due diedri ortogonali i cui spigoli, uno orizzontale e l’altro verticale, passano per il centro della superficie riflettente con angoli rispettivamente di ±45 gradi e di ±15 gradi. Il dispositivo deve essere posto ad una altezza non superiore a 90 cm da terra misurata tra il bordo superiore del dispositivo ed il terreno, e deve essere di forma tale che possa essere inscritto in un rettangolo con lati le cui lunghezze siano in rapporto non superiore a due. Il dispositivo può essere abbinato alla luce di posizione posteriore, purché le superfici luminose dei due dispositivi restino separate.
    7. I dispositivi catadiottrici a luce riflessa gialla, da applicare sui due fianchetti di ciascun pedale e gli analoghi dispositivi da applicare sui due lati di ciascuna ruota, devono essere montati in modo che le superfici utili siano esterne ai pedali ed alle ruote, rispettivamente perpendicolari ai piani dei pedali e paralleli ai piani delle ruote e di forma tale che possano essere inscritti in un rettangolo con lati le cui lunghezze siano in rapporto non superiore ad otto.

    Qui c'è anche un altro articolo interessante:
    http://www.salvaiciclistiroma.it/dispositivi-obbligatori-le-luci/
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  20. albatros_la

    albatros_la Biker tremendus

    Registrato:
    25/6/09
    Messaggi:
    1.005
    Per i pedali, magari si accontentano che tu porti questi alle caviglie. Io faccio così, e risulto ben più visibile che con i catarifrangenti sui pedali... Poi è chiaro che se vogliono fare i fiscali, se non hai i catarifrangenti non c'è niente da fare.
    Occhio che pure quelli da applicare al telaio, davanti e dietro, in aggiunta ai fanali, devono avere una superficie minima (qui la specifica).
     
Sto caricando...
Similar Threads - Omologazione luminosa mtb
  1. Elandur
    Risposte:
    0
    Visite:
    250
  2. Ecocofani
    Risposte:
    9
    Visite:
    2.075
  3. yayayaya
    Risposte:
    0
    Visite:
    1.297
  4. umberto.dale
    Risposte:
    13
    Visite:
    1.869
  5. Spakkabiker
    Risposte:
    30
    Visite:
    2.615

Condividi questa Pagina