peso bici dichiarato inferiore di 2,5kg

patellone

Biker popularis
5/6/12
73
1
Sardinia-Italy
Ciao a tutti, ho di recente acquistato una mtb nuova su internet e il venditore mi aveva scritto che la bici in questione pesava 12,5 kg.. quando mi è arrivata mi è sembrata più pesante così ho scritto alla ditta che mi ha confermato che il suo peso è di 15 kg, quindi ben due chili e mezzo in più!!! Come vi comportereste voi?
Ho volutamente omesso il nome del venditore in quanto voglio vederci chiaro sul peso, infatti fra una settimana quando torno a casa (non ho la bici con me ora) la peso, non si sa mai che si sia sbagliata la ditta (anche se non credo)..
 

 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.105
3.330
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Se il peso è stato specificatamente pubblicizzato (dal venditore o dal produttore non importa) si tratta di una chiara mancanza di conformità (vedi a http://www.mtb-forum.it/community/forum/showthread.php?t=280123), l'unica soluzione praticabile è rescindere il contratto, rispedire la bici e farsi ridare i soldi, dubito tu voglia imbarcarti in una causa per frode in commercio...
 

Gabriele63

Biker serius
8/12/14
239
0
Lucca
Ciao a tutti, ho di recente acquistato una mtb nuova su internet e il venditore mi aveva scritto che la bici in questione pesava 12,5 kg.. quando mi è arrivata mi è sembrata più pesante così ho scritto alla ditta che mi ha confermato che il suo peso è di 15 kg, quindi ben due chili e mezzo in più!!! Come vi comportereste voi?
Ho volutamente omesso il nome del venditore in quanto voglio vederci chiaro sul peso, infatti fra una settimana quando torno a casa (non ho la bici con me ora) la peso, non si sa mai che si sia sbagliata la ditta (anche se non credo)..
Si può sapere però di che bicicletta si tratta?
 

alnina

Biker tremendus
12/6/06
1.150
22
Brescia
Bisogna capire cosa c'è scritto sui depliant o sul sito internet della casa madre....

Se è stato un errore di comunicazione da parte del venditore non è facile rivalersi, mentre se i dati ufficiali riportano un peso palesemente non corretto allora il discorso cambia

Comunque, di solito, il peso si riferisce alla taglia M e senza pedaline, quindi bike complete e di taglia superiore avranno valori diversi, però 2,5kg di differenza non sono possibili
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.105
3.330
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Bisogna capire cosa c'è scritto sui depliant o sul sito internet della casa madre....
Se è stato un errore di comunicazione da parte del venditore non è facile rivalersi, mentre se i dati ufficiali riportano un peso palesemente non corretto allora il discorso cambia
Non è così semplice e chiaro.

Il codice del consumo definisce i prodotti come "conformi" se sono "...conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualita' del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello" (art.129 c 2 sub b) o se "presentano la qualita' e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore puo' ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicita' o sull'etichettatura" (art.129 c 2 sub c).

Successivamente il comma 4 dispone che "Il venditore non e' vincolato dalle dichiarazioni pubbliche di cui al comma 2, lettera c), quando, in via anche alternativa, dimostra che: a) non era a conoscenza della dichiarazione e non poteva conoscerla con l'ordinaria diligenza"


Quindi, nel primo caso il venditore è chiaramente responsabile: a precisa domanda ("quanto pesa?") ha risposto una cosa sbagliata ed il fatto che si sia fidato di quanto eventualmente dichiarato dal produttore non ha alcuna attinenza.

Nel secondo caso, se l'acquirente si è fidato di quanto dichiarato dal produttore, il venditore è responsabile solo se si dimostra che "non poteva sapere".

A quanto ha raccontato [MENTION=107991]patellone[/MENTION], è stato il venditore a dichiarare il peso.
 

alnina

Biker tremendus
12/6/06
1.150
22
Brescia
Non è così semplice e chiaro.

Il codice del consumo definisce i prodotti come "conformi" se sono "...conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualita' del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello" (art.129 c 2 sub b) o se "presentano la qualita' e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore puo' ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicita' o sull'etichettatura" (art.129 c 2 sub c).

Successivamente il comma 4 dispone che "Il venditore non e' vincolato dalle dichiarazioni pubbliche di cui al comma 2, lettera c), quando, in via anche alternativa, dimostra che: a) non era a conoscenza della dichiarazione e non poteva conoscerla con l'ordinaria diligenza"


Quindi, nel primo caso il venditore è chiaramente responsabile: a precisa domanda ("quanto pesa?") ha risposto una cosa sbagliata ed il fatto che si sia fidato di quanto eventualmente dichiarato dal produttore non ha alcuna attinenza.

Nel secondo caso, se l'acquirente si è fidato di quanto dichiarato dal produttore, il venditore è responsabile solo se si dimostra che "non poteva sapere".

A quanto ha raccontato [MENTION=107991]patellone[/MENTION], è stato il venditore a dichiarare il peso.
Giustissimo, quando ho scritto "non è facile rivalersi", intendevo che se l'errore è stato nella comunicazione del venditore, la questione rischia di diventare una battaglia di interpretazione del codice e uno scarica barile fra soggetti in causa (in sostanza una questione da azzeccagarbugli)....
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.105
3.330
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Giustissimo, quando ho scritto "non è facile rivalersi", intendevo che se l'errore è stato nella comunicazione del venditore, la questione rischia di diventare una battaglia di interpretazione del codice e uno scarica barile fra soggetti in causa (in sostanza una questione da azzeccagarbugli)....
Ovviamente se la dichiarazione è in forma scritta le cose sono decisamente più semplici. Ad ogni modo esiste il diritto di recesso, anche perchè non vedo in quale altro modo si possa risolvere una situazione del genere.
 

DrZivago

Biker poeticus
29/7/10
3.728
369
Bike
Canyon Nerve AL 2015
Fai cosi' : mettiti a dieta e perdi tu esattamente 2,5 kg. Cosi' rimetti il discorso in pari.


p.s. perdona l'ironia, volevo solo sdrammatizzare :-)
 

patellone

Biker popularis
5/6/12
73
1
Sardinia-Italy
Non è così semplice e chiaro.

Il codice del consumo definisce i prodotti come "conformi" se sono "...conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualita' del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello" (art.129 c 2 sub b) o se "presentano la qualita' e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore puo' ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicita' o sull'etichettatura" (art.129 c 2 sub c).

Successivamente il comma 4 dispone che "Il venditore non e' vincolato dalle dichiarazioni pubbliche di cui al comma 2, lettera c), quando, in via anche alternativa, dimostra che: a) non era a conoscenza della dichiarazione e non poteva conoscerla con l'ordinaria diligenza"


Quindi, nel primo caso il venditore è chiaramente responsabile: a precisa domanda ("quanto pesa?") ha risposto una cosa sbagliata ed il fatto che si sia fidato di quanto eventualmente dichiarato dal produttore non ha alcuna attinenza.

Nel secondo caso, se l'acquirente si è fidato di quanto dichiarato dal produttore, il venditore è responsabile solo se si dimostra che "non poteva sapere".

A quanto ha raccontato [MENTION=107991]patellone[/MENTION], è stato il venditore a dichiarare il peso.
grazie per le risposte, rientriamo nel primo caso, infatti ho chiesto via mail al venditore il peso della bicicletta (in quanto non specificato nelle caratteristiche tecniche), e mi è stato risposto che il peso era di 12,5 kg...
la bicicletta è una legnano val gardena, di fascia economica (330 euro)..
 

patellone

Biker popularis
5/6/12
73
1
Sardinia-Italy
Ho pesato la bici, il risultato è stato 15,5 kg, con pedali originali (erano già montati) e un portaborraccia..
Ho effettuato la pesata con due bilance diverse e il risultato è stato lo stesso (quindi il risultato dovrebbe essere corretto)..
La bici mi sembra comunque più leggera rispetto a molte viste nei negozi, che avevano un peso dichiarato di 14 - 14,5kg... da quello che ho visto sul peso di queste bici di fascia più economica i rivenditori tendono a dichiarare un peso inferiore..
Ho letto qui sul forum che oltre al peso generale è molto importante, anzi forse lo è di più, la geometria del telaio e il peso della massa rotante...
Resta comunque il fatto che un po' più di onestà da parte dei rivenditori non guasterebbe di certo....
 

Bed

Biker poeticus
4/6/03
3.502
124
Ovviamente se la dichiarazione è in forma scritta le cose sono decisamente più semplici.
Mha, in ogni catalogo cartaceo o online che si rispetti da qualche parte c'è sempre scritto che le caratteristiche blabla bla i contenuti bla bla possono variare blablabla senza nessun preavviso bla a discrezione del blabla produttore aribla

Diritto di recesso unica vera ancoradi salvezza
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.105
3.330
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Mha, in ogni catalogo cartaceo o online che si rispetti da qualche parte c'è sempre scritto che le caratteristiche blabla bla i contenuti bla bla possono variare blablabla senza nessun preavviso bla a discrezione del blabla produttore aribla

Diritto di recesso unica vera ancoradi salvezza
peccato che il codice del consumo disponga che quello che viene dichiarato dal produttore fa testo ai fini della valutazione di conformità...
 

Bed

Biker poeticus
4/6/03
3.502
124
peccato che il codice del consumo disponga che quello che viene dichiarato dal produttore fa testo ai fini della valutazione di conformità...
eh già, ma il produttore dichiara appunto che quello che ha appena dichiarato potrebbe non corrispondere al prodotto finale per ennemila motivi... mi sono sempre chiesto in caso di contenzioso come potrebbe andare a finire, ma mi sa che siamo un qualcosina off topic ;-)
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
47.105
3.330
52
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
non mi pare off-topic, tutt'altro.

Sinceramente dubito che in tribunale questa scusa potrebbe reggere. Una cosa è una piccola differenza dovuta al montaggio di un componente diverso, un'altra una differenza di peso del 15%. Tanto più che la misura è stata fornita al consumatore dal venditore, che se non ha verificato il peso fidandosi del catalogo non può dire di aver messo in atto l'ordinaria diligenza prevista dalla legge.

Ad ogni modo, è evidente che non esiste alcun altro rimedio oltre al recesso.
 

kailed

Biker paradisiacus
26/7/10
6.042
0
Cusano Milanino
Bike
RR5.2
Ho pesato la bici, il risultato è stato 15,5 kg, con pedali originali (erano già montati) e un portaborraccia..
Ho effettuato la pesata con due bilance diverse e il risultato è stato lo stesso (quindi il risultato dovrebbe essere corretto)..
La bici mi sembra comunque più leggera rispetto a molte viste nei negozi, che avevano un peso dichiarato di 14 - 14,5kg... da quello che ho visto sul peso di queste bici di fascia più economica i rivenditori tendono a dichiarare un peso inferiore..
Ho letto qui sul forum che oltre al peso generale è molto importante, anzi forse lo è di più, la geometria del telaio e il peso della massa rotante...
Resta comunque il fatto che un po' più di onestà da parte dei rivenditori non guasterebbe di certo....
15 kg x una bici da 330 ci stanno. A quei livelli, considerazioni su masse rotanti, singoli componenti, lasciano il tempo che trovano.

Inizia a contattare il rivenditore e vedi che dice. Poi eventualmente decidi come comportarti.