Ruote per trail

Zooropa

Biker serius
29/6/14
102
15
Belluno
Dopo l'interessante topic sulle coperture da utilizzarsi nel trail, vorrei discutere assieme a voi di un altro componente inerente: la ruota.
Credo che siamo tutti d'accordo nell'affermare che per uso trail, la ruota debba essere votata più alla robustezza e alla ridotta affidabilità piuttosto che alla ricerca della prestazione pura.
Attualmente, sulla mia GT Sensor Pro monto dei cerchi WTB ST i23 sui mozzi indefiniti di serie: volendo passare a Sram, non riesco a trovare il corpetto XD per tali mozzi e non credo mi convenga smontare cerchi e raggi per rimontarli su un mozzo nuovo, anche in ottica di futuro upgrade di telaio dove manterrei eventuali upgrade di pezzi per rimontare quelli di serie sulla mia bici attuale che rivenderei intera, quindi mi sto orientando su una coppia di ruote complete (compatibili XD, ovviamente).
Parlano molto bene dei Crossmax ST. Avete qualche alternativa?
 

 

Andrea321

Biker assatanatus
1/10/07
3.365
298
Cesena
tutto alla fine si riduce al vil denaro...budget o comunque fascia di prezzo ?
Tubeless nativo troverai poco secondo me nel mercato delle ruote assemblate.
 

ataro

Biker celestialis
16/4/09
7.777
8
Marche
Ottimo. Hai qualche idea?
Il cerchio lo vorrei tubeless nativo, sono stufo di smazzarmi con nastri e nastrini
Tubeless non te lo consiglio. Costa di più, pesa di più, manutenzione più difficile. Ci sono i cerchi TR che hanno i vantaggi dell'uno e dell'altro sistema (sono forati e con bordini ust ...)
http://www.superstarcomponents.com/en/shop/mountain/
Ti consiglio i mozzi Switch ultra, gli altri pare che danno alcuni problemi.
 

verdino

Biker superioris
11/1/13
906
266
Colli Euganei
Bike
Una verde e una azzurra
Per fare trail ti consiglio anche un cerchio un po' piu' largo , io sto usando delle Amercan Classic Wide Lighting con canale misura interna da 29mm pesano 1650 gr sono molto valide e sono tubeless native senza bisogno di nastri.
Sono anche molto belle , ma questo e' soggettivo .
 

numerotre

Biker superis
9/9/14
449
10
Genova
Io ho i Crossmax ST, montanti su da un mesetto. C'ho fatto circa un 150 km e per adesso non posso che parlarne molto bene.

Design a parte, che a mio avviso è spettacolare sopratutto grazie alla quantità di raggi molto limitata (credo 24), sono anche ottimi in termini di rigidità e sopratutto in scorrevolezza.

Rispetto ai Roval di serie della mia Stumpyjumper ho sentito molto 1- la diminuzione di peso (quasi 400gr) 2- la scorrevolezza dei mozzi.

Li ho pagati un bel po, 600 euro scontati, ma per me ne è valsa la pena.

Inoltre, con il cerchio UST, ho montato anche le Tubless, che dire: ho gonfiato una volta le gomme e non perdono neanche un filino di aria!

Personalmente penso che su tanti componenti è giusto risparmiare, ma sulle ruote vale la pena spendere qualcosina in piu per stare tranquilli.
 

Andrea321

Biker assatanatus
1/10/07
3.365
298
Cesena
Io ho i Crossmax ST, montanti su da un mesetto. C'ho fatto circa un 150 km e per adesso non posso che parlarne molto bene.

Design a parte, che a mio avviso è spettacolare sopratutto grazie alla quantità di raggi molto limitata (credo 24), sono anche ottimi in termini di rigidità e sopratutto in scorrevolezza.

Rispetto ai Roval di serie della mia Stumpyjumper ho sentito molto 1- la diminuzione di peso (quasi 400gr) 2- la scorrevolezza dei mozzi.

Li ho pagati un bel po, 600 euro scontati, ma per me ne è valsa la pena.

Inoltre, con il cerchio UST, ho montato anche le Tubless, che dire: ho gonfiato una volta le gomme e non perdono neanche un filino di aria!

Personalmente penso che su tanti componenti è giusto risparmiare, ma sulle ruote vale la pena spendere qualcosina in piu per stare tranquilli.
concordo che le ruote siano un componente essenziale di una buona mtb così come sul fatto che su mavic si vada abbastanza sul sicuro ma è anche da vedere il mercato cosa offre per 600€ per le ruote assemblate (ad esempio io mi ero informato e con poco di più, diciamo sui 700-750€, si può pensare ad un set di ruote montate con mozzi dtswiss, raggi piatti cx-ray e cerchi in carbonio di provenienza cinese a scelta tra forati o tubeless nativi e diverse larghezze interne).
 

numerotre

Biker superis
9/9/14
449
10
Genova
concordo che le ruote siano un componente essenziale di una buona mtb così come sul fatto che su mavic si vada abbastanza sul sicuro ma è anche da vedere il mercato cosa offre per 600€ per le ruote assemblate (ad esempio io mi ero informato e con poco di più, diciamo sui 700-750€, si può pensare ad un set di ruote montate con mozzi dtswiss, raggi piatti cx-ray e cerchi in carbonio di provenienza cinese a scelta tra forati o tubeless nativi e diverse larghezze interne).
Vero...sul fatto che gli assemblati costino meno non è certo una scoperta, prima di acquistare i miei mi ero informato.
Detto ciò, per uscite la domenica o comunque per un uso non agonistico, personalmente il cerchio in carbonio non lo prenderei (a maggior ragione se cinese). Preferisco non avere pensieri e stare sull'alluminio che, se di buona qualità, garantisce comunque rigidità e prestazioni degne di nota.
Sui Mavic paghi molto la marca, è un dato di fatto, ma è anche vero che i cerchi sono fatti con una certa cura e limitano al massimo la manutenzione.
Per non parlare della rivendibilità futura, sicuramente maggiore rispetto ad un cerchio assemblato.
Inoltre, il discorso tubless non è da sottovalutare...se su un cerchio leggero poi ci vai a mettere le camere d'aria non è proprio la scelta migliore.
Sbaglia chi dice che le tubless pesano di piu, ho constatato personalmente che si risparmia piu di un etto a ruota e se hai un cerchio tubless nativo, come sono tutti i mavic, ti levi il pensiero a) delle forature (se non in casi limite); b) delle perdite di pressione.
 

pablos

Biker superis
1/2/09
302
18
44
Torino
Tubeless non te lo consiglio. Costa di più, pesa di più, manutenzione più difficile. Ci sono i cerchi TR che hanno i vantaggi dell'uno e dell'altro sistema (sono forati e con bordini ust ...)
http://www.superstarcomponents.com/en/shop/mountain/
Ti consiglio i mozzi Switch ultra, gli altri pare che danno alcuni problemi.
Scusa, ma perchè più manutenzione?
Sui Mavic: è il terzo set che compro, problemi ai mozzi sempre, e non solo per questioni di ghiera che si molla.Per il resto validi, ad esclusione degli enduro (quelli gialli) dove il cerchio post. è veramente molto delicato, causa anche il ridotto numero di raggi.
Sul tubeless nativo:
risolvi tanti problemi rispetto ai tr, il nastrino per carità va bene, ma ovviamente se ti capita qualcosa in mezzo ai monti è garantito che hai rogne!

Un ottimo set di ruote sono gli Shimano xt, ottima scorrevolezza, prezzo giusto, peso dignitoso e buona resistenza, insomma se non ci vai giù pesante rovinarli è difficile, inoltre hanno i raggi a testa dritta come i Mavic (fattore che molti trascurano) quindi tengono molto bene la centratura.Mi sono pentito di non averli presi in favore degli Enduro.Bisogna verificare per il corpetto XD però.

Ciao!
 

Zooropa

Biker serius
29/6/14
102
15
Belluno
Eh, avete tirato fuori un budget di 600€ e direi che ci siamo.
Anch'io non comprendo le motivazioni di una maggior manutenzione dei tubeless nativi latticizzati rispetto a un tubeless-ready nastrato. Potreste illuminarci?
 

ataro

Biker celestialis
16/4/09
7.777
8
Marche
Scusa, ma perchè più manutenzione?
Sui Mavic: è il terzo set che compro, problemi ai mozzi sempre, e non solo per questioni di ghiera che si molla.Per il resto validi, ad esclusione degli enduro (quelli gialli) dove il cerchio post. è veramente molto delicato, causa anche il ridotto numero di raggi.
Sul tubeless nativo:
risolvi tanti problemi rispetto ai tr, il nastrino per carità va bene, ma ovviamente se ti capita qualcosa in mezzo ai monti è garantito che hai rogne!

Un ottimo set di ruote sono gli Shimano xt, ottima scorrevolezza, prezzo giusto, peso dignitoso e buona resistenza, insomma se non ci vai giù pesante rovinarli è difficile, inoltre hanno i raggi a testa dritta come i Mavic (fattore che molti trascurano) quindi tengono molto bene la centratura.Mi sono pentito di non averli presi in favore degli Enduro.Bisogna verificare per il corpetto XD però.

Ciao!
Più l'hai detto tu. Comunque con raggiature particolari i problemi è facile trovarli. E le ruote più costano e più hanno raggiature a ca..o.
 

Andrea321

Biker assatanatus
1/10/07
3.365
298
Cesena
Più l'hai detto tu. Comunque con raggiature particolari i problemi è facile trovarli. E le ruote più costano e più hanno raggiature a ca..o.
quindi tu ne sapresti più di mavic & co a livello di raggiature ?
E' ovvio che fino a che si montano delle ruote incrociate in terza (che probabilmente è l'incrocio più diffuso) si va sul sicuro ma non credo che le crossmax che hanno una raggiatura particolare diano problemi legati a questo. Potrei sapere quali problemi derivano da raggiature alla c..zo (e quali sarebbero queste raggiature dalla quali stare alla larga) ?
 

ataro

Biker celestialis
16/4/09
7.777
8
Marche
quindi tu ne sapresti più di mavic & co a livello di raggiature ?
E' ovvio che fino a che si montano delle ruote incrociate in terza (che probabilmente è l'incrocio più diffuso) si va sul sicuro ma non credo che le crossmax che hanno una raggiatura particolare diano problemi legati a questo. Potrei sapere quali problemi derivano da raggiature alla c..zo (e quali sarebbero queste raggiature dalla quali stare alla larga) ?
Le ruote migliori sono quelle con mozzi Straigh pull e raggiatura in terza, minimo 28 raggi. Ci sono ruote di marchio blasonato che per cambiare un raggio vanno mandate in fabbrica. E' mia opinione e non ho una fabbrica di ruote, ma molto di quello che si legge penso che siano stronzate commerciali. E conti alla mano molte di queste ruote danno problemi. Almeno ho letto recensioni così e non le compero, di nessuna marca. Uso solo, a parte quelle di fabbrica, ruote custom con raggiatura standard.
 

Andrea321

Biker assatanatus
1/10/07
3.365
298
Cesena
Eh, avete tirato fuori un budget di 600€ e direi che ci siamo.
Anch'io non comprendo le motivazioni di una maggior manutenzione dei tubeless nativi latticizzati rispetto a un tubeless-ready nastrato. Potreste illuminarci?
se rompi un raggio in certi casi hai più problemi a risistemare il tutto e sei vincolato ad usare i raggi e i nipples originali, cosa che non succede per le ruote assemblate. Altro non mi viene in mente.
Con 600€ hai l'imbarazzo della scelta, secondo me riesci a farti un set di ruote leggero (attorno ai 1600gr) e di discreta larghezza (canale interno sui 23-25mm).
Io mi sono appena fatto delle ruote 27,5 con cerchi dt-swiss ex471 anteriore (larghezza interna 25mm) e posteriore Xm401 (int 23mm), 32 raggi piatti cx ray, mozzi dtswiss posteriore e novatec anteriore per un peso totale di 1680gr con flap e valvole e un costo che supera di poco i 500€ montaggio incluso.
 

pablos

Biker superis
1/2/09
302
18
44
Torino
Più l'hai detto tu. Comunque con raggiature particolari i problemi è facile trovarli. E le ruote più costano e più hanno raggiature a ca..o.
Più (difficoltosa) intendevo, come hai scritto tu, scusa!Comunque....i raggi Mavic e Shimano si recuperano tranquillamente online, tipo lordgun che è quì sul forum li ha tutti.Per la sostutuzione, almeno sui Mavic non c' è nessuna difficoltà.E i cerchi XT si trovano intorno ai 350€.
 

numerotre

Biker superis
9/9/14
449
10
Genova
Eh, avete tirato fuori un budget di 600€ e direi che ci siamo.
Anch'io non comprendo le motivazioni di una maggior manutenzione dei tubeless nativi latticizzati rispetto a un tubeless-ready nastrato. Potreste illuminarci?
Non è detto che ci sia più manutenzione ma è facile incorrere in piccole perdite che ti obbligano a rigonfiare la gomma ogni volta che la bici sta ferma per qualche giorno...o peggio in alcuni casi durante le uscite.

Il problema del nastro è che per quanto bene sia messo, il pericolo di perdita dalla base dei raggi c'è sempre, mentre su un cerchio tubless nativo senza nastro questo pericolo è scongiurato e, a meno che non squarci una gomma, non hai perdite.

Oggi come oggi, vista la diffusione del tubless e gli indubbi vantaggi che porta, non comprerei mai un cerchio nastrato.
 

ataro

Biker celestialis
16/4/09
7.777
8
Marche
Non è detto che ci sia più manutenzione ma è facile incorrere in piccole perdite che ti obbligano a rigonfiare la gomma ogni volta che la bici sta ferma per qualche giorno...o peggio in alcuni casi durante le uscite.

Il problema del nastro è che per quanto bene sia messo, il pericolo di perdita dalla base dei raggi c'è sempre, mentre su un cerchio tubless nativo senza nastro questo pericolo è scongiurato e, a meno che non squarci una gomma, non hai perdite.

Oggi come oggi, vista la diffusione del tubless e gli indubbi vantaggi che porta, non comprerei mai un cerchio nastrato.
Questo è falso. Problemi di perdita sui cerchi nastrati si hanno sempre dalla valvola, che magari non è proprio adatta alla gola del cerchio. Un cerchio per camera ha una gola non adatta ad alloggiare una valvola tubeless e se il lavoro è fatto da chi non ha esperienza, la perdita è quasi sicura.
Sul cerchio tubeless invece, usando le sue valvole, il problema non esiste, ma non esiste nemmeno su un cerchio nastrato se il nastro ha la larghezza giusta, è stato montato bene e la valvola è giusta, montata con gli accorgimenti giusti, stretta bene e ricontrollata successivamente.
Secondo me lo svantaggio di un cerchio forato con bordini ust è che bisogna nastrarlo. Gli svantaggi di un cerchio ust invece sono molti, il costo anche doppio, il peso, la maggiore complessità di montaggio e costi di manutenzione. Inoltre le raggiature particolari di alcuni modelli possono comportare facilmente la non riparabilità della ruota (anche se i ricambi dei raggi si trovano) perché anche su banale incidente il cerchio si storta in modo irreparabile.
 

pablos

Biker superis
1/2/09
302
18
44
Torino
Boh, non capisco se per costi e difficoltà di manutenzione ti riferisci sempre ai raggi o ad altro.Poi perchè si dovrebbe storgere irreparabilmente rispetto ai tr?
 

monorotula

Moderatur
Moderatur
13/11/03
25.183
259
53
Collegno (TO)
www.mtbcucuzzoli.it
Con 600 euro temo che Mavic sia tra le scelte principali: sono robuste, affidabili, con ottimo rapporto peso/rigidità, esteticamente valide e ricambi che si trovano facilmente. Evitano inoltre il lavoro di nastratura, che se non fatto bene e con materiali idonei genera facilmente grattacapi. Stanno perdendo punti solo per via del cerchio troppo stretto rispetto alle ultime tendenze.
 

Discussioni simili

Risposte
13
Visite
2K
antonelloscrivano
A
Risposte
2K
Visite
190K