amminoacidi ramificati

turro71

Biker novus
27/2/04
10
0
Cia a tutti

Ho cominciato a fare gare in mtb nel creoss country... e stò facendo un granprix. Nonostante mi alleno quasi tutti i giorni, solo che non riesco mai a fare più di 1, 1ora e 20" di allenamento. In gara, durante i 3 classici giri del cross, mi trovo in difficoltà quando sparo tutto in partenza !!!!
Non riesco, nonostante un bel riscaldamento, a tenere un passo che mi permette di arrivare a competere con i miei avversari.

Non prendo assolutamente nessun integratore proteico, amminoacidi, ecc.. ecc..

Cosa mi consigliate per aumentare il mio fabbisogno energetico ?????


Mi hanno consigliato gli amminoacidi ramificati ..... 1 ora prima della gara ..... e delle bevande energetiche durante la gara.


Aspetto consigli da tutti !!!!!
Grazie e Ciao
 

 

Newton

Biker forumensus
2/7/04
2.005
1
42
Gorizia
turro71 ha scritto:
Cia a tutti

Ho cominciato a fare gare in mtb nel creoss country... e stò facendo un granprix. Nonostante mi alleno quasi tutti i giorni, solo che non riesco mai a fare più di 1, 1ora e 20" di allenamento. In gara, durante i 3 classici giri del cross, mi trovo in difficoltà quando sparo tutto in partenza !!!!
Non riesco, nonostante un bel riscaldamento, a tenere un passo che mi permette di arrivare a competere con i miei avversari.

Non prendo assolutamente nessun integratore proteico, amminoacidi, ecc.. ecc..

Cosa mi consigliate per aumentare il mio fabbisogno energetico ?????


Mi hanno consigliato gli amminoacidi ramificati ..... 1 ora prima della gara ..... e delle bevande energetiche durante la gara.


Aspetto consigli da tutti !!!!!
Grazie e Ciao
Chi ti ha consigliato gli aminoacidi ti ha detto una corbelleria bella e buona.
1° - gli aminoacidi non hanno nulla a che vedere con il fabbisogno energetico,infatti servono per il recupero muscolare.
2° - se i tuoi allenamenti non durano mai + di 1h-1h e 20' ,assumerne oltre a non essere utile potrebbe essere addirittura dannoso in quanto potresti andare incontro ad un affaticamento epatico.

Se hai problemi a "digerire" il ritmo delle partenze dovresto fare degli allenamenti mirati, e non sperare di risolvere il tutto con degli integratori.
Come dice un celebre motto anglosassone : "no pain no gain"
In bocca al lupo per le tue gare. :-o
 

lunar

Biker superis
15/11/04
319
0
varese
www.eciclo.com
In effetti, per competizioni di quella lunghezza, ti consiglio invece che gli aminoacidi di assumere dei complessi, di zuccheri a catena lunga, maltodestrine o enervitene.
Gli aminoacidi ramificati è meglio assumerli nell'immediato dopo corsa o allenamento per aiutare la ricostriuzione muscolare.
 

cowboyone

Biker serius
20/1/04
238
0
49
Siracusa
lunar ha scritto:
In effetti, per competizioni di quella lunghezza, ti consiglio invece che gli aminoacidi di assumere dei complessi, di zuccheri a catena lunga, maltodestrine o enervitene.
Gli aminoacidi ramificati è meglio assumerli nell'immediato dopo corsa o allenamento per aiutare la ricostriuzione muscolare.
mi permetto solo di aggiungere che e' meglio guardare verso aminoacidi glucogenetici che non ramificati.

I primi sono piu' indicati per un recupero muscolare ... anche se alla lunga attivano un processo energetico ... ma non fanno al caso tuo.

I glucogenetici possono sostenerti ... ma alla partenza ci vogliono buone scorte di glicogeno e di CP .... si parlo di creatin fosfato ... ma non sto parlando di integrazione di creatina (altrimenti qui si scatenano) ricorda che il nostro corpo contiene creatina e la carne ad esempio fornisce creatina .... quindi con una buona alimentazione ....

tutto cio' naturalmente viene dopo un vero e proficuo allenamento specializzato. :-P

ciao.
 
newton ha scritto:
turro71 ha scritto:
Cia a tutti


Ho cominciato a fare gare in mtb nel creoss country... e stò facendo un granprix. Nonostante mi alleno quasi tutti i giorni, solo che non riesco mai a fare più di 1, 1ora e 20" di allenamento. In gara, durante i 3 classici giri del cross, mi trovo in difficoltà quando sparo tutto in partenza !!!!
Non riesco, nonostante un bel riscaldamento, a tenere un passo che mi permette di arrivare a competere con i miei avversari.

Non prendo assolutamente nessun integratore proteico, amminoacidi, ecc.. ecc..

Cosa mi consigliate per aumentare il mio fabbisogno energetico ?????

Mi hanno consigliato gli amminoacidi ramificati ..... 1 ora prima della gara ..... e delle bevande energetiche durante la gara.


Aspetto consigli da tutti !!!!!
Grazie e Ciao
Chi ti ha consigliato gli aminoacidi ti ha detto una corbelleria bella e buona.
1° - gli aminoacidi non hanno nulla a che vedere con il fabbisogno energetico,infatti servono per il recupero muscolare.
2° - se i tuoi allenamenti non durano mai + di 1h-1h e 20' ,assumerne oltre a non essere utile potrebbe essere addirittura dannoso in quanto potresti andare incontro ad un affaticamento epatico.

Se hai problemi a "digerire" il ritmo delle partenze dovresto fare degli allenamenti mirati, e non sperare di risolvere il tutto con degli integratori.
Come dice un celebre motto anglosassone : "no pain no gain"
In bocca al lupo per le tue gare. :-o
Effetivamente ci sono molti che sostengono l'utilità dei BCAA nel processo ergogenetico, non perchè bruciare aminoacidi sia meglio che bruciare carboidrati (anzi è il contrario anche se il nosto organismo ha bisogno di fare anche questo, in parte) bensì per una serie di questioni delle quali stiamo discutendo in altri due topic. Uno è questo
http://www.bike-board.net/community/forum/viewtopic.php?p=588555#588555
L'altro è: http://www.bike-board.net/community...mp;postdays=0&postorder=asc&start=135
Di quest'ultimo puoi leggere anche l'ultima pagina dove ci sono cose interessanti legate ai BCAA.
Io personalmente sto pensando all'integrazione con BCAA. Per gare sotto le 2 ore penso che servano proprio a poco (per quelle sopra non ci metterei la mano sul fuoco). Bisognrebbe superare comunque l'idea che gli integratori facciano andare + forte. Essi possono aiutare a minimizzare i danni dello sforzo fisico (allenamento e soprattutto gara) e quindi diminuire i tempi di recupero e, solo in alcuni casi, dare benefici nella prestazione stessa (questo nel breve periodo, nel lungo: recuperare prima=allenarsi di più=andare + forte, semplificando molto, non sempre è così).
Nel tuo caso, proverei a fare allenamenti più di qualità, ma con 1'h, 1H e 20' non ci fai appena riscaldamento + defatigamento :? Però potresti provare, una volta a settimana a fare un po' di ripetute, tu hai problemi in partenza, non di durata, quindi, stranmente, non sembra mancarti il fondo.
Non pensare di sopperire all'allenamento con l'integrazione, non funziona e rischi solo di seguire un'alimentazione squilibrata.
 

KORKI

Moderatur
16/7/04
3.326
2
BERGAMO
E' vero che gli integratori in generale non fanno andare + forte. Semplicemente, se assunti durante lo sforzo, ad esempio i carbo, mantengono alte le riserve energetiche e quindi minizzano e ritardando le conseguenza di una scarsa disponibilità energetica.

:offtopic: Mi viene in mente un paragone "audiofilo", relativo a chi compra i cavi audio detti "esoterici" sperando di migliorare il suono; in realtà un cavo non migliora alcunché, al massimo limita i peggioramenti.

Sono d'accordo anche io che per uscite di 2 ore siano pressoché inutili (a meno che le 2 ore siano un impresa alla Rambo partendo in condizioni non ottimali). Personalmente, quando vado in qualche rifugio ed ho fatto un uscita impegantiva, mi porto dei biscotti o dolci vari considerandoli + una merenda :sbavon: che un integrazione.

Per uscite superiori, è sicuramente tutto da verificare. Quello che manca è un controllo scientifico sui vari parametri nel momento stesso dello sforzo. Come verificare la reale efficacia e il livello di beneficio apportato da un prodotto?
 
Già, come? Questo è il centro del problema, sopratturro perchè spesso il melius abundare quam deficere non vale per sostanze che possono avere effetti collaterali. Non parliamo di medicinali: ad esempio sappiamo che un'eccessivo apporto di carboidrati ad alto indice glicemico (zucchero da cucina ad es.) porta picco glicemico, produzione massiva di insulina che porta la glicemia a livelli di sicurezza e, in breve, ipoglicemia. Certo se conoscessimo il livello di glicemia che abbiamo in quel momento potremmo ingerire il giusto ma... come fare? Per chi non fa gare o fa gare in maniera molto escursionistica la soluzione è non esagerare e non chiedere troppo al proprio corpo, per chi fa gare con spirito agonistico è un po' difficile regolarsi perchè al proprio corpo chiede decisamente troppo. Che fare?
 

Discussioni simili