Migliorare la tecnica in discesa

Discussione in 'Tecnica di guida e set-up' iniziata da Gianz, 16/4/18.

  1. tony fish

    tony fish Biker serius

    Registrato:
    9/6/14
    Messaggi:
    190
    Bike:
    Devinci Troy
    Distinguiamo le cose, abbassare la sella per la discesa è giusto, come è una buona idea il telescopico, cambia la vita.
    L'offset sella non c'entra nulla, ma zero proprio, c'entra con il tuo corretto posizionamento il sella, qual è il ragionamento per cui potrebbe aiutarti un arretramento della sella in discesa quando non ti siedi?
    Se mai è il contrario, ti può dare fastidio se fai un arretramento e abbassamento del corpo in discesa.

    Il discorso regolazione stem è soggettivo, potresti crearti problemi in salita facendo quella operazione, i vantaggi in discesa magari ci sono ma non ti aspettare miracoli.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  2. Gianz

    Gianz Biker serius

    Registrato:
    28/6/07
    Messaggi:
    286
    Bike:
    Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
    Effettivamente, magari per guadagnare qualcosina in discesa, poi vado a rovinarmi le ottime doti "arrampicatorie" di questa bici. Vedo se e cosa cambia intanto invertendo lo stem, portandolo positivo... se non cambia nulla, dovrò fare 2 cose:
    1. rassegnarmi ad essere una zappa in discesa
    2. re imparare la tecnica di discesa, da zero, cercando di risolvere eventuali magagne e/o rigidità... In discesa sono rilassato come una putrella d'acciaio, e questo non aiuta.
     
    • Sgrammaticato Sgrammaticato x 1
  3. Gianz

    Gianz Biker serius

    Registrato:
    28/6/07
    Messaggi:
    286
    Bike:
    Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
    La sella un po' più arretrata, anche quando stai in piedi sui pedali, potrebbe essere meno fastidiosa, non avendola del tutto in mezzo alle gambe, ma un pelino dietro. Ti dirò: son tutte ipotesi a cui sto pensando, per capire se esista o meno un problema di settaggio bici, oltre che di settaggio del sottoscritto... per non parlare del settaggio mentale... di non facile risoluzione, quello.

    La cosa che mi incoraggia è che già rispetto alla 26 che avevo prima sono migliorato molto (le ruote da 29... averle provate prima!!!), riuscendo sia a salire che scendere in tratti dove in precedenza avevo non pochi problemi. Ora rimangono i tratti abbastanza ripidi e scassati, magari con qualche saltino o con cambi di pendenza abbastanza marcati.
     
    • Sgrammaticato Sgrammaticato x 1
  4. Lucabum

    Lucabum Biker novus

    Registrato:
    24/2/18
    Messaggi:
    26
    Bike:
    Am
    Ciao il mio consiglio è prima di tutti comprare le protezioni adeguate e ti assicuro che con quelle le discese le affronti in modo migliore poi ti consiglio di frenare con un dito solo e di guardare sempre avanti e non fissare sempre la ruota anteriore, sella bassa gambe e braccia belle flesse, mollare i freni nello scassato e molte altre cose
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  5. tony fish

    tony fish Biker serius

    Registrato:
    9/6/14
    Messaggi:
    190
    Bike:
    Devinci Troy
    Concordo in pieno con il consiglio di lasciar andare su sconnesso e altrettanto col consiglio dello sguardo avanti, è un fondamentale che a suo tempo in discesa mi ha cambiato la vita.

    Se arretri la sella ti rovini la posizione in pedalata che dovrebbe essere corretta e ponderata per non creare problemi fisici oltre che per l'efficienza di pedalata, non avresti alcun altro beneficio.
    Ma poi non hai detto che prima della discesa la abbassi?
    vuoi farti del bene? Prendi un telescopico, è un'invenzione meravigliosa, anche a livello mentale, sai che per ogni cambio di pendenza puoi buttare giù la sella in meno di un secondo o ritirarla su ogni volta che vuoi.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  6. brajang

    brajang Biker serius

    Registrato:
    16/5/16
    Messaggi:
    194
    Bike:
    Trombettina.
    Prima di cambiare componenti, cosa del tutto inutile perchè il problema sta nella tecnica sicuramente, controllerei la pressione della forcella, seguirei una delle 302mila guide per fare il corretto sag e sistemerei il "Ritorno" (un ritorno troppo lento porta la forcella a non riestendersi dopo l'urto e lavorare costantemente nella parte bassa, dov'è più dura e ovviamente essendo più corta va a rendere l'angolo di sterzo più verticale).

    Fatto questa resta solo la tecnica, sicuramente in piedi sui pedali, quando sei sul cattivissimo ripidone, come sempre devi trovarti con il peso del corpo sui pedali, braccia morbide, non devono ne tirare verso te il manubrio ne spingerlo verso il basso, tutto il peso è scaricato dai piedi sui pedali mentre tu sei disteso sulla bici con gambe semiflesse. Se senti l'anteriore che tende a scivolare fai in modo da spostare un po' di peso sul manubrio finchè non hai nuovamente la sensazione di controllo. Ogni telaio ha la sua geometria e per scaricare il peso 50/50 sulle ruote ha bisogno di una determinata suddivisione pedali/manubrio del peso, se negli anni passati il peso era relegato sui pedali ( da qui il detto Heavy feets light hands, piedi pesanti braccia leggere) adesso con chainstay più corti e orizzontali più lunghi (vedi forward geometry) è richiesta una guida più di prepotenza e un anteriore più caricato per avere il giusto bilanciamento.
    Sbagliatissimo sia fiondarsi indietro appena inizia la pendenza (anteriore scarico che scivola e 0 guidabilità), sia stare con il peso in avanti a braccia tese (cappottone assicurato), da suicidio chiaramente stare seduti (...).

    Morale della favola, se stai in equilibrio sui pedali (senso di rotazione avanti/indietro ovviamente, non destra e sinistra) come se non avessi un manubrio, e ti regoli in base alle sensazioni di anteriore scarico che scivola o meno, anche se è un muro quasi verticale che a farlo a piedi non riesci sicuramente, arrivi giù tranquillo senza problemi.

    Ovviamente meglio arrivare lentissimi al ripidone e farlo senza frenare (o quasi), o se lungo pettinare l'anteriore e usare il posteriore. Abusare dell'anteriore fa comprimere la forcella e sposta il tuo baricentro in avanti (esattamente dove non vogliamo che vada).

    Mi scuso se ho detto boiate, ma questo è quello che ho capito leggendo il libro Mastering Mtb Skills, che mi ha aperto un mondo e risolto moltissimi problemi. Da quando li applico le pendenze non sono state più un problema.
     
    • Mi piace Mi piace x 2
  7. andy_g

    andy_g Biker cesareus

    Registrato:
    27/4/06
    Messaggi:
    1.764
    Bike:
    Giant Trance
    Come ti hanno detto la bici è probabilmente piccola, quindi non puoi accorciare la pipa se non allargando il manubrio, ma poi rischi che il manubrio si avvicini troppo sui tornanti. Mettila comunque positiva, per correggere la taglia della bici. Arretrare la sella invece lo eviterei, avresti più problemi con il fuorisella, e non guadagneresti nulla in discesa visto che dovresti stare comunque in piedi. Il telescopico invece sarebbe ottimo (almeno dieci centimeteri, lascia stare quelli da XC) e se ci metti pure i flat avrai molta meno paura. Non voglio dire che i flat siano meglio anche se io li uso: se sai scendere sai scendere anche con le clip, ma aiutano a superare la paura (magari con un bel paio di parastinchi). La forcella rigida assolutamente non ti aiuterebbe e tantomeno bloccarla. Lavora semmai sulla pressione e su un rebound più aperto. Se la bicicletta ne accettasse una da 120 (devi verificare con il costruttore) sarebbe un bel vantaggio perché ti aprirebbe di circa un grado l'angolo sterzo e allontana la ruota davanti.
    A quel punto, video ed esercizio e anche un maestro non guasterebbe.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  8. Gianz

    Gianz Biker serius

    Registrato:
    28/6/07
    Messaggi:
    286
    Bike:
    Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
    Volendo la bici accetterebbe la forca da 120, ma non avrei ulteriori problemi in salita? Purtroppo a suo tempo optai per quella da 100... devo sentire Gasventinove se sia possibile modificare la forca cambiando il distanziale, o se invece sia da cambiare in blocco.
    Per i pedali flat... Non so: mi sembra quasi una sconfitta non riuscire a rassegnarmi alle clip... quasi un tornare indietro (ragionamenti illogici, lo so). Inoltre leggo in questo stesso forum post di persone che pure con i flat hanno problemi. E' pur vero che nei tratti critici, sia in salita che discesa, spesso tendo a sganciarmi. Voglio provare, prima di "arrendermi" a impostare lo sgancio il più morbido possibile e vedere come va.
     
  9. scossa75

    scossa75 Biker infernalis

    Registrato:
    31/8/10
    Messaggi:
    1.883
    La cosa migliore secondo me è uscire con amici che sanno fare più di te, avere qualcuno davanti aiuta tantissimo
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  10. verdino

    verdino Biker ultra

    Registrato:
    11/1/13
    Messaggi:
    680
    Bike:
    Una verde speranza una nera come il peccato una azzurra redenzione
    Per quanto riguarda i pedali flat ti capisco, li uso anch’io, ho provato i pedali agganciati più volte ma non c’è la faccio, reminescenze di tanti anni di motocross con i pedi liberi sulle pedane.
    Con i pedali Flat ci faccio dall’Xc all’ Enduro senza problemi, unica accortezza, i pins non perdonano e aprirsi un taglio è facile ma ti succede una volta , poi impari e prendi le contromisure.
     
  11. palombo

    palombo Biker novus

    Registrato:
    24/2/16
    Messaggi:
    9
    La taglia per 1.73 S è sicuramente piccola ,poi se tu comprassi un telescopico sicuramente affronteresti con maggiore sicurezza i ripidi .
    Hai una bella bici 29 complimenti !!! Però ricordati che essendo molto meglio che una 26 non sarà mai come una Trail -Enduro in discesa . Almeno che tu non sia un manico.
     
  12. freesby

    freesby Biker tremendus

    Registrato:
    14/9/12
    Messaggi:
    1.053
    Parti con ordine...
    1 - cura la tecnica.. prova scendere diverse scalinate, ti accorgerai di iniziare a muoverti bene in sella quando scendendo gli scalini con il busto farai una linea diagonale immaginaria(visto di lato) e la bici invece farà i gradini.. non so se sono riuscito a spiegarmi.. ma se ti muovi bene e fai muovere bene la bici con braccia e gambe non hai spostamenti di carico ad ogni gradino.. inizia a basse velocità x curare il movimento
    2 - alzerei un pelo le leve del freno, in modo da non avere i polsi troppo piegati durante la discesa così potrai arretrare meglio e ti sentirai più a tuo agio..
    3 - non so se girare lo stem ti convenga.. rischi di avere la sella più bassa del manubrio penalizzando la salita..
    4 - puoi accorciare lo stem, anche se come ti hanno già detto sei un po'al limite.. ma un cm o 1 e mezzo puoi provare.. io preferisco la bici un filo più corta.. mi consente di arretrare di più.. con un ov lungo mi sento troppo caricato in avanti
    4 - sella bassa soprattutto x imparare.. ti consente molto di più.. se poi ti trovi a tuo agio valuterei un telescopico
    5 - pedali flat..anche se vanno contro la tua idea x imparare penso siano meglio.. dopo anni di clip mi sono abituato ai flat e non torno più indietro.. poi è soggettivo..ma la sicurezza che mi danno nel brutto x me non ha eguali.. in un attimo salti giù dalla bici
    6 - prova i percorsi più volte e a pezzi.. non aver paura di dover tentare più volte lo stesso passaggio.. magari oggi fai 50 cm in più.. domani un mt..e così via
    7 - scegli una linea e la mantieni.. spesso mi capita di uscire con principianti e proprio x paura li vedo fare zig zag in posti dove scendendo dritto si corrono meno rischi.. se inizi a girare a dx e sx x evitare qualsiasi cosa ti passi sotto non fai altro che aumentare il rischio di impuntare
    8 - la forcella va tenuta aperta.. non ho guardato se è ad aria o meno.. se puoi la gonfi un po' giusto x toglierti la paura del passaggio.. dopo che avrai preso confidenza cerca il sag che ti consente una discesa a 360 gradi.. la forcella bloccata ha poco senso.. altrimenti tutti andremo in giro con bici rigide stile anni 90
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  13. gipipa

    gipipa Biker extra

    Registrato:
    27/5/07
    Messaggi:
    717
    la mtb è piccola e il tuo è chiaramente un problema di tecnica
    andare da solo non ti aiuta. hai paura di cadere per le ovvie conseguenze dell'essere da solo; e non hai nessuno da cui imparare.
    probabilmente freni troppo e sei troppo lento, con conseguente instabilità generale della bici. aggirare gli ostacoli è spesso la soluzione peggiore. 100 mm di corsa su una 29" consentono già grandi cose.
    se vuoi provare degli upgrade che ti possano aiutare ti suggerisco, nell'ordine:
    - gomme più discesistiche sia come disegno che come mescola. fanno un enorme differenza. un esempio ? schwalbe magic mary.
    - pedali flat sottili e con tanti pin belli affilati accoppiati a scarpe adatte. leggi 5.10
    - reggisella telescopico
    e poi provare e riprovare. certi ostacoli una volta fatti ti stupiranno per quanto sono facili.
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  14. Gianz

    Gianz Biker serius

    Registrato:
    28/6/07
    Messaggi:
    286
    Bike:
    Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
    Grazie a tutti per le indicazioni. Da domani (adesso no che è buio! :mrgreen:) si ricomincia da capo. E vediamo cosa succede!;-)
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  15. Gianz

    Gianz Biker serius

    Registrato:
    28/6/07
    Messaggi:
    286
    Bike:
    Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
    Ultimo aggiornamento: oggi ho controllato la pressione della forca, ed effettivamente era scarsa rispetto al mio peso. Ho dato qualche pompatina in più rispetto alla tabella e adesso affonda, ma assai più normalmente. Non dovrebbe più rappresentare un problema.
    Per il resto ho arretrato un peletto la sella, non molto (meno di 1 cm) e lasciato lo stem così com'è.
    Adesso devo cominciare a trovare qualche discesetta, un po' scassata, su cui fare pratica e vediamo come andrà a finire.

    Grazie ancora a tutti per interventi & consigli!
     
  16. Guxx

    Guxx Biker urlandum

    Registrato:
    3/11/12
    Messaggi:
    509
    Bike:
    ce l'ho
    Ora la sparo davvero grossa ma forse neanche tanto:

    Forcella da 100 e vorresti quella da 120?
    Stiamo parlando di 2cm e sia a livello teorico che pratico, chiaramente non potresti che guadagnarci in discesa.
    Ma se tu montassi per ipotesi due Nobby Nic 2,25 al posteriore e 2,35 all'anteriore guadagneresti comunque qualcosina in altezze e apertura angolo sterzo, si aggiungerebbe una maggiore impronta a terra, sposteresti ruotando leggermente tutto il baricentro verso il posteriore e avresti speso 50€ nella versione Performance.
    Ovviamente cambiare un elemento fondamentale come la forcella è altra cosa, una forca da 120 lavora diversamente rispetto ad una da 100 ma ricordiamoci che le gomme con la loro pressione regolabile, sono le madri delle sospensioni... piccola spesa, massima resa.
     
  17. Gianz

    Gianz Biker serius

    Registrato:
    28/6/07
    Messaggi:
    286
    Bike:
    Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
    Per ora lascio tutto com'è: prima di fare acquisti e quant'altro preferisco tentare le via del miglioramento "personale", ovvero provare ad affinare la tecnica, cercando di superare i miei svariati blocchi.
    Rispetto alla 26 la situazione è già migliorata di molto... magari basta lavorarci ulteriormente (spero).
     
  18. andy_g

    andy_g Biker cesareus

    Registrato:
    27/4/06
    Messaggi:
    1.764
    Bike:
    Giant Trance
    Fatti aiutare da un amico che ti regga la bici o vai dal ciclista e fai la prova del sag. E' molto più preciso che gonfiare semplicemente la forcella alle pressioni riportate sulle tabelle.
     
  19. Trez86

    Trez86 Biker serius

    Registrato:
    18/10/15
    Messaggi:
    284
    Bike:
    trek superfly 6
    una volta regolata la pressione ed il ritorno della forcella, cose molto importanti, mi concentrerei sulla tecnica.
    la bici ti è un pelo piccola ma non credo che con una taglia in più ti possano passare le paure.

    il consigli che ti posso dare sono questi :
    - tieni la testa alta, cerca ti anticipare il sentiero, magari riducendo la velocità le prime volte.
    se sei in curva e guardi per terra non sarai pronto per quello che ci sarà dopato la curva stessa.
    - ruota i talloni verso il basso, non tenere i piedi paralleli ai pedali. sembra una stupidaggine ma aiuta tantissimo.
    - non restare rigido con il bacino. compensa la pendenza arretrando il culo fino a sopra la ruota posteriore se serve.


    Sent from my WAS-LX1A using MTB-Forum mobile app
     
    • Mi piace Mi piace x 1
  20. stefano caroti

    stefano caroti Biker novus

    Registrato:
    5/10/08
    Messaggi:
    1
    Vorrei darti un consiglio, inutile cambiare,variare,incaponirsi su regolazioni improbabili,l'unica soluzione efficace è iscriverti ad un corso di guida di MTB così dopo ti accorgerai che i dubbi spariranno ed il divertimento aumenterà. Purtroppo al giorno d'oggi c'è molta approssimazione,magari anche per mancanza di tempo e quindi dopo alcune uscite si crede di aver già capito tutto. Ricorda che nessuno ha raggiunto risultati soddisfacenti senza aver investito in qualcosa. Ormai sono quasi 15 anni che pratico questo sport meraviglioso e quando ero alle prime armi, per perfezionarmi ho seguito corsi di guida. Più che altro ti serviranno per capire come affrontare le situazioni, anche le più pericolose ma in piena sicurezza. Se vuoi investire nel tuo futuro non guardare ai componenti ma impara ad avere una guida sicura e vedrai che tutto cambierà. Auguri
     
    • Mi piace Mi piace x 1
Sto caricando...

Condividi questa Pagina