News Quando i biker diventano turisti benvoluti: l'esempio della Paganella

 

teoDH

Biker paradisiacus
Feedback: 2 / 0 / 0
Come mascherare una pubblicità spacciandola per comunicato stampa...
han fatto un sondaggio su 225 biker... praticamente meno di quelli che trovi in coda alla pleney di morzine quasi tutti i gg...
Ne devono ahime passare di acque sotto i ponti... anche Alpi Bike Resort nel 2012 gridava al miracolo turistico, adesso è già di grazia che aprano un paio di seggiovie...
 

teoDH

Biker paradisiacus
Feedback: 2 / 0 / 0
E pensare che a Finale si fanno la guerra tra abusivi e non si riesce ad avere servizi degni. Li la gente sarà almeno dieci volte quella del comprensorio Paganella, distribuita in periodi notoriamente morti, ott-apr. in pieno inverno quando in tutta europa, pochi posti a parte fa un freddo del cristo.
A finale ormai van tutti in giro con le ebike... preferiscono spendere nmila euro di una bici che 20 euro di furgone
 

endurik

Senior member
Feedback: 1 / 0 / 0
17/1/06
13.303
1.326
53
tra Berici ed Euganei
Bike
l' anticamera della bicibitume
credo di essere uno dei 225, un mercoledì di luglio 2018, stavo mangiando ad uno dei rifugi lungo il bear trail e si avvicina sto ragazzo ( francese) che mi chiede se sono disponibile per un questionario sul comprensiorio.
A mia risposta affermativa mi passa un tablet con il questionario da compilare.
Ci sono voluti 10 minuti buoni, era molto dettagliato, e non solo riguardo ai percorsi.
Non mi stupisce quindi che il campione statistico sia così esiguo ;-)
 
  • Like
Reactions: kaitaro

ludo.79

Biker novus
Feedback: 0 / 0 / 0
19/1/09
11
1
40
acilia rm
Posti belli, organizzati e ben gestiti; 3 bike area differenti: Fai della Paganella: bike park old school, Andalo: enduro zone e Molveno: bike park per tutti i livelli (sul Peter Pan mi figlio di 7 anni si è divertito come un matto!!!!)..... sono già andato 2 volte a passare le vacanze con la famiglia e quest'estate mia moglie vuole tornare!!!!!!
nonostante le normative e via dicendo DOVREBBE essere da esempio per tutte le località appenniniche del centro-sud (vedi c. Felice-Ovindoli-C. Imperatore....ecc....) che piangono miseria, anche giustamente, ma non si rimboccano le maniche e danno vita a qualcosa di valido a livello di sentieri, organizzazione e Soprattutto OSPITALITA'!!!
 
  • Like
Reactions: kaitaro

novi83

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
15/4/13
140
34
provincia di Vicenza
Pietro.68 condivido appieno, in altopiano di Asiago avrebbero una potenzialità enorme dato l'elevato numero di sentieri e di impianti di risalita che ormai non usano più visto che la neve lì non si fa più quasi vedere.
Basterebbe un po' di lungimiranza da parte delle autorità locali e voglia di fare e sarebbe una meraviglia.
Purtroppo lì non fanno nulla... per fortuna Paganella è solo ad 1,5 ore di macchina, e vai con lo stagionale!!!
vai a dirlo a quelli dell'alpe Cimbra...


Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app
 

novi83

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
15/4/13
140
34
provincia di Vicenza
Questo significa valorizzare il propio territorio!!questo esempio lo dovrebbe prendere il comune di RECOARO terme!!un posto che avrebbe un gran potenziale!ma per colpa dei soliti burocrati comunali e malgari i boschi e sentieri vengono sfruttati in minima parte
Idem Monte Falcone... verrebbe un park fantastico... mah...


Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app
 

il non giovane

Biker popularis
Feedback: 27 / 0 / 0
20/5/10
82
1
reggio emilia
A me a molveno in seggiovia mi hanno costretto a lavare la bici prima di salire in cabinovia perché era un po’ infangata... questo accadeva nel 2017... mai successo a livigno o in altri posti dove la mtb è ben accetta..
 

Tc70

Entomobiker
Feedback: 0 / 0 / 0
20/4/11
18.396
4.846
49
Provincia di Bs
Bike
Picola ma carattarastica...
Chiedo ehh...ma se uno va in Paganella e non vuol girar nella bike area zone?...Mi spiego,a chi non frega niente degli impianti di risalita,dei bike park e non vuol girar in zone predisposte e preposte,ma vuole gestirsi in autonomia e libero da ogni vincolo...:nunsacci:
 
Ultima modifica:

marco

Баба Яга
Feedback: 24 / 0 / 0
29/10/02
34.682
4.511
47
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
A me a molveno in seggiovia mi hanno costretto a lavare la bici prima di salire in cabinovia perché era un po’ infangata... questo accadeva nel 2017... mai successo a livigno o in altri posti dove la mtb è ben accetta..
è invece piuttosto normale, anche al Tamaro te la fanno lavare.
Dovrebbe essere una questione di educazione che esula dagli obblighi....
 

turkishweb

Biker popularis
Feedback: 8 / 0 / 0
5/9/05
94
2
Trento
Poi c'è anche da dire che è Trentino...hanno investito moltissimo e nel tempo sul turismo...ma hanno anche vantaggi economici che le regioni vicine non hanno e non ha più senso ci siano, vista la ottima situazione economica di questa regione (questo non è molto corretto se si vuole una giusta concorrenza...)...poi ci sono altre regioni con vantaggi fiscali simili al Trentino che però non sono riuscite a fare quello che ha fatto quest'ultimo, ma questo è un'altro paio di maniche....
sei veneto vero?
 

clyteius

Biker novus
Feedback: 0 / 0 / 0
6/4/17
10
4
41
roma
Bike
BMT pininfarina
A proposito della cura del turista>

Tre morti di legionella ad Andalo: al termine dell'inchiesta dei Nas otto albergatori denunciati

«Gravi irregolarità», l'accusa é di omicidio colposo
Ven, 08/02/2019 - 09:43
 

luballa

Biker novus
Feedback: 24 / 2 / 0
11/3/08
3
1
Genova
E pensare che a Finale si fanno la guerra tra abusivi e non si riesce ad avere servizi degni. Li la gente sarà almeno dieci volte quella del comprensorio Paganella, distribuita in periodi notoriamente morti, ott-apr. in pieno inverno quando in tutta europa, pochi posti a parte fa un freddo del cristo.
A finale ormai van tutti in giro con le ebike... preferiscono spendere nmila euro di una bici che 20 euro di furgone
Ciao, dimmi dove 20 euro e vado subito, io sento parlare di minimo 40 euro!!
 

lazyrecon

Biker ultra
Feedback: 3 / 0 / 0
20/5/11
615
32
trento
Poi c'è anche da dire che è Trentino...hanno investito moltissimo e nel tempo sul turismo...ma hanno anche vantaggi economici che le regioni vicine non hanno e non ha più senso ci siano, vista la ottima situazione economica di questa regione (questo non è molto corretto se si vuole una giusta concorrenza...)...poi ci sono altre regioni con vantaggi fiscali simili al Trentino che però non sono riuscite a fare quello che ha fatto quest'ultimo, ma questo è un'altro paio di maniche....
GneGneGne hanno più soldi grazie all'autonomia GneGneGne, smettetela con ste storielle e di piangere miseria! In paga c'è gente che si sbatte e lavora per 365 giorni l'anno per garantire tutto ciò, l'amministrazione locale e la stessa compagnia dell'impianto a fune per anni hanno storto in naso, si sono messi di traverso e non credevano in questo tipo di sviluppo. è stato solo grazie ai numeri in continua crescita che si stanno piano piano ricredendo, vi faccio notare che il park e la società degli impianti a fune sono 2 (anzi 3 xche molveno è una società a parte) società diverse e non so in che parte hanno contribuito economicamente nella creazione del park (ma penso molto poco quasi 0), quindi smettetela di piangere e incominciate a lavorare.
 

lazyrecon

Biker ultra
Feedback: 3 / 0 / 0
20/5/11
615
32
trento
A me a molveno in seggiovia mi hanno costretto a lavare la bici prima di salire in cabinovia perché era un po’ infangata... questo accadeva nel 2017... mai successo a livigno o in altri posti dove la mtb è ben accetta..
molveno è la "cenerentola" della paganella, sono staccati come società da quelli di fai e andalo (a molveno non ci sono piste da sci) soffrono un po di un "complesso di inferiorità" verso l'altra società, hanno un target più verso le famigliole che passeggiano a pradel, e anche gli interni della cabinovia sono in "eco pelle" ci sta che ti chiedano di lavare la bici, certo è che potrebbero allestire le cabinovie in modo tale da non sporcarle
 

lazyrecon

Biker ultra
Feedback: 3 / 0 / 0
20/5/11
615
32
trento
Chiedo ehh...ma se uno va in Paganella e non vuol girar nella bike area zone?...Mi spiego,a chi non frega niente degli impianti di risalita,dei bike park e non vuol girar in zone predisposte e preposte,ma vuole gestirsi in autonomia e libero da ogni vincolo...:nunsacci:
in realtà si, il territorio è stato interamente "tracciato" nel senso che sono presenti sentieri pensati per solo per i pedoni, sentieri condivisi, sentieri esclusivi per le bici. Inoltre sono ben presenti (e segnalati) anche giri pensati per essere fatti senza impianti
 
  • Like
Reactions: kaitaro

Avo.23

Biker tremendus
Feedback: 1 / 0 / 0
25/7/18
1.054
361
BELLUNO
Bike
cn
GneGneGne hanno più soldi grazie all'autonomia GneGneGne, smettetela con ste storielle e di piangere miseria! In paga c'è gente che si sbatte e lavora per 365 giorni l'anno per garantire tutto ciò, l'amministrazione locale e la stessa compagnia dell'impianto a fune per anni hanno storto in naso, si sono messi di traverso e non credevano in questo tipo di sviluppo. è stato solo grazie ai numeri in continua crescita che si stanno piano piano ricredendo, vi faccio notare che il park e la società degli impianti a fune sono 2 (anzi 3 xche molveno è una società a parte) società diverse e non so in che parte hanno contribuito economicamente nella creazione del park (ma penso molto poco quasi 0), quindi smettetela di piangere e incominciate a lavorare.
Non metto in dubbio che si sono impegnati nel fare questo progetto.. ma non metto in dubbio che l'autonomia quella che permette alla val di Fassa di farsi pubblicità in TV 365 giorni all'anno abbia aiutato non poco..
Io abito al confine e fidati che queste zone non hanno niente da invidiare al Trentino..
..anzi..
..prova ad andare a sciare a Canazei e poi prova ad andare a sciare a Cortina..
Ad ogni modo se qui il turismo non si è evoluto come li non è solo colpa della autonomia.. ma ci sono più fattori..
Però farsi continua pubblicità perché si hanno i fondi.. beh qui e impossibile negare che non aiuti..
 

marco

Баба Яга
Feedback: 24 / 0 / 0
29/10/02
34.682
4.511
47
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
Non metto in dubbio che si sono impegnati nel fare questo progetto.. ma non metto in dubbio che l'autonomia quella che permette alla val di Fassa di farsi pubblicità in TV 365 giorni all'anno abbia aiutato non poco..
Io abito al confine e fidati che queste zone non hanno niente da invidiare al Trentino..
..anzi..
..prova ad andare a sciare a Canazei e poi prova ad andare a sciare a Cortina..
Ad ogni modo se qui il turismo non si è evoluto come li non è solo colpa della autonomia.. ma ci sono più fattori..
Però farsi continua pubblicità perché si hanno i fondi.. beh qui e impossibile negare che non aiuti..
Cinque regioni italiane sono chiamate a statuto speciale, approvato dal Parlamento con legge costituzionale: Sicilia, Sardegna, Valle d'Aosta, Friuli-Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige/Südtirol (in realtà costituita dalle province autonome di Trento e Bolzano, ai sensi dell'art. 116 della Costituzione).

Le Regioni e Province ad autonomia speciale hanno sempre goduto della possibilità di istituire con legge tributi propri, possibilità prevista ma di fatto negata, prima della riforma del Titolo V, alle altre Regioni; In Sicilia addirittura l'intero gettito dei tributi erariali spetta alla Regione, ed è lo Stato a compartecipare.


Non sono a conoscenza di realtà simili al TAA né in Sicilia, né in Sardegna, né nelle altre regioni a statuto speciale.
Forse bisognerebbe dare a Cesare quel che è di Cesare, ovvero la capacità di rendere il turismo un prodotto con cui vivere tutto l'anno, cosa fattibilissima soprattutto nelle isole.