MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Test] Freni Trickstuff Direttissima, i migliori freni di sempre?

[Test] Freni Trickstuff Direttissima, i migliori freni di sempre?

[Test] Freni Trickstuff Direttissima, i migliori freni di sempre?

07/10/2019
Whatsapp
07/10/2019

Sono passati quasi sei mesi da quando ho montato i freni Trickstuff sulla Canyon Strive 29. Sei mesi durante i quali li ho usati in ogni condizione, su ogni tipo di terreno e vi ho fatto qualche cambio pastiglie. È giunto quindi il momento di tirare le somme, non prima di aver speso qualche parola su questa piccola azienda tedesca, con sede a Friburgo, che produce interamente i freni in Germania. Come spesso capita con le piccole realtà teutoniche, anche in questo caso ci troviamo di fronte a degli ingegneri appassionati di mountain bike, cosa che traspare in ogni dettaglio dei Direttissima.

Caratteristiche

I direttissima sono di alluminio 7075 T6 e sono interamente lavorati al CNC. La pinza  è costituita da due semigusci uniti tramite due viti, mentre i pistoncini sono in acciaio inossidabile lucidato per evitare il surriscaldamento del sistema, insieme all’olio Bionol, un olio minerale biodegradabile con punto di ebolizione di 360°. I Direttissima funzionano con qualsiasi olio minerale, rendendo facile la manutenzione anche se non si ha a disposizione l’olio di Trickstuff.

Anche le pastiglie sono di facile reperibilità, visto che vi si possono montare le Shimano XTR/XT, se non si hanno sottomano quelle del marchio tedesco. Durante il test ho usato le Power+ che, come dice il nome, sono le più potenti e anche le meno sensibili alle alte temperature fra quelle in catalogo da Trickstuff (Eco, Standard e Power).

Volendo essere uno dei freni più potenti sul mercato, Trickstuff ha dotato i Direttissima di una leva dalla superficie generosa ed ergonomica, in quando a larghezza, e dal feeling molto piacevole e mai spigoloso, neanche quando si è continuamente sui freni come su discese lunghe e ripide. Anche l’attacco a manubrio, con una specie di “tacco” posto a fianco del classico collarino, è pensato per far flettere il freno il meno possibile. Questo significa però che la superficie di cui hanno bisogno è di 24mm, fattore che può diventare d’impedimento a chi vuole avere le leve molto vicine alla manopola o quando si necessita di spazio per altri manettini.
Comunque sul sito Trickstuff sono disponibili ogni tipo di adattatori per SRAM e Shimano, non in test.

La leva ha quattro cuscinetti sigillati che ne assicurano un funzionamento fluido e duraturo nel tempo. Il pomellino per la regolazione della distanza della leva dal manubrio è un optional (14.90 Euro per leva), altrimenti si dovrà usare una brugola da 2mm per trovare la posizione più consona alle proprie mani. Il range è enorme, e va da 47 a 88mm.

Molto interessante è il funzionamento del pompante, perché l’angolo del pistone posto nella leva cambia a seconda di quanto si schiacci la leva stessa, creando quella che Trickstuff definisce una “curva di progressione”, simile alle sospensioni. In pratica più la leva è premuta, più potente diventerà il freno, in maniera più che proporzionale. Il serbatoio contiene 3ml di olio, il più grande sul mercato stando a quanto dice Trickstuff, una particolarità che contribuisce a mantenere inalterata la potenza anche quando le pastiglie sono consumate e i pistoni fuoriescono molto.

È il freno a quattro pistoncini più leggero sul mercato, fermando l’ago della nostra bilancia a 230 grammi (freno anteriore con pastiglie).

Trickstuff ha in gamma diversi tipi di dischi, dall’HD (heavy duty, in prova) all’UL, Ultra Light. Tutti sono leggermente smussati all’esterno per facilitarne l’inserzione fra le pastiglie. Non per questo diventano delle lame rotanti, visto che comunque rimane una parte piatta. Lo spessore di quelli in test è di 2.05mm, un po’ più rispetto alla concorrenza più diffusa sul mercato.
Peso rilevato disco anteriore 203mm: 194gr.
Peso rilevato disco posteriore 180mm: 154gr.

Il montaggio dei Direttissima è quanto di più facile ci sia, grazie ai connettori che permettono di staccare i tubi dai pompanti senza perdere una goccia d’olio. In pratica, non li ho mai spurgati: nè quando li ho montati, nè durante i sei mesi di prova. Le dimensioni dei connettori sono tali da passare dentro ogni buco o cavità del telaio.

Per quanto riguarda i tubi, anche qui Trickstuff offre l’opzione in kevlar, in test, oppure quella Goodridge, famose per essere le più robuste sul mercato. Questo significa che quando il tubo è lungo, tende meno a flettere e dunque rendere la leva spugnosa. Va anche detto che con la versione in kevlar freno anteriore e posteriore avevano lo stesso identico comportamento.

Infine i colori: dal 1 ottobre 2019 i Direttissima sono disponibili solo in nero o argento, non più nei nove colori precedenti. Questo per velocizzare la produzione, visto che al momento ci vogliono nove mesi di attesa fra ordine e consegna.

Sul campo

Come avrete notato, non ho ancora citato il prezzo dei Trickstuff Direttissima (lo trovate alla fine dell’articolo), ma molto di voi sapranno già che si tratta di un prodotto molto costoso. Di conseguenza molto alte erano le mie aspettative, che non sono state deluse. Già da fermi si nota di avere un freno granitico fra le dita, sensazione data sia dalla leva massiccia che dal punto di frenata, molto alto nella leva ed estremamente ben definito.

La potenza è brutale, ma dosabile. Ci ho messo un giro o due ad adattarmi a tanta forza e soprattutto a capire come giostrare la leva e fare uso della progressività di cui ho parlato sopra. In effetti, una volta che si è presa la mano, si riesce a dosare la potenza molto bene senza bloccare il posteriore accidentalmente. Eccezionale è come il punto di frenata sia costante in ogni situazione e indipendentemente da quanto siano consumate le pastiglie. In pratica si sa che il freno è sempre “presente” e pronto, non ci sono dubbi o incertezze.

Su discese lunghe, ripide ed impegnative, dove di solito arrivo alla fine con le mani indolenzite e gli avambracci gonfi, le dita sono ancora fresche come una rosa, pur frenando sempre e solo con l’indice. Il fading è praticamente nullo, e la distanza delle pastiglie dal disco è sempre la stessa. Ne è la riprova che non si sente alcun “zin zin” a fine discesa, come accade per esempio con Shimano. A proposito di rumori di sfregamento, i Direttissima sono in assoluto i più silenziosi e facili da regolare quando si centra la pinza sul disco. Decisamente più silenziosi della concorrenza lo sono anche sul bagnato, con pochi fischi che si “estinguono” subito una volta che il disco si scalda.

La gestione del consumo delle pastiglie è dove cade la maggior parte dei freni, anche quelli con ottime performance: i pistoncini si sporcano, fuoriescono disassati/irregolari, la corsa della leva si allunga. Con i Direttisima sono quasi arrivato a metallo su metallo, e il punto di frenata della leva era identico a quando le pastiglie erano nuove. Questo è uno dei motivi per cui “sono sempre presenti”, cosa che a livello psicologico è una manna, perché si sa che basta una pinzata per fermarsi, senza timore di una frenata a vuoto.

Insomma, non sono mai riuscito a metterli in crisi, in compenso sono l’unico freno, nella mia pluridecennale esperienza in mountain bike, che mi ha dato una sicurezza tale da fare la differenza e voler usare la Canyon Strive sui sentieri più tosti o semplicemente divertirmi di più in staccata o facendo nosepress. La sensazione è quella di controllo totale del mezzo.

Ho già detto che non li ho mai spurgati. Mi sono comunque studiato l’operazione di spurgo che necessita di due siringhe con attacchi di diversa dimensione (M4 e M5), vale quindi la pena investire i 29.90 Euro per acquistare il kit Heinzelmann.

Conclusioni

Per rispondere alla domanda del titolo, direi di sì, i Direttissima sono i migliori freni che io abbia mai provato. E devono anche esserlo, per 900 Euro al paio. Potenti, dosabili, silenziosi e con una gestione delle pastiglie da manuale. Se c’è un componente per cui sarei disposto a spendere una cifra esorbitante rispetto alla concorrenza, sarebbe questo, con la consapevolezza di portarmelo di bici in bici col passare degli anni, visto che la lavorazione maniacale ne determina una robustezza che li rende duraturi nel tempo.

Prezzo: 450 Euro per freno
Trickstuff.de

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
ushba
ushba

Ma se il punto di frenata della leva non cambia in relazione al consumo delle pastiglie significa che c’è poca luce tra pastiglie e disco è possibile che non hai avuto problemi di centratura (tipo Formula Cura)?

vitamin
vitamin

Li avevo visti dal vivo allo stand che avevano alla Mega del 2016 ed esteticamente si notava una cura incredibile dei vari pezzi. Il prezzo è decisamente importante ma evidentemente sono i migliori freni sul mercato (mi ricordo di aver letto un test da qualche parte che li qualificava anche come i più potenti)

ushba
ushba

[QUOTE=”marco, post: 8742950, member: 1″]
cit.

[I]A proposito di rumori di sfregamento, i Direttissima sono in assoluto i più silenziosi e facili da regolare quando si centra la pinza sul disco. [/I]
[/QUOTE]
Grazie Baba Jaga

frantic
frantic

Io li ho visti completamente smontati a pezzi in fiera a riva del garda, troopp belli e curati

p84
p84

Sono indeciso se acquistare la bici nuova o i Direttissima..

pk71
pk71

Mi sto sforzando nel ripete che non li merito e non ho pecunia disponibile.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.

ide84
ide84

Li meriti e hai il grano !!!

fafnir
fafnir

[QUOTE=”pk71, post: 8742983, member: 36998″]
Mi sto sforzando nel ripete che non li merito e non ho pecunia disponibile.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
Non li merito e non ho pecunia.
[/QUOTE]
Pensa che sono 900 euro per andare più piano e ti passa la voglia :mrgreen:

giouncino
giouncino

avevo già letto su enduro-mtb dei trickstuff direttissima e dei trickstuff maxima… Mi sono fatto l’opinione (senza averli provati purtroppo) di essere in assoluto il meglio sulla piazza.
Davvero belli!

thiphino
thiphino

Forse è stato già chiesto, ma perché li hanno chiamati “Direttissima”?

pol hogan
pol hogan

perché arrivano in un attimo….. solo 9 mesi….. un parto….

ide84
ide84

Spettacolari! Mi son appena arrivati e non vedo l’ora di montarli!
Arriva una stupenda scatola in legno, dentro regalano pure una borraccia e una bustina di semi ( sembrerebbero semi per piante che producono fiori molto graditi alle api ).
Devono essere molto attenti in Trickstuff all’ambiente visto che dischi ecc. erano in confezioni di carta riciclata.
Poi apri la scatola.. e per un appassionato di meccanica come me inizi a sbavare. Belli, belli e belli.
Incredibili anche solo da tener appesi in salotto.
Purtroppo i tempi di attesa son davvero biblici, non sapevo il discorso “colori” che si legge nel test.
Io li ho ordinati oro su R2-bike, ma visto che tardavano mi son accorto della disponibilità dei blu ( ogni giorno monitoravo il sito ) e ho cambiato colore. Morale: attesa 30 giorni.
Mi sembra ancora accettabile, di certo vanno a ruba. Un altro negozio on-line crucco, mi diceva a Dicembre in consegna i neri.
Producono anche freni xc ( i Piccola ) se ne parla molto bene..

gabriele(76)
gabriele(76)

Belli, non c’è altro da dire.
Esistono altri freni con un qualche tipo di pompante progessivo?

ide84
ide84

Non credo..
Però ci sono i freni della Braking che possono montare due tipi di pompante ( da 9 o 10 mm ) secondo l’utilizzo più o meno gravity.
Solo che rispetto ai Direttissima sono pesantucci.
Li usa Ragnoli e ho notato che ha fresato le leve e sostituito i tubi in treccia aeronautica con quelli normali, per risparmiare peso.

gargasecca
gargasecca

[QUOTE=”ide84, post: 8743062, member: 122411″]
Spettacolari! Mi son appena arrivati e non vedo l’ora di montarli!
Arriva una stupenda scatola in legno, dentro regalano pure una borraccia e una bustina di semi ( sembrerebbero semi per piante che producono fiori molto graditi alle api ).
Devono essere molto attenti in Trickstuff all’ambiente visto che dischi ecc. erano in confezioni di carta riciclata.
Poi apri la scatola.. e per un appassionato di meccanica come me inizi a sbavare. Belli, belli e belli.
Incredibili anche solo da tener appesi in salotto.
Purtroppo i tempi di attesa son davvero biblici, non sapevo il discorso “colori” che si legge nel test.
Io li ho ordinati oro su R2-bike, ma visto che tardavano mi son accorto della disponibilità dei blu ( ogni giorno monitoravo il sito ) e ho cambiato colore. Morale: attesa 30 giorni.
Mi sembra ancora accettabile, di certo vanno a ruba. Un altro negozio on-line crucco, mi diceva a Dicembre in consegna i neri.
Producono anche freni xc ( i Piccola ) se ne parla molto bene..
[/QUOTE]

[COLOR=rgb(41, 105, 176)]beh…addirittura “a ruba” per un set di freni da 1 millino…mi pare un po’ esagerato, visto che ci sono ottimi prodotti che non arrivano alla metà del prezzo.
Cmq…lato leva mi sembrano fatti bene…ma lato pinza non mi dicono nulla, la costruzione dal pieno in CnC degli Hope mi sembrano un attimino meglio.
Sul fatto che frenino forte con pastiglie Shimano…mi piacerebbe averli in test per verificare di persona… :il-saggi:[/COLOR]

ide84
ide84

“A ruba” nel senso che non riescono con la produzione a far fronte alla richiesta.
Visto che li tenevo d’occhio, posso garantire che la disponibilità dei pochi che si trovano in vendita si va ad esaurire in poco tempo.
I freni Hope lato pinza son davvero stupendi, ma questi son grandi la metà. Son davvero minuscole le pinze.
Forse un pelo anonime, ma davvero un gioiellino.

fafnir
fafnir

[QUOTE=”gargasecca, post: 8743083, member: 6401″]
[COLOR=rgb(41, 105, 176)]beh…addirittura “a ruba” per un set di freni da 1 millino…mi pare un po’ esagerato, visto che ci sono ottimi prodotti che non arrivano alla metà del prezzo.
Cmq…lato leva mi sembrano fatti bene…ma lato pinza non mi dicono nulla, la costruzione dal pieno in CnC degli Hope mi sembrano un attimino meglio.
Sul fatto che frenino forte con pastiglie Shimano…mi piacerebbe averli in test per verificare di persona… :il-saggi:[/COLOR]
[/QUOTE]
A ruba nel senso che gli entrano in fabbrica a rubarli

monta
monta

si perfetti anche i brembo della ferrari sono top……

gargasecca
gargasecca

[QUOTE=”marco, post: 8743104, member: 1″]
Chi l’ha detto?
[/QUOTE]

[COLOR=rgb(41, 105, 176)]
Hai scritto che monta pastiglie Shimano XT/XTR e che ne avevi sotto di un altro tipo…ho letto male?
:nunsacci:[/COLOR]

gargasecca
gargasecca

[QUOTE=”marco, post: 8743110, member: 1″]
non mi sembrano pastiglie shimano:

[IMGcomment image[/IMG]

[I]Anche le pastiglie sono di facile reperibilità, visto che [U]vi si possono montare[/U] le Shimano XTR/XT
Durante il test ho usato le Power+ che, come dice il nome, sono le più potenti e anche le meno sensibili alle alte temperature fra quelle in [URL=’https://trickstuff.de/bremsbelaege/’]catalogo da Trickstuff[/URL] (Eco, Standard e Power). [/I]
[/QUOTE]

[COLOR=rgb(41, 105, 176)]
Si sì…avevo dato per scontato che in 6 mesi le avessi provate anche con le Shimano… :spetteguless:[/COLOR]

fafnir
fafnir

[QUOTE=”marco, post: 8743107, member: 1″]
Avendo provato anche gli Hope, a livello di potenza non c’è paragone.
[/QUOTE]
A livello di potenza rispetto ai Dominion che hai usato di recente (con sinterizzate) sono molto meglio o comunque comparabili?

pk71
pk71

[QUOTE=”ide84, post: 8743063, member: 122411″]
Li meriti e hai il grano !!!
[/QUOTE]

Penso propio che tu sia in errore, te lo garantisco io per due motivi, il primo è che vado talmente piano che per fermarmi basta il vento contrario, il secondo (non so come sei messo te) è che quando la moglie, che viene in bici con me, si accorge che ho pagato 900 euro un paio di freni per la bici, l’ultima cosa che sento è il rumore del telaio che si accartoccia sul mio cranio……

ide84
ide84

ahahahah guarda il segreto è uno solo, per fortuna la mia ragazza le uniche bici che riconosce son quelle che vede al Carrefour quando va a fare la spesa. Secondo io tutte le mie bici le ho in un secondo garage ( tipo area 51 segreta ) 😉

pk71
pk71

[QUOTE=”gargasecca, post: 8743083, member: 6401″]
[COLOR=rgb(41, 105, 176)]beh…addirittura “a ruba” per un set di freni da 1 millino…mi pare un po’ esagerato, visto che ci sono ottimi prodotti che non arrivano alla metà del prezzo.
Cmq…lato leva mi sembrano fatti bene…ma lato pinza non mi dicono nulla, la costruzione dal pieno in CnC degli Hope mi sembrano un attimino meglio.
Sul fatto che frenino forte con pastiglie Shimano…mi piacerebbe averli in test per verificare di persona… :il-saggi:[/COLOR]
[/QUOTE]

Fanno anche parecchio marketing, pensa che volevo comprare i loro rotori e per avere un 203, ordinato ad agosto la consegna era prevista a metà novembre, rotori che costano 35/40 euro…..

pk71
pk71

[QUOTE=”ide84, post: 8743238, member: 122411″]
ahahahah guarda il segreto è uno solo, per fortuna la mia ragazza le uniche bici che riconosce son quelle che vede al Carrefour quando va a fare la spesa. Secondo io tutte le mie bici le ho in un secondo garage ( tipo area 51 segreta ) 😉
[/QUOTE]

Pensa che la mia, una volta, si è accorta che cambiai forcella dal colore degli steli……. sempre Fox da leggermente dorati a bronzo Kashina.

Comunque i Breaking non sono lavorati interamente CNC.

g.f.
g.f.

La mia esperienza sui freni è molto limitata, probabilmente non riuscirei neppure ad apprezzare in pieno la qualitá di questio modello.
Ma a chi e per quali utilizzi questi possono essere consigliati rispetto prodotti piú diffusi ma di gamma alta (ad esempio i vari shimano xtr, sram ultimate,…)che costano meno della metá?
Sarebbe intetessante una comparativa con vari marchi e modelli di varie fasce di prezzo, per capire come variano le prestazioni in base al costo.

zapomatic
zapomatic

Comunque 900 euro a mio parere è un prezzo decisamente fuori luogo per un paio di freni anche se li vendono in una scatola di legno

andry-96
andry-96

[QUOTE=”g.f., post: 8743251, member: 244069″]
La mia esperienza sui freni è molto limitata, probabilmente non riuscirei neppure ad apprezzare in pieno la qualitá di questio modello.
Ma a chi e per quali utilizzi questi possono essere consigliati rispetto prodotti piú diffusi ma di gamma alta (ad esempio i vari shimano xtr, sram ultimate,…)che costano meno della metá?
Sarebbe intetessante una comparativa con vari marchi e modelli di varie fasce di prezzo, per capire come variano le prestazioni in base al costo.
[/QUOTE]

Non credo che qualcuno sano di mente possa mai comprare un impianto frenante sram aftermarket….

Ninerjetrdo29
Ninerjetrdo29

Per un componente così importante, la spesa vale

zapomatic
zapomatic

Sempre a mio modesto parere farei i complimenti solo alla loro politica di vendita.
In termi di qualità io posso fare solo un paragone tra i SRAM che monto ora sull’enduro ed i formula R Oval e RO Racing che avevo sulle due precedenti bici e per quanto mi riguarda i formula sono decisamente un gradino sopra. Facevano il loro onesto lavoro in tutte le condizioni senza alcun minimo cedimento.

pk71
pk71

[QUOTE=”andry-96, post: 8743268, member: 234289″]
Non credo che qualcuno sano di mente possa mai comprare un impianto frenante sram aftermarket….
[/QUOTE]

Presente :pirletto:, ma io mi ci trovo bene:yeah!:

RSGF
RSGF

mi piacerebbe capire come si posizionano rispetto ai Saint…
ne vale veramente la pena?
COMPARATIVA!
Onesta e ben fatta…
chissà se viene fuori che funzionano tre volte meglio rispetto a quanto costano nei confronti dei SAINT….900 vs 300

andry-96
andry-96

[QUOTE=”pk71, post: 8743347, member: 36998″]
Presente :pirletto:, ma io mi ci trovo bene:yeah!:
[/QUOTE]

Uno su mille ce la fa 😥 :$$$:

senior77
senior77

appena usciti, questi freni suscitarono subito il mio interesse, avendo avuto impianti hope, a due e quattro pistoni, con tubo standard e in treccia metallica, ero quasi deciso all’acquisto e li cercai subito; li trovai in Germania al prezzo di circa 700 €. Sono passati mesi, forse anche un anno, tornerei tranquillamente su Hope senza indugio, se si vuole massima potenza basta scegliere il tubo in treccia e il modello di pinza da DH, potenza e massima modulabilità garantite, durata infinita a meno che non lo si prenda a mazzate di proposito.

Tc70
Tc70

Daccordo tutto,ma per 900 eur faccio a meno dei semi per le api nella scatola di legno e anche della borraccia,ma metti il pomellino per la regolazione distanza leva…son 2 ”cosini” da nemmeno 30 eur, alla fine rispetto al prezzo, cosa mai sono?…

francescoMTB1
francescoMTB1

[QUOTE=”andry-96, post: 8743354, member: 234289″]
Uno su mille ce la fa 😥 :$$$:
[/QUOTE]
Probabilmente molti di piu’ di quanto tu possa credere …….

superpit
superpit

Consigliati solo enduro o anche xc/trail? rispetto ai piccola cosa cambia come comportamento?

teoDH

Bellissimi, e a quanto leggo pare vadano anche benissimo, il problema però di questi impianti è che costano oggettivamente troppo, con meno del costo di un singolo impianto ti fai un set hope o formula o saint, alta gamma, magari con qualche problemino in più, ma con performance ormai all’altezza di ogni situazione.
Questi, come l’esperimento che fece Brembo più di 10 anni, sono esercizi di stile destinati a rimanere tali. Il dubbio è, perchè non è possibile portare un freno del genere ai prezzi di un set hope (che sono CNC, minerali etc)?
Sulla durabilità, anche questi avranno guarnizioni, oring, membrane, e sono quelle che si deteriorano, non i blocchi pinza o leva, e quando si deteriorano, che prezzi hanno i ricambi? rifare un pompante formula o hope costa 50 euro, se per questi ne devo spendere 300 allora il portarseli da una bici all’altra dopo qualche anno diventa antieconomico.

ide84
ide84

Per abbassare i prezzi dei Direttissima occorrono investimenti. Parecchi. Attrezzature, formazione personale ecc. E poi aggredire il mercato.
E’ proprio un altro tipo di politica ed approccio che loro non hanno scelto. Magari potrebbero farlo, ma non lo faranno. I tedeschi son strani, per loro lo sconto è massimo 2/3 %. Non hanno i listini gonfiati.
Se ti dicono nove mesi di attesa, son nove mesi. Gente che mette i sandali coi calzini.. ci siamo capiti.

fafnir
fafnir

[QUOTE=”teoDH, post: 8743501, member: 9444″]
Bellissimi, e a quanto leggo pare vadano anche benissimo, il problema però di questi impianti è che costano oggettivamente troppo, con meno del costo di un singolo impianto ti fai un set hope o formula o saint, alta gamma, magari con qualche problemino in più, ma con performance ormai all’altezza di ogni situazione.
Questi, come l’esperimento che fece Brembo più di 10 anni, sono esercizi di stile destinati a rimanere tali. Il dubbio è, perchè non è possibile portare un freno del genere ai prezzi di un set hope (che sono CNC, minerali etc)?
Sulla durabilità, anche questi avranno guarnizioni, oring, membrane, e sono quelle che si deteriorano, non i blocchi pinza o leva, e quando si deteriorano, che prezzi hanno i ricambi? rifare un pompante formula o hope costa 50 euro, se per questi ne devo spendere 300 allora il portarseli da una bici all’altra dopo qualche anno diventa antieconomico.
[/QUOTE]
Da quel che ho capito la differenza di Potenza fra questi e hope è molta, quindi terrei altri freni come paragone

pk71
pk71

[QUOTE=”fafnir, post: 8743504, member: 152310″]
Da quel che ho capito la differenza di Potenza fra questi e hope è molta, quindi terrei altri freni come paragone
[/QUOTE]

Concordo anche se non ho provato ne gli une e ne tantomeno gli altri, almeno questo è quello dice il grafico della trickstuff…..
[ATTACH type=”full”]284771[/ATTACH]

ide84
ide84

….praticamente i maxima si possono montare sui moped preparati…

superskinny
superskinny

9 mesi sono un elemento differenziante che serve a giustificare il prezzo, fa parte della strategia per creare interesse sul brand.
Hanno scelto di fare vendite high ticket ed è una politica che paga esattamente in linea con il non fare sconti. Potrebbero farlo anche altri, ma siccome non hanno un prodotto altrettanto valido si mettono in concorrenza ad abbassare i prezzi.

superskinny
superskinny

[QUOTE=”superskinny, post: 8743590, member: 107573″]
9 mesi sono un elemento differenziante che serve a giustificare il prezzo, fa parte della strategia per creare interesse sul brand.
Hanno scelto di fare vendite high ticket ed è una politica che paga esattamente in linea con il non fare sconti. Potrebbero farlo anche altri, ma siccome non hanno un prodotto altrettanto valido si mettono in concorrenza ad abbassare i prezzi.
[/QUOTE]

Ha individuato una nicchia e lì vanno a martellare. Se facessero estensione di linea con freni che costano la metà farebbero un autogol clamoroso

fafnir
fafnir

[QUOTE=”pk71, post: 8743567, member: 36998″]
Concordo anche se non ho provato ne gli une e ne tantomeno gli altri, almeno questo è quello dice il grafico della trickstuff…..
[ATTACH=full]284771[/ATTACH]
[/QUOTE]
Imbarazzante, per hope ovviamente. Ma si sapeva anche a sensazione provando i vari freni, anche se non tutti sono in grado di accettarlo, soprattutto i fanZ

gargasecca
gargasecca

[QUOTE=”marco, post: 8743515, member: 1″]
con Brembo la differenza sostanziale è che questi di freni ne vendono per davvero da anni, siamo ben lontani dall’esercizio di stile. Come dicevo prima, se la domanda è così alta malgrado i prezzi, fanno bene a tenerli alti.
[/QUOTE]

[COLOR=rgb(41, 105, 176)]Ma perchè dovrei preferirli a questi con cui ti eri trovato molto bene e che costano la metà?[/COLOR]

[URL unfurl=”false”]https://www.mtb-mag.com/test-freni-trp-g-spec-quadiem/[/URL]

pk71
pk71

[QUOTE=”marco, post: 8743569, member: 1″]
interessante questo grafico, non l’avevo visto. Interessante anche vedere come gli Hope non siano così potenti, confermando le mie sensazioni
[/QUOTE]

Oltretutto “partono” tardi rispetto a tutti gli altri.
Impressionanti i Maxima.

pk71
pk71

[QUOTE=”superskinny, post: 8743591, member: 107573″]
Ha individuato una nicchia e lì vanno a martellare. Se facessero estensione di linea con freni che costano la metà farebbero un autogol clamoroso
[/QUOTE]

Metti in conto anche che, se non mi sbaglio, è una fabbrica grande quanto una viareggina, e quindi, giustamente, battono il ferro (pardon alluminio) quando è caldo.

andry-96
andry-96

[QUOTE=”francescoMTB1, post: 8743387, member: 23573″]
Probabilmente molti di piu’ di quanto tu possa credere …….
[/QUOTE]

Per ora su 4 bici che ho in casa montate sram di freni che va bene non ne ho visto uno, tutti che rompono fra fischi assurdi pastiglie che si vetrificano come se nulla fosse pistoncini inchiodati e potenza frenante( code rsc a parte) abbastanza deludente, vedo che pure sul forum è pieno di gente che si lamenta e l’ultima volta che sono andato dal meccanico con la bici di mio padre mi ha confermato pure lui le mie idee e cioè che l’ultima cosa che dovrebbe produrre sram sono i freni

Comunque questo impianto sembra una figata ma resterà un prodotto di nicchia a produzione limitata per pochi “eletti” spendaccioni

Andrea321
Andrea321

ma poi serve tutta questa potenza ? Secondo me è molto più importante la costanza di funzionamento, il ‘feeling della leva’ e la gestione della frenata (modulabilità), la facilità di manutenzione e non ultimo il prezzo: se per avere tutto questo il costo rasenta i 1000€ potrei, da biker del week end, fare anche a meno della massima potenza assoluta.
O magari stanno già guardando avanti al mercato delle ebike che sembra richieda componenti (e abbigliamento…) speciali e più performanti rispetto a quello delle semplici muscol… (c###o non ce la faccio proprio a scriverlo!)

baffo82
baffo82

Deduco che l’olio utilizzato sia minerale.
Quindi se questi freni possono funzionare con olio minerale di altre marche. Shimano può usare questo olio bionol. Sarebbe interessante da provare.

Boro
Boro

Questi non sono freni da “ragionatori” sono il top e li fan pagare. Almeno il prodotto è all’altezza del prezzo, mi pare cosa non affatto scontata.
Che poi servano davvero dei freni del genere, come altre cose top del tutto superflue e costosissime, è un altro paio di maniche.
Si fa con meno certamente, con molto meno. Ma se uno ha soldi da cacciare fa bene a prenderseli, anche se io 9 mesi per avere una cosa simile non li aspetterei, in 9 mesi possono succedere troppe cose. Poi uno che ha molti dineri in 9 mesi cambia due/tre biciclette e dei freni top nel frattempo si scorda… :mrgreen:

garyfishersugar3
garyfishersugar3

Per risparmiare qualcosa si potrebbe considerare di prendere solo l´anteriore, e usare un freno “qualsiasi” (ma buono) per il posteriore. Io e altri che vedo in giro usano gia ruote (e ovviamente pneumatici) spaiati.

ide84
ide84

In realtà Trickstuff vende la pompa a parte volendo, come upgrade del proprio impianto freno.
Qualche matto in Germania ha provato accoppiamenti misti ecc. e sembra funzionare alla grande con le pinze dei Cura4.
In generale son ottimi per un impianto minerale ovviamente.

p84
p84

Può sembrare paradossale ma per quella che è la mia esperienza, maggiore è la potenza frenante e la sicurezza che ne consegue, più si andrà forte in discesa. Me ne sono accorto quando con i miei fallimentari Sram Level Ultimate, essendosi quasi vetrificate le pasticche, non riuscivo a fare una discesa e andavo a passo d’uomo per la paura che subentrava, proprio perchè sembrava che la bici non si fermasse. Quindi immagino al contrario che un freno top come questo restituisca una tale sensazione di padronanza nell’arresto della bici, che ha come effetto collaterale proprio quello di mollare i freni e correre confidando istintivamente nella bontà degli stessi

pk71
pk71

Comunque non lo vorrei dire ma se le pasticche si vetrificano non è colpa dei freni, forse conviene provare a cambiare pasticche? Oppure i dischi? Oppure entrambi.
Scusate l’OT.

p84
p84

Lo spero anhc’io, ma qui sul Mag ci sono diverse disamine che parlano di problema di surriscaldamento dell’impianto. Ho anche montato i dischi Shimano Ice-tech per evitarlo ma niente

30x26
30x26

[QUOTE=”gabriele(76), post: 8743074, member: 114435″]
Belli, non c’è altro da dire.
Esistono altri freni con un qualche tipo di pompante progessivo?
[/QUOTE]
immagino la gran parte dei freni di bici e moto fin dalla loro invenzione. con la pompa assiale c’e’ sempre una variazione del rapporto di escursione leva/pistone.
anche per limitare questa variazione sono stati pensati i sistemi radiali , utilizzati sulle moto di alta gamma. tra i vantaggi c’e’ quello di una miglior linearita’ tra forza alla leva e forza sviluppata. cioe’ una miglior modulabilita’ in caso di frenate importanti