Qual è il vostro rapporto Ciclista vs Moglie/Marito

Qual'e' il vostro rapporto Ciclista vs Moglie/Marito?

  • Non vede l'ora che esco in bici perche' e' fiera/o di me

    Voti: 0 0,0%
  • Se potesse brucerebbe la bicicletta

    Voti: 0 0,0%
  • E' totalmente indifferente al mio sport

    Voti: 0 0,0%
  • L'unico suo problema sono i soldi che spendo per la bici

    Voti: 0 0,0%
  • Dice che amo piu' la bici che lei/lui

    Voti: 0 0,0%
  • Dice che mi stanco troppo e poi non rendo....

    Voti: 0 0,0%

  • Votanti
    0
  • Sondaggio terminato .

mtbilly

Biker infernalis
16/10/06
1.892
3
59
south-west Sardegna
Bike
scott Scale
nessun problema da parte di mia moglie.visto che in passato abbiamo condiviso la passione. infatti la signora è stata la prima campionessa sarda di MTB nel lontano 1988 . quindi mi perdona tutto tranne gli orari ,perchè non so voi,
ma quando sono in bici non guardo mai l'orologio. e spesso non mi rendo conto di fare tardi .:romeo:
 

 

parerga

Biker superis
osteriaaaaa...che bello!!

appena decidi di venderla avvertimi che me la compro io!!! :celopiùg:

ma il cammellino poi cresce?:cucù:
Bici a parte è pur sempre una moglie ... quindi una volta smessi i panni da ciclista S C A S S A come tutte le altre (per la verità scassa pure in bici: e i miei freni fischiano mentre i tuoi mai ... e i miei freni non frenano mentre i tuoi sempre ... e la mia catena cigola mentre la tua no ... e via discorrendo) ... quindi se te la vendessi, tornati dalla prima uscita me la rispediresti indietro ed a me toccherebbe restituirti i soldi che nel frattempo avrei speso per comprarmi due Paduano (una da mtb ed una da strada).

Certo che se avessi la certezza che te la tieni ... ;-)

Il cammellino fortunatamente non cresce ... sennò mi toccherebbe portare a rimorchio i figli sino al giorno della laurea ... uno l'abbiamo reso autopedalante quest'anno ... il secondo ci proveremo l'anno venturo, a quel punto ricomincerò con il carrellino nel quale metteremo i bagagli di tutta la famiglia ... e via cossì ... una vita a tirar sempre qualcosa ...

Saluti
 

Eraclitus

Biker assatanatus
10/11/08
3.130
24
San Gemini
Manca la voce "altro". Mia moglie organizza i suoi impegni per permettermi di uscire almeno due volte, tollera le spese (che faccio con molta moderazione) e, anche se rubo tempo alla famiglia, è contenta perchè si rende conto che mi fa molto bene sia al corpo che allo spirito.
 

Clab04

Biker grossissimus
25/8/08
5.305
19
Roma Est
Manca la voce "altro". Mia moglie organizza i suoi impegni per permettermi di uscire almeno due volte, tollera le spese (che faccio con molta moderazione) e, anche se rubo tempo alla famiglia, è contenta perchè si rende conto che mi fa molto bene sia al corpo che allo spirito.
Anch'io mi ritrovo nella tua situazione, e le tue parole mi hanno fatto riflettere sul problema.
Uscire tre ore in bici può essere visto dal partner in mille modi, dal più egoistico al più altruistico.
Idem dicasi per una spesa sostenuta, può essere intesa come incomprensibile oppure meritata.
Dall'altra parte anche io, ciclista, posso uscire sereno pensando alla strada che mi aspetta o incazzoso pensando alla strada che mi separa da mia moglie.
Mi sembra chiaro che tutte queste possibilità sono conseguenza del rapporto tra due persone, non certo della bici in sé.
Tutto ciò per ripetere un concetto che già espressi un pò di tempo fà sul tema, e che raccolse un immeritato successo:
Se tua moglie ti rompe i coglioni quando vai in bici, troverà il modo di romperteli anche se non ci vai.
Ciao
Claudio
 

parerga

Biker superis
Anch'io mi ritrovo nella tua situazione, e le tue parole mi hanno fatto riflettere sul problema.
Uscire tre ore in bici può essere visto dal partner in mille modi, dal più egoistico al più altruistico.
Idem dicasi per una spesa sostenuta, può essere intesa come incomprensibile oppure meritata.
Dall'altra parte anche io, ciclista, posso uscire sereno pensando alla strada che mi aspetta o incazzoso pensando alla strada che mi separa da mia moglie.
Mi sembra chiaro che tutte queste possibilità sono conseguenza del rapporto tra due persone, non certo della bici in sé.
Tutto ciò per ripetere un concetto che già espressi un pò di tempo fà sul tema, e che raccolse un immeritato successo:
Se tua moglie ti rompe i coglioni quando vai in bici, troverà il modo di romperteli anche se non ci vai.
Ciao
Claudio
Vedi che ho ragione ... con riferimento a quanto affermato nell'altra discussione sempre qui "al bar" ... sei un perfetto esempio (almeno credo, per quel poco che ne so) di "pensatore laterale" o-o.
Saluti
 

Clab04

Biker grossissimus
25/8/08
5.305
19
Roma Est
Vedi che ho ragione ... con riferimento a quanto affermato nell'altra discussione sempre qui "al bar" ... sei un perfetto esempio (almeno credo, per quel poco che ne so) di "pensatore laterale" o-o.
Saluti
Vado ot e me ne scuso.
Il pensiero laterale mi ha sempre affascinato ma temo di non averci mai capito una sèga.
Diciamo che più semplicemente non do le cose per scontate.
Comunque interpreto le tue parole come un complimento e ti ringrazio.
Saluti anche a te.
Claudio
 

parerga

Biker superis
Vado ot e me ne scuso.
Il pensiero laterale mi ha sempre affascinato ma temo di non averci mai capito una sèga.
Diciamo che più semplicemente non do le cose per scontate.
Comunque interpreto le tue parole come un complimento e ti ringrazio.
Saluti anche a te.
Claudio
Per la verità ne capisco poco pure io.
Semplificando (e banalizzando) al massimo potremmo dire che si sotanzia nel vedere le cose da un punto di vista non comune.
Quanto al complimento, se mi passi la battuta, atteso che quelli li riservo alle belle signore :spetteguless:, diciamo piuttosto che si è trattato di un attestato di stima, il che è più o meno la stessa cosa.
Saluti
 

lucalonghi

Biker superis
5/9/08
371
3
67
cermenate
Non essendomi accorto che esisteva già un thread simile ne ho aperto uno intitolandolo "Libertà condizionata" nella sezione " I domandoni".
Ringrazio Rovermtb di avermelo fatto presente e riporto qui il testo che avevo postato sperando che possa servire alla discussione. La mia intenzione non è quella di attribuire colpe ma cercare di capire le posizioni di tutte le parti in gioco.


Libertà condizionata
Sia per esperienza personale, sia leggendo post in diversi threads, noto che molti hanno i miei stessi problemi con il coniuge. Io, normalmente, esco una volta alla settimana e mi faccio un giretto di 3 ore, raramente 4, e quelle pochissime volte che voglio esagerare, mezza giornata. Eppure indipendentemente dalla durata dell'uscita, quasi sempre c'è da discutere; o è troppo caldo o è troppo freddo, o è troppo presto o è troppo tardi, oppure ho mangiato troppo o forse ho mangiato poco, o c'è da tagliare il prato o "non mi porti mai da nessuna parte", o c'è da fare la spesa o "esci anche oggi?".
Sarà che mia moglie è diventata apprensiva a causa della mia "modesta" cardiopatia? Oppure effettivamente la mtb viene vista come una temibile rivale, che sottrae tempo e risorse alla famiglia e le mogli e i (pochi) mariti si sentono trascurati? E si che il cardiologo si è così tanto raccomandato di fare attività fisica, ovviamente senza esagerare, ma ogni volta è una lotta e mi chiedo se non era meglio che mi trovassi un'amante (con l'apostrofo!!!!).
Ho il sospetto che sarebbe stata sopportata con più condiscendenza.
O noi bikers siamo effettivamente così fanatici e monomaniaci?
O, ancora, il senso di libertà che ci regala la mtb, entra in conflitto con il "legame" coniugale.
Che ne pensate?
:discuss::discuss::discuss::discuss:
:i-want-t::i-want-t::i-want-t::i-want-t::i-want-t:
 

Eraclitus

Biker assatanatus
10/11/08
3.130
24
San Gemini
Non essendomi accorto che esisteva già un thread simile ne ho aperto uno intitolandolo "Libertà condizionata" nella sezione " I domandoni".
Ringrazio Rovermtb di avermelo fatto presente e riporto qui il testo che avevo postato sperando che possa servire alla discussione. La mia intenzione non è quella di attribuire colpe ma cercare di capire le posizioni di tutte le parti in gioco.


Libertà condizionata
Sia per esperienza personale, sia leggendo post in diversi threads, noto che molti hanno i miei stessi problemi con il coniuge. Io, normalmente, esco una volta alla settimana e mi faccio un giretto di 3 ore, raramente 4, e quelle pochissime volte che voglio esagerare, mezza giornata. Eppure indipendentemente dalla durata dell'uscita, quasi sempre c'è da discutere; o è troppo caldo o è troppo freddo, o è troppo presto o è troppo tardi, oppure ho mangiato troppo o forse ho mangiato poco, o c'è da tagliare il prato o "non mi porti mai da nessuna parte", o c'è da fare la spesa o "esci anche oggi?".
Sarà che mia moglie è diventata apprensiva a causa della mia "modesta" cardiopatia? Oppure effettivamente la mtb viene vista come una temibile rivale, che sottrae tempo e risorse alla famiglia e le mogli e i (pochi) mariti si sentono trascurati? E si che il cardiologo si è così tanto raccomandato di fare attività fisica, ovviamente senza esagerare, ma ogni volta è una lotta e mi chiedo se non era meglio che mi trovassi un'amante (con l'apostrofo!!!!).
Ho il sospetto che sarebbe stata sopportata con più condiscendenza.
O noi bikers siamo effettivamente così fanatici e monomaniaci?
O, ancora, il senso di libertà che ci regala la mtb, entra in conflitto con il "legame" coniugale.
Che ne pensate?
:discuss::discuss::discuss::discuss:
:i-want-t::i-want-t::i-want-t::i-want-t::i-want-t:
Anche per me non è stato sempre rose e fiori: ad un certo punto si era ingelosita anche del tempo trascorso davanti al PC (e questo è l'unico forum a cui sono iscritto!). In realtà il genere femminile è per lo più popolato da esseri umani che non conoscono la moderazione e non hanno alcun senso della misura: se gli concedi 10 ore al giorno, diranno che dovresti lavorare e dormire di meno per dedicare più spazio a loro :smile:. Per quanto mi riguarda la svolta l'ho avuta quando ho iniziato a farle pesare tutto il tempo che le dedico ed a farla sentire in colpa mostrandole che non mi lasciava alcuno spazio per me stesso (non sono stato così spietato, sto' solo sintetizzando). Dopo una dura lotta ho raggiunto il brillante risultato che ho descritto sotto, ma non è stato facile :celopiùg:.... speriamo che duri! Comunque, se non sei già in pensione, cerca di trovare un equilibrio soddisfacente prima di quella data: le donne "possessive", paradossalmente tendono a divenire ancora più spietate quando il marito non ha più la "scusa" del lavoro. Quanto alla amante, non sono medico, ma se hai una lieve cardiopatia non credo che ti convenga raddoppiare il problema!!:smile:
 

lucalonghi

Biker superis
5/9/08
371
3
67
cermenate
Anche per me non è stato sempre rose e fiori: ad un certo punto si era ingelosita anche del tempo trascorso davanti al PC (e questo è l'unico forum a cui sono iscritto!). In realtà il genere femminile è per lo più popolato da esseri umani che non conoscono la moderazione e non hanno alcun senso della misura: se gli concedi 10 ore al giorno, diranno che dovresti lavorare e dormire di meno per dedicare più spazio a loro :smile:. Per quanto mi riguarda la svolta l'ho avuta quando ho iniziato a farle pesare tutto il tempo che le dedico ed a farla sentire in colpa mostrandole che non mi lasciava alcuno spazio per me stesso (non sono stato così spietato, sto' solo sintetizzando). Dopo una dura lotta ho raggiunto il brillante risultato che ho descritto sotto, ma non è stato facile :celopiùg:.... speriamo che duri! Comunque, se non sei già in pensione, cerca di trovare un equilibrio soddisfacente prima di quella data: le donne "possessive", paradossalmente tendono a divenire ancora più spietate quando il marito non ha più la "scusa" del lavoro. Quanto alla amante, non sono medico, ma se hai una lieve cardiopatia non credo che ti convenga raddoppiare il problema!!:smile:
Probabilmente anche le mogli (o i mariti) dei (o delle) bikers possono avere le loro ragioni, che comunque dovrebbero trovare un punto d'accordo con le nostre.
Per quanto riguarda la cardiopatia, cerco di vivere, nei limiti del possibile, come se non esistesse, anche se la storia dell'amante è soltanto una boutade (purtroppo).

@burdenbike: mi piacerebbe capire il significato di quel "dice(va)". non è che hai cambiato "mania"?

@shooter: caro compagno di sventure cardiache, tu credi che dopo quasi 30 anni di matrimonio, io abbia qualche probabilità di cambiare le "convenzioni" coniugali?
 

Coyote irrequieto

Biker dantescus
12/4/04
4.976
0
46
Valle Peligna
Lui la soprannomina 'Guantanamo', lei divorzia

La donna scopre che il marito l'ha memorizzata sul cellulare con l'inusuale nomignolo

18 ottobre, 14:40


RIAD - Una saudita ha chiesto il divorzio dopo aver scoperto che il marito l'aveva soprannominata 'Guantanamo' sul suo cellulare. Lo scrive oggi il quotidiano al Watan secondo il quale la donna, di una trentina di anni e abitante a Gedda, ha scoperto per caso che il marito aveva memorizzato con il nome della tristemente famosa prigione americana sull'isola di Cuba, il suo numero di telefono. Ha infatti provato a chiamarlo sul cellulare ma lo sventurato l'aveva lasciato a casa e la moglie ha potuto cosi' vedere il numero alla voce Guantanamo illuminarsi sul display.
Furibonda ha chiesto il divorzio sostenendo che attribuendole un simile nomignolo, il marito la considerava una persona tirannica. Il centro di detenzione di Guantanamo e' divenuto il simbolo degli eccessi della ''guerra contro il terrorismo'' ingaggiata dall'ex presidente George W. Bush dopo l'11 settembre; l'attuale capo della Casa Bianca Barack Obama, ha intenzione di chiuderlo.


http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/inbreve/2009/10/18/visualizza_new.html_988545478.html
 

Eraclitus

Biker assatanatus
10/11/08
3.130
24
San Gemini
Lui la soprannomina 'Guantanamo', lei divorzia

La donna scopre che il marito l'ha memorizzata sul cellulare con l'inusuale nomignolo

18 ottobre, 14:40


RIAD - Una saudita ha chiesto il divorzio dopo aver scoperto che il marito l'aveva soprannominata 'Guantanamo' sul suo cellulare. Lo scrive oggi il quotidiano al Watan secondo il quale la donna, di una trentina di anni e abitante a Gedda, ha scoperto per caso che il marito aveva memorizzato con il nome della tristemente famosa prigione americana sull'isola di Cuba, il suo numero di telefono. Ha infatti provato a chiamarlo sul cellulare ma lo sventurato l'aveva lasciato a casa e la moglie ha potuto cosi' vedere il numero alla voce Guantanamo illuminarsi sul display.
Furibonda ha chiesto il divorzio sostenendo che attribuendole un simile nomignolo, il marito la considerava una persona tirannica. Il centro di detenzione di Guantanamo e' divenuto il simbolo degli eccessi della ''guerra contro il terrorismo'' ingaggiata dall'ex presidente George W. Bush dopo l'11 settembre; l'attuale capo della Casa Bianca Barack Obama, ha intenzione di chiuderlo.


[url]http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/inbreve/2009/10/18/visualizza_new.html_988545478.html[/URL]
Come soluzione mi sembra un po' estrema, ma a casi estremi, estremi rimedi: mi sa che l'arabo lo ha lasciato di proposito il telefono a casa! :smile::smile::smile:
 

FabioBt

Biker marathonensis
7/9/06
4.063
39
Ascoli Piceno
Una mia amica ha il nokia che con la suoneria dice il nome,quando la chiama il marito si sente "testa di cazzo"!!:smile:
 

lanetwork

Biker cesareus
6/3/06
1.707
6
Brianza Alcolica...
Non vede l'ora che esco in bici perche' e' fiera/o di me
E poi mi dice di avviasare sempre prima di tornare a casa

....che Stella che è....AHAHAHAHAHA....
 

Discussioni simili