1. Traccia, mappa e info nella descrizione del video. Abbonati gratuitamente al nostro canale Trailguide, clicca qui.

    Chiudi

Cambia da solo! -parte 2-

Discussione in 'Tech corner' iniziata da Ser pecora, 16/4/11.

  1. Ser pecora

    Ser pecora Diretur Heiliger Geist
    Membro dello Staff

    Registrato:
    16/6/03
    Messaggi:
    11.489
    [​IMG]

    Per il tentativo successivo di cambio automatico che ha realmente visto la luce bisogna arrivare al 1999. In quell'anno viene introdotto sul mercato il Falcon AD30, progettato e costruito dalla taiwanese Falcon per l'appunto, e che verrà anche commercializzato da terzi su licenza col nome di Landrider Auto Shift.

    Questa meraviglia cambia da sola grazie alla forza centrifuga: in fondo al pacco pignoni veniva montata una piastrina in plastica (tipo proteggi raggi) con il bordo esterno dentato. Su questi denti si ingaggiava un'altra ruota dentata, più piccola, facente parte del cambio, che era posizionato più all'interno rispetto al fodero basso grazie ad una piastrina metallica. Questa piccola ruota dentata era montata su un perno che attraversava il corpo del cambio fino a raggiungere il "cuore" dell'idea, ovvero un regolatore centrifugo, ovvero un arnese che, cito wikipedia:-È costituito da due o più masse poste in rotazione da un-albero rotante. Per effetto della-forza centrifuga le masse tendono ad allontanarsi dall'asse di rotazione, ma il loro allontanamento è contrastato da un sistema di-molle o dalla-forza di gravità terrestre attraverso un sistema articolato (link wikipedia).

    [​IMG]

    Bene, nel caso in questione la molla che contrastava l'allontanamento dei due pesi è quella della molla del cambio. In questo modo, al crescere della velocità di rotazione dell'asse del cambio, e quindi della ruota della bici, il cambio scalava rapporti sempre più duri, e contrario al decrescere della velocità.

    Nel disegno preso dal brevetto qui sotto potete vedere il regolatore centrifugo in posizione "aperta", in modo da capire meglio (spero)

    [​IMG]

    In ogni caso ecco un provvidenziale video che farà capire al meglio: Video

    Un'idea mica male tutto sommato. Non fosse per un piccolo difetto: questo orpello, oltre a pesare più di mezzo kilo (il prezzo da pagare per avere un regolatore centrifugo) non prevedeva alcun tipo di indicizzazione, quindi se la vostra velocità era giusto "a cavallo" di due rapporti...beh, il cambio posizionava la catena esattamente tra due pignoni...quindi chi pedalava doveva fare una sorta di indicizzazione "a gamba" regolando la propria cadenza e velocità...è per questo che ad un modello successivo verrà aggiunto un cavo per fare una regolazione "fine": -l'-AutoBike SmartShift 2000.

    In questa versione questo cambio è ancora prodotto e venduto dalla Landriderbikes



    Nella prossima puntata vedremo uno sviluppo ancora più recente e alcune idee che sono solo rimaste sulla carta o-o

    Fonte foto
     
  2. belgarion

    belgarion Biker superis

    Registrato:
    25/11/09
    Messaggi:
    370
    vorrei vedere quel regolatore centrifugo in mezzo al fango
     
  3. Ser pecora

    Ser pecora Diretur Heiliger Geist
    Membro dello Staff

    Registrato:
    16/6/03
    Messaggi:
    11.489
    Verrebbe un bel fango montato a neve :smile:
     
  4. Boda

    Boda Biker grossissimus

    Registrato:
    21/2/10
    Messaggi:
    5.423
    Cambio elettronico, cambio automatico... ma tutti questi casini per cosa? per non avere voglia di premere un bottoncino o di capire come si usa un banale cambio da bici?
    Perché l'ingegno e l'innovazione tecnologica si mettono al servizio della stupidità e della pigrizia?

    Boda
     
  5. Ser pecora

    Ser pecora Diretur Heiliger Geist
    Membro dello Staff

    Registrato:
    16/6/03
    Messaggi:
    11.489
    Beh, viste le ore spese a pensare e realizzare queste soluzioni direi che di pigrizia e stupidità si puo' parlare relativamente.
    Alla fine anche un forno elettrico allora è ingegno messo al servizio di stupidità e pigrizia...con due bastoncini ed un po' di erba secca si facevano miracoli...:smile:
     
  6. ribazzi

    ribazzi Biker superis

    Registrato:
    26/6/08
    Messaggi:
    307
    Peccato che il nome "egg beater" sia già brevettato perchè a questo marchingegno qua ci starebbe a pennello :smile:



    Va bè ma se alla fine ho un comando a manubrio per la regolazione fine viene a cadere l'utilità del congegno, o no?

    E poi quel problema di "indicizzazione è insito in tutti i cambi automatici a funzionamento meccanico, anche in campo automobilistico ed è esattamente il motivo per cui le auto con cambio automatico consumano di più di quelle a cambio manuale, sorvolando sul maggiore attrito ovviamente. Quelle "sgasate" a numero di giri troppo alto che spesso le auto a cambio automatico fanno son figlie di questo problema mi pare...aspettiamo l'intervento chiarificatore di qualche ingegnere. :il-saggi:
    Intanto, grazie Ser per intrattenermi con questa amenità in un triste sabato pomeriggio di lavoro :prost:
     
  7. lo Sbabbaro

    lo Sbabbaro Biker superis

    Registrato:
    20/7/10
    Messaggi:
    323
    Mi sembra avere grossi limiti, uno tra gli altri è che se tenendo un'alta velocità (catena sull'11) freno di colpo senza toccare i pedali si chiude la molla ma la catena resta sull'11 e quando riparto, magari in salita, gratta una bellezza...
    E movere i pedali in avanti quando si frena di colpo è molto anti-intuitivo.

    Secondo me l'innovazione è una cosa bella ma solo se semplifica la vita, o almeno se la rende migliore... questo mi pare solo un esercizio di meccanica
     
  8. bipbip

    bipbip Biker marathonensis

    Registrato:
    24/3/03
    Messaggi:
    4.307
    Bike:
    Trek 9.9 Superfly
    Voci di corridoio affermano che tale cambio automatico stia per essere montato su un nuovo telaio bdc di proprietà di un noto diretur forum ciclistico...ovviamente a sua insaputa....sorpresa!!! :medita::smile:
     
  9. Ser pecora

    Ser pecora Diretur Heiliger Geist
    Membro dello Staff

    Registrato:
    16/6/03
    Messaggi:
    11.489
    Sono tentativi. La storia della tecnica e della scienza è fatta al 90% di tentativi.
    Quello che usiamo è il 10% sopravvissuto alla pratica.

    Mostrare questi tentativi è solo per la curiosità di chi non li conosce già ed è contento di sapere 1 cosa in più piuttosto che una in meno :-)

    Non credo serva prendersela a morte o fare gran discorsi di principio contro idee che sono state bocciate dalla pratica o sono finite ad equipaggiare citybike vendute su internet o nelle televendite :-)
     
  10. lo Sbabbaro

    lo Sbabbaro Biker superis

    Registrato:
    20/7/10
    Messaggi:
    323
    Non me la prendo a morte n(e perchè dovrei? :-)) e faccio un lavoro per cui procedere per tentativi è la norma pur non essendo un esperto di 'storia della tecnica e della scienza' ;-)

    Poi anche a me piace vedere una cosa del genere a livello di curiosità, come dicevo visto come esercizio di meccanica, ma quando è così lampante che una soluzione non abbia senso allora allo 0.1% è una genialità assoluta, al 99.9% una fesseria.

    Poi a suo modo è brillante, sembra l'idea di uno scienziato pazzo, ma alzi il dito chi lo vuole sulla sua bici
     
Bozza salvata Bozza eliminata
Sto caricando...
Topic simili - Cambia parte
  1. scr1
    Risposte:
    97
    Visite:
    28.882
  2. Danybiker88
    Risposte:
    200
    Visite:
    121.661
  3. Danybiker88
    Risposte:
    209
    Visite:
    54.647
  4. Danybiker88
    Risposte:
    97
    Visite:
    38.111

Condividi questa Pagina