,

Una riflessione: rivenditore o internet?

Discussione in 'Cross Country' iniziata da marco, 7/2/07.

  1. Thomos

    Thomos Biker superis

    Registrato:
    1/3/04
    Messaggi:
    352
    io mi son rivolto al biomeccanico, anche perchè il negoziante mi mise male in sella.. fortuna il telaio me lo hanno adattato a dovere, e nella bdc anche un cm quando passi i 100 km lo senti..
     
  2. Thomos

    Thomos Biker superis

    Registrato:
    1/3/04
    Messaggi:
    352
    Marco, il negozio in cui ho comprato la bici ha un bel cartello con scritto
    "si riparan solo bici comprate qui"
    E sono in provincia di Torino..
     
  3. Farnafa

    Farnafa Biker assatanatus

    Registrato:
    30/9/04
    Messaggi:
    3.070
    Lo scenario che descrivi è veramente molto strano. Non so come funziona in Germania, ma qua in Toscana io non ho mai trovato un meccanico che rifiuta di farti una riparazione, anche se la bici ha altra provenienza. Magari NON ti fa un prezzo di favore, diciamo che ti tratta meglio se sei un cliente abituale o se hai comprato la bici lì. Oppure ti mette in coda ai suoi clienti abituali a cui da precedenza.
    Ma per caso ti riferisci agli interventi in garanzia? cioè compri la bici da X e chiedi l'intervento in garanzia da Y? In questo caso bisogna vedere come funziona, non sono mica sicuro che un rivenditore Specialized sia tenuto ad eseguire interventi in garanzia Specialized se la bici proviene da un altro sivende. Per le auto si, ma per le bici?

    Non tutti sono in grado di risolversi i problemi meccanici da soli, e per quanto riguarda la spedizione è effettivamente una rottura perchè la bici va smontata e imballata in modo adeguato, oltre ad avere un costo non indifferente. Il sivende inoltre spesso e volentieri ti ritira l'usato, ok se vendi su ebay o sul mercatino del forum puoi risolvere lo stesso e magari tirare su qualche euro in più, ma come abbiamo detto sopra c'è una componente di sbattimento.
    Io compro molto su web, ma soprattutto componentistica che utilizzo per upgrade o per assemblarmi le bici da solo, non ho mai acquistato una bici intera. Magari arriverà il giorno ...........

    Prima ancora che con Canyon in Italia la cosa sta succedendo con Decathlon che propone ottimi prodotti a prezzi molto competitivi. E ti ripara anche la bici se ce la porti, non occorre spedire.


    Ciao.

    Farnafa.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  4. marco

    marco Diretur
    Diretur

    Registrato:
    29/10/02
    Messaggi:
    30.719
    Bike:
    Diverse
    basta andare in Piemonte

     
  5. nikk

    nikk Biker tremendus

    Registrato:
    17/8/04
    Messaggi:
    1.214
    Anche io prendo parecchio online. Pero' certi prodotti come forcella o telaio ho preferito restare dal sivende. Per via della garanzia. Mi stressa il fatto di dover spedire pezzi da da 1000 Euro in giro per il mondo....

    E poi se la forca è in giro come ci vado in bici? Il sivende me ne presta sempre una.

    Comunque in internet si fanno degli ottimi affari. E' il futuro.
     
  6. Thomos

    Thomos Biker superis

    Registrato:
    1/3/04
    Messaggi:
    352
    a me i sivende hanno mai prestato nulla..
     
  7. nikk

    nikk Biker tremendus

    Registrato:
    17/8/04
    Messaggi:
    1.214
    A me sempre. Ho una sella SLR in prestito da tre mesi...oramai è diventata mia.

    L'anno scorso le ruote....e una volta anche la bici intera.
     
  8. madqwerty

    madqwerty Biker serius

    Registrato:
    13/11/03
    Messaggi:
    224
    ..magari sparo una vaccata atomica..:oops:
    ma i sivende non possono evolversi e sopravvivere per lo più come centri di assistenza multimarca?

    mio esempio, ho una deca 8.2, prima bici, pochissima esperienza meccanica, poca voglia di sbattermi pure :mrgreen: dopo 1000 e rotti km mi decido a farle un tagliandino, il deca sta dall'altra parte della città, (smonta la ruota carica in macchina perdi mezza giornata + 5euri di broda, il tutto x2), il sivende locale, piccolo ma che gode di buona fama, è praticamente a portata di scarpe, indovinate dove l'ho portata.. ;-)

    ho chiesto su che cifre si andava a parare, chiedendo di controllare qualsiasi cosa gli passasse x la testa (e anche di lavarla :mrgreen:) sembrava onesto, alla fine mi ha puppato 20 euri, x quella che lui ha definito un'oretta di lavoro...mi ha ispirato una certa fiducia (anche se non mi ha smontato movimento centrale xkè secondo lui quei cuscinetti non prendono sporco, e non ha spurgato i freni xkè è normale che i dual control siano un poco + spugnosi, bah strane teorie:mrgreen: considerando che se l'avesse fatto avrei pagato volentieri la maggiorazione,non credo sia malafede), fattostà che se mi capita un danno, la porterò lì di nuovo...poco guadagno per lui, ma anche zero investimento!!! non gli conviene comunque?

    poi voglio dire, c'è grossa concorrenza pure tra negozi, il mio amico ha comprato la bici nel negozietto a 30 km da casa, e il tagliando lo farà lì, non dal sivende locale...nel mio paese anni fa c'erano almeno 3-4 negozi di bici, almeno, adesso ne sono sopravvisuti 2, e gli altri non possono di certo dare la colpa a internet o a decathlon, visto che internet non c'era, e di decathlon in zona vedo solo la mia...:oops:

    non ce la potrebbero fare secondo voi? vendi 3 bici e ne assisti 10, piuttosto che venderne 5 e assisterne 5...

    p.s. io con internet ho appena preso una mezza (piccola) fregatura, bonifico internazionale a Hibike.it , e 5 euri si son persi x strada (oltre ai 20 di spedizione x una gomma:zapalott:) non voglio dare la colpa a nessuno xkè al momento non si capisce di chi possa essere, ma intanto 5 euri son volati..
    p.p.s. dèh Turinèis! o-o mi diresti (anche in MP) qual è quel negozio simpaaaaatico che espone quel cartello? così, tanto x sapere dove NON andare mai, manco a sbirciare la vetrina.. :))):
     
  9. vilmon

    vilmon Biker ultra

    Registrato:
    16/1/07
    Messaggi:
    657
    INTERESSANTE .... chi mi presta che cosa e acquisto negozio sottocasa/internet ... interessante è verificare che dipende dal negozio ma soprattutto dal negoziante o da chi lo gestisce, a me hanno prestato una s-works certo è che non sono entrato in un negozio dove non mi hanno mai visto prima ma dal negoziante "conosciuto/conoscente"; in internet assolutamente, faccio sempre più fatica ad acquistare qualcosa se non di strettamente necessario e o di desiderio immediato dal negozio sottocasa. Sono anni che acquisto on web e .... evidentemente bisogna sapere dove acquistare, come pagare, le forme di comunicazione se si tratta di UE Unione Europea, i costi di spedizione, faccio un esempio: spesso mi capita di verificare dei prezzi eccezionali che però sommati ai costi di spedizione (variabili in funzione della spedizione e del vettore) non conviene più acquistare. Buona parte dei venditori on web danno garanzie e fanno cambi merce, tutto sta a capire chi sono ... accade anche con ebay .. aste con privati o con negozi, altro esempio: mi sono "fatto" la bici da me, tutto acquistato in internet insomma telaio Yeti, componentistica di primordine ho risparmiato circa 450 monetine da 1€ risultato che non avrei ottenuto aquistando lo stesso telaio montato in maniera decisamente più economica!! ... unico inconveniente se lo vogliamo identificare tale ... me la sono montata GODURIAAAAAAA!

    vilmon ;.=9/
     
  10. GPA

    GPA Biker dantescus

    Registrato:
    24/1/06
    Messaggi:
    4.510
    Interessante la discussione. Già non molto tempo fa se ne era generata una simile in un 3D in cui un forumendolo chiedeva consigli su quale bici comprare. Una volta fatto da qualcuno il nome di Canyon,la discussione si è spostata proprio su questo tema. E in effetti c'è stato chi ha detto che dalle sue parti una bici acquistata altrove è riparabile solo dal proprietario,mentre altri sono convinti di non avere alcun problema. Io penso che l'acquisto conveniente su internet sia subordinato a vari fattori. Il primo è sicuramente,parlando di bici o componenti che necessitano manutenzione,la capacità di fare da se. Ovviamente chi è in grado di fare qualunque intervento è piu' tranquillo di chi non sa fare nulla.I piu' stanno nel mezzo. Secondo fattore il rapporto che si ha con il sivende locale. La maggior parte di noi ha un negozio al quale si appoggia principalmente se non unicamente.Se il negoziante dimostra competenza e disponibilità tanto nella vendita quanto nell'assistenza,il cliente difficilmente rinuncerà a questo tipo di servizio per acquistare su internet,e sarà disposto a pagare di piu', a parità di qualità.
    Nella mia esperienza ho cambiato negozio di riferimento (sono a circa 1 Km di distanza l'uno dall'altro) passando da uno competente solo in bdc, che per qualunque lavoro si faceva lasciare la bici qualche giorno e faceva sconti simbolici,ad un altro che,oltre ad avermi trattato bene alla vendita,mi ha sempre fatto la manutenzione straordinaria praticamente in tempo reale e talvolta in orario di chiusura.
    In conclusione quindi,fermo restando l'indubbio "value for money" di oggetti comprati direttamente dal costruttore senza intermediari,chi ha a disposizione un sivende onesto competente ed affidabile,sarà ancora restio ad acquistare una bici su internet,almeno sino a quando non ricompariranno(dalle mie parti non ne esistono piu' da molti anni) i meccanici di biciclette indipendenti,cioè non legati al negozio. Questa potrebbe essere la chiave di volta per eliminare ogni dubbio. Se infatti ci fosse il meccanico indipendente,che ti fa il lavoro,che sia in garanzia o a pagamento,sulla marca X e sulla Y,senza problemi perchè non ha venduto lui nè l'una nè l'altra,saremmo tutti meno vincolati nelle nostre scelte di acquisto. Ciao
     
Bozza salvata Bozza eliminata

Condividi questa Pagina