La Scialpinistica dell’Adamello assegna la Coppa del Mondo

fiore

pota-moderatur
Membro dello Staff
Moderatur
30/10/02
11.076
23
8
Ranica (BG)
Con il percorso leggermente variato, ma comunque “durissimo” domenica 4 marzo la Coppa del Mondo di scialpinismo chiude il capitolo 2007 sulla classifica “Team”. Lo fa sulle nevi italianissime di Passo Tonale, a cavallo tra la provincia di Trento e quella di Brescia. Va in scena, infatti, la 47ª edizione della Scialpinistica dell’Adamello proposta dalla Società Escursionisti Bresciani U. Ugolini.

Le coppie italiane Brunod-Reichegger e Pedranzini-Martinelli sono in pole position e il ruolo di favoriti può giocare scherzi. La scorsa stagione la finale era programmata in Valtellina, alla vigilia Denis Brunod e Manfred Reichegger e tra le donne Roberta Pedranzini e Francesca Martinelli comandavano la classifica. Giacomelli e Lunger erano terzi, staccati, ma come in tutte le gare c’è sempre la fortuna o la sfortuna a mettere lo zampino. Tant’è che Brunod il giorno prima della gara ha la febbre alta e decide di non partire, Giacomelli e Lunger corrono la gara della loro vita e vincono non solo la prova, ma anche la Coppa del Mondo. Per le due atlete di casa Pedranzini e Martinelli fu solo una marcia trionfale.

Anche quest’anno la situazione è più o meno la stessa, con un pizzico di suspance in più. Brunod e Reichegger sono ancora i leaders, con Giacomelli e Lunger che li braccano alle spalle. Le due velocissime valtellinesi invece sono a pari punti con le francesi Favre -Bourillon, dunque chi delle due coppie arriverà davanti vincerà la Coppa.

Gli organizzatori giovedì affronteranno un ultimo sopralluogo sul tracciato. Questioni di sicurezza hanno consigliato di togliere l’ultima discesa da brivido da Passo del Dito. In quota non c’è tantissima neve e potrebbero verificarsi cadute di sassi. La gara non ne perderà comunque in difficoltà e dislivello, se non in minima parte. L’ultima discesa è stata prevista lungo un ripido canalone innevato e sarà una vera picchiata verso l’arrivo di Passo del Tonale, con un taglio di dislivello di poco più di 50 metri.

La gara si svolge nell’area dell’Adamello compresa tra Passo del Tonale e la Presena, in 16,7 chilometri gli atleti affronteranno circa 2.100 metri di dislivello in salita ed altrettanti in discesa. La centrale operativa della Società Escursionisti Bresciani per l’occasione sarà a Ponte di Legno mentre la partenza (ore 9) e l’arrivo (i primi intorno alle 11.15) sono a Passo del Tonale.

Le iscrizioni iniziano ad ingrossare i numeri. Sono già arrivate quelle dei big, ovvero delle nazionali francese, svizzera, spagnola e tedesca, oltre a quella italiana. Tra i maschi, oltre alle due squadre protagoniste delle prime due prove, non va dimenticata la collaudata coppia Boscacci-Murada