via vandelli in mtb

campa85

Biker extra
Feedback: 18 / 0 / 0
1/9/06
741
2
34
San Michele dei M.
Bike
F-SI Carbon 1
2 tappe = 80 Km circa.. In montagna per Nr. 2 giorni. Con una bella discesa finale che non è propriamente una cosa esente da rischhi: diglielo anche tu... Altra cosa, puoi dire a Gianni Barbieri di chiamarmi?
ok mi fido mi fido.. adesso faccio due conti tanto in tutti i modi il giro lo farò credo a aprile maggio

WD-40, amico o nemico della bici?
 

 

DoctorFabio

Biker dantescus
Feedback: 35 / 0 / 0
10/1/03
4.551
1
49
Formigine (MO)
Io pensavo di fare in 2 giorni le 4 tappe:2 al giorno...il maggiore possibile off road naturalmente
E perchè non in 24 ore di seguito? Vi portate dietro l'impianto di illuminazione, 4 batterie e pedalate anche di notte...

Poi magari ci fate anche una 24ore, tipo quella di Finale Ligure, la "24h della Vandelli"...

Se ho ben capito di che si tratta, ci vogliono almeno 3 giorni, anche perchè sennò non si gusta bene l'avventura che si sta vivendo!

Ciao,
Fabio
 

campa85

Biker extra
Feedback: 18 / 0 / 0
1/9/06
741
2
34
San Michele dei M.
Bike
F-SI Carbon 1
E perchè non in 24 ore di seguito? Vi portate dietro l'impianto di illuminazione, 4 batterie e pedalate anche di notte...

Poi magari ci fate anche una 24ore, tipo quella di Finale Ligure, la "24h della Vandelli"...

Se ho ben capito di che si tratta, ci vogliono almeno 3 giorni, anche perchè sennò non si gusta bene l'avventura che si sta vivendo!

Ciao,
Fabio
Ok basta dopo questa nn ci vado più,vendo la jekyll e con i soldi compro un aquilone da usare nel parco :mrgreen:
 

timmy

Biker extra
Feedback: 9 / 0 / 0
Ciao Campa, aprile o maggio o luglio per quanto riguarda le tappe e i tempi non penso che faccia differenza il periodo, ma quello che ti ha detto Iuppareppa!
Come ti ho già detto io il tratto delle discese in Toscana non l'ho mai fatto, o meglio, non l'ho ANCORA fatto. Ma, detto da molti: "...........quando cominci le discesone lunghe, tra sassi, sentieri ecc. non devi essere sveglio, ma di più!!!......" quindi mi raccomando la prima regola da seguire, e con questo non vorrei sembrarti presuntuoso o saccente, ma NON SOPRAVVALUTARE MAI TE STESSO e NON SOTTOVALUTARE MAI LA MONTAGNA, qui i temporali ti arrivano addosso anche se fino a 10 minuti prima c'era il sole, pedalare a 1600 slm non è come pedalare a 50 o 500 slm, e tanti altri fattori. Non ho ben capito se il tour che hai in mente sia una "1^ volta" o il seguito di altri, per questo ti stiamo "stressando" con i consigli, ti dò un sito su cui ti potrai fare una navigata su qualche tour "veloce": www.mbaventure.it > avventura
> tour ecc. ecc. Fai conto che il titolare è un Tecnico Formatore dell'A.M.I. (Ass.Mountain Bike Italia e Scuola Nazionale Maestri di MTB) www.amibike.it Se vuoi venire a fare un giro nelle zone di Lama mi puoi contattare per un giro "turistico" nella zona.
P.S. per Iuppareppa: contatto da te richiesto effettuato alle ore 21,20 di oggi.
Ciao a tutti.
 

iuppareppa

Biker paradisiacus
Feedback: 0 / 0 / 0
1/11/02
6.390
1
Maranello
www.ciclonatura.eu
ok mi fido mi fido.. adesso faccio due conti tanto in tutti i modi il giro lo farò credo a aprile maggio
Aprile ci può essere ancora la neve sui passi: meglio da maggio in avanti.
Non ti arrabbiare se ti diciamo che non si possono fare 2 tappe al giorno. La prima volta, siamo partiti da Sassuolo e siamo arrivati alla Santona. Una bella tiratona: partiti al mattino e attivati alle 18.30 circa. Niente crampi e niente problemi meccanici. Il giorno dopo però ci siamo dovuti fermare a S. Pellegrino perchè eravamo abbastanza in banana. Non solo io, ma un pò tutti. Per evitare di fare una discesa di 1200 di dislivello in quelle condizioni ci siamo fermati...
Fai tu...
Comunque anche l'aquilone ha una sua tecnica non credere ;-)
 

campa85

Biker extra
Feedback: 18 / 0 / 0
1/9/06
741
2
34
San Michele dei M.
Bike
F-SI Carbon 1
Aprile ci può essere ancora la neve sui passi: meglio da maggio in avanti.
Non ti arrabbiare se ti diciamo che non si possono fare 2 tappe al giorno. La prima volta, siamo partiti da Sassuolo e siamo arrivati alla Santona. Una bella tiratona: partiti al mattino e attivati alle 18.30 circa. Niente crampi e niente problemi meccanici. Il giorno dopo però ci siamo dovuti fermare a S. Pellegrino perchè eravamo abbastanza in banana. Non solo io, ma un pò tutti. Per evitare di fare una discesa di 1200 di dislivello in quelle condizioni ci siamo fermati...
Fai tu...
Comunque anche l'aquilone ha una sua tecnica non credere ;-)
Mi fido mi fido..i consigli non sono mai troppi ed è giusto farsi consigliare da chi l'ha già fatto e ci è già passato..iuppa partendo da sassuolo come erano strutturate le vostre tappe e dove avete sostato?
 

solitario

Biker superioris
Feedback: 0 / 0 / 0
8/7/04
870
0
marina di massa
Ok basta dopo questa nn ci vado più,vendo la jekyll e con i soldi compro un aquilone da usare nel parco :mrgreen:
se hai bisogno di sapere le condizioni neve sul versante toscano(passo della Tambura) posso darti info.io sono del parere che bisogna essere non troppo stanchi per affrontare la discesa finale,non è che sia estremamente pericolosa,è una mulattiera bella larga e ben tenuta,il problema e che per arrivare al passo della Tambura cè una lunga, molto lunga salita, che praticamente è impossibile salire in bici.se non ricordo male non saresti l'unico a completare l'avventura in 2 giorni.un biker di Genova a fatto Massa,Modena.sinceramente nel suo racconto non sembrava insodisfatto.non sò se a percorso tutte le varianti!
 

iuppareppa

Biker paradisiacus
Feedback: 0 / 0 / 0
1/11/02
6.390
1
Maranello
www.ciclonatura.eu
Finalmente... Dopo un anno sono riuscito ad avere una copia della mappa del Vandelli (metà del 1700, ovviamente non in originale!)dove viene riportata tutta la viabilità principale dei domini estensi. Adesso conoscerò anche le altre strade di allora.
Vedo che molte strade esistono ancora oggi... Asfaltate purtroppo... ma altre no...
Per un pò avrò da fare con le cartine...
Buona dissertazione :-)
 

tonno

Biker superioris
Feedback: 1 / 1 / 0
Ciuppa... ottimo. Con carta alla mano ed un bel lavoro di scanner, si può georeferenziare il tutto, metterlo su compegps e farsi la traccia da usare con il GPS.
Naturalmente dei tratti che ancora oggi non sono asfaltati.
Per non dire che le varie carine, si possono sovrapporre e quindi, si possono verificare le differenze tra la carta in tuo possesso e quelle di adesso. Il punto è vedere se la carta in tuo possesso riporta le giuste distanze.

CIAO.

P.S. Stasera la voglio vedere.
 

iuppareppa

Biker paradisiacus
Feedback: 0 / 0 / 0
1/11/02
6.390
1
Maranello
www.ciclonatura.eu
Ciuppa... ottimo. Con carta alla mano ed un bel lavoro di scanner, si può georeferenziare il tutto, metterlo su compegps e farsi la traccia da usare con il GPS.
Naturalmente dei tratti che ancora oggi non sono asfaltati.
Per non dire che le varie carine, si possono sovrapporre e quindi, si possono verificare le differenze tra la carta in tuo possesso e quelle di adesso. Il punto è vedere se la carta in tuo possesso riporta le giuste distanze.

CIAO.

P.S. Stasera la voglio vedere.
Ho detto mappa non cartina topografica: le cartine come le conosciamo noi nascono nell'800...
 

gianlu71

Biker dantescus
Feedback: 0 / 0 / 0
29/11/06
4.913
0
gianlu71.blogspot.com
dai ragazzi organizziamo allora una 3 giorni!!!!!noi se riusciamo a entrare tra i 30 privilegiati ci spariamo il giro parma portovenere il 4 giugno organizzato da offroad reggio emilia.magari si puo' vedere in agosto o verso fine luglio per essere sicuri delle condizioni meteo.tipo venerdi' sabato e domenica.se qualcuno e' interessato si puo' provare a organizzare.
 

iuppareppa

Biker paradisiacus
Feedback: 0 / 0 / 0
1/11/02
6.390
1
Maranello
www.ciclonatura.eu
dai ragazzi organizziamo allora una 3 giorni!!!!!noi se riusciamo a entrare tra i 30 privilegiati ci spariamo il giro parma portovenere il 4 giugno organizzato da offroad reggio emilia.magari si puo' vedere in agosto o verso fine luglio per essere sicuri delle condizioni meteo.tipo venerdi' sabato e domenica.se qualcuno e' interessato si puo' provare a organizzare.
Tre giorni allora conviene partire da Pavullo da dove si trovano i tratti meglio conservati
 

Paoloc1

Biker serius
Feedback: 8 / 0 / 0
6/4/04
150
1
Bologna
Bike
Ellsworth Rogue
Su Giscover c'è tutta la traccia, vedi anche qui e qui

In realtà su Giscover c'è solo il tratto centrale delle Vandelli dalla Santona (sopra Lama Mocogno) a Casone di Protecchia (dopo il passo delle Radici); questo percorso l'ho fatto qualche anno fa ed è molto bello senza essere troppo pesante.
Visto che anche a me sarebbe sempre piaciuto completare la "Vandelli" ho ricercato sul Web tutte le info disponibili su mappe, tracciati gps o semplici descrizioni. Allego la traccia in formato GPX dell'intero percorso al meglio di quello che sono riuscito a "simulare", prendendo come riferimento le mappe Cai o mappe IGM. (il tratto centrale è la traccia GPS del giro di qualche anno fa). La traccia ha anche l'altimetria basata su urve di livello a 30m.

Sarebbe interessante poter avere un feed back da coloro che hanno fatto altri tratti della Vandelli, per poter correggere la traccia allegata prima di affrontare dal vivo la mitica "via".

Ciao

Paolo
 

Allegati

lythus

Biker serius
Feedback: 1 / 0 / 0
22/3/04
211
0
Cogoleto (GE)
Non appena i miei compagni hanno sentito la mia proposta per il giro dell'estate, ma soprattutto dopo aver visto alcune foto della Vandelli, hanno accettato in maniera unanime.
Stiamo organizzando in tre tappe, il periodo è fine giugno, dovremmo partire dal passo del Cerreto e cercare di evitare per quanto possibile tratti asfaltati.
Dritte sui sentieri e consigli sono benvenuti.
Ciao a tuttio-o
 

lythus

Biker serius
Feedback: 1 / 0 / 0
22/3/04
211
0
Cogoleto (GE)
Stiamo studiando e definendo la prima delle 4 tappe Collagna - P.sso del Cerreto.
Arriviamo con un pullman a Collagna e da li via asfalto fino all'inizio Vero del percorso che è il passo di Pratizzano.
Totale stimato 41 km e 734 mt di dislivello totali e già la cosa si fa tosta...
Qualcuno ha mai fatto questo tratto?
Ci sono particolari difficoltà o problemi vari ed eventuali fino al passo del Cerreto?
Ciao e grazieo-o
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.498
3.745
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Stiamo studiando e definendo la prima delle 4 tappe Collagna - P.sso del Cerreto.
Arriviamo con un pullman a Collagna e da li via asfalto fino all'inizio Vero del percorso che è il passo di Pratizzano.
Totale stimato 41 km e 734 mt di dislivello totali e già la cosa si fa tosta...
Qualcuno ha mai fatto questo tratto?
Ci sono particolari difficoltà o problemi vari ed eventuali fino al passo del Cerreto?
Ciao e grazieo-o
Per quel che ne so, Pratizzano-Cerreto è su sterrate e fondo buono senza problemi di sorta, l'avevo studiato a suo tempo senza poi farne di niente. Immagino che poi farete Pradarena-Porraie-Lamalite-Battisti e di lì alle Forbici-Radici-San Pellegrino, innestandovi nella Vandelli.
 

lythus

Biker serius
Feedback: 1 / 0 / 0
22/3/04
211
0
Cogoleto (GE)
Per quel che ne so, Pratizzano-Cerreto è su sterrate e fondo buono senza problemi di sorta, l'avevo studiato a suo tempo senza poi farne di niente. Immagino che poi farete Pradarena-Porraie-Lamalite-Battisti e di lì alle Forbici-Radici-San Pellegrino, innestandovi nella Vandelli.

Esattamente e il periodo sarà l'ultimo fine sett di giugno.
E' tempo di iniziare a far girare le gambe.
Grazie Sembolao-o
 

sembola

Moderatur cartesiano
Feedback: 77 / 0 / 0
27/2/03
47.498
3.745
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Esattamente e il periodo sarà l'ultimo fine sett di giugno.
E' tempo di iniziare a far girare le gambe.
Grazie Sembolao-o
Allora qualche info posso dartela.

Da Cerreto laghi a Pradarena e di lì fino all'imbocco dello 00 è facile, sono stradelli di bosco larghi e ben segnati. Lo 00 verso Le Porraie e La Focerella in larga parte si fa a piedi, il verso opposto è più pedalabile. Poi si arriva al su single al rifugio dove si incontra lo sterro che vi porterà fino all'Abetina Reale, lì ricomincia una mulattiera scorrevole per le Forbici ed il Giogarello, La Bargetana ed il Passo delle Radici. Mi è stato detto che il crinale tra la Focerella e le Forbici è percorribile, così come dal Giogarello alle Radici, ma non non ho avuto modo di verificare questa informazione.

A San Pellegrino si può arrivare dall'alto (asfalto poi verso il Passo del Giro del Diavolo) o dal basso sul single segnato GEA attraverso le piste da sci, io consiglio dall'alto.
Poi sentiero GEA fino a valle e siete in Garfagnana.
La tappa finale è descritta qui e qui (ma forse già l'avevi vista...)
 

 

Discussioni simili

Risposte
13
Visite
4K
Lancelotto
L
Risposte
24
Visite
2K
iuppareppa
I
Risposte
49
Visite
4K
iuppareppa
I
Risposte
1
Visite
623
deggio
D