Tech Corner Revisione ordinaria delle forcelle Fox

Danybiker88

Redazione
Feedback: 18 / 0 / 0
4/9/04
12.101
116
31
Torino
www.picasawebweb.com
Bentornati all’appuntamento con il Tech Corner!

Questa settimana ritorniamo a parlare di un argomento di cui ci eravamo occupati all’inizio della nostra rubrica: le sospensioni.
Riprendiamo il filone sulla manutenzione occupandoci questa volta delle forcelle Fox.

Argomento di oggi è la revisione ordinaria delle forcelle Fox, manutenzione che consiste nella rimozione dei foderi, sostituzione dell’olio di lubrificazione e ispezione ed eventuale sostituzione dei raschia polvere/raschiaolio, nonché delle spugnette.

Quest’operazione di manutenzione andrebbe eseguita ogni 30 ore di utilizzo sulle forcelle della serie 36 e 40, ogni 100 ore sulla serie 32.

L’operazione di revisione ordinaria è pressoché uguale per tutte le forcelle Fox, quindi questa guida è valida per ogni tipo di forcella. Le uniche differenze che si possono incontrare riguardano la rimozione dei registri nella parte inferiore del fodero, ma si tratta di differenze poco rilevanti (non sarà difficile capire come procedere e in caso di dubbi basterà chiedere!). Ad ogni modo spiegheremo come fare per ogni modello.

Nelle foto abbiamo preso come riferimento una Talas 36 RC2, che è quella con più registri da smontare e quindi la più "complicata" da smontare.

Quest’operazione di revisione, classificata come manutenzione ordinaria, può essere eseguita dall’utente senza invalidare la garanzia. Sarà però necessario utilizzare ricambi originali (olio e raschia polvere/raschiaolio/spugnette).
La difficoltà è media, non c'è niente di complicato o delicato, anche se trattandosi di parti delicate e fragili occorre sempre procedere con cautela.

Quale olio utilizzare?

Piccola parentesi sull’olio per coloro a cui non interessa la garanzia o hanno forcelle non più coperte da garanzia.

Per quanto riguarda l’olio del bagno dei foderi (olio di lubrificazione), che andremo a sostituire, Fox utilizza un olio di grado SAE 7WT, che altro non è che Torco RFX Medium (7WT [email protected]: 31.82) rimarchiato. Essendo la funzione di quest’olio esclusivamente quella di lubrificare lo scorrimento degli steli all’interno dei foderi, non ci saranno comunque problemi a sostituire l’olio con un qualsiasi altro tipo di grado SAE 7.5WT, facilmente reperibile dai ciclisti o nei negozi di moto.

Proprio perché la funzione di quest’olio è di lubrificare e di creare un velo tra stelo e boccola per ridurre gli attriti, può essere consigliabile utilizzare degli additivi (ad esempio a base di Teflon) che migliorino le capacità di lubrificazione dell’olio.

Alcune persone consigliano l’utilizzo di olio multigrade in quanto aderisce maggiormente agli steli migliorando la lubrificazione. Non abbiamo testato personalmente tale olio, ma ci promettiamo di farlo e di riportare le nostre impressioni.

Alcune premesse prima di metterci al lavoro:
[FONT=&quot]-[/FONT]Prima di intervenire su una sospensione, è bene preparare un piano di lavoro ordinato e soprattutto pulito: bisogna evitare che entrino agenti estranei all’interno della nostra sospensione.
[FONT=&quot]-[/FONT]Pulire sempre la forcella o l’ammortizzatore prima di smontarlo
[FONT=&quot]-[/FONT]Utilizzare dispositivi di protezione (guanti ed occhiali), specialmente se si interviene su camere o serbatoi in pressione.
Attrezzi e materiale occorrenti per la revisione aria:
[FONT=&quot]-[/FONT] Chiavi Allen (brugole) di varie misure.
[FONT=&quot]-[/FONT] Un cacciavite dalla punta arrotondata (per rimuovere i raschia polvere). Eventualmente può andare bene un qualsiasi cacciavite con la punta ricoperta di nastro isolante.
[FONT=&quot]-[/FONT] Una siringa da 20 o più ml
[FONT=&quot]-[/FONT] Catino o recipiente per raccogliere gli oli
[FONT=&quot]-[/FONT] Rotolo di carta o stracci puliti che non lascino peli (ideale in tessuto non tessuto)
[FONT=&quot]-[/FONT] Kit tenute nuovo (facoltativo, anche se la sua mancata sostituzione può invalidare la garanzia, a nostro giudizio se la forcella non è stata usata in condizioni estreme, non è assolutamente necessario sostituire i raschia polvere e le tenute ogni 30 ore come prescritto sul manuale della serie 36. Naturalmente una pulita e una ingrassata non fanno male!).

Ed ora mettiamoci al lavoro!

Parte 1: smontaggio foderi.

1) Rimozione forcella dal telaio: smontiamo la forcella dal telaio e rimuoviamo la ruota e la pinza freni. In questo modo oltre ad avere una maggiore libertà di lavoro non rischiamo di contaminare le pastiglie con dell’olio che inevitabilmente colera lungo i foderi della forcella.

2) Rimozione dado lato elemento elastico (fodero SX): capovolgiamo la forcella e fissiamola, servendoci di un cavalletto o di un amico che tenga la forcella in posizione. Con una chiave da 10mm rimuoviamo il dado che fissa l’asta sul fodero. Facciamo attenzione a rimuovere anche l’anellino di tenuta e a non perderlo (potrebbe rimanere attaccato al dado).
L’operazione è uguale per tutti i modelli Float, Van, Talas 32-36-40.

Foto 01: svitiamo il dado lato Talas con una chiave da 10mm.

3) Rimozione registri fodero inferiore DX: siamo semrpe con la forcella capovolta. L’operazione di rimozione dei registri è differente a seconda dei modelli.
IDRAULICA RC2
[FONT=&quot]-[/FONT] Rimuoviamo il cappuccio nero di protezione dei registri.
[FONT=&quot]-[/FONT] Con una brugola da 2mm allentiamo il grano di fissaggio dei pomelli della high speed compression e della low speed comrpession. Allentiamo quanto basta da poter sfilare i registri, senza necessariamente rimuovere il grano

Foto 02: allentiamo i due grani di fissaggio dei pomelli con una chiave a brugola da 2mm.
[FONT=&quot]-[/FONT] Rimuoviamo il pomello della low speed comrpession
[FONT=&quot]-[/FONT] Rimuoviamo il pomello della high speed comrpession, facendo attenzione a non perdere la biglia e la molla che gestiscono gli scatti della regolazione.

Foto 03: rimuoviamo i due pomelli, in questo caso il pomello della high speed compression.

Foto 04: vista inferiore del pomello high speed. E'visibile la biglia che si occupa degli scatti della regolazione.
[FONT=&quot]-[/FONT] Con una chiave da 15mm rimuovere il dado e la guarnizione

Foto 05: svitiamo il dado lato idraulica con una chiave da 15mm.
Foto 06: i vari elementi del lato idraulica. Nell'ordine: cappuccio di protezione, pomello high speed, pomello low speed, o-ring di tenuta del cappuccio di protezione (posizionato sul dado), dado di fissaggio piede del fodero/asta, anello di tenuta.

IDRAULICA R (36)
[FONT=&quot]-[/FONT] Con una chiave da 15mm rimuovere il dado e la guarnizione ai piedi del fodero.
IDRAULICA RLC E TERRALOGIC (X)
[FONT=&quot]-[/FONT] Con una chiave a brugola da 2mm allentare senza rimuovere il granetto di fissaggio del registro della soglia di sblocco. Rimuovere il registro.
[FONT=&quot]- [/FONT]Con una chiave da 15mm rimuovere il dado e la guarnizione ai piedi del fodero.
IDRAULICA R (32) e RL
[FONT=&quot]-[/FONT] Con una chiave da 10mm rimuovere il dado e la guarnizione ai piedi del fodero.
Ci dovremmo quindi trovare in questa configurazione:

Foto 08: oltre alle varie parti che compongono il lato idraulica, sulla SX possiamo vedere il dado e la tenuta che fissano l'asta del lato Talas al piede del fodero.

4) Rimozione foderi: posizioniamo la forcella verticale sopra un catino e proviamo a rimuovere i foderi impungando con una mano l’archetto, con l’altra la testa della forcella. Cerchiamo di sfilare i foderi spingendo l’archetto verso il basso.
Se non ci riusciamo passiamo al punto 4 bis.

Foto 09: spingendo verso il basso, cerchiamo di separare i foderi dagli steli..

4bis) Rimozione forzata: se i foderi non dovessero uscire agevolmente, occorrerà dare alcune martellate con un martello di gomma o in plastica per facilitarne l’estrazione.
Attenzione: non battere direttamente sulle aste dei registri! Sarà opportuno avvitare i dadi di fissaggio delle aste sui foderi (rimossi ai punti 2-3) di un paio di giri in modo che il martello colpisca questi e non i delicati registri.
Attenzione per forcelle RC2: una volta avvitato il dado del lato idraulica di un paio di giri, avvitare il cappuccio nero di protezione dei registri e battere su di esso. Il mancato rispetto di queste precauzioni può causare gravi danni alla forcella.
Una volta date le martellate per sbloccare le aste, rimuovere i dadi e procedere con la rimozione come descritto al punto 4.

Foto 10: notare che tra il martello e il dado è stato interposto il cappuccio di protezione per non danneggaire i registri. I dadi vanno avvittati solamente sulle prime spire del filetto in modo da permettere all'asta di rientrare leggermente e sbloccarsi. Non serve un'eccessiva forza nelle martellate.

Trovandoci quindi con i foderi estratti.

Foto 11: come si presentano gli steli rimossi dai foderi.

Parte 2: rimozione tenute e pulizia.


5) Rimozione raschia polvere e spugnette: se vogliamo sostituire le tenute, con una chiave aperta da 18mm, rimuoviamo i raschia polvere. Rimossi i raschia polvere sarà possibile estrarre manualmente le spugnette.
Attenzione: durante l’operazione prestare attenzione a non rigare l’interno del fodero o la sede della tenuta con la chiave inglese. Procedere con cautela!

Foto 12: rimozione raschiapolvere con chiave da 15mm. Utilizzando la chiave i raschiapolvere/olio nonsaranno più utilizzabili.

Se invece vogliamo semplicemente pulire le tenute e le spugnette senza sostituirle, allora procediamo allo smontaggio con un cacciavite. L’utilizzo della chiave danneggia infatti le mollettone rendendo le tenute non più utilizzabili. Procediamo sempre con cautela!

Foto 13: rimozione raschiapolvere con cacciavite. Utilizzandoil cacciavite i raschiapolvere/olio saranno ancora utilizzabili. Procedere con cura per evitare di danneggiarli eventualmente ricoprendo il cacciavite con del nastro isolante.

6) Pulizia: puliamo accuratamente tutte le parti con alcool isopropilico e panni puliti. Un’accurata pulizia è molto importante per garantire un buon lavoro!
Se non vogliamo sostituire le tenute, puliamo anche queste con alcool isopropilico e ingrassiamole con del grasso. Le tenute nuove invece non vanno ingrassate in quento preingrassate dalla fabbrica.

Foto 14: raschiapolvere e spugnette rimossi per essere puliti. L'operazione di pulizia è fondamentale per rimuovere tutti i residui di polvere e di alluminio presenti nell'olio che aderisce alle pareti.

Parte 3: rimontaggio.


7) Inserimento tenute sugli steli: dopo averle ingrassate o aver preso le tenute nuove, con attenzione le infiliamo sugli steli prestando attenzione a non danneggiarle.

Foto 15: per facilitare l'inserimento, infiliamo spugnette e raschiapolvere sul fodero smontato.

8) Installazione foderi e tenute: inseriamo ora gli steli all’interno dei foderi. Posizioniamo la forcella in verticale e inseriamo anello di spugna e tenuta nell’apposita sede a mano.
Generalmente l’operazione è fattibile a mano, ma se dovessimo incontrare difficoltà possiamo aiutarci con una chiave chiusa da 10mm o con un pezzettino di plastica.
Attenzione: quando spingiamo il raschia polvere in sede è importante premere esclusivamente sull’anello esterno e non sul labbro di tenuta. Intervenendo sul labbro di tenuta si corre il rischio di danneggiare il labbro stesso o la mollettina.
Prestare inoltre attenzione a non rigare lo stelo con la chiave metallica (l’utilizzo di un pezzetto di plastica, tipo un tubo, è preferibile).

Foto 16: i raschiapolvere di solito entrano a mano.

9) Inserimento olio: capovolgiamo la forcella in modo da avere i piedi dei foderi verso l’alto. Se necessario tiriamo leggermente i foderi verso l’alto in modo che il foro sui piedi dei foderi non sia occupato dall’asta.
Con l’aiuto di una siringa graduata inseriamo la corretta quantità di olio per la nostra forcella (vedi tabella in appendice 1).

Foto 17:inseriamo il corretto quantitativo d'olio.

10) Fissaggio foderi: inserito l’olio, con la forcella capovolta spingiamo i foderi verso il basso in modo da far uscire le aste filetatte.
Inseriamo i dadi di fissaggio con la chiave da 10 o da 15mm serrandoli ad una coppia di 50 in/lb (5.65 N-m).

Foto 18:chiusura dado lato Talas.

11) Instalalzione registri (se presenti): applichiamo i registri inserendoli sull’apposita astina e serrando con una chiave a brugola da 2mm il granetto di fissaggio ad una coppia di 4 in/lb.

CARTUCCIA RC2: in questo caso l’operazione è un pochettino più complicata e la analizzeremo nel dettaglio.
[FONT=&quot]-[/FONT] Avvitiamo con una chiave da 15mm il dado di fissaggio dell’asta ai foderi, avendo cura di posizionare correttamente la tenuta. Serriamo alla coppia di 50 in/lb (5.65 N-m)

Foto 19:chiusura dado lato idraulica.
[FONT=&quot]-[/FONT] Installiamo la sferetta e la molla all’interno dell’apposita sede al di sotto del pomello della high speed compression. Ingrassiamo leggermente.

Foto 20: registro High Speed con biglia. Attenzione a non perderla!
[FONT=&quot]-[/FONT] Aiutandoci con una chiave o con un cacciavite, capovolgiamo il pomello della high speed compression e lo inseriamo sull’astina.

Foto 21: installazioen registro High Speed.
[FONT=&quot]-[/FONT] Con una chiave a brugola da 2mm il granetto di fissaggio ad una coppia di 4 in/lb
[FONT=&quot]-[/FONT] Inseriamo il pomello della low speed compression
[FONT=&quot]-[/FONT] Con una chiave a brugola da 2mm il granetto di fissaggio ad una coppia di 4 in/lb

Foto 22: installazione registro Low Speed.
[FONT=&quot]- [/FONT]Installiamo il cappuccio di protezione dei registri.
A questo punto rimontiamo la forcella sul telaio e ci godiamo la nostra Fox appena revisionata!

Appendice 1: livelli d'olio.
In seguito in allegato troviamo una tabella dei livelli d'olio relativa alle forcelle Fox per i modelli che vanno dal 2002 al 2010. La tabella riporta tutti i livelli d'olio, anche quelli dell'idraulica e del lato aria/molla.
Per questo articolo ci interessano solo le voci con la dicitura Oil Bath (in italiano sarebbe bagno d'olio, ovvero l'olio di lubrificazione nei foderi.
Con la dicitura Spring Side Oil Bath si intende la quantità d'olio presente nello stelo del lato aria/molla (fodero SX) mentre con la dicitura Damping Side Oil Bath si intende l'olio dal lato idraulica (fodero DX).
 

Allegati

 

gargasecca

Biker pazzescus
Feedback: 116 / 0 / 0
17/8/05
13.932
2.156
43
--Roma--
Bike
Rocky Mountain: Altitude 790MSL RE 2016 - Slayer SXC70 2009 - Cinelli The Machine 1992
Azz......credevo non aveste avuto coraggio di aprire una FOX.
Cmq c'era anche un artocolo molto dettagliato su MBAction...di qualche mese fa.
Bravi come al solito...o-o

Ps....curiosità....avendo aperto sia la 36 che la Lyrik....secondo te...ci sono differenze di materiale/prezzo/qualità??

o-o
 

Danybiker88

Redazione
Feedback: 18 / 0 / 0
4/9/04
12.101
116
31
Torino
www.picasawebweb.com
Questa è la base di partenza, prossimamente ci occuperemo anche delle altre parti, in particolare dell'idraulica.
Non possiamo partire con le revisioni più avanzate senza una guida per la rimozione dei foderi.

Abbiamo poi voluto essere piuttosto dettagliati per permettere anche a chi non è molto esperto di cimentarsi in questa operazione, in quanto non è particolarmente difficile.

In termini di materiali non ho notato grosse differenze tra la mia Lyrik e la Talas: insomma entrambe sono praticamente tutte in alluminio, per quanto riguarda i foderi e le parti che sono visibili rimossi i foderi. L'unica differenza sta forse nel materiale delle astine e nell'utilizzo di viti in alluminio (rock shox le utilizza in acciaio).
Forse in termini di lavorazioni le Fox sono leggermente superiori: ci sono molte parti con lavorazioni per alleggerire i vari componenti.

Vedremo poi l'interno dell'idraulica: probabilmente è lì che si notano le maggiori differenze.
 
  • Like
Reactions: rg.saro

motobimbo

Biker nirvanensus
Feedback: 28 / 0 / 0
30/9/08
28.842
1.884
Cimino
Bike
reputazioni ricevute vecchio forum: 11.988
per curiosità, i modelli usati erano degli after market o dei "primi montaggi"?
 

Spinone

Biker infernalis
Feedback: 41 / 0 / 0
2/8/07
1.873
1
Lazzaronia
Magari nella cartuccia dell'idraulica è vero...
No, non ci sono differenze, te lo garantisco.

Quando vi cimenterete con l'idraulica e il talas, float o molla che sia?

Perchè per quanto ben fatto sia questo lavoro a poco senso intraprenderlo senza cambiare l'olio nelle cartucce.

Ultima cosina, dalle foto si vede che avete agito in questa maniera, ma non lo ho visto scritto e ci tengo a puntualizzare che quando si smonta il monolite dagli steli il perno della ruota deve essere al suo posto, stretto per evitare torsioni all'archetto.

Scusa la banalità, ma, a mio avviso, è un passo importante.
 

Andrea321

Biker assatanatus
Feedback: 108 / 0 / 1
1/10/07
3.402
331
Cesena
Bike
Santa Cruz Hightower 29
Grazie !!!!!!!
Solo una domanda, in alcuni siti consigliano di saturare le spugnette con l'olio fox fluid mentre altri usano olio per forcelle normale......sono così diversi questi due olii ? E' necessario comprare anche il fox fluid (quello che tipicamente si vede in quei blister da 5cc) ??? Nello stelo sinistro non bisogna mettere 5cc di olio (fox fluid) ?
 

Danybiker88

Redazione
Feedback: 18 / 0 / 0
4/9/04
12.101
116
31
Torino
www.picasawebweb.com
Ops pensavo che il messaggio si riferisse al discorso Fox VS Rock Shox.

Rettifico allora: forcelle con la stessa sigla (es Talas 36 RC2 o Talas 32 RLC) sono identiche sia che siano after market che OEM.
Esistono però alcune versioni non presenti come after market ma solo come OEM, ma hanno sigle diverse.
 

Danybiker88

Redazione
Feedback: 18 / 0 / 0
4/9/04
12.101
116
31
Torino
www.picasawebweb.com
Quando vi cimenterete con l'idraulica e il talas, float o molla che sia?
Work in progress :mrgreen:

Ultima cosina, dalle foto si vede che avete agito in questa maniera, ma non lo ho visto scritto e ci tengo a puntualizzare che quando si smonta il monolite dagli steli il perno della ruota deve essere al suo posto, stretto per evitare torsioni all'archetto.

Scusa la banalità, ma, a mio avviso, è un passo importante.
Si diciamo che è meglio tenere il perno ma non fondamentale. Basta procedere con cautela, ma abbiamo revisionato diverse forcelle anche senza perno. D'altronde quando revisioni una forcella con QR non c'è nessun perno che tenga uniti i foderi!

Bisogna solo fare attenzione a non schiacciare i foderi durante l'operazione, se no ciao ciao archetto! Comunque è sempre magnesio e per romperlo bisogna fare una certa forza.
 

Andrea321

Biker assatanatus
Feedback: 108 / 0 / 1
1/10/07
3.402
331
Cesena
Bike
Santa Cruz Hightower 29
Nel sito fox aprono le forcelle partendo dall'alto, smontando cioè i due steli (le due cartucce) con la chiave a bussola da 26. E' un modo diverso di fare manutenzione oppure alla fine il risultato è lo stesso ?
 

kikhit

Biker incredibilis
Feedback: 1 / 0 / 0
9/12/03
12.158
107
Torino
www.thegroupmtb.it
Nel sito fox aprono le forcelle partendo dall'alto, smontando cioè i due steli (le due cartucce) con la chiave a bussola da 26. E' un modo diverso di fare manutenzione oppure alla fine il risultato è lo stesso ?

perché smontano aqnche la parte idraulica, per revisionarla. Invece qui si smontano solo i foderi del gruppo steli/testa, 'senza considerare' l'draulica per ora, quindi il modo più semplice e logico è proprio quello di smontare i foderi svitando i dadi in fondo agli stessi.
 

Mar.cuz

Biker serius
Feedback: 7 / 0 / 0
22/9/09
248
0
Borgo San Dalmazzo
Ciao so che forse non è il posto giusto ma non sono molto pratico....ho da poco acquistato una mtb ghost bi ammo che monta questo fox e non sono molto pratico nell'utilizzo anche perchè non c'era il manuale di istruzioni qualcuno di voi mi sa aiutare? e poi sopratutto sapete se è montabile un look out al manubrio?
grazie marcuz
 

Fra.ar

Biker serius
Feedback: 5 / 0 / 0
4/9/09
205
0
41
AREZZO
Grazie !!!!!!!
Solo una domanda, in alcuni siti consigliano di saturare le spugnette con l'olio fox fluid mentre altri usano olio per forcelle normale......sono così diversi questi due olii ? E' necessario comprare anche il fox fluid (quello che tipicamente si vede in quei blister da 5cc) ??? Nello stelo sinistro non bisogna mettere 5cc di olio (fox fluid) ?

Correggetemi se sbaglio ma il Fox fluid dovrebbe essere del normale olio per trasmissione specifica 80-90, complimenti per il tutorial grazie
 

masterx

Biker novus
Feedback: 0 / 0 / 0
26/12/08
10
0
trento
nella guida si parla delle Talas, vero??? perche è scritto:"Essendo la funzione di quest’olio esclusivamente quella di lubrificare lo scorrimento degli steli all’interno dei foderi,ecc...",ma nelle Terralogic l'olio contenuto nello stelo di dx ha anche funzione idraulica ,essendo la cartuccia a bagno aperto e non sigillata come quella mostrata..penso quindi sia piuttosto sconsigliabile aggiungere additivi al teflon come consigliato,perche potrebbe,variando la viscosita dell'olio,variare anche la risposta idraulica..
 

YOKO

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
9/11/04
175
0
Centro Lago di Como
Ciao Dany, complimenti per l'articolo.... resto in attesa della parte mancante riguardo all'apertura della cartuccia per la revisione totale della forca[FONT=&quot] .
[/FONT]Due cose volevo sapere
1- serve anche il frenafiletti in certi casi o le viti che smonti basta che le tiri a coppia con la dinamometrica?
2- come da foto sotto riportate i pomelli del low e high speed hanno una cava sull'asta dove s'avvitano o non importa di come li si riposiziona nella fase di rimontaggio??dalla foto sembra che l' high speed abbia una parte d'appoggio "piana" dove il grano va in battuta giusto??[FONT=&quot]
[/FONT]
Grazie [FONT=&quot]

-[/FONT] Rimuoviamo il pomello della low speed comrpession
[FONT=&quot]-[/FONT] Rimuoviamo il pomello della high speed comrpession, facendo attenzione a non perdere la biglia e la molla che gestiscono gli scatti della regolazione.

Foto 03: rimuoviamo i due pomelli, in questo caso il pomello della high speed compression.

Foto 04: vista inferiore del pomello high speed. E'visibile la biglia che si occupa degli scatti della regolazione.
 

attarantato

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
4/9/07
242
0
MI
dany
io non smettero' mai di ringraziarti per quello che ci spieghi e per la semplicita' con cui lo fai.

Domanda 1
ma le quantita' di olio da inserire nei foderi dal basso che devo leggere nel file allegato a quale delle seguenti voci si riferisce?
Damper
Spring-side Oil Bath
Fluid Air Chamber
l'olio va solo nella parte idraulica (dove c'e' la cartuccia) vero?

Domanda 2

rispetto alla manutenzioni che ci mostri (solo cambio olio) non e' necessario scaricare l'aria, vero? (scusa la domanda banale ma e' meglio evitare danni a cose e persone)


grazie