sono veneto? REPORT VENETO [volume 2]

 

Nomad 42

Biker paradisiacus
Feedback: 15 / 0 / 0
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
vigolana e marzola


1° gg vigolana
una 2 gg stupenda con una compagnia degna del giro fatto... quando si dice che la giusta cornice si completa con il quadro!

...quando si dice che 'l'era glaciale è stata altamente calorosa!... grazie trentini, mi avete fatto passare una 2 gg veramente gioiosa :prost:

... però che dura che la xè stà!!!!!! :zapalott:


che copada!!!... e manco mal che ogni tanto sà podùo ciapàr un pel de fià!


sponsar quando se strachi fa ben al corpo ma farlo in sti posti da sogno fa ben anca alo spirito!




... però che bela che la xè la vigolana!


...che colori che ghe xè in autunno in vigolana!






ma che giro, cari amighi trentini, che ne gavì menà... 'no spetacolo in tute le diression!...


...da strofinarse i'oci!!!


























ma che belo che xè vedar pare e fiola uno drìo l'altro unidi dala stessa passion!


che belo che xè vardàr un pare con una bela baic soto el cul...


...e el fìol de quindese ani con la stessa bici del papà... gran bela baic anca quela!!!


che giornada fìoi!... felici de star lassù!!!


felici de sbusàr al calar del sol!


felici a saver che la zò ghe xè la Laura che la ga xà tacà el fogo e che la ga xà messo su l'acua par la pastassuta


felici de star 'nssieme a poder ciacolàr in veneto... hem, in triveneto!


2° giorno la marzola
http://www.mtb-forum.it/community/forum/showpost.php?p=7274984&postcount=523
 

Nomad 42

Biker paradisiacus
Feedback: 15 / 0 / 0
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
1° giorno la vigolana [URL]http://www.mtb-forum.it/community/forum/showpost.php?p=7274975&postcount=522[/URL]

vigolana e marzola


2° gg marzola
_____________________________________________________________________
troppe foto ma troppi siete anche voi cari amici da ricordare tutti :nunsacci:... vediamo un po' di fare un'elenco verosimile
@Manny, @SID65, @VigBuck, @louis71, @Petek, @mircofon, @1maggio,
@Geep, @Scrat59, @Bradi, @nicola377, Laura cek, Eddie, Soto, Alex, Alice, Andrea, Laura e tutti coloro che abbiamo incontrato solo per il pranzo...


va beh! è probabibile che mi sia dimenticato qualcuno o che ci sia qualcuno in più o che vi ho ricordato 2 volte ma resta il fatto che assieme a voi ho passato veramente una bella 2 gg di sana MTB in buona compagnia... grazie a tutti :prost:


la marzola inissià sula vigolana al'alba, mi e Claudio a riprendar el brenta infogà mentre i'altri a fare colassion




poi tuti n'ssieme zò verso la val del'adese in un stupendo bosco iluminà da un milion de cadele (lumen)


l'imensità del paesaggio, i sgargianti colori sociali dei vigolani le foje che le fruscia soto le rode e mi che consumo felice el tasto del clic




zò si ma sempre puntando la marzola






zò fin a quando se tàca altri amisi




e poi in marzola su 'na terassa sora trento da sogno


poi rento un bosco che parèa de star in 'na favola de gnomi e foleti








prima de 'rivar in cima se passa dal lato caldonasso


che meraviglia!!!!!!!!


che spetacolo!!!!!!!


e che bela compagnia!!!!!!!... basàda dal'ultimo sol...


... poi zò verso casa


con l'ultimo fià de luce




fin ad essar costreti a finìr con le luminarie 'mpissade


grassie fioi! per averme 'compagnà in paradiso!!! :prost:

tutte le foto
[album]48881[/album]

e qui per scaricare

[URL]https://plus.google.com/photos/101741803431260752175/albums/6074593846274378049[/URL]

__________________
 

Nomad 42

Biker paradisiacus
Feedback: 15 / 0 / 0
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
SNOW FAT FESTIVAL... un vero festival di grasse emozioni

tanti, tantissimi amici vecchi e nuovi, in 35 son venuti per 2 magnifiche giornate a Merano 2000 lasciandosi alle spalle il caos della vita quotidiana


emozioni a cavalcar cumuli di neve godendo di un cielo terso












il bianco domina ma è comunque un festival di colori
















spallate e spinte non sono mancate... un valore aggiunto per un giro che si definisca completo






non tutto però va sempre per il verso giusto... :smile:




e il vento? che dire del vento?


senza parlare della solita difficoltà di trovare parcheggio :smile:


insomma, un festival spettacolare!!!






































e prossimamente sulla sabbia con gli amici venexiani ;-)... chi viene alzi la mano

ostrega che fat-entusiasmo!!!


tutte le foto scaricabili
https://plus.google.com/u/0/?tab=XX#photos/101741803431260752175/albums/6108366816681143889

le foto per il forum marrone
[album]51451[/album]
 

Nomad 42

Biker paradisiacus
Feedback: 15 / 0 / 0
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
UNA NOTTE IN BIKE PER POTER VEDER L'ALBA A QUOTA 2000

fino alle ore 06.00 ho trovato vento sostenuto che mi ha rallentato ed ho effettuato una lunga attesa in una galleria che mi ha portato a spegnere il faretto quando non ero ancora in cima... buona scusa per ripetere l'esperienza ;-) :medita:


la notte comincia a lasciar posto ad una timida luce che vien da est




ad un tratto tutto diviene multicolore


le dorsali dell'altissimo si coprono di un manto tigrato


nel silenzio che solo la montagna all'albeggiare sa dare una musica aleggia nell'aria, un sordo stridolo dato dalle gommone della mia fatbike sulla neve ghiacciata fa da basso al concerto sublime dei passeracei che cinguettano un jaz pazzo di gioia per il nuovo giorno... da pelle d'oca!!!!!


senza presunzione in certi momenti, con l'adrenalina prodotta da 4 ore pedalate in notturna, ci si sente dei re e ci si dice, "tutto questo è ora mio!"








rinuncio alla vetta dell'altissimo per tratti esposti ghiacciati dove nemmeno i ramponi che avevo ai piedi mi davano sicurezza... esploratore si ma mona no!!!


ridiscendo l'altissimo e risalgo il baldo


la ciclabilità sulla neve è ottima




beh, non tutto è ciclabile


quasi in cima mi dedico a ciò che so fare meglio... acchiappo i sogni


e dal bianconero onnirico...


...passo al colore degli occhi aperti


ultimo sforzo per raggiungere pra alpesina








sono le 17.00 ed è dalle 03.00 che sono in giro sui miei monti preferiti... xè ora de tornar a casa che go sonno!!!
 

Nomad 42

Biker paradisiacus
Feedback: 15 / 0 / 0
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
Grande Bobo, te se mato.

Però quella dei passeracei con la pelle d'oca mi mancava..........
Difficile da spiegare se non si prova...
Immagina che hai passato le ultime 4 ore a salire con un fastidioso vento, al freddo della notte e al buio, c'era poco da essere entusiasti, poi all'improvviso immagina una luce tersa che in brevissimo tempo ti investe con colori forti accompagnata dallo scricchiolare delle gomme sulla neve ghiacciata e dal suono del tuo respiro profondo, immagina che tutto questo si integra con i cinguettii di decine di passeri se non addirittura centinaia, immagina che tutto questo avvenga in pochi minuti, luce e suoni passano dal nero e sordo assoluto ad una luce inverosimile che solo l'alba ti da e ad un pazzesco concerto che ricorda più il jaz che una sinfonia... Allora, tutto questo se sei un'uomo sensibile la pelle delle braccia ti si fa ad oca!!!
 

camall

Biker novus
Feedback: 0 / 0 / 0
Bè, che dire, giù il cappello...
E' sempre un piacere vedere e leggere le tue recensioni Nomad, riesci sempre ad inventare un qualcosa che non è mai banale, bravo!
 

Nomad 42

Biker paradisiacus
Feedback: 15 / 0 / 0
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel
Bè, che dire, giù il cappello...
E' sempre un piacere vedere e leggere le tue recensioni Nomad, riesci sempre ad inventare un qualcosa che non è mai banale, bravo!
grazie molto gentile o-o...


diciamo che ho ancora la perseveranza del "fare" e la fortuna di aver trovato la chimica giusta per i fotoracconti, almeno credo! Scatto delle foto decenti, merito anche della mia lumix, pubblico solo quelle buone, magari non saranno da pro ma mi impegno di non postarle doppie per esempio, ciòè 2 foto diverse ma con la stessa veduta o situazione, aggiungo poche parole scritte, (parlo già abbastanza dal vero :smile:) cerco di esprimere le emozioni ed il gioco è fatto...

io credo di essere utile con i miei fotoracconti, perchè do la possibilità al lettore di individuare se il posto è bello e se vale la pena una visita. Normalmente vale la pena, anche perchè se non lo valesse non ci sarebbe alcun fotoracconto da parte mia, ;-) difficilmente documento un giro fatto se mi manca materiale, io giro tantissimo, molto di più di quello che qui sul forum potete vedere, fino ad un paio di anni fa con amici ora invece più raramente, e questo mi pesa assai, ma giro lo stesso tanto anche da solo!
 

BebeMTBiker

GUIDA di MTB
Feedback: 1 / 0 / 0
30/5/08
2.403
39
VENEZIA
themtbikebrothers.weebly.com
Bike
Trek Fuel EX 9.8 27,5+ / Cannondale TopStone 105
DELLA SERIE ... LO FAMO STRANO

GIRO DEL MONTE AGNELLO E DEL LATEMAR

Tra i vari itinerari di un libro ce ne sono un paio di interessanti e adiacenti, ma entrambi hanno due pecche: 1 sono troppo corti e 2 sono troppo distanti; uno di 27 km l'altro di 37, uno orario e uno antiorario ed entrambi sfruttano gli impianti di Predazzo/Pampeago, quindi l'idea "geniale" che mi viene in mente è quella di farli entrambi in un'unica giornata partendo proprio da Predazzo, in modo da avere anche la possibilità di passare per il parcheggio e fare un PIT-STOP. Così la prima occasione si presenta sabato 12 settembre 2015. Sveglia alle 5.00 e alle 8.20 siamo agli impianti dopo appena 2h10' di viaggio per 196 km. Pronti VIA.





La prima e unica vera salita del Monte Agnello lascia subito il segno



un trattore ci insegue ma riusciamo a tenerlo dietro



arriviamo al GPM in località Baito La Bassa





mentre ci prepariamo per la lunga discesa [MENTION=110260]lobello74[/MENTION] viene aggredito da cani randagi e feroci



seguiamo in successione i sentieri 513 514 510 che ci conducono a Panchià









i primi due sentieri sono belli scorrevoli









il 510 è molto più impegnativo e presenta un imprevisto: delle vacche talmente stupide da intasare un ponticello e non riuscire a venirne fuori













il primo anello si chiude comodamente con la pista ciclabile in leggera salita



PRONTI VIA !!! ALTRO GIRO ALTRA CORSA

evidentemente siamo contenti del primo giro, vista la faccia di qualcuno :cucù:







anche le bici sono belle riposate



e ripartiamo questa volta in senso orario



il Latemar si intravvede appena oltre il bosco







arrivati al Passo di Costalunga ci prepariamo per la bella discesa su Moena, tracciato di gara della Val di Fassa Bike





e via giù sul sentiero 520















anche il secondo giro da Moena a Predazzo si conclude con la pista ciclabile, ma questa volta in discesa.

tutte le foto sono QUI e QUI . in quelle pagine trovate anche i percorsi.

12/09/2015
[MENTION=28215]BebeMTBiker[/MENTION] [MENTION=27208]The Voice[/MENTION] [MENTION=110260]lobello74[/MENTION] [MENTION=160883]Andrea-c-cool[/MENTION]
 
  • Like
Reactions: 1maggio

BebeMTBiker

GUIDA di MTB
Feedback: 1 / 0 / 0
30/5/08
2.403
39
VENEZIA
themtbikebrothers.weebly.com
Bike
Trek Fuel EX 9.8 27,5+ / Cannondale TopStone 105
L'ULTIMO SABO CO L'ORA LEGAL
LA GIORNATA PERFETTA

Laghi Colbricon e Val Venegia

Il racconto fotografico di questa gita non è dovuto tanto alla particolarità dei posti, tra l'altro molto turistici, o ad una impresa epica, quanto alle sensazioni che ci ha lasciato grazie ad una combinazione di fattori semplici, ma che messi tutti assieme hanno fatto si che una giornata diventi "indimenticabile".
Siamo a fine Ottobre ... in pieno Autunno, le previsioni sono splendide, le temperature miti grazie all'inversione termica (4 gradi alle 8:30 al Passo Rolle e 20 all'arrivo), in giro non c'è nessuno e circa 10 giorni prima aveva fatto la prima nevicata. Tutto perfetto per una bella tavolozza di colori.

Partiamo verso le 9.00 dal Passo Rolle in direzione dei Laghi e Monte Colbricon sul sentiero 348 che sarebbe vietato alle bici, ma vista la stagione lo imbocchiamo senza timori









Eccoci arrivati al Rifugio e ai Laghi con bella vista sulla cima







lasciamo il rifugio e ci dirigiamo verso il Passo Colbricon









Da qui alla Malga il percorso è ben poco ciclabile ma l'ambiente e il silenzio che ci circondano sono spettacolari











eccoci in vista della malga, da qui si scende velocemente verso Paneveggio







Da Paneveggio risaliamo lungo il torrente Travignolo verso l'imbocco della Val Venegia che per alcuni km sale dolcemente permettendoci di godere appieno della bellezza della vallata e delle Pale di San Martino















poi la strada si impenna, sempre con pendenze umane, e sale a tornanti fino ai 2200 m della Baita Segantini







in lontananza Cima Uomo e il Col Margherita











eccoci al GPM di Baita Segantini







grazie a [MENTION=110260]lobello74[/MENTION] e [MENTION=96533]France68[/MENTION] per la compagnia e per aver accettato e creduto in questa trasferta non proprio a due passi da casa.



e salutiamo le Pale di San Martino



con negli occhi e nel cuore immagini e silenzi che ci faranno compagnia per un po'

24/10/2015

tutte le foto e l'itinerario qui
http://themtbikebrothers.weebly.com/2410-colbricon-venegia.html
http://themtbikebrothers.weebly.com/colbricon---venegia.html
 
  • Like
Reactions: SID65

Nomad 42

Biker paradisiacus
Feedback: 15 / 0 / 0
17/11/08
6.498
21
59
Verona
Bike
fatbike + plus+ gravel

lonebiker

Biker grossissimus
Feedback: 1 / 0 / 0
19/4/07
5.448
144
54
Thiene (VI)
Bike
Salsa Beargrease, Commencal Meta V3, Stevens Prestige CX, Trekking Konig


@Geep l'ho conosciuto via Forum qualche anno fa leggendo una sua richiesta di info per salire e poi scendere dal Portule. Poi ci siamo conosciuti, usciti sempre assieme quando possibile, e dall'anno scorso siamo riusciti a salire più volte al Portule, ma dalla via "più facile" per scendere in verticale poi.

Altre volte fatto anche con un po' di neve e per me anche in solitaria con la Tenda questa estate.

Il desiderio era però di fare l'opposto di sempre per godere anche di una buona discesa meno Vert.
E così visto anche il buon e caldo tempo di inizio Novembre organizziamo il giro per me Geep e Sergio, si unisce a noi anche [MENTION=76584]beppe2165[/MENTION] da Modena che mi aveva contattato per vedere cosa facevo in questo probabile stupendo weekend.
Per il graditissimo ospite di Modena so che l'Altopiano potrebbe non essere all'altezza dei soliti giri Dolomitici o Lagoraiani, ma comunque Beppe accetta senza indugio.

L'idea che mi passa dalla mente però è "...ma il Portule è si una Cima e molto lunga, ma anche una valle e visto che stavolta il giro sarà in questo verso, facciamolo tutto dalla Testa ai Piedi :-) ".

Alla comitiva si uniscono Michele e casualmente a Camporovere troviamo Marco (inconsapevoli di ciò che li aspetterà :ueh:)

Risaliamo la Val Galmarara, scegliendo la via più dura (devo far gamba :-) ) e ben presto arriviamo a Bivio Italia, giornata stupenda.

Il mio piano prevedeva la ridiscesa in Galmarara per 830 risalita per poi scendere ai Monumenti e farsi tutta la Valle Trentin fino alla Casara per poi tirar su gli occhi e salire il Portule.
Ma avevo visto in passato, che a selletta Mecenseffy c'era un bel segno nero che portava direttamente sopra alla casara e anche un po' oltre rimanendo praticamente in quota.
Convinco i compagni di (s)ventura saliamo in forcella e andiamo alla ricerca di tracce, ci inoltriamo tra mughi e grossi sassi ma ma ma siamo in mezzo al nulla, il sentiero tracciato non si vede.


OK partenza sbagliata, a questo punto puntiamo diritti verso il Portule tanto prima o poi ci si arriva alla Casara e dopo un po' ci imbattiamo in un bel sentiero, da dove cavolo salta fuori questo, vabbè teniamo presente per la prossima volta.

Ora non ci resta che risalire, bici in spalla, l'inizio della valle fino a Porta Kempel e poi tutta la parete obliqua del Portule fino alla Cima.

Michele e Marco, inconsapevoli del Giro, tra un p... e l'altro continuano a salire e con loro soddisfazione arrivano alla cima prima di quanto avevano previsto. Io sto con loro che conosco la via (fatta più volte in giù) mentre Geep Sergio e Beppe di buona lena ci precedono.

La vista in questa tersa giornata è magnifica Dolomiti di Brenta Ortles Cevedale Pale di San Martino, vediamo tutto e bene.
La giornata è si calda ma qui tira vento, ci sediamo per cambiarci e rifocillarci in una panchina naturale esposta sulla parete Sud (la classica che si vede in tutte le foto e anche nel Film di Ermanno Olmi Ritorneranno i Prati) dove il vento non riesce ad arrivare.

Bene ora siamo pronti per mettere in azione il mio piano ovvero la lunga discesa dal Portule, che così come da desiderio di Geep e penso bella idea mia, ci farà fare probabilmente la più lunga discesa continua all'interno dell'altopiano su sentiero e piccolissima parte sterrato (sempre in discesa).
La partenza è prima un falsopiano di 1,5 km (il Portule è imponente) tra croce di vetta e croce di Antecima e poi decisamente giù verso bocchetta Portule.
La discesa e come pensavamo bella (per noi) mai molto tecnica personalmente sono sceso su 2 punti 1 dei 2 mi ricordava troppo un certo sentiero sul Pasubio :-) , poi alla bocchetta facciamo acqua e cerchiamo di tagliare il più possibile la sterrata fino ai Monumenti (in futuro ci sarà una evoluzione su sentiero per tagliare questo seppur breve sterrata).
Ai monumenti di fronte a noi, Val di Portule con le 2 Malghe poco più sotto, da qui la valle si restringe e ci porterà su sentierino in single track e tratturo nella sola parte finale fino al Bivio di Basa Xenocio 5km abbondanti di valle e soprattutto 1 unico tornante sul tratturo/carrareccia proprio sopra Malga Basa Xenocio al termine della discesa.
A questo punto, dato l'ora, non ci resta che farci il pezzo diritto della sterrata di Val Galmarara e arrivare nella strada delle Vezzene, ma fatto 30 facciamo 31 e prendiamo il parallelo sentiero (piuttosto largo) che ci farà arrivare quasi allo stesso punto.

Arriviamo in fondo tutti felici e contenti per questa bellissima e molto intensa giornata, che ci ha fatto fare il Portule dalla Testa ai Piedi, 1300 metri di discesa continua per 12 km, penso la più lunga in Altopiano (rimanendo ancora su :-) )

Grazie ai compagni di avventura, che poi ho anche convinti, senza tanti sforzi, a fermarsi a festeggiare.


A presto le pubblicazioni su Wikitrails di alcuni tratti

www.youtube.com/watch?v=wrkpjmemBik&feature=youtu.be
 
  • Like
Reactions: Gianfry and ruspio

marchetto73

Biker novus
Feedback: 4 / 0 / 0
16/8/10
29
0
Valdagno
Complimenti [MENTION=16721]lonebiker[/MENTION], è stato un giro con salita per me impegnativa, ma ripagata da una bellissima e lunga discesa. Grazie x la compagnia a tutti. Domenica mattina vi ho incontrato x pura casualità, e credo che se fossi andato a fare il giro che avevo pianificato, non mi sarei divertito cosi tanto. Ciao !!
 

 

Discussioni simili

Risposte
2K
Visite
220K
The Voice
T
Risposte
0
Visite
13K
  • Sondaggio
  • In evidenza
Risposte
448
Visite
78K
Risposte
4
Visite
2K
Nomad 42
N