sono veneto? REPORT VENETO [volume 1]

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Nomad 42

Biker paradisiacus
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
volendo condividere il resoconto di una mia "dura" ascesa con quanti più amici forumendoli veneti (conosciuti in più occasioni ma dispersi in aree geografiche eterogenee) non ho trovato una discussione adatta allo scopo. Quindi, copiando il titolo dell'ottimo topic di Rik ho aperto questo (il mio primo) ed naturalmente inizio io con:

REPORT ALA-CASTELBERTO

Non ho mai percorso la salita di Sdruzzinà ed era una di quelle salite che prima o poi dovevo provare, la fama di esagerata mi attizzava non poco!
La giornata non è delle migliori, anzi, ti invoglia a restare a letto.
Decido di partire perchè, si sa, ogni lasciata è persa e, come mi ha insegnato lisabike dei BdB, bisogna saper apprezzare le avversità come un valore aggiunto e saper apprezzare il meteo che capita come una interessante diversificazione della natura.


Ahi! Cominciamo bene! La pendenza iniziale fa presupporre che sarà una "copada"...dopo un centinaio di metri vedo un sentiero che si inerpica sulla sinistra con l' indicazione m.ga lavacchione, hem, interessante, una discesa alternativa al solito 111, mah, vedremo! I pensieri, tutti positivi, mi girano vorticosamente nella mente come un mozzo di una bdc in discesa. Forse erano"ciacole" fatte da me per me visto che l'ascesa era, ahimè, in solitaria! Dopo poco la pendenza si fa più umana...come non detto, ottavo km, "cos'èlo quel muro davanti a mi?" "dov'èli i ciodi per atacarse con le imbragadure?"...quel muro non mi ha più abbandonato fino al quindicesimo km a Sega...devo decidermi a sostituire il 26 con il 22, l'età lo impone! Finalmente esco dalla nebbia.


Ancora una volta ho parlato troppo presto... alle Fittanze a malapena sò dove mi trovo e la temperatura sul computerino segna 2° centigradi...mangio una barretta e riprendo sollecitamente a pedalare...


voglio vedere il sole che il meteo mi ha assicurato! M.ga Lessinia...


finalmente vedo la luce e da lì a poco panorami impareggiabili, la temperatura sale rapidamente a 16°, mi cambio l'intimo e vado a trovare l'amica Wilma che ha preparato la polentina col monte fuso, sono tentato dai profumi che escono dal pentolone ma la salita non è finita ed a malincuore resisto alla tentazione...riprendo a salire


obiettivo castelberto...continuo con le ciacole: " che belo far AM, ma quanta fadiga, ma che belo!" "Varda che vista de là che ghe! saèlo quel là? èlo l'Altissimo de Nago?" " "Si xe proprio lu e de drìo ghe l'Adamelo ed el Brenta" "Che spetacolo!" "Varda se vede ben el sentiero che colega el Chierego al Telegrafo sul Baldo" "De là! de là! varda la Cadrega come la domina e piasse in là varda el Pasubio quanta neve che el ga, che belo anca quel dì con i ciclocialtroni sul Pasubio, che gente simpatica che i xe i majagati!" "Che belo, ma quanta fadiga, ma che belo!!!"




arrivato...26 km, non male!


Mi cambio, metto le protezioni, mangio una mela, sgonfio i tubeless, tolgo il propedal all'ammo e poi giù per il 111


Toh! un nuovo sentiero, il 112, ed anche questo scende ad Ala! proviamolo!...ahi! ahi! questa pazza voglia di provare sensazioni nuove!


Niente di buono purtroppo...il 112 dopo 1 ora arriva a collegarsi ad una via che scende dall'altezza di Podesteria che già provai qualche anno fa e che ricordo molto impervia e per nulla ciclabile...giro la ROMina e dopo un'altra ora arrivo all'incrocio con il 111...devo affrettarmi perchè il buio è alle porte! sono moooolto preoccupato! min_kia (scusate il francesismo ma il ricordo etneo è ancora recente) mi macano ancora 600/700 metri negativi da fare e già non vedo una min_kia...mi comincia a prendere il panico, che faccio? mi fermo ad aspettare l'alba quì nel bosco?e se poi arriva un orso?già ho avuto con il plantigredo un'incontro ravvicinato sul Baldo e mi sono c.....o adosso anche in quella occasione! e poi penso agli insegnamenti di Elena (lisabike) e faccio di questa avversità il valore aggiunto all'avventura ed aiutandomi con la luce del telefonino torno a tentoni passo dopo passo sano e salvo con, nonostante la disavventura finale, un sorriso stampato sul viso che va da "recia a recia"


il resto delle foto quì: http://picasaweb.google.com/116476277364433505761/AlaDiTrentoMTeCastelberto#slideshow/5536596357476763602
 
  • Like
Reactions: Gianfry

 

frw75

Biker superioris
25/6/10
897
0
Loria
mitico BOBO!
bellissimi posti e foto!
ottimo report (sono bastati 2 gg con nonnocarb e già gli fai concorrenza...)!
 

federicocolombini

Biker perfektus
1/8/08
2.764
26
bonavigo (vr)
Bello, complimenti, belle foto.....ma per caso malga lessinia è aperta?

Nel week-end volevo salire in lessinia, posso trovare qualche rifugio aperto?
 

il teo

Biker novus
13/9/08
31
0
verona
grande Bobo!!!!!:celopiùg: bellissimo viaggio e foto stupende!!!!

se anche le azioni che ho in borsa amassero come te la salita e non solo la discesa a quest'ora sarei ricco.... :cry:
 

Nomad 42

Biker paradisiacus
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
ottimo report (sono bastati 2 gg con nonnocarb e già gli fai concorrenza...)!
min-kia .... ti sei CARBonizzato!!! :smile:
ehi, non esageriamo adesso:rosik:
:hail: Emulo con il dovuto rispetto:omero:
.....ma per caso malga lessinia è aperta?
n'dooe credito che l'èra la polenta col formajo fuso dela Wilma? :magna:

.....certo che questa "LisaBike" la nomini un po troppo spesso....
hem! già! forse!...:i-want-t: :beautifu: :saccio: :}}}: però se lo merita!

ottima l' idea di un "contenitore" per i report! o-o
ho ritenuto opportuno che nella sezione veneto ci fosse un posto per fare gli "sboooroni" anche senza la telecamerina :sborone:
(è più facile così farsi conoscere e trovare eventuali compagni d'avventura senza dover, troppo spesso, goder in solitaria)
 

selvadego

Biker superioris
17/6/05
923
2
59
villaverla (vi)
Desso go capio parchè te si rivà col scuro..!!!

a te ghe fato un miliardo de foto........

GRANDE BOBO

ah bellllllllla la penultima co la singana buta in machina osaria
dire in foto erotica.

ciao
 

Nomad 42

Biker paradisiacus
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
eccoci quì di nuovo per raccontare una di quelle uscite per cui vale la pena di fare un report. Non è che da novembre 2010 non s'è fatto niente, anzi, ho sempre cercato di tenere in piedi la teoria del "fare" ma questa volta vi devo raccontare di un albero che è stato dichiarato monumento nazionale
IL PLATANO DEI 100 BERSAGLIERI





A Platano (prima si chiamava Salgarèa, un pugno di case e qualche villa a pochi chilometri da Caprino Veronese) sorge un "Platano" vecchio di oltre 400 anni. Il Platanus Orientalis è alto 25 metri e ha una circonferenza di 15. La sua chioma copre una superficie di 300 mq (3-4 appartamenti) ed è considerato monumento nazionale. E’ così chiamato, PLATANO DEI 100 BERSAGLIERI, dal 1937quando, in occasione delle grandi manovre estive dell’Esercito, un’intera compagnia di Bersaglieri vi salì sopra. Si racconta che i tedeschi nel 44 ne sfoltirono i rami per non dar modo ai partigiani di tendere imboscate non visti. L’albero fa parte di una serie di oltre 100 alberi monumentali del Veneto da salvare ad ogni costo. Il progetto genotipo dell’Istituto agricolo ambientale di Isola della Scala è stato attivato per riprodurre in maniera asessuata una copia identica dell’albero. Il risultato, dopo due anni di tentativi, sono due piantine ottenute per talea che si affiancheranno presto alla pianta madre. Altri tentativi sono in corso per gli altri solitari giganti d'Italia.

Giorni fa mi ha contattato Farrier :wink: per chiedermi se potevo accompagnare il cialtrotrio del Chiampo, Rik, Matteo e Diego a vedere "el platano de Cavrin". "Non se pol star a poche decine de km da tal monumento dela natura e non vederlo almeno 'na olta nela vita" mi scrisse in un MP :wink:. Io da buon local orgoglioso della propria terra e della sua storia ho accettato lìinvito con entusiasmo!
Ci siamo trovati di buon'ora, ore 7.30, al casello di Affi e dopo aver lasciato le auto in comodo parcheggio a Brentino Belluno ci avviamo in bike verso la meta.
Una volta giunti al platano...
...inizia un'altra storia!


il Farrier ci dice che il tempo stringe e che siamo in ritardo dalla tabella di marcia, si sale per 25 km con 1500 m.+d fino in Valfredda (la vera meta)


il tepore del sole contrasta con la temperatura dell'aria abbondantamente sotto zero


in men che si dica, 3 orette, si arriva a m.ga Ime


il rif.Chierego domina la valle




finalmente Valfredda...bellissima, sale una emozione che allunga il sorriso che già abbiamo stampato in viso


una pista di pattinaggio con sullo sfondo Lessinia e Carega


ottima vista per fare una pausa panino


si ricomincia a salire per l'ultimo strappo


ultimo consulto alle mappe


e finalmente il mitico 660 (TOTAL BODY), bello, bellissimo come un dipinto di Cezanne


troppo "troppo" per fermarsi a fare delle foto nel 660... ma per questo ci ha pensato il nostro cialtromod bionicus e tenete d'occhio pure il topic dei video veneti che Endurik, Noghese e Farrier hanno in serbo un succolento filmatino!

Un ricordo sarà impresso nella mia mente più della, sempre piacevole, fatica fatta, più dei colori della natura che hanno dipinto la giornata, più del calore del sole che mi ha riscaldato il cuore per tutte le sei ore...più di tutto ciò, sarà impresso, il ricordo indelebile della compagnia di 3 AMICI!
 

Nomad 42

Biker paradisiacus
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
bene in extremis sono riuscito a postare tutto oggi...REPORT e una decina di foto
 

compagigi

Biker cesareus
25/8/03
1.725
10
56
Salo' - Lago di Garda
Bike
kenevo, giant reign
BRAVI !!!!

io di quella zona non conosco praticamente nulla...tranne Un ristorante fantastico (cima11) a Porcino ..a pochi km dal PLATANO di Platano, e indovinate un po quale è il piatto forte del ristorante a Porcino ???? :smile:
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Discussioni simili

Risposte
569
Visite
101K
BebeMTBiker
B
Risposte
0
Visite
13K
  • Sondaggio
  • In evidenza
Risposte
448
Visite
77K
Risposte
4
Visite
2K
Nomad 42
N