..
  1. Abbonati gratuitamente al nostro canale Youtube, clicca qui.

    Chiudi
Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Tutelarsi sulla pista ciclabile

Discussione in 'Negozi, online shops e altri temi MTB' iniziata da Swifferrr, 9/10/18.

  1. Swifferrr

    Swifferrr Biker novus

    Registrato:
    30/9/18
    Messaggi:
    4
    Bike:
    Rockrider 520
    Ciao amici, qui a Roma c'è una pista ciclabile che percorre in lunghezza una parte del Parco degli Acquedotti, vedendo la segnaletica,pista rossa un tratto è riservato come ''attraversamento ciclabile'' ed un altro come pista ciclabile con marciapiede affiancato (cerchio diviso verticalmente sinistra pedone/destra-bici).

    Vorrei sapere in caso di incidente, chi effettivamente ha ragione. Tengo a precisare, che non sono un pazzo in mtb che corre a 40km/h sulla ciclabile,ma vedendo la mole di persone che fanno jogging con le cuffie a zig zag, bambini che improvvisano campi da calcio con tanto di porte e persone a spasso con il cane libero di girare a destra e sinistra, sono quasi sicuro che prima o poi qualcuno mi finisce addosso. Non per far polemica, ma si sa che in Italia sia mai che fai notare a qualcuno di essere nel torto, anzi...piu di una volta è quasi finita a botte, perche il ragazzo di turno ha tutto il diritto di correre a zig zag sulla pista ciclabile con la musica a mille nelle orecchie.



    (se a qualcuno interessa la pista è visibile da street view - Via lemonia ;Roma
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  2. sembola

    sembola Moderatur cartesiano
    Membro dello Staff Moderatur

    Registrato:
    27/2/03
    Messaggi:
    45.927
    Bike:
    una nera e l'altra pure
    Se capisco bene è divisa in due, una parte pista ciclabile vera e propria e riservata alle bici, l'altra ad uso promiscuo cliclopedonale.

    Ad ogni modo sulle piste ciclabili e cliclopedonali continuano a valere i principi e le disposizioni del Codice della Strada, tale e quale a qualsiasi area aperta alla circolazione.

    Per cui non è possibile dire a priori di chi è la colpa in caso di incidente: viene valutato in funzione delle circostanze e dei comportamenti messi in atto. E nel mondo reale non è comune che ci sia un solo responsabile, molto più probabile che ci siano concorsi di colpa, tanto più in un ambito dove ci sono poche prescrizioni esplicite e più che altro principi generali.

    Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app
     
Sto caricando...

Condividi questa Pagina