Giri in MTB Sulla cima del Gran Paradiso (4061m) in MTB

23 Ott - 01:10
Marco Toniolo
 

Commenti

  1. Marco Malcangi:

    @VinciTrail Fine giugno/luglio si va con gli sci, per la mtb serve il ghiaccio vivo (se sporco ha un buon grip). Poi in primavera i crepacci sono nascosti dai ponti di neve (che con il caldo primaverile sono più soggetti al crollo, anche perchè prevalentemente costituiti da neve ventata), invece in autunno i ponti presenti sono di ghiaccio e sono visibili quindi anche evitabili!
  2. cianci:

    Lo si fa sempre volentieri. La professionalità passa prima di tutto. La volta che hai chiuso un intervento però puoi anche interrogarti sul rischio effettivo che ha portato all'incidente. È normale farlo e intelligentemente sono alla base della prevenzione e studi screening di settore.
    Così si ragiona, ma fare "il volontario" e lamentarsi se ti chiamano per un intervento che PER TE è dovuto ad un comportamento "da idiota" , è meglio darsi al recupero dei gatti schiacciati per strada (almeno non è colpa loro) ! Per quanto riguarda milioni di persone che NON vanno in montagna, probabilmente andare a soccorrere persone che vanno a funghi su sentieri battuti o salgono "in tutta sicurezza" ghiacciai a piedi o con gli sci.. e poi finiscono al Padreterno, il modo è pieno di "IDIOTI..."
  3. yayayaya:

    la domanda nsace spontanea, ma dopo 2000m di dislivello a piedi, quindi qualche ora, la bici l'hanno riscaldato con il cannello??
    solo per fare un giro sulla neve a dicembre avevo i freni durissimi, telescopico mezzo inchiodato e sospensioni dure per il congelamento dell'olio
    Enduro usata anche a -15 in inverno e freni e sospensioni andavano bene..reggisella va messo quello meccanico