BdB (Bikers di Brescia) Progetti 2010 - 31/12 : ultimo sul Baldo

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Perse

Biker orso
Feedback: 9 / 0 / 0
30/5/07
2.467
14
Cremona
persebear.tumblr.com
Bike
Liteville H3 orange
Bentornati Lisabike e Seby.
Non vedo l'ora di ascoltare i vostri racconti.

Un altro meraviglioso fine settimana alle spalle, due giorni da favola tra le montagne, con fantastici amici. Quante risate! Che pedalate, che fatica!
Dopo tanto godimento, ecco che oggi ritorno al lavoro, e sono ancora qua (ore 21:00), al lavoro appunto, che cojoni, appunto. Punto e virgola, due punti, a capo.

Ma veniamo al dunque.
Sabato è il compleanno di Dario, che ha in programma una bella giornata con i genitori ai fienili di Rest. Decide comunque di meritarsi il pranzo che verrà, pedalando da Idro fin lassù alla massima velocità. In un attimo è arrivato e gli toccherà attendere l'arrivo dei suoi. Poi l'abbondante pranzo e felici momenti con la famiglia. Bravo Dario, e tanti Auguri!

Noi, salutato Dario a Idro, proseguiamo verso Storo e poi Bezzecca.
Qui io e Wilmer abbiamo l'appuntamento con Mauro, Carlo, GFavier, Gilbomorris e Gigi. In programma il periplo del monte Cadria. Si percorrono mulattiere già note, la strada sale nel bosco, bellissime le fioriture dei maggiociondoli (Laburnum anagyroides). Iniziano i saliscendi e Favier inizia con le sue simpatiche lamentele. La natura è splendida, rigogliosa, le forestali ben tenute. Lungo i sentieri qualche albero è caduto e ostacola il nostro passaggio, "eh ma il sentiero è troppo sentiero"... "e gli alberi sono troppo alberi"...

Mauro spinge per accelerare i tempi e ridurre le pause al minimo, anche se la voglia di sostare in quei bei posti è sempre tanta. Tranne vicino ai laghetti infestati dalle zanzare...
... "eh ma quante zanzare, e le zanzare sono troppo zanzare, e le mosche sono troppo mosche" (Favier continua con le sue lamentele)

In salita Mauro, col sostegno di Carlo, si ingarella con Wilmer per chi va più forte e così i poveri cristi di Gilbomorris, Favier e Perse, devono spaccarsi le gambe per raggiungerli... :spetteguless:

Poco prima dello strappo finale di 400 mt di dislivello si transita per una malga con fontanona d'acqua fresca: "eh ma l'acqua è troppo fredda e troppo acqua"... verrebbe voglia di fargli fare una bella doccia. :spetteguless::smile:

Ultimo tratto, ma molto breve, bici in spalla e poi inizia la discesa. Il primo pezzo a scivolone su ghiaione in contropendenza è ostico. L'aderenza è 0.
Poi il sentiero diventa più semplice e ci si diverte a consumare i tasselli della spalla destra dei copertoni per via dell'inclinazione. Infine ultimo tratto explo lungo un sentiero veloce con tratti a sorpresa. All'improvviso infatti spuntavano tratti tecnici o bruschi cambi di direzione che a volte ci hanno colti alla sprovvista.

Come sempre tanto divertimento. Giro piuttosto impegnativo che ci ha però entusiasmato per i luoghi incantevoli. Complimenti a Mauro per averlo progettato così bene. "eh, ma è in senso orario... mai più giri in senso orario". E così Favier ha concluso in bellezza la sua giornata da simpatico spaccaballe. :smile::smile:

Dopo birra e panino gentilmente offerti da Dario il giovane festeggiato, l'atmosfera improvvisamente cambia: ha inizio la seconda puntata de "Back to Nature" - quando gli uomini selvatici si rincoglioniscono -

A domani per il seguito del racconto. (sunti trop fiac) :medita:
 

 

Gilbomorris

Biker cesareus
Feedback: 2 / 0 / 0

lucavt

Biker tremendus
Feedback: 11 / 0 / 0
9/1/08
1.058
1
39
Böègn (Val Trompia)
Come da titolo, che fate domenica? Io vorrei fare il valtrompianofotre con due varianti, una in salita e la discesa da Pezzeda alla miniera Tassara. Se qualcuno volesse venire, il tritrovo è alla sede CAI di Bovegno, Prima di arrivare in paese allo chalet sulla dx sulla ss 345

Finalmente son riuscito ad avere la possibilità di realizzare un piccolo portale per la mtb in val trompia con percorsi e altro. Vorrei mettere il blog dei bdB nei link, quindi ve lo chiedo qui. Non appena avrò news in merito vi farò sepere. il dominio dovrebbe essere [url]www.valtrompiamtb.it[/URL] e dovrebbe andare online con l'arrivo dell'autunno.
 

gfavier

Biker tremendus
Feedback: 2 / 0 / 0
18/8/07
1.049
1
Brescia
a me il valtrompianoforte manca, ma salvo diverse indicazioni del capo supremo il mio giorno libero è il sabato. E il capo supremo non ha dato altre possibilità per questo w.e.

P.S.

mi sono ripreso, sono andato al pronto soccorso la notte scorsa, dopo analisi e visita da parte dell'infettivologo mi hanno rilasciato; con oggi sono tornato abbastanza in forze
 

orma

Biker velocissimus
Feedback: 1 / 0 / 0
14/9/06
2.456
53
NAVEN
SABATO con Dario e chi vuole,vorremmo salire sulla cima del Cadria.
Da malga Cadria per la salita ci sono due possibilità una nel vallone e una sul crinale tutte a due a spinta(al massimo un'ora)poi discesa seguendo una traccia(fatta a piedi) gps trovata su giscover.
Naturalmente è un pò che lo "studiamo" e chi ci è stato a piedi(come quasi sempre) mi ha "consigliato" di lasciar perdere per i tratti molto esposti.
Bo?!...noi ci proviamo....un paio di esplo pericolose all'anno concedetecele.....magari ne potrebbe uscire qualcosa di interessante.

Naturalmente chi è perplesso ha tutto il tempo per organizzare qualcos'altro.

[email protected] sul passo contrabbandieri e graole c'è ancora tanta tanta neve.
 

gfavier

Biker tremendus
Feedback: 2 / 0 / 0
18/8/07
1.049
1
Brescia
SABATO con Dario e chi vuole,vorremmo salire sulla cima del Cadria.
Da malga Cadria per la salita ci sono due possibilità una nel vallone e una sul crinale tutte a due a spinta(al massimo un'ora)poi discesa seguendo una traccia(fatta a piedi) gps trovata su giscover.
Naturalmente è un pò che lo "studiamo" e chi ci è stato a piedi(come quasi sempre) mi ha "consigliato" di lasciar perdere per i tratti molto esposti.
Bo?!...noi ci proviamo....un paio di esplo pericolose all'anno concedetecele.....magari ne potrebbe uscire qualcosa di interessante.

Naturalmente chi è perplesso ha tutto il tempo per organizzare qualcos'altro.

[email protected] sul passo contrabbandieri e graole c'è ancora tanta tanta neve.
ma si gira in senso orario ?
 

orma

Biker velocissimus
Feedback: 1 / 0 / 0
14/9/06
2.456
53
NAVEN
Prima o dopo la natura si riprenderà tutto con gli interessi.

Il tempo è dalla sua parte e come dice un amico Veronese
<< Il tempo e' stato, e', e sara' sempre l'unico vincitore e protagonista dell'universo! Non te ghe scape gnanca se te vol!>>

vogliamo Gilbo scialpinista:voxpopul:vogliamo Gilbo scialpinista:voxpopul:
vogliamo Gilbo scialpinista:voxpopul:vogliamo Gilbo scialpinista:voxpopul:


Si parlava durante l'ultima uscita di usare(in casi estremi) o no gli impianti di risalita anche per i nostri giri........per essere precisi,anche noi bdb abbiamo usato per ben 2 volte lo scorso anno la funivia(e qualcuno giustamente non era molto daccordo),madriccio e secedastevia,questo per poter fare in una giornata dei giri molto lunghi.
Ora per essere coerenti le soluzioni potrebbero essere due,o si fanno giri meno lunghi oppure si fanno ma in due giorni.
 

Perse

Biker orso
Feedback: 9 / 0 / 0
30/5/07
2.467
14
Cremona
persebear.tumblr.com
Bike
Liteville H3 orange
... la seconda parte: Back to Nature, quando l'uomo selvaggio si rincoglionisce.

Dopo il panino e la birra, saliamo in macchina con destinazione Bagolino.
Siamo sudati ed accaldati dopo la giornata in bici. Dario ha precedentemente individuato un punto lungo il torrente in cui ci si potrebbe aspergere. Wilmer aggrotta la fronte :il-saggi: ma poi alla fine cede sotto i colpi di due pazzi furiosi come noi.
Ai bordi della pista ciclabile, una scalinata ci porta a livello del torrente. Ci spogliamo e ci lanciamo a capofitto nelle fredde acque. È come quando dalla sauna si passa al bagno nella neve: il corpo viene scosso violentemente, e sbuffiamo come 3 grossi leoni marini nel momento in cui, dopo ore passate al sole, si tuffano nel mar Baltico.
Solo che i leoni marini non emettono urletti gai... :smile:
O forse si.

Fatto sta che freschi di bucato raggiungiamo Bagolino ed incominciamo la ricerca di un prato dove posizionare la tenda. Molte aree sono recintate, facciamo fatica ma alla fine individuiamo un bel posto. Il prato non è demaniale quindi chiediamo il permesso al proprietario, che gentilmente ci dà il via libera.

La tenda è pronta, ora si deve pensare a riempire la pancia. Nella pineta dove avremmo potuto campeggiare, c'è una festa con tanti ggiovani, col cappellino, la scimmietta, lancian la siga e non se l'aspettan.... pbdticshhhh :smile:
Almeno c'è da mangiare e da bere, e l'occhio cade su qualche scosciatura o scollatura. Che belle figliuole!
La polenta però è difettata con l'aggiunta nell'impasto della salsiccia, per cui per non morire di stenti, invito i miei amici Dario e Wilmer ad accompagnarmi in pizzeria dove abbiamo un altro incontro con un bel paio di tette. ;-)
Il ritorno alla tenda avviene per le strette vie di Bagolino, e con gli occhi stanchi scendiamo ripide scalinate dai gradini irregolari che ci riportano a livello del torrente. Il suono dell'acqua che scorre ci accompagnerà durante la notte, fortunatamente al momento non abbiamo problemi di incontinenza.
Il risveglio è alle ore 7:00. Smontaggio tenda, colazione, spesa nel negozio di alimentari, e trasferimento a Valle Dorizzo dove inizia il nostro giro.
Nel bosco si fa tutto e c'è pure il bidet.
Poi iniziano le rampe. Molto meglio farle in single speed, a piedi. Col 22x34 si fa più fatica. Poi la valle si apre, splendida, lussureggiante, paradisiaca. Si, il paradiso c'è ed è un luogo di verdi prati, torrenti, cascate, terra rossa, fiori di ogni colore... farfalle... mancano solo le fighe nude che corrono nei prati (sarebbe la ciliegina sulla torta).
Io e Wilmer facciamo fatica. Sarà il giro di Mauro di ieri? Siamo stanchi.
Il Dario invece, giovane come l'acqua, non sente i km del giorno precedente e sale senza fiatare, in scioltezza. Non vedo l'ora di fermarmi a mangiare, ho lo zaino colmo di panini, frutta e la lattina di Sanpellegrino. Buonaaa.

Dario ci indica "la panchina" come luogo per il pranzo. E la panchina non arriva mai, e noi abbiamo fameeee! :rosik:
Ormai allo stremo delle forze, arriviamo alla fatidica. Divoriamo tutto e iniziamo la discesa. La digestione ne risentirà alla grande. In cielo grossi nubi grigie ci fanno ombra, noi volevamo il sole! Il panorama è magnifico, sotto di noi i laghetti ed ecco il sentiero che percorreremo. Siamo bravi in sella alle nostre biammortizzate, e ci divertiamo lasciandoci andare in acrobazie niente male. :celopiùg:
Qualche passaggio va ripetuto: complice la stanchezza, il sasso nella posizione sbagliata, la ruota che va dove vuole lei e ci si ritrova col culo per terra. Amen.
La seconda parte è più tortuosa, la mulattiera è anche scivolosa e dobbiamo concederci delle pause per riprendere fiato e far riposare i muscoli doloranti.
Siamo a valle. Si potrebbe proseguire per il Misa, ma io e Wilmer siamo stanchi ed appagati per il giro compiuto. Dario suo malgrado rinuncia. :medita:
Caricate le bici in macchina, è di nuovo il momento per il bagno nel torrente. L'acqua scorre forte, gelida. Non riusciamo a rimanere con i piedi immersi per più di un minuto, è troppo fredda! Si può dire che ci siamo rinfrescati per bene.
Il pomeriggio è ancora lungo: c'è tempo per una Radler, la salita alla chiesa di San Giorgio e il gelato.
Poi scatta "missione Bagoss - alla ricerca del formaggio di malga". Gli alimentari del paese sono chiusi, l'unica speranza è a Ponte Caffaro. Mauro ha visto bene ed effettivamente è il migliore. È aperto, ci fa degustare il "bagoss per l'uomo che sa vivere", dispone di parecchie varietà del formaggio.
Conclusi gli acquisti si ritorna a casa.
In pianura? Che caldo, che afa, che schifo!:arrabbiat:

Concludendo devo dire che se si potesse vivere sempre così, si starebbe troppo bene. Sarebbe troppo bello. Il ritorno alla natura, anche se è qualcosa che noi facciamo "per ridere", è effettivamente una serie di esperienze che ci arricchisce l'anima. Quando ci priviamo di qualcosa, ad esempio la doccia calda nel bagno di piastrelle blu, e ci laviamo nel torrente, la nostra anima fa gli urletti gai per l'emozione, perché ha provato l'emozione di qualcosa di selvaggio, di vivo.
La serie continuerà, ne sono sicuro, perché ha troppo successo, e spero vivamente che altri BdB decidano di aggregarsi per condividere con noi queste piccole grandi emozioni. o-o
 

Nomad 42

Biker paradisiacus
Feedback: 15 / 0 / 0
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
Si parlava durante l'ultima uscita di usare(in casi estremi) o no gli impianti di risalita anche per i nostri giri........per essere precisi,anche noi bdb abbiamo usato per ben 2 volte lo scorso anno la funivia(e qualcuno giustamente non era molto daccordo),madriccio e secedastevia,questo per poter fare in una giornata dei giri molto lunghi.
Ora per essere coerenti le soluzioni potrebbero essere due,o si fanno giri meno lunghi oppure si fanno ma in due giorni.
analisi perfetta!
quando siamo andati sul carega ci siamo andati con una decina di auto puzzone e inquinanti! cosa centra? provate ad immaginare un giro dove ci si arriva tutti insieme con un'unico mezzo,il bus, e poi,dopo aver fatto il tradizionale giro, ci rimarrebbero un'altra cinquantina di km di divertimento fino alle auto parcheggiate! perchè non approffittare di queste occasioni che ci offre il servizio provinciale come quella che vi propongo per sabato o domenica o tutti e due i gg sul baldo telegrafo con ritorno dal luppia fino a garda o la translessinia con passerella finale nel centro storico di verona per foto e video fuori dal coro?
 

orma

Biker velocissimus
Feedback: 1 / 0 / 0
14/9/06
2.456
53
NAVEN
analisi perfetta!
quando siamo andati sul carega ci siamo andati con una decina di auto puzzone e inquinanti! cosa centra? provate ad immaginare un giro dove ci si arriva tutti insieme con un'unico mezzo,il bus, e poi,dopo aver fatto il tradizionale giro, ci rimarrebbero un'altra cinquantina di km di divertimento fino alle auto parcheggiate! perchè non approffittare di queste occasioni che ci offre il servizio provinciale come quella che vi propongo per sabato o domenica o tutti e due i gg sul baldo telegrafo con ritorno dal luppia fino a garda o la translessinia con passerella finale nel centro storico di verona per foto e video fuori dal coro?
Salire in autobus,in funivia,in fuoristrada è sempre una stronzata,il momento più bello di un giro per mè è quando arrivi ad un valico o su una cima con le tue gambe,distrutto dalla stanchezza ma felice di avercela fatta,poi se la discesa è bella,tanto meglio (NATURALMENTE rispettando la natura e fermandoci,spostandoci e salutando con cordialità sempre quando si incontra uno a piedi).Con questi tuoi interventi di che cosa ci vuoi convincere?In questo topic la pensano come mè e non ce ne frega un c...o di FR DH o biker che usano mezzi meccanizzati per fare meno fatica,naturalmente liberi di farlo,e ognuno per la sua strada.
 
  • Like
Reactions: mrwest77

seby13

Biker tremendus
Feedback: 7 / 0 / 0
9/3/06
1.335
-1
38
molinetto (BS)
Oggi stavo pensando a una cosetta.:hahaha:

Rivolto a tutti coloro che non vanno a fare il tour del monte bianco. Che si fa in quei giorni? Qualcuno ha gia qualche idea? Mauro?

Perche io avrei voglia di farmi 2 o 3 giorni da qualche parte..e sinceramente un'idea ce l'avrei gia.
 

gfavier

Biker tremendus
Feedback: 2 / 0 / 0
18/8/07
1.049
1
Brescia
Oggi stavo pensando a una cosetta.:hahaha:

Rivolto a tutti coloro che non vanno a fare il tour del monte bianco. Che si fa in quei giorni? Qualcuno ha gia qualche idea? Mauro?

Perche io avrei voglia di farmi 2 o 3 giorni da qualche parte..e sinceramente un'idea ce l'avrei gia.
Sappiate che io torno il 1 Agosto ;-)

Complimenti al giro Brenta e alle foto di Elena !
 

 

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.