Uscire in bici ai tempi del coronavirus

Uscire in bici ai tempi del coronavirus

Staff, 10/03/2020

La domanda che si legge spesso nel forum è se sia vietato andare in giro in bici. La risposta è un chiaro NO, non è vietato, come scritto nel decreto che trovate qui. Per chi volesse una versione semplificata, ecco le domande e risposte redatte dal governo.

lo sport e le attivita’ motorie svolti all’aperto sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza interpersonale di un metro.

Malgrado l’intera Italia sia sottoposta a misure che limitano i movimenti dei propri cittadini, non è vietato muoversi all’aria aperta. Rinunciare alla bici probabilmente sarebbe la scelta migliore, ma se si sta attenti e si usa il cervello un po’ di movimento su due ruote può far bene a fisico e testa per rimanere forti nel periodo difficile in cui viviamo.

I punti a nostra vista fondamentali sono però i seguenti:

  1. evitare assembramenti. Girare in gruppo, ad esempio. Il concetto della lotta al virus è proprio quello di evitare i rapporti sociali, quindi meglio farsi un giro da soli piuttosto che in compagnia.
  2. Evitare di affaticarsi troppo. Se si è stanchi ed il fisico è debilitato, si abbassano le proprie difese immunitarie, ed il virus ha gioco facile nel penetrare nell’organismo. Lasciamo quindi perdere allenamenti duri in vista di una stagione agonistica che, di fatto, al momento non esiste perché annullata.
  3. Vietato spostarsi in auto per raggiungere l’inizio di un giro. Si rischiano sanzioni e denunce se ci si muove per motivi futili e non giustificati. Anche se abitiamo in città, di questi giorni si riesce a pedalare senza essere arrotati, visto che il traffico è ridotto ai minimi termini. Meglio un giretto nel parco cittadino.
  4. Evitare rischi inutili. Non è questo il periodo adatto per fare i KOM in discesa o per far vedere chi ce l’ha più lungo. Godiamoci il nostro giro tranquillo, scaliamo un paio di marce in giù e scegliamo percorsi facili. Non è il momento di andare al pronto soccorso per una caduta in bici, non solo perché si andrebbe a creare altro lavoro al settore sanitario, già oberato per la crisi del coronavirus, ma si rischierebbe anche di entrare in contatto con qualche contagiato.
  5. Infine, evitiamo di scatarrare per strada. Dovrebbe essere logico, ma col freddo tanti hanno il naso che cola, quando vanno in bici. Usate i guanti a mò di fazzoletto e lavateli dopo ogni uscita.

Ricordiamoci soprattutto che questo è il momento in cui si deve parlare di doveri, più che di diritti.

 

Commenti

  1. spiri:

    Le ultime ci dicono pure che uno dei meccanismi che portano alla morte sia una specie di "cytokine storm syndrome" per cui il nostro organismo produce un gran numero di citochine, particolari proteine coinvolte nella funzione cellulare soprattutto in attacchi di patogeni. Questa provoca un'infiammazione enorme dell'organo e poi alla morte. Praticamente il nostro corpo cerca di difendersi da un attacco violento di un virus sparando ogni tipo di arma, il famoso "fuoco amico". Se questo fuoco amico non e' gestito allora si va incontro alla morte dell'organismo (un po' quello che succede con le malattie autoimmuni). Motivo per cui si stanno usando farmaci per malattie autoimmuni, tipo artrite reumatoide. Tutto questo grazie alla tecnologia di oggi e condivisione di dati tra i vari paesi. La situazione in realta' e' gestita bene dagli organi superiori, non c'e' nessun complotto. Gente che lavora molto bene per noi e non contro di noi.
    Una domanda da ignorante: sono allergico a diversi pollini e raramente soffro di asma bronchiale di natura allergica, quindi malattia autoimmune (citochina Th1 se non ricordo male o qualcosa del genere). Nel caso dovessi beccare il coronavirus (o altri SARS), ho maggiori probabilità di incorrere in complicazioni dovute a una cytokine storm syndrome?
  2. vassanam:

    Mi autocito da un precedente post.
    Coronavirus arrivi tardi.
    io sono ridotto così da parecchio e il merito è del mogliechescassalepallevirus.E' un infezioni che prendi quando quell'affare che dovrebbe limitarsi a far circolare il sangue prende le decisioni al posto del cervello; quando ti compare una protuberanza a forma di cerchio sull'anulare sinistro significa che ormai sei spacciato, il virus ha attecchito e i rulli ti aspettano. View attachment
    View attachment

    Tira su quellla biancheria caduta prima che se ne accorga lei!!